Vai a pagina              ...      
10
              
  I Forum di Anziani.it  Tempo libero  Le nostre ricette
Nuova discussione   Rispondi
gattina Oggetto:   14 Nov, 2007 - 08:26  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 309
Attività utente
Attività utente

TORTA DI PERE AL CIOCCOLATO




Comicia il freddo, e con la temperatura che si abbassa possiamo permetterci qualche piccolo peccato di gola!

Ingredienti

1 bustina di lievito vanigliato3 uova
225 g di farina 00
115 g di burro
115 gr di zucchero
115 g di cioccolato fondente
75 g di mandorle dolci pelate
½ bicchiere di latte
1 pizzico di sale
1 limone (buccia grattugiata)
4 pere

Preparazione:

Sbucciare e tagliare le pere a fettine sottili.
Tritare grossolanamente il cioccolato.
Lavorare in una terrina lo zucchero insieme al burro, precedentemente ammorbidito, con un cucchiaio di legno finchè non risulti spumeggiante.
Unire la buccia grattugiata del limone, un pizzico di sale e le uova mescolando con una frusta o uno sbattittore.
Incorporare la farina setacciata, le mandorle tritate, il cioccolato e metà delle pere.
Amalgamare bene tutti gli ingredienti.
Imburrare e infarinare una tortiera (o foderarla con un disco di carta forno più grande del fondo tortiera di circa 5 cm), versare il composto preparato e disporre sulla superficie il resto delle fettine di pere in spirale o come preferite decorare la torta.
Infornare nel forno preriscaldato a 160° per un'ora.
A cottura ultimata (provare la cottura con uno stuzzicadente se risulta asciutto, la torta è cotta), sfornare e lasciarla raffreddare.
Spolverare di zucchero a velo la superficie e ….

Buon appetito!

gattina

_________________
...siamo qualcosa che non resta, frasi vuote nella testa, e il cuore di simboli pieno. INCONTRO-Francesco Guccini
solidea Oggetto:   13 Nov, 2007 - 15:26  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 2674
Attività utente
Attività utente

Pastissada de caval

Diffuso in tutta la provincia di Verona, questo piatto vanta una tradizione antichissima che si perde nelle pieghe della storia fino a divenire quasi una leggenda.
Pare, infatti, che la nascita di questo piatto sia da imputare a Teodorico, re degli Ostrogoti, che pur avendo posto la capitale del suo regno a Ravenna, risiedeva spesso a Verona. E qui, Teodorico sostenne una sanguinosissima battaglia contro Odoacre, re degli Eruli. Dopo la vittoria Teodorico volle che il popolo veronese festeggiasse con lui e autorizzò la poplazione ad utilizzare la carne dei cavalli rimasti sul campo di battaglia.
L'espediente funzionò e da allora la pastissada divenne uno dei piatti simbolo della gastronomia scaligera. Oltre alla pastissada de caval non è raro trovare quella di musso (asino)



ingredienti :

1 kg di polpa di cavallo giovane
1 kg di cipolle
1 litro di vino rosso secco ad alta gradazione
50 gr olio
2-3 carote
2 fogli alloro
4chiodi di garofano
sale e pepe

Porre la carne nel soffritto di verdure tagliata a pezzetti. Lasciare cuocere a fuoco lento e a metà cottura aggiungere il vino, le spezie, sale e pepe. Verso fine cottura passare al setaccio le verdure. La pastissada sarà cotta nel momento in cui la carne stracotta, tenderà a disfarsi (più la pastissada è consumata, migliore sarà il gusto )
Servirla con polenta novella molto calda oppure utilizzare il sugo per condire gli gnocchi.

solidea Oggetto: festa del riso.......una bontà  01 Ott, 2007 - 14:51  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 2674
Attività utente
Attività utente


Risotto alla pilota è il più noto dei risotti mantovani e si può considerare un piatto unico soprattutto nella versione " col puntel " ( con supporto ) e a differenza degli altri risotti si presenta sgranato e non mantecato.
Una nota etimologica : PILOTA non ha niente a che vedere con l'areonautica o la formula 1, il
pilota è colui che lavora alla pila del riso: lo stabilimento dove il riso viene pulito e preparato per la vendita.

si considerano 80-100 gr. di riso a testa
salamelle il 40% del riso
burro il 20% del riso
grana gattugiato il 20% del riso.
mettere al fuoco un volume d'acqua uguale a quello del riso. Quando bolle versare il riso in uno strato uniforme.
Dopo la cottura di 12-15 minuti spegnere il fuoco e coprire la pentola con un panno di cotone spesso fra pentola e coperchio perchè il vapore in eccesso venga assorbito dalla stoffa e non si disperda il calore.
Dopo 15 minuti di riposo il riso è pronto per ricevere il condimento.

condimento : soffriggere burro e salamelle sbriciolate . Il tutto caldissimo si aggiunge al riso come pure il grana. Si mescola con energia e si serve con altro grana. La versione " COL PUNTEL " prevede una braciola ben cotta che puntella ( sostiene ) il riso nel piatto. Si mangia insieme al riso .......alternando.. una forchettata ad un morso .e ad un buon bicchiere di Lambrusco , vino caratteristico del mantovano.

Provare per credere e a tutti Buon appetito !!!!!!!



annamaria 12 Oggetto: La caponata di melanzane.  24 Set, 2007 - 16:05  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 51
Attività utente
Attività utente

Eccovi una nuova ricetta siciliana che invito tutti a provare e ... a gustare!

Caponata di melanzane.

Ingredienti per sei persone:

5 melanzane nere

1 cuore di sedano

100 gr. di olive verdi snocciolate

1 cucchiaio di capperi

1 kg. di pomodoro fresco per salsa, oppure 1 barattolo di polpa pronta di pomodoro (la differenza si sente se è pomodoro fresco! )

1/2 bicchiere di aceto

1 cucchiaio di zucchero

2 cipolle

Lavate e tagliate a dadini le melanzane cosparse di sale in un colapasta per un'ora.

Sciacquate ed asciugate e friggete in abbondante olio caldo. Sgocciolate e ponete in carta da cucina. In una padella soffriggete cinque cucchiai d'olio e la cipolla affettata. Aggiungete il pomodoro, regolate il sale e lasciate cuocere almeno dieci minuti. Unite le olive, i capperi e il sedano a pezzetti preventivamente bollito a parte. Unite aceto e zucchero. Lasciate evaporare. Unite le melanzane.

La caponata và servita fredda!

Buon appetito!

Annamaria


_________________
ANNA MARIA
fatazucchina Oggetto:   17 Set, 2007 - 14:00  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 105
Attività utente
Attività utente

Ecco a voi un altra ricetta niente male. Provatela e poi mi direte.
Involtini di pollo:

petti di pollo tagliati a fettine, farina, prosciutto cotto, olive verdi snocciolate, salvia, brodo di dado.
Con ogni fettina di petto di pollo farci un involtino farcito con una fettina di prosciutto cotto o mezza fettina, a secondo della grandezza dell petto di pollo, due foglie di salvia, 2 olive snocciolate e chiudere con uno stuzzicadenti. Una volta fatti gli involtini, infarinarli e farli soffriggere in un tegame. Nello stesso tegame aggiungere il brodo di dado fino alla copertura completa degli involtini e lasciarli cuocere a fuoco moderato fin quando il brodo si sia ritirato e rimanga solo un sughetto denso. Servire poi in tavola
Buon appetito!


gattina Oggetto: IL MIO CHEESE-CAKE alla fragola  15 Set, 2007 - 16:16  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 309
Attività utente
Attività utente

IL MIO CHEESE-CAKE alla fragola







La ricetta americana prevede il formaggio Quark (Philadelphia). Ma io ho "riveduto e corretto" gli ingredienti e le dosi originali con ingredienti mediterranei e dosi ridotte, in modo da allegerire e renderla più gradevole al palato, riducendo le calorie. Spero che vi piaccia.

Ingredienti per 4 porzioni

Per il fondo:
40 biscotti tipo "Oro Saiwa"
50 g di burro
2 cucchiai di zucchero

Per la crema:
200 g di mascarpone
300 g di ricotta di pecora
½ bicchiere di latte
2 uova
100 g di zucchero
1 bustina di vaniglina

Preparazione:


La base si prepara in questo modo: ammorbidire il burro in un pentolino a bagnomaria, sbriciolare i biscotti in un mixer (pochi secondi) ed amalgamarli al burro e allo zucchero.
Il composto ottenuto si versa sul fondo di una teglia a cerniera di media grandezza, precedentemente foderata con un disco di carta-forno 4-5 cm più grande del fondo, e farlo consolidare in frigo.
Per farla aderire io uso uno stratagemma: inumidisco appena la carta dal lato che poggia sul fondo della teglia. Scaldare il forno a 160°C.
A questo punto si può preparare la crema: sbriciolare la ricotta ed unirla al mascarpone, aggiungere lo zucchero, le uova e la vaniglina e montarla con un frullino (o con uno sbattitore elettrico).
Montare separatamente albumi e tuorli d'uovo rende la crema più vaporosa.
Tirare fuori la teglia dal frigo e versare sulla base di biscotti la crema.
Infornare nel forno preriscaldato a 160° per 45 minuti o un'ora.
Una volta sfornato e raffreddato, disporre il dolce su un piatto, coprire con la marmellata di fragole (io preferisco usare quella senza zucchero) o con fragole fresche spezzettate e fatte macerare qualche ora con zucchero e limone.
Guarnire con qualche fragola fresca o surgelata, spolverare con zucchero a velo il bordo esterno e ….

Buon appetito!

gattina

_________________
...siamo qualcosa che non resta, frasi vuote nella testa, e il cuore di simboli pieno. INCONTRO-Francesco Guccini


Ultima modifica di gattina il 14 Nov, 2007 - 07:55, modificato 6 volte in totale
fatazucchina Oggetto: Re: farfalle impazzite  15 Set, 2007 - 12:32  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 105
Attività utente
Attività utente

fatazucchina ha scritto:

ragazzi vi do una ricettina di pasta veloce ma gustosa che io di solito faccio quando ho nuovi ospiti e vi garantisco che ci fareste una bella figura.

Ingredienti:
2 peperoni rossi, una bustina di funghi secchi, pomodori perlati ( a secondo della quantità delle persone), una confezione di panna da cucina, sale , olio e come pasta consigliata le farfalle.

Mettere i funghi secchi a bagno in un pò di acqua tiepida. Tagliare i peperoni a listarelle e metterli a soffriggere in un poco d'olio. Quando saranno ammorbiditi aggiungere i funghi con la loro acqua, aggiungere poi i pelati.Far bollire per 20 minuti aggiungere, quando la salsa è cotta, aggiungerci la panna da cucina e condirci le farfalle. BUON APPETITO!




fatazucchina Oggetto: farfalle impazzite  13 Set, 2007 - 13:53  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 105
Attività utente
Attività utente

ragazzi vi do una ricettina di pasta veloce ma gustosa che io di solito faccio quando ho nuovi ospiti e vi garantisco che ci fareste una bella figura.

Ingredienti:
2 peperoni rossi, una bustina di funghi secchi, pomodori perlati ( a secondo della quantità delle persone), una confezione di panna da cucina, sale , olio e come pasta consigliata le farfalle.

Mettere i funghi secchi a bagno in un pò di acqua tiepida. Tagliare i peperoni a listarelle e metterli a soffriggere in un poco d'olio. Quando saranno ammorbiditi aggiungere i funghi con la loro acqua, aggiungere poi i pelati.Far bollire per 20 minuti aggiungere, quando la salsa è cotta, aggiungerci la panna da cucina e condirci le farfalle. BUON APPETITO!

sheshe Oggetto: buona colazione anche con gli occhi!!  31 Ago, 2007 - 17:12  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 753
Attività utente
Attività utente



Grazie carissime Tinal e Patrizia di aver messo la foto dei miei Pan.Kakes!!

Sheshe


_________________
Il cuore conosce delle ragioni che la ragione non conosce.
B. Pascal.
Patrizia51 Oggetto:   31 Ago, 2007 - 16:08  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 5041
Attività utente
Attività utente

ECCO FATTO!




_________________
Preferisco le eccezioni - Wislawa Szymborska
Tinal Oggetto:   31 Ago, 2007 - 15:57  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 2624
Attività utente
Attività utente

Carissima Sheshe, ho la foto che volevi mostrare agli amici di ricette e palato...credo che tu ti riferisca alle frittelle che tu ci preparasti a Roma nel lontano novembre del 2005 a casa di Daisy...ricordi?? però c'è un problema, stranamente ( di solito lo faccio) non riesco a trasferire in questo topic...c'è qualcuno che ci prova??
Si trova su Animazioni e l'ho appena inserita.
Grazie a chi riesce e a te, Sheshe, che hai inserito la ricetta!!
sheshe Oggetto: Rimedio sul Pane Cunzato!!  30 Ago, 2007 - 13:14  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 753
Attività utente
Attività utente

Dimenticanza grave!!!
Anche l'origano!!
Sheshe


_________________
Il cuore conosce delle ragioni che la ragione non conosce.
B. Pascal.
sheshe Oggetto: Un piatto semplice...  28 Ago, 2007 - 20:03  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 753
Attività utente
Attività utente

PANE CUNZATO

Una ricetta di Salina....gustosa e fresca




Una fettona di pane rettangolare..o una fetta di focaccia tagliata a metà....
Poi osservate cosa c'è sopra..

Mozzarella
pomodorini
tonno
cipolla
capperi
Olive ..verdi e nere
basilico
magari un pò di peperoncino
..vostra fantasia..anche
Buon appetito!!

Sheshe


_________________
Il cuore conosce delle ragioni che la ragione non conosce.
B. Pascal.
fenice Oggetto:   10 Lug, 2007 - 18:23  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 1157
Attività utente
Attività utente

Mi piace la cucina regionale, per gli appassionati, ecco questa ricetta piemontese

La Tartrà

La tartrà è una delle ricette piemontesi più antiche. Le sue origini si perdono nella notte dei tempi. L’opinione diffuso tra gli storici della gastronomia è che questo “budino” sia nato dall’incontro tra le abitudini alimentari dei saraceni e le nostre, nell’epoca compresa tra l’anno 900 ed il 1000.

Ricetta per 6/8 persone

1 cipolla media
8 uova
1 litro di latte
1 punta di rosmarino
6 foglie di salvia
3 foglie tenere di alloro
180 gr. di parmigiano
pepe nero
noce moscata
sale
burro e farina per lo stampo.

Affettare la cipolla e farla appassire in poco burro. Poi tritarla finissima con la mezzaluna, insieme alle erbe aromatiche. A parte scaldare un poco il latte, aggiungere il parmigiano, che deve sciogliere bene, e le spezie in polvere.
Intanto in una grossa ciotola sbattere molto bene le uova. Quando saranno schiumose, unire il latte e il trito di aromi.
Imburrare ed infarinare uno stampo ad anello, riempirlo fino a tre dita dal bordo con il preparato ( attenti a non riempire troppo la forma, perché la tartrà gonfia in cottura) ed infornare immediatamente a 200° cocendo a bagno maria.
E’ un ghiotto antipasto caldo.

_________________
Muri di pietra non fanno una prigione, nè sbarre di ferro fanno una gabbia.
fenice Oggetto: per Cloe  10 Lug, 2007 - 18:08  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 1157
Attività utente
Attività utente

Da parecchi anni faccio, con ottimi risultati la confettura di susine, ti trascrivo qui la ricetta:
tre chili di susine snocciolate, un chilo e sei etti di zucchero, un limone (per la verità io il limone non lo metto)
Lavare le susine, snocciolarle e metterle in una casseruola non di alluminio, unirvi il succo del limone, alcune scorzette e lo zucchero, porre al fuoco e far bollire adagio, mescolando con un cucchiaio di legno e schiumando.
Quando avrà raggiunto la giusta densità, togliere la confettura dal fuoco e versarla subito, calda, nei vasi.. Chiuderli ermeticamente, io avvolgo i vasi in un una coperta perchè raffreddino più lentamente.


_________________
Muri di pietra non fanno una prigione, nè sbarre di ferro fanno una gabbia.
melba Oggetto: per rossella  10 Lug, 2007 - 17:11  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 10368
Attività utente
Attività utente

Rossella49 ha scritto:
Carissime chef,
vedo che ve la cavate molto bene ai fornelli. Sono molto impegnata con il lavoro e ho una figlia buongustaia. Conoscete delle ricette veloci ad esempio di pasta, anche fredda? Che non ci sia aglio e cipolla per carità...così dice mia figlia. Vi ringrazio tantissimo.


Ciao Rossella.
PASTA FREDDA:
INGREDIENTI
pasta corta
mozzarella o emmenthal a tocchetti
pomodorini pachino (tolti i semi) a pezzettini
qualche oliva verde snocciolata (facoltativa)
Cuocere la pasta. Lasciarla raffreddare per qualche minuto, amalgamare con l'olio d'oliva tutti gli altri ingredienti. Mescolare abbondantemente e ornare il piatto con qualche fogliolina di baslico fresco spezzettato con le mani (non con il coltello).
BUON APPETITO. slurp!



_________________
La bellezza non è nel viso. La bellezza è nella luce del cuore.
Kahlil Gibran
anthares Oggetto:   10 Lug, 2007 - 11:17  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 1037
Attività utente
Attività utente


Hamburger


rolinda Oggetto:   09 Lug, 2007 - 12:05  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 467
Attività utente
Attività utente

Cloe ha scritto:
<div class="myquote" style="__styleDocument: [object]">

Ho colto una cinquantina di chili di susine dal mio orticello. Se le mangio tutte...
Che ci faccio? Sono graditi suggerimenti




Puoi farci delle marmellate o vasetti di prugne sotto spirito da conservare tutto l'anno.
MARMELKLATA DI SUSINE
Ingredienti: per 3 kg di susine
- 1,5 kg di zucchero,
-1 bastoncino di vaniglia

Istruzioni:
Lavare e sbucciare le susine. Metterle in una pentola d\'acciaio con un bicchiere d\'acqua e far cuocere per 15 minuti. Poi passarle al setaccio e unirvi lo zucchero rimettendo sul fuoco finché non si addensa. Sistemare nei vasetti.

Per conservarle in vasetto:
riempire i vasetti di susine, inserire lo zucchero, fino a che pare il vasetto pieno, incorporare l'alcool a 90° uso pasticceria; chiudere e lasciare qualche giorno al sole (5-7 giorni), girando il vasetto qualche volta al giorno badando che il tappo non si gonfi, poi conservare in luogo fresco.
Possono essere usate come dessert o per torte.



Cloe Oggetto:   09 Lug, 2007 - 10:54  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 50
Attività utente
Attività utente

Ho colto una cinquantina di chili di susine dal mio orticello. Se le mangio tutte...
Che ci faccio? Sono graditi suggerimenti

Pandora Oggetto:   08 Lug, 2007 - 19:23  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 471
Attività utente
Attività utente

grazieeeee She!!
finalmente adesso, potrò farmi in casa
i pancakes di cui sono golosa!!

Nuova discussione   Rispondi Vai a pagina              ...      
10
              
ANZIANI.IT
Via del Poggio Laurentino 2
00144 Roma (RM)
P.Iva: 05121921000
DATA PROTECTION OFFICER

E' possibile contattare in qualsiasi momento questa email dpo@final.it per richiedere l'anonimizzazione o rimozione completa dei propri dati dalla piattaforma secondo la General Data Protection Regulation (GDPR).

INFORMAZIONI LEGALI