Vai a pagina       
2
      ...             
  I Forum di Anziani.it  Parliamo di  Argomenti interessanti
Nuova discussione   Rispondi
TittiMendoza Oggetto:   17 Gen, 2020 - 18:12  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 5941
Attività utente
Attività utente

Finalmente vi presento l'Anno 2020 !

Risultati immagini per anno 2020


Questo anno, giusto per non farci mancare niente….. sarà anche bisestile…..

Per molti amanti delle tradizioni e della scaramanzia il 2020 sarà un anno da far tremare i polsi….

Il raddoppiamento delle cifre 2 e 0 si andranno ad unire ad una caratteristica considerata da sempre come negativa: il bisestile.

Ma da dove arriva esattamente questa credenza e quali saranno gli eventi che dovremo aspettarci durante questo 2020?



Perché la credenza dice che porta sfortuna?

La risposta è sempre da andare a cercare nelle tradizioni e scaramanzie di Roma Antica. Il mese di Febbraio, infatti, era interamente dedicato al culto dei morti. Dato il prolungamento di questo periodo che deriva il proprio nome da “Februarius” ossia portatore di febbri, gli antichi Romani credettero portasse sventura l’anno bisestile.

Ma a prescindere da quanto pronostichi l’anno bisestile e le origini della sua credenza, quello che a noi ora interessa sapere è anche e soprattutto, il messaggio contenuto nei numeri che lo compongono e cioè i due 2 e 0 e poi, quello dell’addizione dei due numeri 2, cioè: il “4”
Ed ora vi spiego perchè

Cominciamo a conoscere il numero “2” e cosa rivela la sua simbologia numerologica

Significato del numero Due


Risultati immagini per numero 2

Il numero Due in Numerologia rappresenta la dualità e l’unione di due elementi. Il Numero Due si erge, quindi, a simbolo dei rapporti relazionali associativi e diplomatici.

Il numero Due è predisposto, ove fosse necessario, a mettersi a disposizione del prossimo,dimostrando amicizia, comprensione e tatto in tutti gli aspetti della vita quotidiana. Lato molto apprezzabile per una corretta convivenza .
Ma siccome il numero Due deriva dalla divisione dell’unità, cioè dal numero 1, è anche il simbolo della separazione, perché da un punto di vista sacro, l’unità è per essenza una e unica.
Il Due quindi, è l’espressione della dualità.
Astrologicamente parlando, tra l’altro, il numero 2 è sotto l’influenza della Luna e di conseguenza dell’alternarsi delle emozioni positive o negative secondo gli stati d’animo.

Il numero in questo caso, è l’incarnazione degli opposti: maschile/femminile, giorno/notte, terra/cielo, ecc.
Quindi il Due può essere considerato un numero ambivalente perché: nella sua funzione positiva cerca di riconciliare gli opposti, per ritornare all’unione ed è indice di saggezza, come ricerca attiva di una perduta armonia oppure, ha un carattere negativo se porta alla rottura dell’unità con la netta divisione dei contrari.
Essendo un principio duale, indica sia il contrasto, che la polarità, sia il tentativo di conciliazione, mediante la diplomazia e la persuasione.


Tradotto in parole povere, in questo caso conferma che l’influenza di un numero doppio: 20-20 composto da due numeri “2” (che sommati a loro volta, si trasformeranno in un “4” a dimostrare che, malgrado i conflitti emotivi contrastanti, conterranno anche la potenza della stabilità del un numero 4 che, con i due zeri, formeranno il perfetto contorno per completare l'opera.....



Cosa fanno prevedere quindi le influenze di questi numeri ?

Che sarà soprattutto un anno di alti e bassi sotto il profilo delle emozioni che governeranno gli stati d'animo del Mondo intero. Simbolicamente rappresentano lo scontro, le ribellioni tra il bene e il male, ma che tutto questo dovrà succedere in quanto servirà come insegnamento, al fine di cancellare le dualità insite nel numero 2 , affinchè si possa tornare all'unita d'intenti, dal quale si era separato, che come fine avrà quello di fondare un futuro migliore, un Mondo migliore !

Ma ora, visto che sappiamo il significato del numero 2, passiamo oltre, per conoscere le potenziali dello “Zero” che l'accompagna



Lo Zero


Risultati immagini per lo zero




Lo “0” è presente storicamente in tutte le tradizioni e rappresenta il nulla, l’uomo non lo scoprì da subito, ma nel tempo si formò un vero e proprio concetto filosofico. A causa della sua semplice perfezione grafica (0), lo zero è stato il primo simbolo scoperto dall’uomo preistorico in quanto rappresenta il cerchio solare, ancora oggi viene utilizzato per indicare il sole, (un cerchio con un punto interno )o “la terra” (un cerchio semplice O), allo stesso modo indica la profondità del grembo della Dea Madre.
Einsten affermano che il nulla non esiste in quanto ogni spazio è colmo di “energia radiante”.
Ma nella matematica invece, il numero zero è realmente una cifra nulla, non si somma e non si addiziona, ma senza di esso la matematica non potrebbe esistere, ciò che permane di lui è la sua presenza simbolica.
Per Pitagora lo zero rappresenta la forma perfetta che contiene e origina il tutto detta “Monade”, (dal greco monàs unità).
Mentre i numeri pari vengono considerati femminili e quelli dispari invece maschili, lo “zero” invece appare come l’androgino primordiale il “Plenum” cioè: “Neutro”.
Quindi, in un conflitto, potrebbe portare la stabilità, agendo in modo neutrale, mostrando cioè i pro e i contro delle situazioni.

A questo punto cerchiamo di capire quali sono le:



PREVISIONI PER L'ANNO 2020


Risultati immagini per PREVISIONI PER L'ANNO 2020


Tirando le somme, come sarà allora questo anno e soprattutto, cosa viene ad insegnarci ?
Di certo con il ripetersi del Due, l’aria che tira sarà dichiaratamente instabile sotto tutti gli aspetti che toccano l’emotività umana, altalenante e oscillante tra il bene e il male, condizione che può portare ad importanti conflitti di guerra e pace, ma non dimentichiamo che il numero Due, come già detto, essendo predisposto, ove necessario, a mettersi a disposizione del prossimo, dimostrando amicizia, comprensione e tatto e diplomazia in tutti gli aspetti della vita quotidiana , con l’aiuto del numero 4, ricavato dalla loro addizione, condurre ad una stabilità necessaria.

Potrebbe essere quello che, come nelle favole, mette la parola: “Fine” al Caos, nel senso che tutti poi, vissero felici e contenti ? Vi sembra un utopia ? Allora vediamo se e come potrebbe essere invece tutto possibile!......



Il significato e la simbologia del numero

QUATTRO


Risultati immagini per il numero 4

Il numero Quattro è il più perfetto tra i numeri essendo la radice degli altri numeri e di tutte le cose. Esso rappresenta la prima potenza matematica e la virtù generatrice, da cui derivano tutte le combinazioni. In questo possiamo già interpretare il suo significato .

Il numero 4 è l’emblema del moto e dell’infinito, rappresentando sia il corporeo, il sensibile, sia l’incorporeo..
Simboleggia l’Eterno, l’uomo che porta in sé il principio divino. Il quaternario era il simbolo usato da Pitagora per comunicare ai discepoli l’ineffabile nome di Dio, che per esso significava l’origine di tutto ciò che esiste. È nel quaternario che si trova la prima figura solida, simbolo universale dell’immortalità, ovvero la Piramide.

ll 4 è considerato dalla simbologia, il numero della realtà e della concretezza, dei solidi così come delle leggi fisiche, della logica e della ragione. Il significato del Numero 4 risiede, quindi, nelle parole “realtà e concretezza”.
Il Quattro come manifestazione di ciò che è concreto, immutabile e permanente ha la sua espressione geometrica nel Quadrato, che ben rende tutte le sue caratteristiche. E’ il numero della materia e dei 4 elementi della terra: fuoco–acqua–terra–aria, della concretezza, dell’ordine, dell’orientamento. La croce cosmica che riunisce i punti solari dell’orizzonte (nord-sud, est-ovest).

Siamo dinnanzi al numero che più di ogni altro raffigura la rinascita, intesa come prosperità, l’inizio di una vita e il fiorire di una nuova passione.

E’ anche il numero di coloro che non si fermano mai e, come moderni Stachanov, sono sempre alla ricerca della soluzione migliore per raggiungere il maggior profitto e il successo .

Il 4 raffigura la creatività, i mestieri manuali che abbisognano di passione e lucida follia per dar vita al rinnovamento di oggetti, pensieri, progetti che soddisfino realmente, in quell’eterno conflitto con la ricerca della perfezione a cui siamo indissolubilmente legati.
Al tempo stesso è il numero dell’infinito, del cielo stellato, degli spazi immensi e sconosciuti, in cui perdersi per ritrovarsi.

Magari le moderne recenti ricerche scientifiche, riusciranno veramente a farci conoscere quel pianeta simile alla Terra, scoperto di recente e tanto vicino a noi !


Risultati immagini per un saluto a tutti

Allora non mi resta che augurare a tutti e a chi mi legge, uno speciale e indimenticabile

ANNO 202O
TittiMendoza Oggetto:   04 Gen, 2020 - 12:48  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 5941
Attività utente
Attività utente


Risultati immagini per scusate emoticon





Scusate il ritardo sulle promesse informazioni numerologiche del nuovo anno 2020, dovuto al mio vecchio computer ..........

Risultati immagini per vecchio computer emoticon


il quale ha preferito andarsene con l’anno vecchio.... lasciando amorevolmente.... il posto libero al neonato !…..

Risultati immagini per vecchio computer emoticon

Quindi, molto presto riprenderanno le comunicazioni, nel frattempo saluto cordialmente chi mi legge.


Risultati immagini per vecchio computer emoticon


TittiMendoza Oggetto:   23 Nov, 2019 - 20:44  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 5941
Attività utente
Attività utente

L’ANNO CHE VERRÀ !....

Risultato immagini per l'anno che verrà



Volevo avvertirvi che l’Anno Nuovo che sta per arrivare, questa volta sarà carico di ricchi significati, perché ? Perché è composto da un numero doppio, in questo caso dal: 2020

Gli studiosi di Numerologia sanno che la combinazione dei numeri doppi, tripli quadrupli ecc…usualmente non sono comuni, non si presentano facilmente e quando lo fanno, si distinguono dagli altri per lo speciale messaggio che contengono.


Stavo cercando di ricordare quando, nel passato, si siano verificati questi tipi di combinazioni e, senza andare molto indietro nel tempo, sono capitati nel 1700 è precisamente nel 1717 – nell’800 è stato nell’anno 1818 quindi nel 900 – 1919 e nel 2000 – 2020 !



Se volete farvi un viaggio virtuale nei secoli scorsi in questione, al fine di constatare cosa sia successo storicamente in quell’epoca, internet vi fornisce la possibilità di indagare basta scrivere: “ eventi storici importanti degli anni in questione del:1717 oppure-1818- o del 1919 “


Risultato immagini per emoticon

Vi faccio notare però, che nel 2000 il numero 1 dei millenni scorsi si è trasformato in un 2 !

Cosa vorrà dire ? Forse stiamo lasciando le caratteristiche che contraddistinguevano il numero “Uno” per dirigerci verso più positive prospettive o, come dice il proverbio: "Si sa cosa si lascia, ma non si sa cosa si trova “ ?
Appena possibile vi farò sapere il resto della ricerca che sto elaborando, nel frattempo: “state seneni.....” perchè peggio di come era non potrà mai essere…… A presto !




Un cordiale saluto a chi mi legge !





Risultato immagini per emoticon



TittiMendoza Oggetto:   05 Nov, 2019 - 19:19  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 5941
Attività utente
Attività utente


Risultato immagini per AMARE



VI SIETE MAI CHIESTI QUANTO SIETE IN GRADO DI AMARE ?



Certamente ognuno ama a modo suo, ma nessuno si è mai posto il dubbio di quanto o in che modo sappia amare.

Bene, allora se fino ad oggi non sapevate come quantificare il personale dono del vostro amore , ora salite sulla bilancia del vostro cuore, per chiedere al più nobile dei pianeti in questo campo... dove è posizionata: la vostra : “ VENERE”



Correte subito a consultare in quale Segno risieda la vostra Venere e voilà.... vedrete subito a quale punto della clessifica degli amatori per eccellenza, siete posizionati e, se di conseguenza, potrete vantarvi o nascondere la verità....



Un cordiale saluto a chi mi legge e....buon diverimento!


DODICI MODI PER SENTIRE L'AMORE



Risultato immagini per AMARE



- VENERE IN ARIETE
Dice un detto "l'amore e' cieco" e chi ha questa posizione planetaria in effetti si lascia trasportare dalle proprie passioni, che sono intensissime e soggette al "colpo di fulmine". Naturalmente dalla passione si passa anche velocemente all'estasi prima ed al tormento poi perche' si tende a lasciarsi travolgere senza riflettere sulle difficolta' oggettive che la situazione che si va ad affrontare propone. Cosi', non appena chi ha questa Venere si innamora, comincia a tempestare il malcapitato di telefonate, di regali, lo travolge come una forza della natura e magari abbandona il coniuge due giorni dopo il matrimonio. Per poi ritornare sconsolato all'ovile, dopo una settimana, non appena la travolgente passione si e' dissolta come neve al sole! L'impulsivita' porta a non vedere i difetti del partner se non, di colpo, al momento che la passione si affievolisce. 
I soggetti che hanno questa Venere sono senz'altro da consigliare a chi ama le storie intense.

- Percentuale di Affettivita': 90%.


- VENERE IN TORO
In questo caso si ha un'affettivita' calorosa, sensuale, colma di affetto genuino che scaturisce non subito ma al contrario, lentamente, in modo da mettere radici profonde anche se all'apparenza non traspare nulla. Chi ha questa combinazione rifugge dalle avventure per cercare il grande amore della propria vita ed offre un'ottima garanzia di stabilita' e continuita' nel tempo per il partner che si sceglie. 
E' un amore possessivo, che odia i cambiamenti e cura il proprio partner con affetto, generosita' e calore, come si cura una pianta delicata che non si vuol far morire. I legami familiari sono sacri ed i suoi atteggiamenti sono naturali, spontanei e semplici. La sensualita' e' forte e dolce. 
Se si e' alla ricerca del flirt poco impegnativo, allora e' bene non prendere in considerazione chi ha questa simbologia.
- Percentuale di affettivita': 100%, soprattutto per la costanza della stessa. 




- VENERE IN GEMELLI
Essere ammirati, corteggiati, riempiti di complimenti ma soprattutto l'avventura estemporanea e senza impegno e' l'obiettivo di chi possiede questa posizione venusiana. Diventa difficile per gli altri capire questa personalita', cosi' sfuggente, mutevole eppure egualmente affascinante. Incapace di vivere grandi passioni, preferisce di gran lunga l'amore adolescenziale, passeggero, incerto e soprattutto cerebrale, che vive di parole ed ha bisogno di una totale comprensione sul piano mentale. La capacita' affettiva, in pratica, diventa una questione di comunicazione perche' di fatto chi ha questa posizione e' piuttosto freddo, i sentimenti rimangono ad uno stadio superficiale e non ci si scopre mai interamente agli altri, mostrandosi comunque simpatici e pieni di brio. 
Senz'altro da consigliare a chi non vuole mai annoiarsi ma da tenersene alla larga se si ricerca un amore durevole, magari per tutta la vita!
- Percentuale di affettivita': 40%… Ma 70% in simpatia. 




- VENERE IN CANCRO
L'amore e' qualcosa di morbido, avvolgente, soffice, ma anche tanto appiccicoso. E' l'amore romantico per antonomasia, che si esalta per i chiar di luna e la musica di sottofondo, che vive di sguardi e nasce per una parola gentile o una mano appena sfiorata. E' fatto di tenerezza eccessiva che trae spunto dalla profonda insicurezza e pertanto necessita di continue richieste di rassicurazione che estende non solo al partner ma anche ai genitori, ai figli, agli animali domestici. 
Il rapporto amoroso, pertanto, vissuto in modo cosi' sdolcinato, diventa anche spesso fonte di grandi sofferenze e di delusione per la totale mancanza di senso della realta'. 
Chi ha questa Venere e' pero', sì, assai vulnerabile sul piano affettivo ma e' abituato a difendere strenuamente la sua fragilita' dosando bene a volte le lacrime, a volte i gesti affettuosi oppure l'aria desolata, in modo da ottenere esattamente tutto quello che vuole dal partner: protezione e coccole. 
E' un fattore di immaturita' affettiva in quanto si ha difficolta' a comportarsi in maniera responsabile, stentando a crescere. 
Se il sogno della vostra vita e' quello di essere adorati, coccolati e viziati, allora questo e' il soggetto che fa per voi, ma mettete in conto anche qualche crisi di nervi a lungo andare.
Percentuale di affettivita': 70%.



-VENERE IN LEONE
L'amore e' qui solare, ricco di slanci, luminoso e travolgente. E' un amore che non accetterebbe mai di vivere nella clandestinita' perche' ha bisogno di proclamare al mondo intero la sua gioia. E' un amore generoso, ardente e pertanto si tendera' a ricoprire di regali la persona amata fino addirittura a dilapidare il proprio patrimonio per compensare, tutto sommato, una minor generosità sul piano affettivo, un po' carente di tenerezza e affetto puro. 
L'amore deve essere apportatore di prestigio e pertanto non si ammette di essere tenuti in secondo piano rispetto ad altri interessi o altre persone. E' un amore che ama l'azzardo, il rischio, il divertimento; ai luoghi romantici vengono preferiti i locali notturni oppure i ristoranti chic perche' cio' che conta e' mostrare il proprio partner. 
Comunque chi ha questa posizione di Venere e' estremamente leale e pertanto non tradirebbe mai il proprio partner: preferisce le situazioni chiare ed i tagli netti, detestando quelle troppo complicate. 
Adatto a chi vuole un rapporto leale, vulcanico, mai noioso ma alquanto dispendioso, soprattutto nella fase del corteggiamento.
-Percentuale di affettivita': 75% compensata da un 100% di generosita'. 





-VENERE IN VERGINE
I sentimenti, sempre analizzati dallo spirito ipercritico, vengono posti in secondo piano. Si focalizza l'attenzione sui dettagli, i particolari del proprio partner e del suo comportamento ma, al tempo stesso, c'e' incapacita' ad abbandonarsi ai sentimenti, alla dolcezza ed alla tenerezza. Spesso quindi l'amore viene confuso con l'abitudine, la sicurezza economica e la tradizione, che magari spinge il soggetto alla vita di coppia. 
Chi ha questa posizione e' tendenzialmente arido, incapace di comunicare su un piano emotivo ma al contrario assai portato per la vita pratica, il lavoro, la soluzione di problemi quotidiani. 
Le passioni sono per questa combinazione una cosa sconosciuta ed anzi, stuzzicano il senso critico e dissacrante. Anche il sesso e' poco determinante ed anzi vi e' tendenza a reprimere gli slanci erotici. 
Adatto più per un rapporto collaborativo che sentimentale, è comunque indicato per chi ha pochi slanci passionali.
-Percentuale di affettivita': decisamente bassa, 20%.





-VENERE IN BILANCIA
E' amore per la bellezza, per l'armonia. E' gentilezza nel rapporto con gli altri. Ma non e' mai vero abbandono alla passione e alla sensualita'. E' amore che esige savoir fair e delicatezza d'espressione, pertanto odia la volgarita', i toni forti e aggressivi,e soprattutto rifiuta gli slanci troppo appassionati. E' amore per l'arte e per tutte le forme che essa produce, inclusa l'arte dell'amore, perseguita e inseguita nella speranza di raggiungere una perfezione che, di fatto, non esiste. 
Esige anche la legalita' e pertanto porta solitamente ad un matrimonio precoce e, con questa posizione, e' possibile amare qualcuno pur vedendone dettagliatamente i difetti e conoscendone i limiti, senza lasciarsi mai andare totalmente alla passione perche', di fatto, non si vuole appartenere a nessuno ad eccezione di se' stessi. 
Se vi interessa una persona che ha questa simbologia accertatevi di avere in tasca tutti i documenti per il matrimonio!
-Percentuale di affettivita': 50% - salomonicamente… Bilanciante! 


-VENERE IN SCORPIONE
Con questa posizione di Venere e' facile trovare l'amore a tutto sesso, la caccia all'erotismo piu' sfrenato. I sentimenti sono intensi, ma si uniscono al mistero ed alle sensazioni sconvolgenti, diventando passione tenebrosa, mescolandosi talvolta perversione, ambiguita' e complessita' che creano situazioni un po' contorte, mai limpide e chiare. 
L'incertezza si mescola al gusto per il rischio, al desiderio del proibito e danno luogo a fantasie inconfessabili ma sperate, anche se spesso restano solo tali. Si tende comunque a coprire di mistero la vita sentimentale, magari semplicemente non parlandone e nascondendola accuratamente, anche quando si svolge su binari tranquilli e assolutamente normali. 
Sicuramente, chi ha questa simbologia, ama le situazioni intricate e difficili, spesso protagonista di situazioni difficili da gestire se non addirittura impossibili, o quantomeno insolite. Si ostenta un atteggiamento disinvolto nei confronti del sesso, non si hanno pregiudizi e difficilmente si trovera' un argomento scabroso capace di scandalizzare ma, al contempo, vi e' anche il rispetto per la liberta' ed i gusti individuali. Tendenzialmente gelosi e possessivi. 
Consigliato a chi ama le senzazioni forti e … ha nervi d'acciaio.
-Percentuale di affettivita': 90%.



- VENERE IN SAGITTARIO
E' un modo di esprimere l'amore cameratesco, senza complicazioni o ambiguita' ma, al contrario, teso alla serenita' del rapporto. 
E' amore ingenuo, pronto a dare fiducia agli altri, sempre in buona fede e pertanto anche facilmente soggetto ad inganni. Si ha anche una certa curiosita' per le nuove conoscenze che, a causa dell'ingenuita' di fondo, porta ad essere un tantino infedeli. In effetti si ha una certa superficialita', la tendenza a lasciarsi attrarre dall'idea dell'avventura, pur non essendo di fatto tendenti alla civetteria. Ad ogni modo, malgrado questa attrazione fatale per l'avventura, si ha un successivo tormento per i sensi di colpa e si ritorna sempre al rapporto conclamato, stabile, sicuro.. Almeno fino alla volta successiva! 
Da evitare accuratamente se si e' gelosissimi e possessivi!
-Percentuale di affettivita': 60% ma un 70% di gioia di vivere.

-VENERE IN CAPRICORNO
E' amore ragionato, calcolato, che non si abbandona mai al sentimento o all'istinto ma viene sempre prima passato accuratamente al vaglio della razionalita'. E' anche amore per la prudenza e la cautela finalizzata ad eliminare ogni possibile rischio di coinvolgimento emotivo portando spesso ad una forma di non-amore, ossia un sentimento che e' privo di slanci e di abbandono. 
Il cuore e' freddo, talvolta addirittura "di pietra", la commozione non esiste, le emozioni e la dedizione vera all'altro sono concetti troppo lontani da questa simbologia tanto da indurre spesso chi la possiede verso una vita solitaria, trovandola pero' pienamente soddisfacente.. 
Ai sentimenti si arriva solo con grande lentezza e mantenendo comunque un atteggiamento saggio e responsabile persino negli anni dell'adolescenza. L'amore e il sesso non sono mai molto importanti e comunque sono secondari. 
Da evitare assolutamente per chi e' alla ricerca della vera passione.
-Percentuale di affettivita': 10%

-VENERE IN AQUARIO

Piu' che amore, e' un sentimento tiepido che equivale all'amicizia. E' prima di tutto amore per la propria liberta', per l'indipendenza e, pertanto, porta ad una vera e propria insofferenza per i legami stabili. 
La capacita' di esprimere i propri sentimenti e' sempre blanda, priva di effetti eclatanti e di eccessi ma, al contrario, e' permeata di grande rispetto per gli altri e per tutta l'umanita' in genere. Chi ha questa simbologia è sostanzialmente poco espansivo e non e' disposto a calarsi in un rapporto esclusivista, ove magari si debba dedicare anima e corpo al proprio partner. 
L'amicizia diventa la base del rapporto affettivo e si aborrisce la gelosia ed il senso del possesso. Si e' sentimentalmente curiosi, non tanto per il gusto dell'avventura ma per il reale desiderio di conoscere meglio gli altri. Si e' gentili e disponibili ma certamente non vulnerabili alle passioni. 
Da consigliare a chi rifugge da vincoli matrimoniali.

-Percentuale di affettivita': 40%.



- VENERE IN PESCI
E' l'amore che spinge alla dedizione totale per il proprio partner, con un trasporto che non ha eguali, fino al sacrificio della propria individualita' e delle proprie esigenze. E' l'amore romantico che vive di parole non dette, di sensazioni e che si accontenta di uno sguardo o una carezza. E' il sentimento allo stato puro, arricchito dall'intensita' delle emozioni e da una fantasia sconfinata. 
Si e' pero' anche sentimentalmente indifesi e vulnerabili, capaci di dare moltissimo sul piano affettivo ma al contempo assai esigenti: cio' che viene dato lo si rivuole con la stessa o con maggiore intensita'. Se questo non avviene, ci si sente defraudati e si soffre per immaginari abbandoni. Chi ha questa posizione, e' sicuramente persona tenera e dolce, capace di porre il partner al centro del proprio universo, colmandolo di sensibilita' esagerata, fino a percepire immediatamente ogni variazione di stato d'animo e questo basta a far piombare nella piu' cupa disperazione. Si tende ad essere ansiosi ed apprensivi, si necessita di continue rassicurazioni e, soprattutto, di sentirsi amati totalmente e veramente. 
Da evitare nel modo più assoluto per chi ama il flirt ed i rapporti poco impegnativi.

- Percentuale di affettivita': 100%.


Risultato immagini per AMARE




TittiMendoza Oggetto:   29 Ott, 2019 - 19:09  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 5941
Attività utente
Attività utente


Risultato immagini per ciliegina sulla torta

Prima di servirvi la promessa “ciliegina sulla torta della politica”, lasciate che vi offra un breve “antipasto” sul soggetto, a dimostrare quanto, con relativi calcoli matematici offerti dalla Numerologia e dalla Cabala, si possa andare oltre le apparenze, al fine di comprendere finalmente, cosa esista oltre la realtà dei fatti, creduti giusti in un primo momento, ma gravidi purtroppo, di madornali errori di valutazione.


Nel caso che vi propongo, non dobbiamo sprecare tempo nell'andare a leggere libri sui trattati di storia amministrativa delle nazioni, perchè l’analisi della ricerca, in stretta sintesi, si baserà soltanto sul messaggio ricavato dalla parola: “Politica” e nient'altro !

Il dizionario dice che la parola “Politica” significa il bene comune e deriva dal greco "polis", un'entità politica, sociale ed economica, ma anche e soprattutto etico-morale dei concittadini, specialmente di quelli al potere.

“Politica” , questo sostantivo è tra i più ricchi di significati all’interno del lessico greco e quello che purtroppo crea più problemi d’ interpretazione e traduzione. Oggi noi tutti ci serviamo quasi quotidianamente dei termini come:

politica”, “geopolitica “, “filosofia politica”, “partito politico”, “rappresentanza politica”, “scienza politica”,“partecipazione politica”, “uomo politico” e via dicendo; come in inglese invece, sono d’uso frequente “poltics”, “policy”, “polity”, a seconda degli ambiti di appartenenza.

Il “polites” o “politico” insomma, è il “ sentirsi” coinvolto nella gestione della vita del proprio paese in prima persona: il politico soffre, ama, combatte con ardore per i suoi concittadini, quasi fossero membri della sua stessa famiglia. La meta finale della politica è infatti:

conseguire “il vivere bene per tutti” .

Insomma, tutti termini e proponimenti ormai noti al popolo, ma questi, sono mai stati messi in atto onestamente ?
E se no, quali sono le cause del perpetuarsi degli errori ? Ecco che a questo punto, scavando in fondo, grazie a calcoli matematici , scopriamo, come si suol dire: “dove casca l’asino !….”





Risultato immagini per numerologia



La Numerologia ci viene in aiuto conteggiando i numeri correlati alle lettere contenute nel termine. Da un accurato conteggio, si evince, in questo caso, un numero definito :

“Debito Carmico” , uno del quaternario Carmico :13 - 14 - 16 - 19.

Questi numeri mettono in evidenza le diverse origini delle mancate osservazione di regole e comportamenti da correggere in modo assoluto.

In questo caso i verbi: “Correggere e Cambiare” sono imperativi !

La parole: “Politica” infatti, ha come risultato il numero carmico 13 perfettamentea calzante alle lezioni da imparare come primo dovere, ma vediamo cosa significa e quali sono.



Il significato e la simbologia esoterica del





Il numero Tredici, indica la rottura dell’armonia che appartiene invece al suo numero precedente cioè il : 12.
Addizionando: 1+2 si ottiene il numero 3 riferito all’armonia assoluta, che obbliga quindi a ricercare una trasformazione benefica radicale!
Ma il significato del numero “Tredici” può anche essere inteso sia in senso positivo che negativo: infatti, il Tredici, è numero detto “aritmico” che rompe la legge dell’equilibrio e della continuità.

Il 13 indica quindi, un cambiamento drastico così come accade per la morte che va interpretata come morte alchemica, cioè: morire a se stessi per poi rinascere, come nei riti iniziatici.

Nei Tarocchi ad esempio, con il numero 13 è raffigurata la Morte.



L’unità, cioè il numero 1 aggiunto al Dodici, costituisce causa di destabilizzazione all’armonia ottenuta.

In sostanza, il messaggio numerologico è riferito al fatto che la vibrazione del numero di debito carmico 13, è un suggerimento, un invito a prendere coscienza degli errori commessi al fine di poterli ancora correggere, se si desidera costruire un futuro su solide basi.

Infatti, ecco che il numero nefasto 13, addizionato: 1+3+= 4, si tramuta in un numero che rappresenta la stabilità per eccellenza diventa un 4 che in Numerologia è definito: “Il Costruttore” pertanto sul quadrato si può costruire tutto perchè raffigura la “Stabilità “ Anche le Piramidi d'Eggitto sono state costruite sul simbolo del quadrato e dopo millenni hanno ancora solide e stabili basi.....

In sintesi, fino a quando il 13 (la Morte alchemica), non si trasforma in un 4, la stabilità nel compito amministrativo della “Polis” della Politica statale, fallirà miseramente in un modo o nell’altro.
Ci sarà in futuro un nuovo Leader capace di attuare la morte alchemica dei vecchi e trapassati ed errati schemi politici per dare vita alla trasformazione e alla rinascita ? Vediamo allora :

IL MESSAGGIO CONTENUTO NELLA PAROLA: “POLITICA”

I messaggi trasmessi cabalisticamente nella parola, sono i seguenti:

“Liti” “Colpi” “Lotta” “Alti” “Capi” “Totali” Totalità

Tradotto in parole povere, la risposta è che la Politica, così come vanno le cose da secoli, non va, troppe liti , troppi colpi di stato, troppi colpi di testa…finiti in metamorfosi di convenienza personale, troppi voltabandiera troppi pensano di essere “Capi” assoluti, troppi vogliono dettare leggi che poi finiscono per essere calzanti solo per personali scopi ed interessi, prima ancora di quelli del Popolo e del bene comune.

Insomma il “Caos” il “Troppo” che causa squilibrio.

Volete sapere invece le qualità che dovrebbe possedere un retto ideale capo politico, suggerite dalle caratteristiche espresse dalla Cabala e della Numerologia, ma allo stesso tempo vedere se per caso qualcuno è già esistito ma si è persa la memoria coperta nel caos della prepotenza umana ?
E allora cominciate con me il viaggio nell'ideale Mondo politichese... sperando che prima o poi la Politica possa ritrovare la propria dignità originaria.
Vi chiederete: “ma esiste una speranza che tutto possa cambiare ?” Si, certamente, se, come detto, l'addizione del numero Tredici si trasformerà nel numero Quattro (13 = 1 + 3 = 4). Ma vediamo numero per numero i loro potenziali.


Il numero “1” rappresenta l'ideale Leader, il Capo. L’1 è quindi il seme che racchiude tutto il potenziale futuro per la crescita e la chiarezza. Anche la forma del numero 1, così come la forma di tutti gli altri numeri, riflette il suo significato: Il numero 1 cammina in posizione eretta, con orgoglio e scopo, forte determinato incrollabile con obbiettivi chiari in mente. Il numero 1 ha un senso spiccato dell’onore e della responsabilità unito ha un senso innegabile per la giustizia.

Non perde tempo su idee astratte o per qualsiasi altra cosa che non sia in linea con i suoi obiettivi. Si tratta quindi di un Guerriero coraggioso, pragmatico e volto al risultato.

È, come avrete intuito il più maschile di tutti i numeri, che simbolicamente rappresenta:

il Padre, il Sole, Dio

Non per niente il suo Archetipo è il Guerriero...... e poi, per definire il meglio di una persona si dice che è: ” il numero uno ! “
L’1 è anche la forza propulsiva del germoglio che cresce, si trasforma e migliora continuamente. Tende ad avere una idea semplice e diretta della vita e delle sue molte complessità. Si fida quindi della propria capacità di discernere tra bene e male. Non perde tempo su idee astratte o qualsiasi altra cosa che non sia in linea con i suoi obiettivi. Si tratta quindi di un Guerriero coraggioso, pragmatico e volto al risultato.

Poi passiamo al numero 3
il 3 rappresenta l'armonia e la creatività. Inoltre, rappresenta la facoltà di adoperare al meglio la conoscenza acquisita e di elaborare nuovi sistemi di comunicazione. Questo deriva dalla congiuntura della forza innovatrice del numero Uno con quella della capacità di sviluppo del numero Due. Tutto ciò sta a indicare che siamo in presenza di un forte flusso energetico che sollecita e accompagna l’immaginazione.

Il 4 invece rappresenta le solide basi e le certezze su cui costruire.

Il numero Quattro è la rappresentazione del senso pratico, della concretezza, e della costruttività delle idee intesa in senso tangibile.

In numerologia il numero carmico 13 rappresenta l’Alchimista quindi, che ha la facoltà di la trasformszione: la famosa rinascita dopo la Morte la quale invita a riparare o completare ciò che nelle amministrazioni precedenti sono rimaste incompiute.
In conclusione: la politica così com’é dovrebbe distruggere le vecchi impalcature, cioè “morire” alchemicamente a se stessa, per non destabilizzare più l’armonia necessaria al bene comune del popolo, trasformandosi in un numero 4 - 1+3 al fine di costruire un Mondo migliore in nome della giustizia, la parità dei diritti e dei doveri per il bene dello Stato e dei suoi cittadini !


A proposito di Cabala

Risultato immagini per cabala

Forse non tutti sanno che quella che noi chiamiamo “Enigmistica” ha preso spunto dall’antica Cabala ebraica, usando in particolare quello definito: “Anagramma” .

Se volete divertirvi usate una qualsiasi parola e anagrammatela usando soltanto le consonanti e vocali a disposizione.

La Cabala salomonica ad esempio, concede di usare anche più volte le stesse lettere per formare parole.

Ma sapete dove sta la meraviglia? Che nelle parole composte si celano messaggi.

Io mi diverto anche ad analizzare nomi e cognomi e, tra le parole ricavate, si evidenziano le sfumature caratteriale della persona.

Vi porto un esempio. Essendo amante della musica e musicista allo stesso tempo, ho voluto scoprire quale fosse il messaggio nascosto nelle 7 note….e il benessere del suono, ed ecco cosa ho ricavato:

DO _RE _ MI_ FA_SOL_LA_SI_

Risposta:

Sorridi - Dio è la risorsa dell’armonia e dell’amore solare e mira solo alla resa del dolore, il sorriso e la melodia rilassa dal dolore amaro .

In poche parole: ascoltare musica oltre a rilassare e donare un sorriso, lenisce anche le dolorose emozioni grazie alle risorse che Dio mette a disposizione in sole 7 note musicali che formano i concerti armonici universali .



A proposito di suoni, recentemente la scienza ha scoperto che il Sole emana un suono che somiglia molto alla musica tibetana per il rilassamento, cioè la: “Oum del canto tibetano” Se v'interessa potrete vedere questo link che fa sentire anche come ogni pianeta del sistema solare, emana il proprio caratteristico suono

https://www.youtube.com/watch?v=tT0ZfF3JKNU

Quindi, la musica è anche nell’universo, come dice la Cabala delle 7 note musicali !!!!



Cordiali saluti a chi mi legge
TittiMendoza Oggetto:   02 Ott, 2019 - 18:13  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 5941
Attività utente
Attività utente


Risultati immagini per emoticon scrivere

Riprendo il discorso dopo essermi informata sul perché non abbia potuto pubblicare tutto l’articolo in una sola volta.

Mi hanno detto che forse o perchè è un po’ troppo lungo oppure perchè avevo messo troppe immagini e il sito Anziani non li supporta.

Ok ,ora ci riprovo senza immagini sperando che possa passare almeno l’importante messaggio.



POLITICA E DNA



Le preferenze politiche sarebbero il frutto anche del nostro corredo genetico: insomma, dal Dna. Questo lo sostiene un articolo pubblicato su “Political Research Quarterly”, la rivista ufficiale della Western Political Science Association, che descrive i risultati di uno studio di ricercatori statunitensi sull’argomento. Utilizzando modelli genetici quantitativi, gli esperti hanno cercato di esaminare le fonti d’identificazione delle scelte politiche e l'intensità di tali identificazioni. Raffrontandoli con gli esiti di esami su atteggiamenti politici e scelta di voto, i dati raccolti cominciano a fornire un quadro più completo della complessità della politica e delle sue basi genetiche.



Chi è di destra ha più incubi di chi vota a sinistra
I conservatori sognano disastri, violenza, inseguimenti notturni. I progressisti, le proprie fidanzate

La destra ha più incubi della sinistra. Nei sogni delle persone di destra ci sono anche più disastri e violenza. Lo rivela la prima ricerca del genere condotta dall'associazione per lo studio dei sogni.
Il dottor Kelly Bulkeley e il suo team hanno analizzato per quattro anni le visioni oniriche di 56 studenti statunitensi, e hanno costatato forti differenze tra i soggetti appartenenti ai due orientamenti politici.


Secondo le informazioni raccolte, metà dei repubblicani ha avuto incubi, contro un modesto 18% dei democratici. I primi sono stati tormentati da immagini come inseguimenti notturni e animali selvaggi, o dall'angoscia di perdere tutti i capelli.

I secondi hanno visto in sogno, ad esempio, le proprie ragazze in un bagno di petali di rosa, come Kevin Spacey nel film American Beauty.
...

Interessanti le differenze rilevate tra le donne. A sinistra si è sognato un bambino sia con felicità che con ansia. A destra l'altra metà del cielo è stata fortemente agitata per la preoccupazione di vedere il piccolo trasformato in gattino.




Per quale partito voti? 


Te lo dice il Dna !


La preferenza per uno schieramento politico dipende anche dalla genetica
. Le nostre preferenze politiche sono il frutto del nostro modo di pensare, ma anche del nostro corredo genetico. Se votiamo questo o quel partito, insomma, dipende da com’è fatto il Dna. Lo sostiene un articolo pubblicato su Political Research Quarterly, la rivista ufficiale della Western Political Science Association, da cui emerge che l'identificazione politica non è solo il risultato di diversi fattori di socializzazione, tra cui quelli trasmessi dai genitori e dai coetanei, ma puo' anche essere ereditata geneticamente.


I ricercatori, guidati da Lindon Eaves, hanno cercato, utilizzando modelli genetici quantitativi, di esaminare le fonti di identificazione delle scelte politiche e l'intensità di tali identificazioni. Computandoli con gli esiti di recenti esami su atteggiamenti politici e scelta di voto, i dati raccolti cominciano a fornire un quadro più completo della complessità della politica e delle sue basi genetiche. “Non intendiamo riattivare un dibattito ormai non più produttivo tra le radici naturali e culturali della politica”, spiegano McDermott e Monroe.

“Piuttosto crediamo sia possibile raggiungere una conoscenza più completa del comportamento politico degli uomini”.

I politici?


 Quelli sovrappeso sembrano più affidabili


Gli elettori preferiscono gli uomini con la pancia, mentre alle donne richiedono sempre un fisico da Velina. 
Gli elettori preferiscono gli uomini politici che prendono il proprio impegno "di pancia", più che di petto.

Viceversa, i politici donna più popolari sono quelli che hanno un fisico da Velina.

Almeno questo è quanto emerso da uno studio dell'Università del Missouri (Usa) pubblicato sulla rivista “Obesity”.


I ricercatori hanno scoperto che le persone associano ai politici uomo grassi caratteristiche come affidabilità e onestà. Le stesse che susciterebbero le donne che hanno invece una linea più snella. L'elettore infatti guarderebbe anche all'aspetto fisico per valutare il grado di stress che un politico è in grado di affrontare.


La ricerca è stata condotta negli Stati Uniti, ma si pensa che i risultati possano valere anche per tutte le altre società occidentali che hanno simili stereotipi circa l'aspetto. "L'aspetto fisico - ha spiegato Elizabeth Miller, una delle ricercatrici dello studio - può avere un ruolo più importante di quello che i candidati pensano".


Lo studio ha coinvolto 10 volontari, 75 dei quali erano donne invitati a valutare il profilo di alcuni candidati politici.

I candidati grassi sono quelli che hanno ricevuto punteggi più elevati nelle seguenti voci: competenze, affidabilità, onestà, capacità di programmare ed eseguire. Le candidate donne in sovrappeso, invece, hanno avuto punteggi bassi rispetto sia agli uomini che alle donne snelle.

Ed infine vi propongo una illuminante informazione…….sulle vostre scelte di voto



Cosa distingue un Leader da un Gregario
Molto dipende dal carattere, ma per diventare un vero capo si deve lavorare su se stessi.

Ricette ad hoc per Pecore e Leoni



Leader si nasce o si diventa?


I più fortunati lo sono per indole o educazione ricevuta, ma tutti possiamo aspirare a diventarlo. Come? Imparando a prendere le redini delle nostra vita per non soccombere alla prima difficoltà e diventare leader prima di noi stessi che di un gruppo. Un traguardo importante per assicurarsi serenità ed equilibrio interiore.
Da vari anni è in crescita esponenziale il numero di iscritti ai corsi di sviluppo personale e c’è un dato interessante da rilevare. A questi corsi si iscrivono non solo dirigenti e imprenditori ma anche persone che attraversano momenti di disagio interiore oppure coloro in cerca di dare un nuovo indirizzo alla propria esistenza.

L’età? Tra i 30 e 40 anni. E la tipologia?

Professionisti ma tra loro si contano parecchi studenti, casalinghe e disoccupati.

Identikit del gregario

A questa categoria appartiene colui che sopporta con difficoltà il peso della responsabilità e la relativa tensione che ne deriverebbe. Il gregario preferisce rinunciare e rimanere nell’ombra conducendo una vita tranquilla anche se non troppo gratificante. Come si comporta? In pubblico prende difficilmente la parola e anche in casa preferisce abbozzare piuttosto che scatenare la guerra, assecondando la personalità altrui.

Perché si nasce gregari


Uno dei motivi per cui una persona assume il ruolo di “secondo pilota” sta probabilmente nell’educazione ricevuta o, più semplicemente, nel carattere. Forse il gregario ha poca fiducia nelle proprie potenzialità e per paura di sbagliare preferisce non cimentarsi nelle varie situazioni. Il motivo? Un alto livello di insicurezza e anche perché ritiene gli altri più preparati e abili di lui.

Il Consiglio

Imparare ad assumersi le proprie responsabilità non è un’impresa impossibile. Come fare? Basta iniziare da compiti semplici senza pretendere tutto subito. Appena presa un po’ più di confidenza è possibile riuscire a dominare l’insicurezza e osare un po’ di più.
Cosa consigliare al gregario, allora?

Quando il capo affida un incarico importante non bisogna dire subito di no, ma si deve fare una riflessione su come portarlo a termine, altrimenti a forza di ingigantire i problemi e ripetersi che non si è capaci si è destinati a rimanere l’ultima ruota del carro.

Identikit dell’ambizioso

Chi si riconosce in questa categoria non disdegna la carriera e anche nel gruppo di amici gli piace essere protagonista, ma non ha ancora dimostrato di avere la stoffa del leader. Qual è il problema? Forse che ancora ha qualche difficoltà a mettere in mostra tutte le sue capacità. La definizione più giusta per questo tipo di personalità è “leader-gregario”.

Senza il suo contributo, infatti, difficilmente le situazioni vanno a buon fine, ma si ostinano a lavorare nell’ombra senza reclamare la maglia del leader.

Perché si nasce ambiziosi

L’ambizioso non possiede la giusta dose di egocentrismo e desiderio di accentrare il potere nelle sue mani e l’aggettivo che meglio lo descrive è: equilibrato.
Per questo tipo di personalità ciò che conta non è ottenere un pubblico encomio ma svolgere il lavoro che gli è stato affidato con precisione e scrupolo. Il rischio, però, è che gli altri possano approfittarne attribuendosi i meriti che non appartengono loro o sottovalutando il prezioso contributo di chi ha svolto il lavoro.

Il Consiglio

Come può l’ambizioso” fare un passo in avanti per riuscire ad emergere e vincere le paure e le insicurezze che lo bloccano?

Imparando ad esporre senza timore le proprie opinioni e sostenendole con forza anche quando gli altri hanno opinioni diverse. E poi occorre , almeno in qualche occasione, mettere pubblicamente in risalto i propri successi senza paura di passare per presuntuosi.

Identikit del leader



Il leader ha un temperamento autoritario e vincente, che gli permette di affrontare la vita e il lavoro con una notevole grinta e determinazione. I veri leader non sono spaventati dalle responsabilità e lottano tenacemente per raggiungere gli obiettivi che si sono prefissati. Pensano in modo positivo e hanno la mente proiettata alla soluzione di qualsiasi difficoltà.
L’esperienza gli ha insegnato anche a delegare senza perdere il controllo della situazione: sanno affidare la nave a validi collaboratori senza dimenticare di tenere il timone a portata di mano.

Perché si nasce leader

Le qualità che contraddistinguono un leader sono organizzazione, lungimiranza e competenza. Ma la linea di confine che separa la leadership illuminata del regime dittatoriale a volte può esse molto sottile. Può capitare che cedano all’arroganza e che impartiscano ordini senza fornire spiegazioni, rinunciando a consultare chi gli sta intorno. In questo modo però rischiano di dimostrare una discreta dose di insicurezza che può spingere a vessare i propri sottoposti. E prima o poi le vittime di questo comportamento potrebbero ribellarsi.
E allora, chi è il bravo leader? Colui che è aperto al dialogo e al confronto e tiene in grande considerazione l’opinione dei suoi collaboratori. Meglio averli alleati piuttosto che nemici.

Il Consiglio

A volte il leader dovrebbe dimostrare maggiore diplomazia per evitare di apparire arrogante.Meglio essere un leader amato e rispettato perché usando l’arma dell’autoritarismo la stima degli altri potrebbe venir meno. Autorevolezza non fa rima con autorità perché il leader non deve essere un temibile carnefice. Stesso discorso anche in casa: la via del ragionamento è quello che assicura i risultati migliori.


Risultati immagini per stretta di mano
TittiMendoza Oggetto:   30 Set, 2019 - 18:49  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 5941
Attività utente
Attività utente




Risultati immagini per emoticon meglio tardi che mai

Finalmente trovo il tempo per mantenere la mia promessa:quella di farvi sapere se di Destra o di Sinistra si nasce oppure si diventa…..



Tenete presente che questo soggetto l’ho “riscoperto” entrando nel mio Blog, scritto otto anni fa, esattamente il 14/05/2011, ma che sembra ancora fresco di giornata….

Questo dimostra che nei “Cicli e Ricicli” della storia, la Politica è rimasta e magari rimarrà così come è, forse peggiorando senza pietà !

Ho perfino analizzato il termine: “Politica” sia con la Numerologia che con la Cabala, studio che vi servirò in seguito, come “Ciliegina sulla Torta !”

Nel frattempo augurandomi di chiarire almeno qualcosa sui grandi interrogativi….. Vi auguro una serena presa di coscienza, salutando cordialmente chi mi legge.

Risultati immagini per emoticon dna

Studiosi hanno scoperto che le idee politiche non dipendono solo dalla formazione culturale e dall’estrazione sociale, ma sono scritte nel cervello e nel DNA dell’individuo!
 L’orientamento politico non dipende soltanto dall’estrazione sociale, dalle esperienze che si fanno nella vita o dal bagaglio culturale di una persona. Su come si vota incidono moltissimo, se non del tutto, due fattori ben diversi: il cervello e il Dna. Insomma: essere di destra o di sinistra non sarebbe collegato a un processo di sviluppo mentale e culturale che ciascuno di noi vive nel corso degli anni, ma alla struttura del cervello e al patrimonio genetico.



La politica e il cervello umano




Risultati immagini per emoticon cervello



A collegare la propensione politica con la struttura cerebrale è una ricerca pubblicata sulla rivista scientifica “Current Biology”, realizzata da un gruppo di studiosi guidati da Ryota Kanai dell'University College di Londra (Gran Bretagna).

Dalle loro analisi è emerso che gli individui che si definiscono liberali tendono ad avere una corteccia cingolata anteriore più estesa, mentre i conservatori hanno un'amigdala più grande. (Amigadala è una parte del cervello che gestisce le emozioni ed in particolar modo la paura).

Basandosi sulle conoscenze che si hanno relative alle funzioni di queste due aree cerebrali, è possibile affermare che i liberali sono più abili nell'elaborare informazioni contraddittorie, mentre i conservatori hanno una maggiore capacità di riconoscere una minaccia, dicono i ricercatori.

"Il nostro studio mette in collegamento tratti della personalità politica con specifiche zone del cervello". Si era scoperta in precedenza una maggiore risposta della corteccia cingolata anteriore nei liberali, nei confronti di informazioni contraddittorie.

Così come il fatto che i conservatori sono più sensibili alle minacce e all'ansia di fronte all'incertezza, mentre i liberali tendono a essere più aperti a nuove esperienze. Il team guidato da Kanai ha voluto verificare se queste differenze fondamentali nella personalità, potessero essere spiegate dalla struttura del cervello.

Ed è esattamente quello che ha scoperto. Anche se resta ancora difficile stabilire con certezza assoluta se è la struttura del cervello a influire sulle idee politiche, o queste ultime a “modificare” la materia grigia.

Politica e Dna





Scusate,

ma non mi ha accettato tutto l'articolo, dopo il lavoro che ho fatto..... e non capisco perchè ora devo scriverlo a puntate....

quindi: a presto

CONTINUA


Risultati immagini per emoticon continua




TittiMendoza Oggetto:   21 Set, 2019 - 19:34  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 5941
Attività utente
Attività utente

Appena possibile tratterò l’interessante argomento:



DI DESTRA O DI SINISTRA

SI NASCE O SI DIVENTA ?



Risultati immagini per POLITICA E DNA


POLITICA E DNA
TittiMendoza Oggetto:   16 Ago, 2019 - 17:57  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 5941
Attività utente
Attività utente

ENERGIA DEL PENSIERO E STATI D’ANIMO



Risultati immagini per pensieri

E’ risaputo che le energie scaturite dalle nostre emozioni, dai nostri pensieri, influiscano moltissimo sul proprio modo di digerirle….
Non ci accorgiamo perché le diamo per scontate o di scarsa importanza, che siano esse di rabbia, amore dolore allegria, insomma, le sentiamo e basta, poi le lasciamo perdere….. e andiamo avanti.
Invece no, bisognerebbe soprattutto capire come questi stati emotivi possano influire sul proprio benessere o malessere….

E’ per questo che oggi vorrei proporvi un prezioso scritto di consigli che una cara amica m’inviò tempo fa in un momento di bisogno, quando non riuscivo più a capire il perché delle molte differenti e altalenanti emozioni che provavo.

Siccome mi è stato di grande e prezioso aiuto, non lo dimentico, cercando sempre di adottarli nel giorno per giorno e vorrei trasmetterli anche a chi mi legge in questo momento,proprio perchè le ritengo pillole di saggezza, al fine di risolvere definitivamente certe situazione scomode e dolorose.



Saluto cordialmente chi mi legge, augurando a tutti, solo dolci emozioni e il necessario stato d’animo per superare quelle che causano ancora ostacoli….




Risultati immagini per donna che scrive

Giovanna mi scrisse esortandomi a comprendere il consiglio di un saggio, il quale sosteneva che:

" il pensiero è lo strumento più potente di cui disponiamo: esso ha la capacità di agire direttamente sugli uomini, sugli avvenimenti, sulle cose senza strumenti intermediari ed è questo il più importante aspetto della sua potenza"

Dunque il pensiero può agire di più e anche meglio di qualunque altro mezzo di cui ci possiamo servire per realizzare le nostre opere.

Questo accresce immensamente il suo raggio d’azione che non conosce barriere e dunque non conosce distanze e il bene che può produrre il pensiero è incalcolabile e può farlo senza che nessuno lo sappia!

Dunque noi vogliamo vedere come aiutare gli altri con la straordinaria forza del pensiero, suggerire fede e fiducia, sorreggere chi è debole, sollevare chi è depresso, stimolare con suggerimenti gli incerti senza mai essere invadenti, stimolare i dubbiosi, insomma cooperare al bene comune.

Risultati immagini per la mente

Però, come ho detto, la prima condizione è proprio quella di raggiungere la padronanza della mente.

Disciplinata e potenziata la vostra mente può compiere quelli che sono comunemente definiti prodigi. Ora non potete negare che spesso lasciate che la mente vi tormenti, vi preoccupi, vi opprima con i pensieri che vi trascinano in un vortice e si presentano in un tempo magari inopportuno, non migliore.

Questo accade soltanto quando la mente è la vostra padrona; pertanto quando la persona impara ad affermare la sua padronanza sulle diverse parti della mente, ne controlla e ne regola i processi mentali così come farebbe con i congegni di una macchina delicata, si libera certamente da questa tortura.

Inoltre impara a trasmettere ordine alle regioni mentali subcoscienti e mentre dorme le fa lavorare per lui, persino quando sta usando la mente consapevole in altro modo.

Eppure è assurdo che l’uomo, erede di tutti i secoli passati, sia schiavo delle preoccupazioni e delle fantasie del proprio cervello.....



Risultati immagini per pietrolina nella scarpa



Se una pietruzza vi da fastidio nella scarpa ve la togliete; vi togliete cioè la scarpa per togliere la pietruzza. Non appena si è compreso come fare risulta abbastanza semplice scacciare dalla mente un pensiero dannoso e inopportuno.

Su questo non ci si può sbagliare. Noi non parliamo di pensieri in generale perché ci sono anche pensieri positivi e di armonia ma si parla di pensieri che vi rendono schiavi. Solo in questo istante che mi state ascoltando provate a domandarvi quanti altri pensieri hanno attraversato la vostra mente mentre vi sforzate di ascoltarmi. Dunque tutti voi che state cercando di emanciparvi dalla schiavitù della mente non dominata e che volete metterla sotto il controllo per mezzo della volontà, potreste trarne grande vantaggio.

Ora c’è un altro aspetto che dovete considerare: “Potete controllare i vostri pensieri ed i vostri stati d’animo”.





Risultati immagini per emozioni

Un’emozione è una reazione ad un pensiero, pensate o credete che certe cose o certe persone vi rendano infelici? Siate certi che questo non è esatto. Siete voi che vi rendete infelici con il coltivare certi pensieri intorno a determinate persone o cose.

Una sana libertà spirituale comporta l’apprendimento di un diverso modo di pensare !!! Cambiati i pensieri, i nuovi stati d’animo cominceranno ad emergere e si farà un passo, il primo passo sulla via che porta alla libertà personale, non ignorando il male, ma cercando piuttosto di convertire il male immediatamente in bene.


Risultati immagini per convertire male in bene


 Questa mia comunicazione si conclude con una serie di frasi che conviene rileggere con calma. Sono cose che sembrano pratiche, immediate e terrene, ma danno invece un valido aiuto all’anima: ognuna è un piccolo tesoro, contenitore d’energia positiva.


Risultati immagini per energia positiva

- Dai alla gente più di quanto si aspetta. Fallo con amore. 


- Non credere a tutto quello che senti, trattieni ciò che ti colpisce e dormici sopra. 


- Quando dici “Ti amo” Pensaci.


- Quando dici “Scusami” guarda la persona negli occhi. 
·

- Convivi almeno sei mesi prima di sposarti. 


- Credi nell’amore a prima vista perché può essere karmico. 


- Non ridere dei sogni di nessuno.


- Ama profondamente e con passione, potrai soffrirne ma l’unico modo per vivere pienamente la vita. 


- Non giudicare qualcuno dai suoi familiari.


- Parla piano ma pensa rapidamente. 


- Quando qualcuno ti fa una domanda non chiedere: - “perché vuoi saperlo?”.

- Ricorda che il grande amore e le grandi conquiste, comportano dei rischi.


- Telefona a tua madre o tuo padre e se l’hai persi,ogni tanto dille una preghiera.


- Quando conosci la sconfitta, non dimenticare la lezione. 


- Ricordati d’osservare le tre R: - rispetto di se stessi, rispetto degli altri, responsabilità delle proprie azioni.

- Non lasciare che un piccolo litigio rompa una grande amicizia.


- Quando ti accorgi di aver commesso un errore fa un passo indietro. 


- Quando rispondi al telefono sorridi, chi chiama lo capirà dalla voce. 


- Sposa qualcuno con cui ami parlare.

- Quando diventerai vecchio conversare sarà una cosa molto importante.


- Passa del tempo da solo.


- Apri le tue braccia ai cambiamenti, ma non dimenticarti dei tuoi valori. 


- Ricordati che il silenzio talvolta, è la migliore risposta. 


- Leggi più libri e guarda meno televisione.


- Credi in Dio. 


- Un’atmosfera d’amore nella tua casa è importante. Fa di tutto per creare una tranquilla e armoniosa famiglia.


- Nei litigi con chi ami, parla del presente e non rivangare il passato. 


- Sappi leggere tra le righe. 


- Coltiva la conoscenza. Essa è la chiave dell’immortalità. 


- Sii gentile con la Madre Terra.


- Prega, la preghiera ha un incommensurabile potere.


- Non interrompere mai chi ti sta adulando, ma domandati dove vuole arrivare….


- Pensa agli affari tuoi.


- Durante l’anno dedica un po’ di tempo alle cose che non hai mai fatto.


- Se possiedi molti soldi, usali per aiutare gli altri o investili in un’idea in cui credi a favore di molti, ma fallo mentre sei ancora vivo. E’ l’unica vera ricchezza di cui godere. 


- Ricorda che non ottenere quello che desideri è talvolta una grande fortuna!


- Impara tutti i ruoli e poi abbandonane alcuni.


- Ricorda che la migliore relazione, è quella in cui l’amore che dai è più grande di quello che ricevi.


- Giudica i tuoi successi dagli sforzi che hai fatto per raggiungerli.


- Ricorda che il tuo carattere, è il tuo destino.


- Avvicinati all’amore e vivilo con abbandono. 


- Non umiliare te stesso nella ricerca disperata dell’amore, ma sappilo aspettare, pur cercandolo con disponibilità d’animo. 


- Non credere subito a come uno ti appare. 


- Lascia che il raziocinio entri nella tua mente. 


- Non ridere troppo spesso o troppo rumorosamente, è un’inutile perdita d’energia.


- Lascia che il tuo pianto fluisca, a volte è più prezioso di una risata. 


- Soppesa le tue parole, meditale prima di pronunciarle, affinché esse non siano troppo rumorose durante la giornata. 


- Non impegnarti in 100 ricerche, 100 attività, molteplici impegni: non servirebbero a creare la strada del tuo pensiero e potrebbero disperdere la tua stessa volontà.

- Prima di decidere pensa bene ogni cosa. 


- Fai dell’amore la tua conquista, non la tua schiavitù. 


- Preferisci la solitudine ad un amore condiviso a metà. Se questo non puoi realizzarlo perché ne sei già coinvolto, fai della tua solitudine il serbatoio della tua conoscenza. 


- Non chiuderti all’amore per nessuna ragione.

- Giudica quando l’amore ti parla nel cuore al di là d’ogni apparenza fisica. 


- Non fare del lavoro il motivo della tua vita.



Risultati immagini per granello di sabbia

Il segreto che permette all’uomo di non invecchiare, è quello di rimanere semplice e avere la capacità discoprire un Mondo, anche in un granello di sabbia !


Romano Battaglia


TittiMendoza Oggetto:   11 Ago, 2019 - 18:19  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 5941
Attività utente
Attività utente

"Il segreto del tuo numero di cellullare"

Risultati immagini per numero di cellulare

Ormai il cellulare fa parte della nostra vita, è diventata la seconda pelle… un po’ per svago un po’ per necessità, un po’ per compagnia, insomma : guai a dimenticarlo a casa o peggio, perderlo !!!!

Allora ho pensato di farvi cosa gradita facendo conoscere ancora più nell’intimo.... il potenziale che si nasconde nei numeri che compongono il personale numero e quale influenza questo possa apportare al suo proprietario.


Risultati immagini per emoticon dubbio

Vi state chiedendo come fare per saperlo ?

Bene, allora tutti i curiosoni…. che stanno leggendo questo Post sono pregati di prendere carta e penna e fare una semplice addizione della relativa somma !

In questo caso la Numerologia oltre a tante altre importanti informazioni, può aiutarci anche a scoprire quale vibrazione accompagna il periodo nel quale è attivato il nostro numero di cellulare.



Tutto è numero diceva Pitagora e Sat’Agostino affermava: “In ogni cosa Dio ha creato un numero”

Di conseguenza anche il modesto numero del cellulare che usiamo quotidianamente ha qualcosa da dirci!!!


Come ricavarecavare il numero chiave



Risultati immagini per fare le addizioni



Allora cominciamo :

Non considerate il prefisso (333, 348 etc…) e sommate solamente le cifre rimanenti, riducendole a un unico numero.

Ad esempio se il numero è 348 123 45 67, tralasceremo 348 e sommeremo soltanto 1234567, ottendo 28. 2+8=10=1 Se avete due numeri o più di telefono, ciascuna cifra indicherà qualcosa di specifico nel suo ambito, lavorativo, famigliare etc.


Facile no ? E ora vediamo i risultati



SIGNIFICATO DEI NUMERI



- NUMERO 1

Questo è un periodo che richiede molta indipendenza, coraggio, resistenza e iniziativa individuale. Il numero 1 deve imparare a rialzarsi dopo le cadute e riprovare, allo stesso modo in cui un bambino impara a camminare; per questo motivo sarà necessario non arrendersi ai primi fallimenti, ma continuare a muoversi verso gli obiettivi prefissati. Il numero 1 chiede intraprendenza, dinamismo e la capacità se occorre di difendere il vostro spazio, imparando a dire di no. I doni più grandi di cui beneficerete alla fine di questa prova, saranno la leadership, il coraggio e l’audacia.



- NUMERO 2

Adesso raggiungerete i vostri obiettivi, non con l’ausilio della forza, ma al contrario con la diplomazia e il sottile potere della persuasione. In questa fase potreste avvertire il desiderio di vivere in un ambiente protetto, al riparo dal tumulto della vita o da situazioni difficili. In questa fase, che vi pone a contatto con la vostra natura femminile, dovrete imparare ad ascoltarvi più profondamente, sforzandovi al contempo di essere più empatici e disponibili a mettervi nei panni degli altri.



- NUMERO 3

Adesso è il momento di parlare a proprio favore, mettendosi in evidenza in tutti gli ambiti della propria vita. Se siete donne potete utilizzare abiti e un trucco che valorizzino il vostro corpo e la vostra sensualità, se siete uomini cominciate a prendervi cura di voi, magari mettendovi a dieta o andando in palestra. Può essere un periodo molto creativo e i vostri talenti artistici meritano di essere espressi. Adesso tutte le attività creative sono favorite, come ad esempio la scrittura, il teatro, la musica e la danza.



- NUMERO 4
Il 4 ha che fare col radicamento e la necessità di porre solide basi nella vostra esistenza. La lezione inerente a questo periodo è quella di prendere contatto con la realtà materiale. Questa fase quindi si rivelerà molto impegnativa, ma permetterà grazie a un duro lavoro di concretizzare idee o progetti. Chi si è sentito senza basi ora ha la possibilità di trovare continuità e di mettere radici, creando situazioni stabili.



- NUMERO 5

La vostra abilità comunicativa aumenterà notevolmente, così come anche la vostra capacità di promuovere voi stessi e le vostre attività. La sfida del numero 5 è quella di sviluppare elasticità, accettando di ampliare la vostra mappa mentale. D’altronde dovrete fare attenzione a non lasciarvi prendere dall’inquietudine del cambiamento insito nella sfida del numero 5, tenendo i piedi per terra ed evitando di disperdere le vostre energie. L’impulso irrefrenabile alla sperimentazione, potrà portarvi a esplorare i nuovi continenti del vostro panorama interiore, viaggiando, conoscendo gente nuova o anche intraprendendo nuovi studi.



-NUMERO 6

Il numero 6, in relazione al vostro genitore interiorizzato, stimolerà in voi il desiderio di assumervi responsabilità, aiutando gli altri e impegnandovi maggiormente nel contesto familiare e sociale in cui siete inseriti. Ora il vostro bisogno di sentirvi utili e necessari, vi porterà a incoraggiare rapporti positivi tra le persone. Le parole chiave di questi anni sono la dedizione e l’armonia. Adesso le attività favorite sono quelle che comportano una modalità per dedicarsi gli altri e tutte le branche che comprendono lo sviluppo del potenziale umano sono privilegiate.



-NUMERO 7

Questo è anche un periodo di evoluzione spirituale. La vostra intuizione sarà amplificata e per effetto della sincronicità, nella vostra vita entreranno persone sagge, profonde e intellettuali, con le quali potrete dialogare di misticismo e di filosofia. Grazie al 7 molti di voi riprenderanno gli studi, per specializzarsi in qualche ramo specifico. Adesso il vostro desiderio di leggere, studiare e approfondire raggiunge i massimi livelli. Troverete più facilità nella concentrazione e potrete diventare degli eruditi nel vostro settore di conoscenza.



- NUMERO 8

Poiché il numero 8 governa la realtà ordinaria, dovrete essere realisti e imparare a sentirvi a vostro agio nel mondo fisico, accettando gli ambiti terra – terra del lavoro, della casa, dei beni materiali e del denaro. Ora avete la forza di far diventare la vostra vita esattamente come volete. La fase 8 corrisponde al tempo della raccolta e potete puntare in alto, alfine di far fruttare al massimo le vostre potenzialità. In questi anni potrete mettervi in proprio, aprire un’attività o lavorare come liberi professionisti.



- NUMERO 9

Questo è un periodo in cui far rifiorire gli ideali e identificarsi con obiettivi e progetti in sintonia con la propria vocazione. Essendo il numero 9 legato ai valori dell’altruismo e della solidarietà, fate in modo, che i vostri piani di lavoro tendano a favorire il benessere e lo sviluppo della comunità in cui vivete. Adesso la vostra spinta evolutiva può consentirvi di ottenere un rapido progresso anche negli affari e nella carriera. Potreste trovarvi a dover viaggiare molto per lavoro, approfittate di questa opportunità per ampliare la vostra visione dell’esistenza.



Se la somma dà 22 o 11, questi numeri non vanno ridotti (29 e 38 diventano 11)



-NUMERO 11

Nel momento in cui riuscite a integrare i messaggi del vostro sé, il ciclo 11 può rappresentare un periodo inaspettato di sviluppo personale e spirituale. Vi aprite a un flusso straordinario di immagini, intuizioni e rivelazioni; potrete cogliere la soluzione improvvisa di un vecchio problema, riconoscere lo scopo della vostra vita o percepirvi come canale di una forza più grande di voi. Molti in questa fase, inizieranno un percorso di crescita personale o seguendo la loro voce interna, saranno indirizzati alla scoperta e all’espressione dei propri talenti. La sfida del ciclo 11 è quella di coltivare i vostri sogni, rimanendo coi piedi per terra.



-NUMERO 22

Il 22 ci prepara alla grande sfida di materializzare le visioni e le rivelazioni suggerite dal nostro regista interno. In questa fase dovrete dedicarvi interamente alla realizzazione dei vostri sogni. Accettando l’impegno e la responsabilità di concretizzare le vostre aspirazioni, potrete contribuire al risanamento del vostro ambiente. In sintonia con l’Archetipo del Creatore, l’architetto celeste, avrete la possibilità di gestire ambiziosi piani di lavoro, nei quali trasferire la vostra prorompente creatività. Diventando strumento delle istanze sociali, potrete farvi promotori di grandi idee.


Risultati immagini per stretta di mano emoticon



Un cordiale saluto a chi mi legge
TittiMendoza Oggetto:   04 Ago, 2019 - 12:23  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 5941
Attività utente
Attività utente

Tra i miei tanti appunti, ho trovato questo scritto del quale purtroppo non ricordo l’autore, ma siccome il soggetto trattato è sempre di attuale interesse: “immagino” che senz’altro vi divertirà conoscerne il significato….

Nel salutare cordialmente chi mi legge



Parliamo quindi di cosa sia in sostanza :



"L'immaginazione"


Risultati immagini per immaginazione



Quando Dio cacciò Adamo ed Eva dal Paradiso terrestre, dopo aver condannato l'intero genere umano alla fatica e al dolore...... fu colto dal dubbio di essere stato un tantino severo e pensò di rimediare facendo agli uomini un dono.



Egli disse:


Risultati immagini per dio disse

No, no scusate,a parte gli scherzi Egli disse:



"Quando i giorni vi attenderanno l'uno dopo l'altro con il loro carico di fatica e di monotonia, quando umiliati dai potenti sarete costretti a servirli, ad imbandire le loro tavole cibandovi delle briciole che da esse cadranno, quando quando chinerete la testa nella prona condiscendenza di chi può permettersi solo di assentire, quando vi percuoteranno e voi dovrete sorridere perché non potrete fare altro, ecco allora io vi manderò in soccorso l'immaginazione".


Immagine correlata

Immaginazione! Magica facoltà. E' il sale della Terra, il colore del mondo. Che cos'è la vita senza l'immaginazione? Una realtà senza poesia, un sonno senza sogni, la morte.

Chi potrebbe sopportare una vita di fatica e di stenti se non potesse immaginare di essere un Re? Chi resisterebbe alle situazioni più disperate e senza via d'uscita, se non potesse evadere sul filo della fantasia con l'immaginazione?

Eccola l'amica dell'uomo, colei che lo riscatta da un'esistenza brutale e lo cinge del serto dei poeti! E' lei che abbellisce la vita, lei che nutre l'arte e crea le civiltà, perché è potere creativo.

Che cos'è il genio se non immaginazione controllata dalla ragione? Gli uomini privi di immaginazione non compiono mai nulla di bello perché non sanno andare oltre la pochezza del loro essere.

Ma tanta benedizione non poteva essere data all'uomo se non avesse potuto trasformarsi in una droga pericolosa....... L'immaginazione è come una lente che ingigantisce la visione di chi vi guarda attraverso; se la si usa abitualmente non si sa più distinguere la realtà concreta dalla fantasia.

E chi l'adopera senza controllo, è come se cavalcasse un indomito cavallo senza redini e speroni.


Risultati immagini per immaginazione

Tutto ciò che essa immagina lo crea e ciò che è creato esiste anche se solo nella mente. In questo modo rende credibile ciò che non lo è e per questo molte delle cosiddette tragedie della gelosia in effetti non sono che tragedie dell'immaginazione.....

Se con essa guardate i vostri simili, potete farne dei santi o degli assassini e quando l'associate al richiamo sessuale che qualcuno esercita su di voi, cadete perdutamente innamorati.
Chi può dire la vera grandezza di Carlo Magno o di Giulio Cesare? I divi divengono idolatrati quando riescono a colpire l'immaginazione delle folle.

Immaginare è sinonimo d'inventare ed inventare può voler dire ideare o mentire.

Qual è la regola esatta per usare l'immaginazione? L'immaginazione non va adoperata nei confronti dei propri simili né delle relazioni che con essi si hanno perché potrebbe trarre in inganno: ma è preziosa nella comprensione della realtà.

Sì, perché l'immaginazione non appartiene alla fantasia, ha fini pratici. L'animale che trova sbarrata la strada che lo conduce al cibo, muore di fame se non immagina un percorso diverso.

Quale delle Scienze applicate e perfino delle scoperte scientifiche non dobbiamo all'immaginazione?


Risultati immagini per scoperte scientifiche

Viviamo in un'epoca di grande progresso scientifico, eppure siamo dei rinunciatari nei confronti dell'immaginazione.

La creatività dell'uomo medio di questa civiltà sta nel seguire la moda, nell'imitare le azioni altrui; perfino il lavoro non è che una ripetizione meccanica di operazioni che nulla lascia all'inventiva del singolo.

Beati coloro che possono abbellire la loro esistenza con qualcosa che viene da loro stessi, dalla loro creatività intesa non come operosità ma come inventiva!

Immagine correlata

Tuttavia molte volte anche chi ha questa possibilità non la mette in atto proprio per mancanza d'immaginazione.

L'immaginazione è una facoltà superiore della mente che vi aiuta ad ipotizzare una realtà nella quale i fatti che accadono nel mondo che vi circonda trovano una logica collocazione, ma soprattutto una convincente spiegazione.

Una siffatta realtà è sempre stata ipotizzata, ma nessuno ha mai saputo vederla nella sua interezza perché nessuno ha mai saputo immaginare nella misura necessaria.

Quando si parla di questa Verità, conosciuta per esperienza diretta, contiamo sulla vostra immaginazione. Questa sola può essere mediatrice di un colloquio fra noi e voi.

Mediatrice della comprensione del mondo nel quale vivere, mondo in cui nulla veramente è come appare.

Stimolare la vostra immaginazione, ma questo non significa che vi invitiamo a fantasticare. Fantasticare è cavalcare l'ippogrifo dei poeti senza tener conto dell'orientamento.

Immaginare è congetturare, ideare, partendo da dati concreti.

Il mondo non è che immaginazione della realtà che ci circonda, perfino la visione ottica è immaginazione. Voi ricostruite nella vostra mente gli oggetti con l'immaginazione.

Senza l'immaginazione, la percezione degli stimoli luminosi non si tradurrebbe in immagini e non vi sarebbe comunicazione a meno che non vi fosse "comunione".


Risultati immagini per scoperte scientifiche

Attraverso l'immaginazione noi vediamo.

Le immagini, dal cervello fisico, passano al corpo astrale, da qui nella mente in cui sono ricostruite con l'immaginazione: da qui la comunicazione.

Dal grossolano al sottile, dunque.

Mentre con l'intuizione la via è opposta. Nell'intuizione è la comunione della parte più sottile del vostro essere con una realtà che vi dà la consapevolezza di essa.

Se dunque dobbiamo parlare dell'esistenza successiva a quella attuale, noi dobbiamo parlare di intuizione.

Risultati immagini per intuizione

Ma solo un uso controllato e ragionevole dell'immaginazione può farci capire una esistenza successiva......

E con questo - avendo detto la cosa più importante - posso terminare il mio panegirico sull'immaginazione.

TittiMendoza Oggetto:   13 Lug, 2019 - 20:58  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 5941
Attività utente
Attività utente









Risultati immagini per dio



.....e Dio disse all’uomo:



-Io non ti ho dato la vita nel Mondo perché tu portassi la morte.

-
Non ti ho dato il desiderio perché tu diventassi avido.

-
Non ti ho dato la mente perché tu ti rendessi schiavo dei suoi tranelli.

-Né ti ho dato la tranquillità perché tu vegetassi, e il progresso perché ti circondassi di cose inutili o perdessi la tua vita nella ricerca di quelle.


-Non ti ho dato la grandezza perché tu disprezzassi gli umili, 
né ti ho dato il potere perché tu opprimessi e operassi ingiustizie.


-Non ti ho dato la pace perché tu la distruggessi e se ho permesso la guerra è perchè tu apprezzassi la pace.


-Se ho permesso il dolore che viene dall’egoismo dei tuoi simili, e dal tuo, è perché comprendessi lo splendore dell’altruismo.


-Se ho permesso l’intolleranza, l’offesa, la schiavitù,
e perché tu perseguissi le virtù contrarie.


-Se ho permesso che tu fossi umiliato, sfruttato, incompreso, è perché tu imparassi a non umiliare, a non sfruttare, a comprendere, imperciocchè, una vita felice, ma sterile, non è tanto preziosa quanto una tormentata che doni comprensione.

-
Ma io ti ho dato la vita nel Mondo perché tu lo rendessi più bello.


-Ti ho dato l’abbondanza perché ti fosse più facile donare.


-Ti ho dato il benessere perché tu avessi più pietà di chi soffre.
-

Ti ho dato la sapienza perché tu creassi.


-Ti ho dato il desiderio perché tu desiderassi il bene dei tuoi simili, e la mente perché comprendessi che una cosa sola è necessaria e quella tu scegliessi: quella cosa che ti conduce al di là degli opposti, laddove non v’è separazione, dove causa ed effetto sono “una sola Realtà”



Kempis


Risultati immagini per dio
TittiMendoza Oggetto:   29 Giu, 2019 - 14:31  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 5941
Attività utente
Attività utente



LA SAI L’ULTIMA ?....





Risultati immagini per ridere

Flatulenze profumate grazie alla pillola di un’azienda francese.......

(Dal serio al faceto….)

Tra le tante che vi ho fornito, non potevo non mettervi al corrente di questa “vitale….” notizia ! Lo afferma anche un antico proverbio:
“Tromba di culo, sanità di corpo, chi scoreggia / non è mai morto.

Ma secondo me fa morire chi gli sta troppo accanto….


Risultati immagini per cinesi emoticon

Ma indovinate prima dei francesi chi aveva studiato l’idea ? Ma i cinesi naturalmente!!

Loro avevano già inventato un originale silenziatore per scorregge….. “ un tubicino in plastica da infilare nell’ano, lo stesso principio del silenziatore per armi….

Beh, se vogliamo, in fondo, anche la scorreggia può essere un arma letale….. no ?

E poi non finisce quì….. secondo loro, si possono anche anche variare i profumi usando i vostri preferiti, basterà solo inserire nel tubo, un batuffolo di cotone imbevuto del profumo preferito e il gioco è fatto !

Risultati immagini per francesi emoticon

Bene, ma ora torniamo in Europa e vediamo invece, come l’impeccabile galateo francese ci viene incontro in modo differente e senza inserire nessun silenziatore nell’ano…..





Risultati immagini per flatulenza


Addio figuracce e imbarazzi tra amici, niente più serate rovinate grazie a questo integratore alimentare.

Si tratta di piccole capsule da ingerire oralmente, nessun tipo di medicina o droga. L’azienda è attiva dal 2007, come si legge dal sito ufficiale:

“La pillola Fart” afferma la ditta francese, è il risultato di lunghe ricerche e prove ed è in vendita dal 2007.

Le nostre fragranti varianti, aggiungono anche un tocco di umorismo per ogni occasione. I nostri numerosi clienti di ritorno sono senza dubbio la prova migliore”. Clienti di ritorno sono senza dubbio la prova migliore”.


Immagine correlata



Quando si parla di flatulenze c’è sempre molto imbarazzo. In qualsiasi luogo ci si trovi, infatti, lasciarsi scappare quel rumore imbarazzante provoca sempre situazioni imbarazzanti.

Certo è normale, ma tutti preferiremmo tenere dentro gli odori ed evitare figuracce.

Ma da questo momento non ci saranno problemi: sembra che un imprenditore innovativo abbia trovato la soluzione per tutti i momenti imbarazzanti nei quali ci scappa una flatulenza. Quando saremo in compagnia di alcuni amici non dovremmo più avere il pensiero di rovinare tutto.



Flatulenze profumate


Risultati immagini per flatulenze profumate



"Lutin Malin" è un’azienda francese che rivoluzionerà il mercato. Infatti, il prodotto originale che propone è un “integratore alimentare basato su ingredienti naturali” o quello che comunemente si chiama “fitoterapia”. L’idea di base è quella di rendere profumate le scoregge delle persone: in questo modo ogni volta che emetteremo gas la stanza profumerà di rose, di viole, di zenzero o addirittura di cioccolato!



"Le Capsule"

Risultati immagini per capsule

Dentro ogni pacchetto di integratori ci sono 60 capsule a un prezzo conveniente. I clienti, però, sanno che possono prendere “da 2 a 6 capsule al giorno durante i pasti, a seconda la propria condizione, la dieta e l’effetto desiderato”. Inoltre, l’azienda sta sperimentando anche una pillola per le flatulenze dei cani: spargendo un po’ di polvere nella ciotola dei croccantini, anche il cane avrà la possibilità di emettere profumo di rose !......

Risultati immagini per scorregge dei cani

Un cordiale e profumato..... saluto

a chi mi legge


Risultati immagini per offrire una rosa












TittiMendoza Oggetto:   11 Giu, 2019 - 21:49  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 5941
Attività utente
Attività utente


Come vedete il bicchiere ?

Mezzo vuoto o mezzo pieno ?


Risultati immagini per bicchiere mezzo pieno



Vedere il bicchiere mezzo pieno è una capacità della nostra mente che si può allenare.

Il "reframing" è una tecnica, usate nella psicologia e nella crescita personale, per imparare a vedere le cose anche da diversi punto di vista......



Quante volte ci lamentiamo perché "le cose ci vanno male"?

Quante altre ci chiediamo "perché la sfortuna perseguita proprio noi?" Sarebbe bello riuscire a colorare le situazioni nere della nostra vita ... ma come riuscirci?
Ripeterci banalmente "sono felice, sono felice!" non ci farà di certo provare questo sentimento.


Risultati immagini per felice infelice emoticon

Per vedere il "bicchiere mezzo pieno" basta capire che una stessa esperienza può essere interpretata in un infinito numero di modi. La sfortuna è solo un punto di vista purtroppo..... afferma Tony Robbins, formatore motivazionale numero uno al mondo.



Le nostre sensazioni e il nostro agire dipendono dalla percezione che abbiamo delle nostre esperienze. Se percepiamo una cosa come negativa, sarà questo il messaggio che trasmetteremo al nostro cervello, il quale a sua volta produrrà stati che ne faranno una realtà.


Il bello è che la stessa cosa accade se percepiamo una cosa come positiva!

Se guardiamo alla vita con una prospettiva positiva, in un istante potremo cambiare i nostri stati d'animo e comportamenti, ossia la nostra realtà!



Tutto ciò è possibile attraverso il reframing (ricontestualizzazione), particolare tecnica che consente di alterare la rappresentazione interna di qualcosa, mutando una situazione negativa in positiva e consentendo uno stato d'animo più ottimista e produttivo.


Risultati immagini per il cervello emoticon

Due sono le modalità di reframing:
* la ricontestualizzazione del contesto
* la ricontestualizzazione del contenuto

La prima consiste nel prendere un'esperienza per noi negativa, sconvolgente, indesiderabile, e dimostrare come la stessa sia in effetti di grande vantaggio in un altro contesto. 


Questa modalità, ad esempio, è preziosissima in campo economico. Il nostro socio "disadeguante" è una palla al piede? Cambiando il contesto, potremmo renderci conto che, al termine delle nostre riunioni creative, egli poteva essere validissimo come sostegno, in quanto era l'unico che scorgesse in anticipo potenziali difficoltà.



Il reframing del contenuto comporta che si prenda la stessa identica situazione negativa cambiandone il significato. Facciamo alcuni esempi:



Risultati immagini per parlare emoticon



* Nostro figlio non la smette mai di parlare?

Dopo un reincorniciamento del contenuto, potremo giungere alla conclusione che è un ragazzo intelligentissimo, poiché ha tante cose da dire.


Risultati immagini per rimproveri emoticon

*Il capo ci rimprovera?

Possibile reincorniciatura: "è un bene che il capo abbia cura di dirci quali sono le sue effettive intenzioni. Avrebbe potuto licenziarci, invece".



Risultati immagini per pagare soldi emoticon

*Quest'anno abbiamo pagato di tasse 4000 euro in più rispetto all'anno scorso?

Possibile reincorniciatura: "ottimo! Evidentemente quest'anno abbiamo guadagnato molto di più dell'anno scorso!".


Il reframing è una della più valide modalità con cui cambiare la maniera di porsi di fronte ad un'esperienza negativa. L'applicazione di questi metodi consente di liberarsi da ciò che causa stress, depressione, paura, fobia.

Il motivo? Essi ci consentono di individuare il contesto più utile per ogni esperienza, in modo da poterla trasformare in qualcosa che operi a nostro benessere anziché a nostro danno.



Ricordiamo sempre che al timone ci siamo noi, siamo noi a dirigere il nostro cervello, noi a produrre i risultati che otteniamo!


Risultati immagini per emoticon ok





TittiMendoza Oggetto:   16 Mag, 2019 - 18:57  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 5941
Attività utente
Attività utente

SPERIMENTIAMO UNA SOLA VITA O TANTE ?


Risultati immagini per reincarnazione

Con i precedenti scritti si è visto, come scientificamente dimostrato, che la Morte, come noi l’intendiamo: non esiste!

Bene, ora la domanda è:

“ma viviamo una sola vita o abbiamo sperimentato e sperimenteremo altre vite, altre incarnazioni, cioè prenderemo in affitto… un altro corpo materiale per abitarlo con una differente identità, immagine e in altre dimensioni ?

In altre parole: la nostra Anima per vivere altre esperienze, al fine di evolvere spiritualmente, ha vissuto e vivrà in altre sembianze, un po’ come cambiare abito secondo le occasioni ?….

Beh, potrebbe sembrare fantascienza, ma alcune testimonianze lo affermano infatti, a volte capita anche che nei nostri reconditi ricordi, sotto altre forme, a volte si manifestino strani ricordi di luoghi che ci sembrano familiari, con altre persone e in situazioni strane. Possono essere queste scorie di ricordi probabilmente vissute in differenti piani d’esistenza ? Come casi inspiegabili definiti: “Déjà vu”?

Molti studi e ricerche sul soggetto, dimostrano che questo possa essere possibile. Tra i tanti studiosi del caso ne spicca uno molto famoso che ha indagato e scoperto queste possibilità con prove a sostegno: Ian Stevenson (1918-2007).
JanStevenson è stato professore di psichiatria presso l’Università della Virginia, il quale si è dedicato per molti anni in particolare, allo studio di bambini che spontaneamente presentavano memorie di quelle che sembravano essere state vite precedenti.
Ma come si fa a sapere quanto ci sia di vero in questa ipotesi e quanto sia invece immaginazione ?



Quante volte abbiamo pensato che i bambini avessero una fertile fantasia nei loro racconti, bene, il Dott. Stivenson ha indagato oltre quello che poteva sembrare fantasia ed ha scoperto indicibili verità di vita precedente della creatura.

In base alle risposte fornite da alcuni soggetti studiati, si può individuare il periodo, la personalità, i gusti, il tipo di abiti indossati e tanto altro ancora.





Risultati immagini per ian stevenson

Infatti, in qualità di psichiatra, Stevenson cercava di comprendere il perché di certe paure e fobie, o anche di certi talenti innati riscontrabili spesso nei bambini piccoli; voleva inoltre spiegarsi il motivo delle simpatie e antipatie che a volte i piccoli dimostrano fin dalla più tenera età.

Studiando questi aspetti, Stevenson si rese conto che i bambini, oltre a mostrare fobie o attitudini particolari, a volte ricordavano cose che non avrebbero dovuto sapere: parlavano di vicende di vita diverse da quelle contemporanee e soprattutto di episodi di morte (presumibilmente riferibili a vite precedenti), che sembravano spiegare e giustificare proprio quelle paure e quelle fobie.



Ian Stevenson, che si dichiarava di religione protestante, l’interesse per la reincarnazione nacque poco a poco, nel corso degli anni: gradualmente si rese conto che questo tipo di credenza, questa concezione della vita, per così dire, piùa “allargata”, poteva offrire spiegazioni plausibili a situazioni apparentemente enigmatiche ed inspiegabili.

Una volta convintosi di questa possibilità, Ian Stevenson cominciò a girare il mondo proprio alla ricerca di bambini, i cui ricordi potevano essere, in questo senso, rivelatori.

Ne incontrò e studiò a centinaia, sia nei paesi che credono alla reincarnazione, come l’India, sia in quelli che non la contemplavano.

Per le sue accuratissime indagini, Stevenson mise a punto una tecnica quasi poliziesca:

parlava coi bambini, interrogava i familiari, i parenti e i vicini, analizzava i ricordi, li metteva in relazione con le situazioni reali, faceva sopralluoghi nei posti che i piccoli dicevano di ricordare e organizzava incontri con le persone che i bambini asserivano di aver conosciuto nella vita precedente.

I riscontri erano spesso straordinari: bambini di pochi anni che riconoscevano con esattezza persone che non avevano mai visto, le chiamano per nome, discutevano con loro di vicende passate, si muovevano con disinvoltura in case e città dove non erano mai stati; a volte, addirittura, mostravano di conoscere lingue straniere che non erano state loro mai insegnate (anche perché molto piccoli) e che non avevano neppure mai udito, né in casa né altrove.

Sulla sua casistica il professor Ian Stevenson ha scritto molto: il suo libro più importante, ormai un classico in materia, è “Reincarnazione – venti casi a sostegno”, pubblicato diversi anni or sono.

Ma le sue indagini sulla reincarnazione non si fermano qui: esistono infatti altri elementi riguardanti questo fenomeno, che mettono in luce aspetti a dir poco inquietanti.

Ed è a questi che facciamo ora riferimento.


Risultati immagini per reincarnazione

Certi bambini infatti nascono avendo sul corpo segni inspiegabili, come cicatrici lasciate da ferite mai ricevute o presentando anomalie fisiche, di cui i medici non riescono a individuare l’origine.

E appena incominciano a parlare, questi bambini affermano di essere morti di una morte violenta, da adulti che sono in grado di descrivere nei dettagli che giustificano e spiega quelle strane cicatrici.

C’è per esempio “Jacinta Agbo”, una bambina nigeriana, che alla nascita (1980) presentava sulla nuca una strana, lunghissima cicatrice. Quando fu in grado di parlare, Jacinta descrisse una situazione che spiegava quella ferita: parlò di un uomo di nome “Nsude” che durante una lite era stato pesantemente ferito alla testa. Portato all’ospedale di Enugu, era stato operato e il chirurgo gli aveva praticato una lunga incisione sulla nuca.

In seguito tuttavia l’uomo era morto. I fatti erano avvenuti nel 1970 e Stevenson ebbe modo di controllarli e di verificarne l’autenticità.

Un altro caso incredibile è quello di “Ma Htwe Win”, una bambina nata a Burma nel 1973. La piccola presentava fin dalla nascita strani segni e anomalie agli arti inferiori, che sembravano riconducibili ad anelli di costrizione alle gambe.
Quando sua madre era incinta, sognò un uomo che si trascinava sulle ginocchia, che la seguiva e le si avvicinava sempre più. Quando la piccola fu in grado di parlare, rievocò la morte terribile di un uomo di nome “Nga Than”, che era stato brutalmente assassinato dalla moglie e dal suo amante, e poi legato con delle corde per poter essere meglio occultato. Il corpo fu in seguito a queste informazioni ritrovato e l’omicidio scoperto. E i segni che la bambina portava sul corpo, corrispondevano esattamente alle legature traumatiche a cui quell’uomo era stato sottoposto.


Citiamo infine il caso di “Semith Tutusmus”, un ragazzino turco nato con una pesante malformazione all’orecchio destro: anche lui ricordava la morte violenta di una personalità precedente, dovuta a colpi di arma da fuoco che, fra le altre cose, gli avevano maciullato un orecchio.



Come si spiegano dunque questi fatti?

Il professor Stevenson ritiene che questi segni presenti in alcuni bambini fin dalla nascita, confermino i ricordi dei bambini stessi, dimostrando la verità del processo di reincarnazione, ed anche che un’essenza vitale sopravvive alla morte fisica, influenzando con un’azione psicocinetica il nuovo corpo in formazione nel ventre materno.



Le prove della reincarnazione:

La teoria della reincarnazione spiegherebbe dunque alcune alterazioni della pelle, come le voglie, nonché altri più gravi difetti che alcuni individui presentano alla nascita. lan Stevenson, al fine di suffragare la teoria della reincarnazione con prove scientifiche, ha analizzato nel dettaglio centododici casi di persone, soprattutto bambini, che presentano segni sul corpo attribuibili ad eventi traumatici risalenti ad esistenze precedenti, di cui essi stessi hanno infatti memoria: incisioni chirurgiche, pugnalate, ferite d’arma da fuoco, morsi di serpente e persino tatuaggi.



Referti medici e autoptici, esame dei segni sui corpi, materiale fotografico, riscontri in loco delle dichiarazioni dei soggetti studiati, studio comparato del comportamento, della postura, dei tic , nonché interviste con familiari e conoscenti, rappresentano l’ampia documentazione che il medico ha raccolto per ogni caso, durante un ventennio dedicato allo studio serio e appassionato di questo fenomeno.

La vasta casistica, l’approccio rigorosamente scientifico e critico, la cautela con la quale Stevenson azzarda delle conclusioni, convincono anche gli scettici ad assumere una posizione più “possibilista”, non escludendo “aprioristicamente” una teoria che affascina e sconvolge le salde certezze del pensiero occidentale.
Nel libro “Reincarnazione – 20 casi a sostegno”, Ian Stevenson esamina l’ipotesi della sopravvivenza della personalità umana (per molti l’anima, l’essenza vitale eterna) dopo la morte, presentando venti casi che sembrano suffragarla. Ma in Youtube potete trovare anche filmati a riguardo.

I soggetti presi in esame sono in genere bambini o ragazzi che conservano precisi ricordi di un’esistenza precedente: se non si ammette l’idea della reincarnazione, ricordi di questo tipo (che si affievoliscono con il passare degli anni) rimangono inspiegabili.

Il libro mette a disposizione del lettore tutto il materiale raccolto dall’autore nell’arco di molti anni di studio, dando vita a una suggestiva “geografia della reincarnazione”, che va dall’India allo Sri Lanka, dal Brasile all’Alaska sud-orientale.



“Bambini che ricordano altre vite” è un altro libro di Stevenson, nel quale l’autore presenta una ricerca sistematica e approfondita su altri dodici tipici casi di bambini (orientali e occidentali, americani ed europei) che affermano di ricordare vite precedenti.
A questi sono aggiunti numerosi altri casi che illustrano particolari aspetti della reincarnazione.

L’autore fornisce inoltre, un’ampia analisi delle più comuni convinzioni che negano la reincarnazione, dimostrandone l’infondatezza, sfatando anche numerosi pregiudizi sull’argomento.



Inoltre, Stevenson sottolinea alcuni aspetti connessi, e spesso presenti, nei numerosi casi di reincarnazione da lui studiati: ovvero alcuni fenomeni paranormali quali apparizioni, impressioni telepatiche, sogni telepatici ecc., studiati anche dalla parapsicologia in questo ultimo secolo.

Questo soggetto è stato trattato e prodotto anche dal programma : “Vojager” che stimo per l’interessante esposizione sulle varie ricerche e in particolar modo per il produttore e presentatore Roberto Jacobbo Questo è il link che spero possiate aprire:

https://www.youtube.com/watch?v=7o_V-YL-CBA&feature=youtu.be

(Se fate un copia/incolla del link in internet, si apre subito il filmato.)

Oppure provate con questo :

https://youtu.be/7o_V-YL-CBA



MA COME SI FA A RICORDARE LE VITE PASSATE ?

Risultati immagini per come si ricordano le vite passate

Credete nella possibilità di aver vissuto una vita precedente all’attuale? Se così fosse allora significa che credete a quella che si definisce: “Reincarnazione”.
Ma come si fa a sapere quanto ci sia di vero in questa ipotesi e quanto sia immaginazione ?
In base alle risposte che si forniscono in questo “TEST”, si potrà individuare almeno il periodo, la personalità, i gusti, il tipo di abiti indossati e tanto altro ancora.
Scrivete le risposte su un foglio di carta e poi analizzatele nell’insieme i tipi di preferenze che avete in questa vita.
Potete farlo da soli oppure farvi proporre queste domande da qualcuno di fiducia, che sappia portarvi indietro attraverso il Tempo e magari, registrare le vostre risposte per riascoltarle poi con calma.

COME RICORDARE LE VITE PASSATE


Risultati immagini per come si ricordano le vite passate



Siete pronti per intraprendere il viaggio indietro nel tempo ?

Allora mettete le ali e volate nel passato, cercando di ricordare e, se possibile, darvi anche una risposta su alcuni particolari.

Quali cose sembrano più affini ai vostri attuali gusti e tendenze che sperimentate in questa vita ?

Beh, potrebbe sembrare una intervista fatta da Marzullo.... “Fatti una domanda e datti una risposta !” ma provateci..... magari scoprirete qualcosa d'interessante sulle vostre vite.....




Risultati immagini per come si ricordano le vite passate



·Giochi da bambino
·Stile di abiti delle razze preferiti
·Architettura
·Preferenze culinarie delle cucine del mondo
·Collocazioni geografiche: montagne, mare, campagna
· Climi
· Culture
· Tempo e periodi di avvenimenti storici
· Esperienze di: Dèjà vu
· Occupazioni preferite
· Talenti ed abilità desiderate
· Razza e retaggio
· Libri e films preferiti
· Animali e cuccioli preferiti
· Personalità e modi d’esprimersi
· Paure e fobie
· Malattie, cicatrici e incidenti
· Sogni

ALTRO METODO


Esiste un metodo di visualizzazione che i più dotati di sensitività possono sperimentare e che, dovrebbe far vedere come si era fisicamente in vite precedenti. Si possano verificare dei flash di immagini del viso, del corpo o degli abiti di epoche e vite passate.



Il procedimento è il seguente:



"illuminati solo dalla luce di candela, rilassarsi e guardarsi allo specchio, per un periodo necessario a raggiunge uno stato di serenità, aiutati, possibilmente anche da una respirazione calma e tranquilla, evitando assolutamente distrazioni e rumori.

Oppure, con le stesse modalità, farsi osservare intensamente da qualcuno altro, oppure istallate un Drone..... nella stanza che possa riprendervi da tutte le angolazioni, almento avrete una porova incisa nel filmato e poi….. fatemi sapere come è andata l’avventura ……"



Un cordiale saluto a chi mi legge
















https://www.youtube.com/watch?v=7o_V-YL-CBA&feature=youtu.be



TittiMendoza Oggetto:   09 Mag, 2019 - 19:10  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 5941
Attività utente
Attività utente

QUARTA E ULTIMA PARTE





"COSA È POI LA MORTE ?"


Immagine correlata



C'è un aumento di energia al momento della morte, anche della velocità, come se stessi vibrando, dapprima velocemente.


Usando la radio come analogia, questa accelerazione, è paragonabile ad avere vissuto tutta la tua vita ad una certa radiofrequenza quando tutt'a un tratto qualcuno o qualcosa si presenti e cambia la sintonia.

Questa vibrazione ti sposta ad una lunghezza d'onda più alta. La frequenza originale dove una volta esistevi è ancora là. Non è cambiata. Tutto è ancora come prima. Solo tu sei cambiato hai accelerato per sintonizzarti sulla radiofrequenza successiva.



Come per l’esempio della radio e le emittenti radiofoniche, possono esserci sovrapposizioni o distorsioni dei segnali di trasmissione dovute ad interferenze. Però, quando misuri la tua frequenza particolare sulla manopola dalla tua velocità di vibrazione, coesisterai per sempre dove appartieni. 
Chi può dire quanti punti sono sulla manopola o quanti frequenze ci devono essere. Nessuno lo sa. Sposti le frequenze quando muori, in un'altra lunghezza d’onda.

Sei ancora un punto sul quadrante ma spostato di una tacca o due.

Non muori quando muori.... Sposti la tua coscienza e velocità di vibrazione. Questo è tutto, la morte è solo. . . uno spostamento !


Una persona che ha vissuto l’esperienza della” morte apparente” racconta:




“ Mi sono visto proiettare nello spazio con la visione perfetta dell'allontanamento dalla terra ed entrare in una luce bianchissima, nello stesso tempo avevo una visione nitida della mia vita terrestre, come stare in uno schermo duo-dimensionale, anche questo difficile da esprimere in parole. ero cosciente di tutto e riflettevo su ciò che stavo provando, felicità, pace infinite che aumentavano nell'addentrarmi nella luce, sapevo di far parte di questa luce, non so perchè ma lo sapevo e sapevo che tutti ne siamo parte; al culmine c'era come una luce più grande e sapevo che entrando non sarei più tornato, non so il motivo, ma lo sapevo, e questa è una cosa che non saprei spiegare, ma neanche cerco spiegazioni, accetto il vissuto in quanto tale”. 




Molti sono gli interrogativi che ci poniamo sull'evento che inevitabilmente sperimenteremo in futuro come polarità opposta alla vita. E’ inutile esorcizzarlo, né tanto meno ignorarlo, la parola “Morte” fa paura soltanto perché da sempre è stata sinonimo di “fine, dissolvimento, annullamento”.

Chi ha avuto invece il piacere d’incontrarla e conoscerla da vicino ed è poi ritornato per raccontarcela, la descrive come quel balsamo essenziale che disperatamente si cerca in questa esistenza terrena, ma che è solo prerogativa della vera Vita dopo la morte.

Avvolti dalla Luce Divina, in un senso di totale benessere, si sperimenta l’amore, la pace e la serenità.

Per chi ha vissuto l'esperienza del trapasso, è stato facile capire a quante illusioni si è soggetti nell'esistenza terrena, prigionieri di una realtà distorta, e forte è stato il desiderio di rifiutarsi di ritornare a quella che noi chiamiamo:

“Vita !!!”.



Risultati immagini per neonato

Conosciamo quasi tutto sulla procreazione di un bimbo, mese dopo mese tutte le fasi della gravidanza e della nascita, poi i cicli dell'infanzia, della pubertà, della giovinezza, della maturità e della vecchiaia, ma dopo ? Tutte le nozioni si fermano per dare spazio all'ignoranza che genera timori e tabù su un evento così naturale.
Imparare a morire significa migliorare la qualità della propria esistenza terrena, perché di conseguenza si sarà in grado di dare il giusto valore alle cose.

Oggi è possibile avere una cultura della morte alla stessa stregua di quella che abbiamo per la cultura del nostro corpo umano?

Esiste una vasta letteratura in merito dalla quale cominciare ad apprendere nozioni necessarie riguardanti il passato e il presente del nostro inevitabile futuro. Allo stesso tempo avremo modo di comprendere come i cari che ci hanno preceduto, hanno vissuto il momento del trapasso?



Se vogliamo paragonare le nostre attuali funzioni vitali agli strumenti elettronici usati ogni giorno, possiamo affermare che il nostro Spirito di eterna energia vitale è un Hardware, il quale può manifestarsi ed agire nella realtà della vita terrena soltanto attraverso “l’anima” cioè un "Software……."



Risultati immagini per hardware e software



Ma ora la scienza finalmente ci fornisce una certezza, in quanto afferma con convinzione che:



"La vita dopo la morte” è inevitabile!"

Articolo di Frederik Van Der Veken



La “nuova fisica” afferma, grazie a semplici deduzioni logiche e matematiche, che la “vita dopo la morte” è inevitabile!



La lettura che segue è un efficace compendio delle nuove acquisizioni a cui ci sta conducendo la cosiddetta “nuova fisica”, figlia di una scienza senza condizionamenti o paraocchi ideologici, né di stupidi e sorpassati pregiudizi materialistici, ormai stantio retaggio ottocentesco.

Questa “gemma” che contiene la sintesi scientifica fatta dal fisico teorico “Frederik Van Der Veken” ci conduce ad implicazioni davvero fondamentali per la nostra esistenza ed il nostro modo di guardare alla vita, che in futuro certamente modificheranno radicalmente culture, costumi, mentalità e modi di vivere.

Nel corso degli ultimi cento anni abbiamo assistito a grandi cambiamenti nei paradigmi scientifici, e numerose grandi scoperte hanno scosso le fondamenta del nostro modo di vedere la realtà, al punto che alcune di esse possono sembrarci addirittura fantascientifiche.



Oggi, noi sappiamo che la materia è costituita per il 99% da spazio vuoto e che le particelle quantistiche sono punti zero-dimensionali.

E’ verificabile sperimentalmente che il viaggio nel futuro è possibile viaggiando ad altissime velocità, e che esistono particelle quantistiche in grado di “teletrasportarsi” attraverso muri impenetrabili e di essere in due posti contemporaneamente, o di cambiare il proprio comportamento in presenza di un osservatore cosciente.

La meccanica quantistica è molto di più di un insieme di teorie ed interpretazioni, essa ci fornisce l’innegabile prova che tutto ciò che conosciamo, le opere e l’esperienza, si struttura in modi che potremmo definire decisamente surreali!

Ed esistono altri campi della scienza che ci fanno riflettere a fondo circa il vero senso e la vera natura della realtà.



Anche le neuroscienze, che studiano il nostro sistema nervoso, ci inducono a riflessioni profonde sul mistero più grande e tuttora irrisolto della scienza: "la coscienza".

Il concetto di coscienza proposto nel corso del 2012, è che essa sia il risultato delle scariche elettriche che si verificano nel sistema nervoso e lo fanno funzionare; quando questa attività diventa irregolare o insolita, a causa, ad esempio, di lesioni cerebrali, noi sperimentiamo le cose in maniera diversa dal solito.

A questo proposito, esiste una malattia rara che può verificarsi come conseguenza di emicrania e diabete e che si chiama “sindrome di Capgras” (detta anche “sindrome del sosia”), che fa sì che chi ne è colpito si convinca profondamente che tutti i propri cari, familiari ed amici, siano degli impostori o dei sosia che fingono.

Per il resto essi si comportano in modo del tutto normale, ma anche di fronte a ragionamenti logici, ferrei, fatti loro per dimostrare che parenti e amici non sono affatto degli impostori, essi continuano ad articolare altrettanti complessi ragionamenti, per spiegare in che modo quegli “impostori” si siano sostituiti ai propri familiari.

Altri disturbi, invece, possono causare nei pazienti la perdita della capacità di descrivere o percepire la metà destra del volto delle persone. Tuttavia questi individui non essendo consapevoli di questa loro condizione, di conseguenza non la considerano affatto una malattia.



Noi siamo sempre convinti che le nostre capacità matematiche e razionali ci permettano di fare distinzioni oggettive, e che il nostro intelletto sia il “motore” delle nostre incredibili conquiste scientifiche e del nostro progresso tecnologico: ciò è certamente vero, ma le stesse capacità intellettuali che possediamo in vario grado, possono portarci anche a vivere in una “realtà di pure illusioni” e a restare bloccati in essa, proprio come accade ai malati della sindrome di Capgras.

In altre parole, possiamo dire che sono i modelli alla base della nostra coscienza a definire la nostra percezione dell’intera realtà. Inoltre, sembra che la nostra coscienza funzioni più come un orologio digitale che come uno analogico: la nostra “esperienza” non si realizza come un flusso continuo e costante, ma può essere invece suddivisa – in modo discreto – in “quanti di tempo”, equivalenti a intervalli di 42 millisecondi, ciascuno dei quali corrisponde a un “momento di coscienza”.

Questo processo si chiama “quantizzazione”, e significa che qualcosa può essere suddiviso fino a giungere ai più piccoli blocchi che compongono l’intero “edificio”.

Ogni stato di coscienza consiste di un certo numero di informazioni che potrebbero, teoricamente, essere registrate in un “disco rigido”; cosa che tuttavia non è ancora alla portata delle odierne conoscenze. Nonostante ciò, si sta assistendo nei laboratori di tutto il mondo ad enormi progressi nel campo della ricerca finalizzata alla creazione di un simulatore del cervello umano, che sia il più perfetto possibile.



Ad oggi non sono state ancora assorbite completamente dall’opinione pubblica alcune delle più grandi e sconvolgenti scoperte della ricerca scientifica del secolo scorso, e quello che la scienza ha scoperto nel campo della conoscenza della coscienza umana negli ultimi decenni, sta appena iniziando a farsi strada, faticosamente, tra le tante informazioni senza importanza che ogni giorno ci vengono propinate.

Ciò che la scienza sta scoprendo sulla coscienza umana, cambierà di sicuro, in futuro, il nostro modo di guardare la vita…

Nel 2007 il pioniere della ricerca sulle cellule staminali “Robert Lanza”, seguendo le semplici evidenze che i nostri sensi ci rimandano ogni giorno, ha elaborato una teoria che postula che il tempo, lo spazio ed anche la nostra intera realtà, non sono affatto ciò che da sempre crediamo siano.

Sebbene ancora incompleta, questa teoria è stata accettata come promettente e foriera di futuri rivoluzionari sviluppi da molti fisici premi Nobel e dagli astrofisici della NASA.



Questa teoria, detta del “biocentrismo”, descrive la realtà come un processo che coinvolge profondamente la nostra coscienza, e spiega che senza l’intervento di questa, tutta la materia si trova in uno stato indeterminato di probabilità, che il tempo non ha esistenza reale e lo spazio è solo un concetto che usiamo per dare un senso alle cose.

Se guardiamo alla meccanica quantistica e alle neuroscienze per riempire i vuoti di questa teoria, tutto ciò che ci rimane altro non sono che “stati quantizzati” di coscienza; la realtà, come la conosciamo, in sostanza non esiste, e se avesse un qualsiasi tipo di esistenza che si potesse “visualizzare”, essa si presenterebbe ai nostri ipotetici occhi come un mare infinito di informazioni statistiche, nelle quali tutte le probabilità esistono contemporaneamente.

Immaginare tutte queste probabilità in uno spazio zero-dimensionale e senza tempo non è facile per noi e la nostra mente, che per l’appunto è “spazio-temporale”.

Forse quindi non riusciremo mai a capire cosa sia veramente la realtà. Ciò che “esiste”, sono i “blocchi” di informazioni che descrivono i momenti di coscienza che noi sperimentiamo di volta in volta.



Nella meccanica quantistica è stata elaborata la “teoria dell’universo olografico”, secondo la quale l’intero universo può essere visto come una struttura bidimensionale, contenente tutte quelle informazioni che a noi sembra di percepire in maniera tridimensionale. In questo modello della realtà, tutta l’esistenza è codificata nei “momenti quantizzati di coscienza” che contengono tutte le nostre esperienze.



Ogni momento di coscienza è una realtà in sé; la nostra esperienza del tempo è continua e lineare, ma ogni momento di coscienza contiene un diverso insieme di memorie ed esperienze, indipendentemente dalla nostra percezione della “linea temporale”.

Domani potrebbe accadere prima di ieri! Dai nostri ricordi dipendono le informazioni codificate in ogni istante di coscienza ed essi possono dirci “solo qualcosa” circa la realtà che viviamo in quel dato momento; la percezione del tempo come una “continuità” è, in realtà, un’illusione.



Per questo l’astrofisico della NASA “David Thompson” ha definito la teoria di Lanza una “sveglia” data all’umanità, che soggiace dormiente nell’illusione di una realtà percepita come spazio-temporale.

Quando, nello studio del Big Bang, osserviamo le particelle quantistiche “saltare avanti e indietro nel tempo”, non dobbiamo allora intestardirci a mantenere l’arroganza di presumere che il tempo si muova solo in avanti ed in linea retta, classificando queste come “insolite anomalie temporali”.



In realtà non vi è alcuna indicazione del fatto che la nostra percezione e la nostra memoria definiscano la direzione del tempo. Tutto ciò sembra piuttosto suggerire che la nostra realtà sia sempre sul punto di disintegrarsi completamente o che, almeno, in qualsiasi momento essa sia altamente incoerente e casuale. Ma il motivo per cui noi sperimentiamo un mondo rigido, con leggi naturali profondamente strutturate, è che modelli coerenti evolvono secondo principi matematici.

Le leggi secondo le quali noi realizziamo la nostra realtà, sono semplicemente quelle più probabili a realizzarsi fra le infinite altre. Del resto, modelli strutturati e coerenti si possono trovare anche nel caos, essi sono necessari all’esistenza della coscienza; la realtà che viviamo si evolve lungo i rami più probabili del nostro modello specifico.

Se i disturbi neurali come la sindrome di Capgras ci hanno insegnato qualcosa, è che abbiamo una capacità incredibile di razionalizzare le stranezze nella nostra realtà.

C’è una evidenza, però, che diventa difficile confutare: il modello dei momenti quantizzati di esperienza è intrinsecamente infinito e, statisticamente, dunque:

"una vita dopo la morte” è semplicemente inevitabile !"


Risultati immagini per vita dopo la morte




TittiMendoza Oggetto:   29 Apr, 2019 - 19:27  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 5941
Attività utente
Attività utente

TERZA PARTE



Risultati immagini per LA VITA POST MORTEM


"LA VITA POST MORTEM"


Avanziamo di un altro passo.


Nel precedente scritto avevamo appreso che l'involucro di materia più densa, cioè il nostro corpo, non viene deposto solo al momento di ciò che normalmente si definisce "morte", ma viene fatto ogni volta che ci si addormenta. Si abbandona il proprio corpo fisico e si erra in quello che chiamiamo sogni cioè, nel mondo del corpo spirituale che è invisibili al mondo denso della nostra veglia.


Cioè, noi possiamo vedere soltanto quello che la conformazione dei nostri occhi della nostra vista ci permettono... un po' come inforcare occhiali con altre diottrie per vedere a distanza: se gli occhiali non corrispondono alle nostre diottrie, ben che vada... vedremo solo immagini distorte.....


Per questo motivo gli occhi del corpo fisico vedono solo gli altri corpi fisici mentre gli occhi del corpo spirituale vedono solo gli altri corpi spirituali.


Quando poi da svegli si riprende il proprio cappotto, ovvero si ritorna nel corpo denso, o, come si dice comunemente "ci si sveglia", accade talvolta di riportare sotto forma di sogno qualche ricordo, in genere assai confuso e distorto, di ciò che si è visto mentre si era altrove nel corpo spirituale.


Stabilito che quando noi dormiamo ci troviamo nelle stesse condizioni in cui è passata la persona cara che vi è morta, vi spiegherò ora quali siano tali condizioni.









Per quanto riguarda la vita post-mortem si sono avute molte teorie, basate per la maggior parte su erronee interpretazioni di Sacre Scritture.


Fino a poco tempo fa (inizio del XX secolo (N.d.R.), era universalmente accettato il dogma della punizione eterna all'Inferno..... che oggi più nessuno, tranne gli ignorantissimi, accetta.


Esso era basato sulla traduzione sbagliata di alcune parole attribuite a Cristo, ed i monaci dei medioevo lo mantennero come un utile spauracchio per costringere le masse ignoranti a comportarsi bene !


Con l'avanzare della civiltà gli uomini iniziarono a comprendere che una simile credenza era non solo malvagia, ma anche ridicola, ed i religiosi moderni l'hanno sostituita con qualche cosa di più ragionevole, ma si mantengono sempre molto vaghi e ben lontani dalla semplicità del vero......


Tutte le Chiese hanno complicato le loro dottrine, perché hanno voluto insistere sul dogma assurdo ed infondato dell'esistenza di un Dio crudele e collerico, che vuol far del male al suo popolo, ai suoi figli !!!!


Terribile dottrina questa importata dal Giudaismo primitivo, invece che dall'insegnamento di Cristo che mostra Dio come Padre amorevole.


Una volta ammesso il fatto fondamentale che Dio é Amore e che il Suo universo è governato da leggi eterne e sagge, si comincia a comprendere che tali debbono essere tanto le leggi che reggono il mondo al di qua della tomba, quanto quelle che reggono il mondo di là.


Ma anche a questo proposito le credenze sono vaghe: mentre si parla di un lontano Paradiso, di un lontano Giorno del Giudizio, ben poco ci si dice di quello che accade qui al momento della morte.


D'altronde coloro che insegnano queste cose non pretendono di avere alcuna esperienza delle condizioni dopo la morte. Essi dicono soltanto ciò che hanno ascoltato ed imparato da altri, non ciò che sanno direttamente. Come possono quindi soddisfarci?


In verità l'epoca della fede cieca é tramontata. Viviamo nell'era della conoscenza, scientifica e non possiamo più accettare idee non conformi alla ragione ed al buon senso !


Pensiamo forse che i metodi scientifici non si potrebbero applicare alla comprensione di problemi lasciati finora completamente alla religione?


La Società Teosofica e la Società per le Ricerche Psichiche li hanno proprio utilizzati in questo senso ed io intendo appunto esporvi i risultati di tali investigazioni condotte con spirito scientifico.


Noi siamo “Spiriti”, ma viviamo in un mondo materiale, un mondo che ci è noto solo in parte, poiché ne percepiamo appena quel poco che ce ne viene trasmesso dai nostri limitati “cinque sensi fisici”, molto imperfetti !!!


Possiamo vedere i corpi solidi; vediamo generalmente i liquidi, se non sono perfettamente limpidi, ma i gas ci sono, nella maggior parte dei casi, invisibili.





LE RICERCHE DEGLI SCIENZIATI DIMOSTRANO CHE.....



Risultati immagini per ricerche scientifiche sulla morte



Le ricerche degli scienziati dimostrano che esistono altre specie di materia molto più tenui dei gas, più rarefatto, che non si possono percepire nè osservare con i sensi ed i mezzi fisici.


Tuttavia si può venire in contatto con queste diverse specie di materia più tenui e si possono investigare per mezzo del corpo spirituale di cui ho parlato poc'anzi, il quale ha sensi suoi propri, come li ha il corpo fisico


La maggior parte degli uomini non ha ancora imparato a farne uso, ma si tratta di facoltà che è possibile acquisire. Tanto è vero che alcuni le hanno sviluppate e riescono, grazie ad esse, a vedere molte cose celate alla vista ordinaria.


Essi hanno così constatato che questo mondo è molto più meraviglioso di quanto abbiano mai supposto gli uomini, i quali, pur avendo vissuto in esso per migliaia di anni, sono rimasti per la maggior parte completamente ignoranti della parte più alta e più bella della vita.



Le ricerche fatte in questo campo hanno già dato risultati sorprendenti e dischiudono orizzonti sconfinati e meravigliosi.



Ma ora noi vogliamo occuparci solo di quella parte che riguarda la vita post-mortem e le condizioni di coloro che vi si trovano.



La prima cosa che si impara studiando i mondi superfisici, è che la morte non è la fine della vita, come abbiamo sempre supposto, ma soltanto il passaggio da uno stadio di vita ad un altro.



Come ho già detto, la morte non è che il deporre un cappotto: dopo di essa l'uomo si trova nel suo corpo spirituale. Ma benché, per la sua sottigliezza, S. Paolo lo abbia chiamato spirituale, esso è un corpo e quindi come tale è materiale.



Tuttavia esso è composto da una materia molto più sottile di ogni materia a noi nota fino ad ora, più sottile (o per meglio intenderci potremmo dire meno densa) del più fine gas conosciuto in natura. (Con le nostre attuali conoscenze sui campi elettromagnetici e le onde degli stessi possiamo avvicinarci a comprendere di che materia è fatto questo corpo spirituale di cui si sta parlando.



Il corpo fisico serve all'uomo come mezzo di comunicazione con il mondo fisico; senza questo strumento infatti egli non potrebbe né ricevere né trasmettere alcuna impressione in tale mondo. Il corpo spirituale serve precisamente allo stesso scopo nel mondo spirituale; esso è cioè l'intermediario per mezzo dei quale lo spirito dell'uomo comunica con il mondo superiore, con il mondo spirituale.



Ma questo mondo spirituale non è qualcosa di nebuloso, di lontano ed irraggiungibile. È’ semplicemente una parte più elevata del mondo che abitiamo ora.


Esistono bensì altri mondi assai più alti ancora e più remoti, ma ciò che comunemente si chiama “morte” non ha nulla a che fare con essi: la morte è soltanto il passaggio da uno stato, o condizione di vita, ad un altro.



Si può obiettare che l'uomo in questo cambiamento diventi invisibile, ma in realtà l'uomo è sempre stato invisibile. Quello che di lui si vedeva prima della morte non era che il corpo da lui abitato, una sorta di vestito indossato dal vero uomo in esso celato. Dopo la morte egli “abita” in un corpo più sottile che trascende la vista ordinaria (essendo uno dei sensi essenzialmente fisici), ma che non è fuori dalla nostra portata.



Immagine correlata



Insomma, per quello che si può capire come esempio, significa che noi siamo solo “affittuari” di questo corpo che abbiamo sul pianeta Terra e non proprietari, infatti, la “la locazione in affitto” è costituita da polvere materiale: "Ricordati che sei polvere, e in polvere tornerai" quindi si restituisce alla terra la sua proprietà.....Date a Cesare quello che è di Cesare e a Dio quello che è di Dio !



Ma il bello è che noi, una casa di proprietà per fortuna l'abbiamo e torneremo ad abitarla dopo il breve periodo da affittuari ...... Siccome non siamo su questo pianeta per caso e neanche per vacanza, ma per imparare attraverso eperienze di lezioni di vita , proprio al fine di evolvere la nostra coscienza, la lunghezza del contratto d'affitto varia da caso a caso e si baserà sul tempo necessario per svolgerle e portarle a termine..... Ecco perchè ad alcuni basterà un affitto di qualche mese, per altri 30 /40/50 anni, oppure 90/ o 100 anni e così via... di certo non si nasce a caso e non si muore a caso ! E lo capiremo solo strada facendo....



Dopo avere compiuto la missione... restituito le chiavi della casa al leggittimo proprietario, cioè il pianeta Terra e dopo quella che noi erroneamente chiamiamo “morte”, torneremo ad abitare in quella di nostra proprietà: quella spirituale, purtroppo non visibile alle diottrie del corpo umano “materiale” ma che già percepiamo in alcune occasioni, come ad esempio in quelle che chiamiamo “sogno” o nei casi di esperienze “non normali” quindi definite: “ paranormali o extrasensoriali


A questo punto, dopo aver appreso quanto poco conti un corpo svuotato da ciò che l'animava devo dirvi che la “donazione d'organi” mi è sembrato un gesto intelligente e logico, oltre che umanitario.



Si, ho considerato che dato che dobbiamo restituire alla Terra la sua cenere..... salviamo almeno il salvabile per evitare sofferenze inutili a chi ha bisogno di un pezzo di ricambio !..... D'altraparte le facciamo già da vivi le donazioni d'organo....



E quando il nostro corpo avrà finito il suo ciclo di vita, perchè seppellirlo o bruciarlo se qualche parte può ancora servire a lenire sofferenze e ridare una vita decente a chi ha un corpo ancora in affitto?


Tanto a noi non serviranno più, altri e più speciali, saranno i nostri organi vitali dello Spirito.



Mi pare che in passato vi proposi una specie di quiz... per farvi constatare la presenza del nostro corpo spirituale, ma in Youtube ci sono anche filmati di casi dove a causa di morte apparente, quello spirituale ha preso la direzione della nostra coscienza e ci ha mostrato la vera realtà che ci circonda. Se riesco a trovarlo ve lo ripropongo.





È necessario rinunciare alla credenza a cui siamo stati abituati seconda la quale la morte è un avvenimento straordinario, miracoloso; che quando l'anima lascia il corpo, essa in qualche modo svanisca in un cielo oltre le stelle...... Certo i processi di Natura sono meravigliosi e spesso per noi incomprensibili, ma essi non vanno mai contro la ragione e contro il buon senso.



Come il fatto di deporre il proprio cappotto o vestito non implica il trasferimento della persona in un altro luogo, così il deporre il corpo fisico non implica il trapasso dell'uomo in un'altra regione: è vero che gli altri uomini incarnati, ancora dotati cioè di un corpo fisico, non lo vedono più, ma questo è dovuto solo all'insufficiente visione nei mondi superfisici.


È noto che i nostri occhi percepiscono solo pochissime delle vibrazioni esistenti in Natura e che quindi noi vediamo solamente quelle sostanze che riflettono tali particolari vibrazioni. La vista del corpo spirituale è in grado di rispondere anch'essa a vibrazioni, ma a vibrazioni di un genere dei tutto differente e proprie di una materia più sottile...



Termino qui questa terza parte per preparare quella ancora più approfondita, quella delle nuove scoperte scientifiche a riguardo.


Un cordiale saluto a chi mi legge


TittiMendoza Oggetto:   22 Apr, 2019 - 18:46  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 5941
Attività utente
Attività utente



SECONDA PARTE

Risultati immagini per Hypnos, , e Thanatos,


I miti greci parlano del dio Hypnos, quello del sonno, e di Thanatos, il dio della morte. Per capire meglio che cos’è il sonno dovremmo studiare anche il fratello grande: "la morte."

Quando muore una persona l’anima l’abbandona il corpo. Ma questo sembra che lo faccia anche quando dormiamo. Infatti, ogni sera noi ci prepariamo a lasciare il corpo compiendo rituali. Ci laviamo, indossiamo un pigiama o una camicia da notte, in alcuni casi beviamo una tisana per poi andare a posare il corpo sul letto.

Facciamo in modo che sia in una posizione comoda, poi spegniamo la luce e chiudiamo gli occhi, in attesa di lasciarci andare nel viaggio dell'inconscio, dove un altra vita ci aspetta: quella che noi chiamiamo”mondo dei sogni” .

Il corpo è totalmente rilassato e si affloscia, solamente il torace si alza e scende quando respiriamo al fine di fornire ossigeno e mantenerci in vita.

In questa posizione, un corpo profondamente addormentato assomiglia più a uno che è morto..... Bene, è proprio quello che accade al momento della morte. Morendo “lasciamo” il corpo definitivamente, mentre da vivi però, dopo aver dormito lo “torniamo” ad “animare” , cioè: ridiamo l'anima alla nostra parte materiale: al corpo .

Noi dormiamo in periodi ciclici di circa novanta minuti: una trentina di minuti ci vogliono per arrivare al sogno profondo e dopo un'oretta, ci troviamo in un sonno leggero, dopo iniziamo un nuovo “ciclo” con un periodo di sonno profondo.

Chi fa una siesta e si sveglia all'improvviso sa come si sente il corpo prima che si svegli totalmente, rimane cioè per un periodo, tra il mondo del sogno e quello della realtà.

Diciamo che ci si sveglia bene quando un “ciclo” è finito, completato. Normalmente siamo in sintonia con i nostri “cicli” e ci alziamo al momento giusto.

Sapete perchè si dice che: “la notte porta consigli ?“

Ci sono tante possibilità: dicono addirittura che dormendo il tuo corpo può anche acquisire idee per guarire da una malattia, si sviluppano nuove idee per un progetto. Si ricevono ispirazioni per agire nel modo giusto, insomma: non saresti il primo che la mattina si sveglia con in testa l'idea perfetta su come risolvere un problema. A mente fresca.... tutto è molto più chiato.....

Ad esempio: se provaste a mettere sul comodino un libro di appunti per farlo diventare il vostro: : “libro dei sogni” di certo aiuterà a ricordarvi alcune parti più vivide del sogno da dove magari trarre splendide idee da mettere in atto.

Ed è questo il magico ponte che piano piano potrebbe portarvi a capire una altra parte di voi stessi perchè a parte i sogni, gli incubi, ve ne sono anche altri che svelano soluzioni e idee meravigliose.

Durante un sogno è possibile “incontrare” persone che non vivono più, quelle che con il grande fratello “la morte “ sono già andati via, o ci ricordiamo di persone che non abbiamo visto per un lungo periodo.

A proposito di persone che sono ormai nell'altra dimensione, voglio svelarvi qualcosa. Come si fa a sapere se il sogno è veritiero o di fantasia? Se veramente avete avuto un contatto con la persona amata, la vedrete bella, in salute, sorridente e giovane, in caso contrario, malato a letto, invecchiato ecc... allora sono ancora i “ricordi” che avete di lui o di lei, prima di morire, quando la sua anima era imprigionata nel corpo.

Del mondo nel quale ci immergiamo di notte spesso, non siamo in grado di parlarne, perchè sono confusi, sfuggenti, però ci sentiamo pieni di immagini ed emozioni.

Può essere che siamo più attivi di notte che durante il giorno; di Albert Einstein si dice che abbia dormito fino a 14 ore senza alzarsi....

In questo caso il famoso proverbio: "Chi dorme non piglia pesci..." perde la sua validità.....

Quindi: non sottovalutiamo il sonno e tutte le offerte che ti fa Hypnos, il dio della notte.

“Il sonno è il cordone ombelicale che ti collega con l’universo”. (Christian Friedrich Hebbel, 1813-63)


Risultati immagini per scrivere i propri sogni

Allora, stabilito il fatto che durante il sonno il nostro corpo va in standby.....proprio come i nostri cellulari scarichi che dobbiamo inserirli ad una presa di “energia” elettrica , per ricaricarsi, così è il nostro corpo, formato solo di materia, ha bisogno di ricaricarsi nel Mondo che produce solo energia....



Nella prossima parte avanzeremo ancora di un altro passo nel soggetto trattato, per definire cosa è la “Morte”

Cordiali saluti a chi mi legge
TittiMendoza Oggetto:   17 Apr, 2019 - 12:21  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 5941
Attività utente
Attività utente

Faccio una pausa sul soggetto trattato, per dare la precedenza a una notizia importante:

Incendio di Notre Dame era nelle profezia di Nostradamus !



Sembra infatti che negli scritti del noto chiaroveggente, si ritrovino una serie di riferimenti agli avvenimenti che hanno colpito la capitale francese lo scorso 15 aprile, con tanto di avvertimenti riguardo al futuro.



Mentre le fiamme avvolgevano la guglia della cattedrale di Parigi, infatti, sul web l’astrologa britannica Jessica Adams ha subito diffuso una quartina di Nostradamus che sembra calzare perfettamente con l'evento.
“La testa di Ariete, Giove e Saturno \ Dio eterno, quali cambiamenti ci aspettano? \ Dopo un lungo secolo, il male ritornerà \ Francia e Italia, quali emozioni subirete?”.

In pratica, i riferimenti astrologici ad Ariete, Giove e Saturno indicherebbero appunto la data del 15 aprile e addirittura l’orario delle 17.50.



Le "emozioni" alle quali farebbe riferimento la profezia, sono inoltre rivolte a due grandi paesi cattolici, religione della quale Notre Dame è ovviamente simbolo.

Parigi è stata più volte al centro delle drammatiche profezie di Nostradamus, che in un’altra quartina fa riferimento al fatto che la “nuova grande guerra” comincerà proprio dalla Francia, per poi estendersi a tutta Europa.



Chissà se la sua è stata davvero una profezia oppure se quella dell’astrologa britannica è stata solamente una speculazione. Quel che è certo è che la Francia e tutta l’Europa stanno vivendo insieme un momento veramente drammatico, colpite al cuore da una ferita che lacera il petto così come le fiamme di Notre Dame hanno squarciato il cielo di Parigi e credo anche l'anima di tutti.
Taita Oggetto: TAITA E...LaTitti Funerea  12 Apr, 2019 - 15:53  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 2343
Attività utente
Attività utente

Citrosodina.... Vai nel mio spazio... Ho commentato il tuo Post sulla Morte

Nuova discussione   Rispondi Vai a pagina       
2
      ...             
ANZIANI.IT
Via del Poggio Laurentino 2
00144 Roma (RM)
P.Iva: 05121921000
DATA PROTECTION OFFICER

E' possibile contattare in qualsiasi momento questa email dpo@final.it per richiedere l'anonimizzazione o rimozione completa dei propri dati dalla piattaforma secondo la General Data Protection Regulation (GDPR).

INFORMAZIONI LEGALI