Vai a pagina  
1
          ...             
  I Forum di Anziani.it  Parliamo di  Argomenti interessanti
Nuova discussione   Rispondi
TittiMendoza Oggetto:   04 Nov, 2017 - 19:29  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 5639
Attività utente
Attività utente

SIGNORE E SIGNORI

Dopo aver fatto una breve ricerca su chi, cadiamo tra le sue braccia...... (puntualmente ogni notte), quindi, lasciate che vi presenti Lui :


“MORFEO”



......e la saga dei suoi parenti......


Morfeo (Morpheus), è il figlio di “Ipno” e “Notte” ( fra l’altro madam Notte, era la madre stessa di “Ipno” (quindi Morfeo è nato da un incesto !!!!)…ma andiamo oltre per saperne di più in merito e approfondire i pettegolezzi.....

Si, perche “Ipno”, a sua volta, in quanto figlio della “Notte” e di “Erebo”, dio delle tenebre, è il dio del sonno, che unendosi con la madre (ari-incesto!) genera a sua volta 3 figli: Morfeo, Fobetore e Fantaso....

Questi 3 fratelli sono chiamati più comunemente gli: “Oneiroi”, in quanto regolano i sogni dei mortali e ne sono essi stessi la personificazione (cioè, prendono la forma del sogno che inducono).

Però, il più potente degli Oneiroi è proprio Morfeo, il “modellatore”, colui che fa prendere forma al sogno.






Egli permette la manifestazione di esseri umani all’interno dei sogni. Si dice che fosse circondato da folletti che creavano l’immaginazione. Secondo la mitologia, Morfeo sfiorava le palpebre dei sognatori con un mazzo di papaveri per assumere la forma della persona sognata. Il nome della droga “morfina” deriva appunto da Morfeo, in virtù della sua capacità di indurre sogni.

Poi c’è Fobetore ( Phobetor ), lo “spaventoso”. Egli è la personificazione degli incubi, poiché compare nei sogni sotto forma di esseri aberranti, come bestie o mostri. Infine il 3° degli Oneiroi è Fantaso ( Phantasos).

Questa divinità è associata ad un ruolo marginale, in quanto è responsabile della presenza di tutti gli oggetti inanimati che appaiono nei sogni, ma proprio questo dono fa di lui la divinità più presente nell’attività onirica di ogni mortale.
Il termine “fantasia” deriva proprio da questo dio greco che permetteva agli uomini di far apparire con la mente ogni sorta di forma o oggetto.

Mentre l’augurio di passare una dolce notte fra le braccia di Morfeo vuol dire augurare a qualcuno di non fare incubi e di sognare senza altre scomode intrusioni... Quindi possiamo fidarci !






Se prima di addormentarvi sentite un tocco delicato che vi sfiora le palpebre, niente paura.... Infatti, esso è il dio che provoca i sogni, sfiorando proprio un mazzo di papaveri sulle palpebre di chi dorme, e possiede grandi e possenti ali che lo porteranno rapidamente da una parte all'altra della terra e
spesso è anche accompagnato da una cerchia di folletti che rappresentano le illusioni.

Il suo nome deriva da una parola greca morphe che significa "forma", infatti era solito assumere la forma degli esseri umani per mostrarsi agli uomini addormentati durante i loro sogni.
L'idea di una divinità dei sogni è tarda e viene generalmente attribuita ad Ovidio, che diede un nome ai tre figli di Ipno: Morfeo, Fobetore, Fantaso.
Però, mentre Morfeo inviava i sogni popolati da forme umane, gli altri due rispettivamente quelli con animali e oggetti inanimati.
Tutt'ora si usa la frase: "essere tra le braccia di Morfeo" ad indicare il dormire tranquilli !
Però nessumo sapeva che, (per i più fortunati... ) la sua collaborazione si estende anche al pomeriggio e lo fa al fine di allungare la nostra memoria, grazie a quello che volgarmente è chiamato “Pisolino”....


Infatti, schiacciare un pisolino allunga la memoria di ben 5 volte





Un sonnellino pomeridiano, anche breve, allunga la memoria di ben 5 volte.


È il risultato di uno studio condotto dalla Saarland University, in Germania, che dimostra che un breve sonno da 45 minuti è sufficiente per aiutare a conservare meglio le informazioni e facilitare il loro richiamo alla memoria.

Lo studio è stato effettuato chiedendo a un gruppo di volontari di imparare 90 parole singole e 120 coppie di parole tra di loro non connesse. Parte del campione ha poi guardato un video mentre un’altra parte ha dormito. Ne è emerso che le prestazioni mnemoniche di chi aveva schiacciato un pisolino erano senza dubbio migliori, e i soggetti esaminati non avevano perduto le informazioni memorizzate.

“Anche un sonno breve durata, dai 45 ai 60 minuti, causa un miglioramento di ben cinque volte nel recupero delle informazioni dalla memoria”, spiega Axel Mecklinger, l’autore principale dello studio. Una scoperta che potrebbe significare la gioia di chi a scuola dormiva sui banchi.......

Già, perché gli scienziati concludono proprio che “un breve pisolino in ufficio o a scuola sia sufficiente a migliorare in modo significativo il successo dell'apprendimento.
Non per niente hanno adottato questo metodo anche sui posti di lavoro, non ricordo bene se in Cina o in Giappone.....
Dovremmo pensare seriamente agli effetti positivi del sonno". Chissà, quindi, che nei prossimi anni, gli studenti non debbano inserire nelle loro cartelle anche un cuscino gonfiabile.......
















TittiMendoza Oggetto:   29 Ott, 2017 - 11:51  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 5639
Attività utente
Attività utente

LE NUOVE FRONTIERE DELLA MEDICINA MODERNA :




Ossigeno Ozono Terapia


Ve ne parlo perchè sto usando questa terapia con risultati sorprendenti e senza effetti collaterali.
Vorrei condividere questa importante informazione perchè finalmente, dopo molti anni.....( dal 1926 grazie a Nikola Tesla), questo trattamento è stato ora preso in seria considerazione e praticata.
Naturalmente, a causa di tutti gl'interessi finanziari, a cominciare da quelle delle case farmaceutiche, è stata volutamente oscurata.
Ora invece, se ne sta capendo finalmente l'indispensabile utilità, oltre che per fini terapeutici sicuri, anche per quelli che incidono pesantemente sui costi sanitari, sociali e lavorativi della società.


MA CHE COSA È L'OSSIGENO OZONO TERAPIA ?







L’ozonoterapia (Ozone therapy) è una terapia con ozono e ossigeno (ozono medicale) che produce una serie di benefici in grado di contrastare una vasta gamma di patologie (ernia del disco, acne, flebiti, fibromialgia, infezioni, emorroidi, artrosi, cellulite, ulcere, ustioni, osteoporosi, ecc). Questo trattamento, in effetti, consente, grazie alle proprietà dell’ozono in associazione con quelle dell’ossigeno, di migliorare in maniera significativa i sistemi di difesa dell’organismo contro l’azione dei radicali liberi, principali responsabili dell’invecchiamento cellulare e dell’ossidazione dei tessuti.
La miscela di ozono medicale, infatti, favorisce la circolazione del plasma in tutti i tessuti e il conseguente rilascio dell’ossigeno; questa circostanza consente di ottenere tutta una serie di benefici: dall’effetto analgesico a quello antinfiammatorio, dall’effetto battericida a quello immunomodulante (ovvero la capacità di rafforzare la risposta immunitaria dell’organismo).


Da quali specialisti può essere praticata



L'ozonoterapia è un atto medico. Sono diversi gli specialisti che effettuano l’ozonoterapia, in quanto questa cura può essere di giovamento a diverse patologie; ne consegue che tale metodica è attuata dalle seguenti figure professionali:
1. medico estetico
2. neurochirurgo
3. ortopedico
4. radiologo
5. reumatologo
6. fisiatra
7. medico riabilitativo
8. geriatra
9. gerontologo

Però, più che i miei modesti consigli, vi prego di cominciare ad informarvi dal vostro medico di fiducia e di ricercare più informazioni mirate ai vostri problemi di salute.
Nel frattempo vi consiglio di consultare questo link ed il filmato che ho allegato.


Cordiali saluti a chi mi leggeTitti








ATTENZIONE !



nel postare il video: "Medicina Amica"

se ne sono aggiunti altri che io non ho scelto e postato e quindi, non ne conosco il contenuto. Non sono riuscita a cancellare il tutto, allora, come dicevo, ci tenevo a far conoscere soltanto quello di: Medicina Amica che consiglio di mettere dall'inizio la freccetta....







/https://youtu.be/
TittiMendoza Oggetto:   14 Ott, 2017 - 11:57  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 5639
Attività utente
Attività utente

ALLA RICERCA DELLA COSCIENZA

Ma cos'è la Coscienza ?



Ogni giorno purtroppo, siamo costretti ad assistere a spettacoli disgustosi ed inconcepibili. Le brutture e le ingiustizie sono commesse indistintamente da persone insospettabili, da istituzioni, anche religiose, in politica e dalla stessa così detta “Giustizia” e allora, viene spontaneo chiedersi:
"ma i promotori di tali barbarie e abusi, hanno o no, una coscienza ? Ma poi, cos'è la Coscienza ?"
Tempo fa, ne parlai in uno dei miei Blog e ricordo d'aver detto in proposito
che: cercare la Coscienza tra gli uomini è come cercare l'ago in un pagliaio eppure, che ci crediate o no, c'è !!! è una piccola voce della coscienza, ma c'è….






Si usa sempre parlare di Coscienza, anche in modo retorico e a sproposito,
come ad esempio: "è incosciente o coscienzioso" oppure: " avere un rimorso di coscienza" o in modo dispregiativo "essere senza coscienza" oppure " fare l'esame dicoscienza", "formarsi una coscienza", e così via.

Il dizionario poi, definisce la
parola Coscienza, in modo sbrigativo:
"Coscienza" : è il sentimento che l’individuo ha di se stesso, delle proprie
sensazioni, dei pensieri ".

Propio come asserisce anche Charlie Chaplin nel seguente aforisma.






Ma altri studiosi affermano invece che l'individuo evolve unicamente per le

spinte che riceve dal mondo esterno e le vive attraverso le sue opinioni
poi, in base a queste trae le sue personali conclusioni.
Quindi, stando a questo, la coscienza può essere insufficiente , cioè non
ancora completamente costituita, ma mai assente.

Allora, questo fa intendere che le persone che abbiamo sempre giudicato "senza coscienza",crudeli, criminali, hanno invece e purtroppo, solo una coscienza
insufficiente quindi: le loro emozioni, le motivazioni, hanno solo un “sentire in senso lato".






È vero, talvolta si agisce, non perché influenzati dalla propria mente, ma dall’ambiente in cui si cresce, dalle amicizie, da un'educazione familiare, sociale e religiosa ereditata sin dall'infanzia.
La cosa terribile è che non ci si accorge neanche di aver aver fatto una certa cosa errata, si arriva a farla senza che si abbia la consapevolezza, senza che intervenga un ragionamento.
Si agisce di getto ed è soltanto dopo, semmai, che si diventa consapevoli
di quel che si è fatto. È così che nasce il bisogno di fare il ben
noto… "esame di coscienza” che altro non è se non esaminare la propria
condotta morale.







Quindi, si tratta di esaminare le azioni commesse ed essere in grado di
riconoscere onestamente i propri difetti, ma andare anche oltre
Penetrando la radice fino a scoprire le cause che ci hanno indotto ad agire
in quel dato modo.
Allora, sarà solo scoprendo le cause e superando i vergognosi difetti contro la morale che impareremo a liberarci dalle limitazioni che condizionano la nostra
esistenza, a favore della formazione di una sana:



“Evoluzione della Coscienza”.





Cordiali saluti a chi mi legge Titti
TittiMendoza Oggetto:   10 Ott, 2017 - 17:05  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 5639
Attività utente
Attività utente

SEI UN ANIMALE !!!!






Spesso, quando a causa di deplorevoli modi d'agire si dà dell'animale a qualcuno, si commette una grave ingiustizia, perchè è una imperdonabile offesa verso gli animali !

Ormai non esiste un aggettivo che possa essere attribuito a tali esseri, che di umano non hanno neanche una cellula.... Sono involucri dalle sembianze umane, abitati solo da un animo diabolico pieno d'istinti violenti.

Noi che pretendiamo d'insegnare ai nostri cari animali, un corretto comportamento,forse dovremmo invece prendere esempio dalle loro infinite virtù nell'essere capaci di saper essere in armonia con la natura con la gente, e con i propri simili.

Questo filmato ne è l'esempio:

"dove c'è amore e tolleranza, trionfa la pace !"

(però divertitevi a guardare anche gli altri filmati della serie...

















TittiMendoza Oggetto:   03 Ott, 2017 - 19:52  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 5639
Attività utente
Attività utente

IL SEGNO ZODIACALE PIÙ BUGIARDO !





Il noto astrologo Fox, intelligentemente, anticipa sempre nelle sue previsioni lo slogan: “non credete, ma verificate !” . A tal proposito vi propongo questo interessante e stuzzicante argomento.

Certo ci eviteremmo tante disillusioni se sapessimo di quale segno zodiacale poterci fidare. Chi ha pubblicato sul Web questa ricerca, aggiunge onestamente che se l’Astrologia rispondesse ad una domanda del genere, senza operare distinguo, sarebbe o un inganno clamoroso, o una disciplina pericolosissima nell’ingabbiare le persone nelle caratteristiche del loro segno.
Continua affermando:
“Sorrido quando me lo chiedono perché penso che la verità è più sofisticata di così, ovvero di dire che lo Scorpione è il più mentitore e l’Ariete il più diretto.
Cominciamo col dire che più ancora che il segno di una persona la propensione a mentire è evidenziata dal suo Mercurio, ovvero dal pianeta che nel tema presiede alle funzioni comunicative, e, a mio parere, anche dal suo Marte, ovvero dal pianeta che ci spiega come la persona tende a muoversi nel mondo per ottenere ciò che vuole. Anche l’ascendente ha un suo effetto. Certamente, quindi, incrociare le informazioni che abbiamo sul segno di una persona, con quelle che abbiamo sul suo ascendente, su Mercurio ed il suo Marte ci fornisce una importante base di partenza per capire la propensione alla menzogna della persona che esaminiamo.
Ma partiamo dai segni per avere una prima indicazione sulla tendenza a mentire potreste valutare in quali segni si collocano gli elementi rilevanti del tema di cui parlavo più sopra (Sole, Ascendente, Mercurio e Marte).

Vediamo qui di seguito, i primi 6 segni e poi passeremo ai successivi.
Detto ciò, credo che prese in considerazione le premesse dell'autore dell'articolo, possiamo ora divertirci a scoprire, di quale segno zodiacale poterci fidare maggiormente ....

Buon divertimento e cordiali saluti a chi mi legge Titti



IL SEGNO PIÙ BUGIARDO




(primo gruppo)


-Ariete:
è considerato fra i segni meno inclini alla menzogna. La ragione? E’ un segno diretto che non teme, generalmente, il confronto. Quindi, salvo tempi personali particolari, (con forti influenze Plutoniche ad esempio, ma ve ne parlo nella newsletter), chi ha molti pianeti (o ascendente) in questo segno non sente il bisogno di alterare la realtà perché è pronto a sostenere la propria visione e le proprie scelte. Può mentire se la bugia serve a difendere o proteggere qualcuno, ma tendenzialmente fa fatica a ricordarsene e per la fretta di parlare rischia di scoprirsi. In sostanza: la menzogna richiede all’Ariete più energia di quanto non gli costi guardare in faccia l’altro e dire “Si, è così, e allora?”. E questo l’Ariete lo sa, pertanto, ha meno voglia di mentire. Anzii, tutto sommato lo scontro a viso aperto lo diverte e quindi: perché mentire? Attenzione però agli Ariete degli anni 70 che hanno qualche elemento di complessità in più. Perchè? Lo spiegherò nella newsletter. Livello di Pinocchiaggine: 1 su 5

-Toro:
anche questo segno non ha particolare tendenza a mentire. Non desidera complicarsi la vita, non ama elaborare piani complessi ed ha un gusto pragmatico per le cose. Se serve fare fatica non ha paura di farlo con pazienza e dedizione e pertanto non ha particolare necessità di trovare scorciatoie mentendo. Per questo, potrà ricorrere ad alterazioni della realtà essenzialmente per pigrizia mentale, ovvero per rallentare dei cambiamenti che non desidera affrontare, ma tendenzialmente è un segno affidabile. Ciò che un Toro dice, tendenzialmente lo fa. Livello di Pinocchiaggine: 2 su 5

-Gemelli:
è considerato il segno bugiardo per eccellenza, ma come spiegavo nel post sul segno io non condivido questa visione. I Gemelli sanno vedere la superficie multisfaccettata delle situazioni e, pertanto, sanno perfettamente che la verità non è monolitica, che non sempre è facile tirare un riga fra il vero ed il falso, e fra giusto e sbagliato. Per questo quando parla in modo più disinvolto il Gemelli non ha intenzione di mentire…semplicemente sa che la verità è in costante movimento. Il Gemelli è il signore delle aree grigie, anche perché sa che il tempo modifica ogni cosa e quindi il suo motto in questo campo potrebbe essere la frase cantata dalla Mannoia “E se diciamo una bugia, è una mancata verità che prima o poi si avvererà”...... Comunque sia, se - in questo gioco - devo dare un voto, ovviamente si collocherà fra i più inclini alla bugia (e ricordo che no parlo delle persone gemelli, ma di chi ha molti valori gemelli nel tema e pochi aspetti “correttivi” che spiegherò in altra sede). Livello di Pinocchiaggine: 4 su 5.

-Cancro:

questo segno è un bel mistero, nel senso che non è necessariamente mentitore, ma vive le situazioni in modo profondamente emotivo e, quindi, le ricorda e le racconta “falsate” da quella che è stata la sua esperienza personale. La realtà del Cancro può essere molto diversa da come la vedono gli altri. Mia madre cancro ascendente cancro, quando ero ragazzina diceva spesso “Sei uscita alle 4 e sei tornata alle 8: sei sempre fuori!” . In realtà, ero uscita alle cinque, una volta finiti i compiti ed ero ritornata alle sette e mezza, in tempo per la cena…ma, nella sua esperienza personale, ero stata fuori tutto il pomeriggio. (Capite che dramma per una Ariete?). Semmai potremmo dire che il Cancro è più incline alla manipolazione che alla menzogna in senso stretto: per tranquillizzarsi e sentirsi al sicuro cerca di avere il controllo sui comportamenti degli altri e per ottenere questo controllo tende a fere piccole o grandi manipolazioni, a volte senza nemmeno rendersene totalmente conto, anche modificando i contorni degli eventi narrati. In questi due sensi possiamo dire che il Cancro è un po’ incline a rappresentare la realtà in modo personale. Livello di Pinocchiaggine: 3,5 su 5

-Leone:
non è un segno bugiardo, semmai tende ad “abbellire” o “ingigantire” la realtà. Il tipo di bugia a cui è più incline, più che diretta a colpire gli altri, è quella volta a dargli lustro, ma spesso nella sua mente quelle che per altri sono “alterazioni” per lui non sono che oggettive realtà. Ingrandisce le sue fatiche, i suoi successi, le sfide che ha dovuto affrontare, i commenti che gli altri hanno fatto su di lui. Ma non è un mentitore di professione: come tutti i segni di fuoco è troppo impulsivo per pianificare piani elaborati di manipolazione. Diverso è il caso dei Leoni fortemente narcisisti: questi soggetti si che tendono a mentire (e ricordo che non parlo necessariamente del segno in se ma di chi abbia numerosi elementi nel tema in questo segno): lo fanno per creare una realtà che sia coerente con le loro visioni grandiose, oppure per far si che gli altri si mettano al loro servizio e offrano loro ciò che desiderano. Ma stiamo parlando di casi patologici di personalità fortemente Leonine (o - per i più esperti di voi) con quinte case molto piene.
Livello di Pinocchiaggine: 2,5 su 5. Per i leonini narcisisti: 5 su 5.

-Bilancia:
non potrei definire la Bilancia bugiarda, semmai indecisa o timorosa di dar vita a conflitti interpersonali. Quando dovesse mentire lo farebbe essenzialmente per due ragioni: per non dispiacere qualcuno o per rimandare il più possibile una presa di posizione chiara su qualcosa su cui non riesce a decidersi. E’ raro che una Bilancia menta per ottenere qualcosa per se a discapito degli altri. La Bilancia fa fatica a dire a muso duro qualcosa di spiacevole ed allora è più probabile che scivoli in una “bugia sociale” volta a mantenere il quieto vivere piuttosto che far fronte ad un potenziale scontro. Qualche Ariete o qualche Capricorno definirebbe questo “ipocrisia”, ma in realtà è più corretto definirlo un forte desiderio - a volte compulsivo - di mantenere una situazione di equilibrio attorno a se ed evitare conflitti. Anche in questo caso, occhio però alle Bilance degli anni 70, per ragioni che vi spiegherò nella newsletter. Livello di Pinocchiaggine: 3 su 5.
L'autore di questo articolo dice:
Ooops...ho saltato la Vergine...vorrà dire che creerà un po' di suspense, Mon Dieu, fino a quando pubblicherò il nuovo post: continueremo, allora fra qualche giorno, con i restanti 6 segni,inclusa la Vergine! e intanto, se è vero...condividete, studiate l'astrologia ! )


IL SEGNO PIÙ BUGIARDO





( secondo gruppo)

“Di quale segno mi posso fidare?”

“Chi mente di più, nello Zodiaco?”


Andiamo avanti e aggiungiamo alcuni altri elementi e le informazioni relative agli ultimi 6 segni dello Zodiaco.
Prima di addentrarci negli ultimi 6 segni però vi ricordo quanto dicevo, ovvero quando parliamo delle caratteristiche di un segno non parliamo delle persone di quel segno . Le persone non sono definite semplicemente dal loro segno, ma dal loro tema natale, ovvero dall'insieme delle energie e caratteristiche espresse dai segni ed aspetti dei diversi pianeti. Detto questo, possiamo tornare al nostro "gioco sociale" e, con un sorriso sulle labbra passare in rassegna i seguenti segni.

- Vergine.
Vi avevo tralasciati: chiedo venia e recupero. Questo è uno dei segni meno propensi alla menzogna. La Vergine persegue un obiettivo di "ordine cosmico" che non è compatibile con la bugia disinvolta. Quando mente, lo fa con difficoltà andando contro la propria natura, per motivi ben specifici. Anzi, potremmo dire che a volte la Vergine è fin troppo dura e talebana nel pretendere rigore e chiarezza nei rapporti, rigore che non sempre è compatibile con la fragile natura dell'essere umano, meno perfetta di quanto la Vergine non voglia accettare. Se sorprendete una Vergine mentire vi accorgerete che lo avrà fatto essenzialmente per una sorta di "discrezione" o di adesione ad aspettative sociali esterne. In alternativa la Vergine può mentire per coprire un proprio errore (perchè tollera i propri errori ancora meno di quelli degli altri), ma difficilmente (salvo un tema natale particolare) ricorrerà alla menzogna per ingannare o manipolare.
Livello di Pinocchiaggine: 1 su 5

-Scorpione.

Ooops...mannaggia qui la situazione si fa spinosa. Io vi voglio bene, ma ammettetelo Scorpioni: dire tutto in modo chiaro e trasparente davvero vi viene difficile. Vi sembra di mettervi a nudo davanti agli altri e questo vi fa sentire troppo inermi e privi di controllo. Che sia per una forma di auto-protezione, per un desiderio di influenzare gli altri, per un bisogno di controllare un contesto o per un innata inclinazione a manipolare, l'esperienza del "piegare la realtà" ad una versione più favorevole a voi non vi è certo nuova. Insomma, possiamo dire che lo Scorpione può essere un segno meraviglioso e profondo, e davvero onesto nei suoi sentimenti, nonchè brutalmente diretto a volte, ma certo non si sente particolarmente a disagio nel mentire e soprattutto nell'omettere. Livello di Pinocchiaggine: 5 su 5. Ma ricordate di guardare il tema nel complesso e non solo il segno!

-Sagittario.
In se non è un segno particolarmente mentitore: come tutti i segni di fuoco è troppo immediato e diretto per ordire trame e spendere energie in pianificazioni manipolatorie. Peraltro il suo ottimismo lo spinge a pensare che potrà ottenere ciò che vuole senza necessità di elaborare piani troppo complicati. Inoltre, non avendo una particolare inclinazione a memorizzare i dettagli, quando il Sagittario mente, rischia di dimenticarsi i particolari delle storie che inventa e ...si rovina con le sue mani. Lo sa e, quindi, dopo qualche prima esperienza infantile/adolescenziale, tende ad evitare. Semmai può mentire inconsapevolmente per un eccesso di fiducia in ciò che gli viene raccontato, che poi lui "rivende" senza troppa analisi critica, oppure per un eccesso di faciloneria. Certo, se però avete a che fare con un Sagittario con molti pianeti personali in Scorpione o nato negli anni dal 1995 al 2008 qualche tendenza all'occultamento potrebbe presentarsi con maggior facilità. In generale però questo segno tendenzialmente positivo ed impulsivo non ama particolarmente le bugie. Livello di Pinocchiaggine 2 su 5.

- Capricorno.
No, non è un segno mentitore, almeno che non pensi che il mentire sia previsto dal suo ruolo. Cosa intendo? Che un capo di stato Capricorno può mentire agevolmente se pensa che sia un suo dovere istituzionale, un padre Capricorno può mentire se ritiene che sia necessario per dare una lezione educativa al figlio, una madre capricorno può ricorrere a sotterfugi per proteggere la prole o la famiglia e così via. A volte il Capricorno può mentire perchè sente il bisogno di preservare o esaltare la sua immagine pubblica, ma nel DNA di questo segno la bugia non è contemplata. Il Capricorno non è certo diplomatico e se ha commenti o critiche " non te le manda a dire", ma anzi tende ad essere fin troppo diretto. Insomma: il Capricorno è tendenzialmente corretto nei rapporti ed esplicito nel comunicare i propri pensieri. Ma dipende sempre dal tema.
Livello di Pinocchiaggine: 1,5 su 5.

-Acquario.
Il fine giustifica i mezzi: questo potrebbe essere il motivo per cui un Aquario può ricorrere alla bugia. Se crede fermamente nella "giustezza" di una sua idea è pronto a mentire per portarla avanti. E' un segno invece alieno alla menzogna per convenienza sociale: non sente il bisogno di aderire ad aspettative esterne o coprire suoi comportamenti non del tutto allineati al "comune sentire" e per questo l'ipocrisia raramente fa parte del modo di proporsi di questo segno. L'Acquario però tende ad intellettualizzare: non sente particolare rimorso per le decisioni che prende e se deve mentire troverà velocemente almeno 5 ragioni per cui "è giusto farlo". L'Acquario non è certo un segno manipolatore, ma una certa "disinvoltura" nel piegare la realtà alla propria visione non gli è del tutto aliena. Di fatto, soprattutto se è in gioco un bene superiore l'Acquario pensa che mentendo non fa peccato. Livello di Pinocchiaggine: 3 su 5.

-Pesci.
Il mondo dei pesci va capito: non è che mentano ma semplicemente fanno fatica essi stessi a definire quale sia la verità. La loro visione del mondo è piena di fantasia e spesso il confine fra desiderio e realtà per loro non è così definito: amano credere a ciò che desiderano. I Pesci più che tendere all'inganno, tendono all'auto-inganno, ovvero rischiano di mentire perchè raccontano a se stessi una realtà tutta loro. Ovviamente va valutato il tema nel complesso. Va anche detto che i Pesci tendenzialmente sono adattabili e, quindi , spesso si "modellano" sulle persone o i contesti che li circondano. Se incontrate un pesci in due ambienti diversi potreste non riconoscerlo: potrebbe parlare e comportarsi come se fosse due persone diverse. Ma non è manipolazione è solo grande competenza ad allinearsi all'ambiente circostanze ed ai bisogni altrui. Alcuni Pesci possono forse cadere in una forma inconsapevole di manipolazione degli altri connessa ad atteggiamenti di vittimismo (ma dipende molto dal tema), ma raramente mentono "con cattiveria" e premeditazione. Certo non sono il segno più rigoroso ed affidabile dello Zodiaco. Livello di Pinocchiaggine: 3,5 su 5.













TittiMendoza Oggetto:   21 Set, 2017 - 18:25  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 5639
Attività utente
Attività utente




Scommetto che chi leggerà quanto segue, (anche se la notizia si riferisce a un po' di anni addietro), desidererebbe porre le medesime domande ad un religioso di sua conoscenza, al fine di mettere in luce le contraddizioni delle obsolete convinzioni contenute nei "sacri scritti".


E non è dettp che non lo farete, giusto per il gusto di mettere in imbarazzo qualche ottuso religioso…. Lo scopo rimane quello di scoprire dove risiede la reale volontà divina e dove invece il lavaggio dei cervelli attuato dai rappresentanti delle religioni, stride con la logica della realtà della vita umana.



Buona lettura alle menti aperte......

Saluti Titti



DAI SACRI TESTI


(CHE TANTO SACRI NON SONO!......)



DALLE FREQUENZE DI RADIO MARIA UN NOTO RELIGIOSO DISPENSA ALLE PERSONE CHE TELEFONANO INDICAZIONI E CONSIGLI SPIRITUALI TRATTI DIRETTAMENTE DALLE SCRITTURE.
QUALCHE TEMPO FA, IN UNA DELLE RISPOSTE AGLI ASCOLTATORI, HA AFFERMATO CHE:
" L'OMOSESSUALITA' - COME SI LEGGE NELLA BIBBIA (LEVITICO, 18, 22) - E' UN ABOMINIO E NON PUO' ESSERE TOLLERATA IN ALCUN CASO. UN ASCOLTATORE GLI HA SCRITTO PER CHIEDERE LUMI SU ALCUNI ALTRI PROBLEMI DI VITA VISSUTA......"

Lettera del 16 maggio 2009

"Caro sacerdote, le scrivo per ringraziarla del suo lavoro educativo sulle leggi del Signore. Ho imparato davvero molto dal suo programma, e ho cercato di condividere tale conoscenza con più persone possibile. Adesso, quando qualcuno tenta di difendere lo stile di vita omosessuale, gli ricordo semplicemente che nel Levitico 18:22 si afferma che ciò è un abominio. Fine della discussione.
Però, avrei bisogno di alcun consigli da lei, a riguardo di altre leggi specifiche e come applicarle.






- Vorrei vendere mia figlia come schiava, come prevede Esodo 21:7.
Quale pensa sarebbe un buon prezzo di vendita?

- Quando do fuoco ad un toro sull'altare sacrificale, so dalle scritture che ciò produce un piacevole profumo per il Signore (Levitico 1.9). Il problema è con i miei vicini. Quei blasfemi sostengono che l'odore non è piacevole per loro. Devo forse percuoterli?

- So che posso avere contatti con una donna quando non ha le mestruazioni (Levitico 15:19-24). Il problema è: come faccio a chiederle se ce le ha oppure no? Molte donne s'offendono.

- Levitico 25:44 afferma che potrei possedere degli schiavi, sia maschi che femmine, a patto che essi siano acquistati in nazioni straniere. Un mio amico afferma che questo si può fare con i filippini, ma non con i francesi. Può farmi capire meglio? Perché non posso possedere schiavi francesi?

- Un mio vicino insiste per lavorare di sabato. Esodo 35:2 dice chiaramente che dovrebbe essere messo a morte. Sono moralmente obbligato ad ucciderlo personalmente?

- Un mio amico ha la sensazione che anche se mangiare crostacei è un abominio (Levitico 11:10), lo è meno dell'omosessualità. Non sono d'accordo. Può illuminarci sulla questione?

- Levitico 21:20 afferma che non posso avvicinarmi all' altare di Dio se ho difetti di vista. Devo effettivamente ammettere che uso occhiali per leggere . La mia vista deve per forza essere 10 decimi o c'è qualche scappatoia alla questione?

- Molti dei miei amici maschi usano rasarsi i capelli, compresi quelli vicino alle tempie, anche se questo è espressamente vietato dalla Bibbia (Levitico 19:27). In che modo devono esser messi a morte?

- In Levitico 11:6-8 viene detto che toccare la pelle di maiale morto rende impuri. Per giocare a pallone debbo quindi indossare dei guanti?

- Mio zio possiede una fattoria. E' andato contro Levitico 19:19, poiché ha piantato due diversi tipi di ortaggi nello stesso campo; anche sua moglie ha violato lo stesso passo, perché usa indossare vesti di due tipi diversi di tessuto (cotone/acrilico). Non solo: mio zio bestemmia a tutto andare. È proprio necessario che mi prenda la briga di radunare tutti gli abitanti della città per lapidarlo come prescrivono le scritture? Non potrei, più semplicemente, dargli fuoco mentre dormono, come simpaticamente consiglia Levitico 20:14 per le persone che giacciono con consanguinei?

So che Lei ha studiato approfonditamente questi argomenti, per cui sono sicuro che potrà rispondermi a queste semplici domande.
Nell'occasione, la ringrazio ancora per ricordare a tutti noi che i comandamenti sono eterni e immutabili !....



Sempre suo ammiratore devoto, XXXX "




TittiMendoza Oggetto:   13 Set, 2017 - 19:41  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 5639
Attività utente
Attività utente

PREGARE, PERCHE' ?



Vi siete mai posti le domande:
"Perchè pregare? A cosa serve la preghiera ? Chi veramente l’ascolta ?”




Molti anni fa, postai quest'argomento che trovo sempre attuale. Devo confessare che ancora oggi, con il passar del tempo, non ho trovato risposte ai miei quesiti o perlomeno, le ho trovate in parte, ma rimangono ancora molti dubbi.

Ecco, secondo la mia opinione, il pregare dovrebbe intendersi come un mettersi in contatto con il proprio sé superiore o perlomeno, con quello che è alla radice di ogni essere, cioè :”Dio” al fine di congiungersi a Lui attraverso il nostro vero essere spirituale.
Ma poi mi chiedo: questa figura di Dio, è ancora tanto sfumata, inconcepibile, incomprensibile alla maggior parte dei credenti e non credenti, forse a causa di errati o distorti indottrinamenti oppure, proprio per l'umana incapacità di elaborare qualcosa di astratto e superiore alle proprie capacità cognitive.




Chi è Dio ?

E`un vecchio con la barba lunga, come le iconografie lo dipingono, pronto a giudicarti, punirti e vendicandosi per le disobbedienze e punirti in eterno spedendoti all'Inferno ? Ma allora, chi è invece l'altro Dio, quello che invece veste i panni del Padre clemente e misericordioso giusto, caritatevole che tutto perdona con amore alle sue amate creature ? Da parte di chi lo descrive nelle due versioni è dicotomia? Schizofrenia?.......

Credo fermamente che in ogni forma, l'intenzione della preghiera dovrebbe esulare da qualsiasi motivazione egoistica, dovrebbe essere un rivolgersi ad una “Suprema figura” affinchè siano aiutati gli altri, piuttosto che noi stessi. Per le persone che soffrono in un letto d'ospedale per popoli colpiti dalle guerre, da disastri causati dalla natura e via dicendo, Questa è la preghiera in cui credo, la più bella, quella che non ha richieste egoistiche e personali, ma che riguarda invece l’implorare il bene altrui.

Poi mi chiedo: ma se per ognuno di noi si ipotizza l’esistenza di un destino, di un fine, di un compito da svolgere in questa vita e, se si è coscienti del fatto che dalle esperienze vissute si trarranno in seguito necessari insegnamenti esistenziali, gli stessi preziosi insegnamenti che probabilmente ci eviteranno in futuro il ripetersi di inutili e dolorose sofferenze per errori commessi, perché allora “pregare ?” affinchè ci sia risparmiato usufruire di tale beneficio ?






Di tutt’altra considerazione invece, è il caso di chi “prega” con la spinta altruistica, quella che si prefigge il fine di portare aiuto a chi ne ha bisogno e che magari, è proprio nella fase più acuta dell’esperienza dolorosa. Non ha alcuna importanza se la persona per cui si prega dovrà o potrà ricevere o non ricevere quel tale aiuto, in quanto, fondamentale ed apprezzabile, sarà solo ed esclusivamente la nostra intenzione caritatevole espressa nell’orazione.

Anche un antico testo indiano: la Bhagavad Gita, insegna che l'uomo deve agire per l'agire in sè, senza aspettarsi il frutto dell'azione, quindi deve pregare avendo come scopo l'impulso e l'intenzione di aiutare gli altri, la spinta a far loro del bene: che poi questo bene se deve arrivare, arrivi o meno, non ha alcuna rilevanza.
Quindi in sintesi, pregare serve solo a mettersi in contatto con il proprio vero essere, con la reale natura di se stessi, al fine di raggiungere quell'unione armoniosa, scevri dall’aspettativa che quella nostra preghiera possa avere o meno l’esito da noi amorevolmente desiderato.






Secondo il mio parere, pregare in forma di litania, ripetendo più volte le medesime parole, se ci riesci, serve solo ad entrare in uno stato contemplativo.
La seconda fase è la più genuina, perché è quella formata dalle parole che sgorgano spontanee dal nostro cuore ad esempio:
“Signore Iddio, ti prego, illumina la mente della mia cara/o affinchè possa seguire la strada giusta nella difficile scelta che l’attende”.

Credo che queste semplici e sincere richieste, valgono più di tante preghiere dette a pappagallo...... Ricordo quante volte questo tipo di preghiere mi sono servite la sera a letto, come dolci mantra soporiferi…..Ogni volta presa dal complesso di colpa, mi risvegliavo per ricominciare la litania dall'inizio, ma il mio intento finiva sempre puntualmente tra le braccia di Morfeo….


Ora rimane il quesito finale:
“ma le preghiere sono poi ascoltate ?"






Perché questo fa ripensare al concetto di un Dio che sta lassù, che ha bisogno di essere pregato… e quando si prega bene e si ha la fortuna di trovare il suo lato debole, allora acconsente e accontenta, altrimenti…. No, non credo proprio che possa essere davvero così….per carità: “Tu, Tu che sei diverso, almeno Tu nell’universo” dicevano le parole di una famosa canzone di Mia Martini…
In questo Mondo di spiacevoli sorprese, almeno Tu, “essere superiore”, voglio immaginarti puro, giusto e scevro da ogni preconcetto e ingiustizia umana.

In conclusione penso che rivolgere pensieri e preghiere d’aiuto per gli altri, oppure per se stessi, al solo fine d’essere illuminati su ciò che si dovrebbe fare, è sempre una intenzione che fa indirizzare l'uomo in senso favorevole alla corrente della vita.


Mi spiego meglio aggiungendo che :questa è solo una mia considerazione.


Sostengo che se si prega per comprendere una certa situazione, per capire come bisogna comportarsi per seguire la strada migliore, vuol dire che si ha l'intenzione di procedere nel modo più onesto ai chiarimenti necessario alla propria evoluzione.
Penso che soprattutto si preghi Dio affinchè ci indichi sempre la via che conduce al bene.
In questa percezione, un’umile preghiera detta con le proprie parole al fine di comprendere meglio la Volontà Divina, non può che essere:

"ascoltata e forse esaudita !".


E voi, cosa ne pensate ?








TittiMendoza Oggetto:   05 Set, 2017 - 19:28  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 5639
Attività utente
Attività utente







Si, anche io ho sempre asserito per esperienza, che il “caso” o la “coincidenza non esistono..... stamattina infatti, ero un po' amareggiata per aver scoperto che un'amica, che credevo sincera, si fosse invece dimostrata tutt'altro, deludendo così le mie aspettative.

Il mio proposito per il giorno, era quello di mettere finalmente in ordine alcuni file per data, al fine di facilitarmi il compito nell'eventuale ricerca.

Tra le tante scartoffie.... le prime cose che spuntano fuori, sono state una preghiera di Madre Teresa allegata ad uno studio numerologico approfondito, che tempo fa feci sulla sua persona, proprio subito dopo la sua morte.



Usualmente per una sana curiosità... faccio sempre uno studio numerologico su personaggi importanti della storia, lo feci anche per Papa Wojtyla e per molti altri e tutti, immancabilmente, con i numeri che contraddistinguono il nome, cognome e la loro data di nascita, descrivevano nei minimi particolari le caratteristiche della persona, del loro destino e soprattutto la missione che hanno scelto di svolgere in questa vita terrena.


Sarebbe troppo lungo spiegare tutto in poche righe, ma i numeri che compongono tutti i nostri nomi e cognomi e le relative date di nascita, evidenziano sempre con precisione molti particolari della nostra esistenza.

Naturalmente questo vale per ogni essere umano, ma possono anche rigurdare case, date importanti ecc... ed ogni cosa si trasorma in numero e di conseguenza, in informazioni più approfondite.


TUTTO E' NUMERO !






“Tutto è numero” era il motto che distingueva la scuole di Pitagora : matematico, taumaturgo, astronomo, scienziato, politico e fondatore a Crotone di una delle più importanti scuole di pensiero dell'umanità, che prese da lui stesso il suo nome: la Scuola pitagorica che di conseguenza incorpora la “Numerologia”, materia che continuo ad approfondire da moltissimi anni e che ogni volta mi lascia sempre più stupita. Con lei non si sfugge: due più due fanno quattro e noi in questa perfezione, ci siamo dentro con il corpo e con l'anima !

Pubblico le preghiera, che forse tutti conoscono e che per me è stato un saggio consiglio, una risposta alla mia delusione e poi, lo studio numerologico che feci a suo tempo.

Chiudo con cordiale saluto a chi mi legge Titti



La Preghiera di Madre Teresa





Da una scritta sul muro di “Ghiscu Bhavan” La Casa dei Bambini di Calcutta,
fondata da Madre Teresa


L’uomo è irragionevole, illogico, egocentrico
Non importa, AMALO

Se fai bene, ti attribuiranno secondi fini egoistici
Non importa, FA’ IL BENE

Se realizzi i tuoi obiettivi, troverai falsi amici e veri nemici
Non importa, REALIZZALI

Il bene che fai verrà domani dimenticato
NON IMPORTA, FA IL BENE

L'onestà e la sincerità ti rendono vulnerabili
NON IMPORTA SII FRANCO E ONESTO

Quello che per anni hai costruito può essere distrutto in un attimo.
NON IMPORTA COSTRUISCI

Se aiuti la gente se ne risentirà,
NON IMPORTA AIUTALA

Dà al Mondo il meglio di te, ti prenderà a calci,
NON IMPORTA DA' IL MEGLIO DI TE




"STUDIO NUMEROLOGICO"









TittiMendoza Oggetto:   29 Ago, 2017 - 17:37  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 5639
Attività utente
Attività utente

LO SAPEVATE CHE…..





A secondo del segno zodiacale, si ha la tendenza ad avere alcune malattie ?

(Accertatevi quanto ci sia di vero in queste affermazioni che ho trovato nel Web)


Saluti Titti


Ci sono persone che hanno lo stomaco delicato, così come la tendenza all'emicrania o al mal di gola. Da cosa dipende questo? Sicuramente dalla costituzione e dalle caratteristiche fisiche di ogni singolo individuo così come, secondo un'antica disciplina, chiamata "Astrologia medica" dal segno zodiacale di appartenenza di una persona. Astrologia e condizione psicofisica del singolo sono collegati? A quanto pare, per le popolazioni vissute in tempi remoti, come Egizi e Greci, esisteva un collegamento fra punti del corpo e costellazione zodiacale e relativo pianeta.
Così l'Ariete, collegato alla testa, simboleggiato dalla testa del relativo animale, così come scendendo lungo il corpo umano, i Pesci, dodicesimo e ultimo segno zodiacale spesso hanno piedi molto delicati. Vediamo ora cosa diceva l'antica astrologia per ogni segno.
Personalmente ho constatato che per quanto riguarda il mio segno zodiacale, è proprio vero ! ......


E allora ? Adesso tocca a voi !....





-Ariete:
Associato con l'inizio delle costellazioni astrologiche, con la stagione primaverile e col pianeta Marte e l'elemento Fuoco, punto delicato degli appartenenti al segno è la testa. Gli appartenenti al primo segno zodiacali sono molto impulsivi e un po' spericolati e tendono alla superattività e a trascurare la salute. Fra i piccoli disturbi potrebbero esserci strappi muscolari, emicranie, raffreddori e sinusiti.

-Toro:
Frequente mal di gola, ogni segno ha il suo punto debole, e la tendenza all'ingordigia, sia di cibo sia di beni materiali, sono i due punti deboli del pacato segno di Terra. Abili sia come cuochi sia come cantanti, solitamente hanno una voce melodiosa, che come mangiatori e degustatori di vini, i Toro devono moderarsi e magari fare un po' di sport cosa che essendo solitamente un po' pigri spesso tralasciano.

-Gemelli:
Curiosi, brillanti e irrequieti i Gemelli hanno un sistema nervoso e spalle particolarmente sensibili. Emotivi sotto l'aria ironica e distaccata, sono molto agitati e umorali e il loro carattere mite e solitamente poco aggressivo tende ad accusare i disagi dello stress , delle responsabilità e dei conflitti. Delicati sono anche i polmoni e le vie respiratorie, spesso sono fumatori e devono ridimensionare insonnia e fame nervosa che spesso li colpiscono.

-Cancro:
Lo stomaco, il torace e l'impressionabilità sono le criticità di questo complesso e misterioso segno zodiacale. Molto goloso, solitamente ama molto dolci e caramelle, quindi tende a ingrassare facilmente ed essendo timido e emotivo, è facile che abbia disturbi gastrici, come gastriti e nei casi più gravi ulcere visto che interiorizza spesso gli stati d'animo faticando ad esprimerli all'esterno.

-Leone:
Molto vigorosi e solitamente robusti, anche gli energici Leone hanno i loro "Talloni d'Achille". Per esempio la circolazione sanguigna, tendono ad avere la pressione alta, alle collere facili e a volte incontrollate e devono prestare attenzione a non esagerare con dolci e alcolici, essendo a volte eccessivi nelle reazioni così come nei comportamenti alimentari.

-Vergine:
Ecco uno dei segni più sensibili e preoccupati per la loro salute. Solitamente ipocondriaci, ansiosi e un po' nervosetti (come i Gemelli, a causa di Mercurio, loro Pianeta dominante) i nativi della Vergine sono igienisti e spesso stressati, avvertendo problemi all'intestino, generalmente molto delicato, così come le mani che molti dei nativi del segno, hanno belle e affusolate.

-Bilancia:
Le dolci e estetiche Bilance, sono edoniste e golose come i Toro, dominate anch'esse da Venere e quindi attenzione all'obesità. Molto goderecci e un po' pigri, la loro passione per il buon cibo è una delle cause dei loro malesseri anche se le loro patologie principali sono tradizionalmente legate ai reni alla delicatezza della loro pelle. Nonostante la loro aria flemmatica e la tendenza a sdrammatizzare sono insicuri e ansiosi e rifuggono i conflitti e le tensioni che li stressano notevolmente.

-Scorpione:
Estremi e battaglieri, gli Scorpione, hanno la fama di essere uno dei segni più passionali dello Zodiaco, e gli organi sessuali così come le nevrosi e le ossessioni sono una dei punti deboli di questo segno di persone spesso ipersensibili e misteriose. Molto tormentati e a volte difficili da capire, spesso soffrono di esaurimenti nervosi così come di momenti di depressione.

-Sagittario:
Fra i segni più dinamici, sconsiderati e sportivi, assieme all'Ariete, il Sagittario è di una vitalità spesso notevole e ribelle alle costrizioni spesso tralascia la salute. Esagera a volte col mangiare e coi liquori, e per questo che nonostante la loro sportività, diventano obesi e hanno problemi epatici. Tendono altresì, i simpatici e impulsivi Sagittario, ai dolori articolari, al mal di gambe

-Capricorno:
Controllati, rigidi e un po' severi, solitamente i solidi Capricorno hanno però ossa spesso molto delicate e denti fragili, con dolori alle ginocchia e alle articolazioni. Molto maturi e riservati, hanno molto spesso un fisico asciutto e una struttura ossea robusta ma fragile così come la loro tendenza alla malinconia e alla solitudine li rende inclini alla depressione e all'isolamento.

-Acquario:
Scendendo sempre di più, si arriva al segno ribelle e anticonformista per eccellenza. Pieni di idee e sempre in movimento, sognatori e idealisti hanno ossa e caviglie molto vulnerabili e tendono ad essere nervosi e insofferenti, imprevedibili e eccitabili. Gli appartenenti a questo segno dunque devono stare attenti a non sovraccaricarsi troppo di lavoro o a non esagerare con la vita mondana così come con lo stress.

-Pesci:
L'ultimo segno delle dodici costellazioni, è spesso molto sensibile, un po' misterioso e molte volte soffre molto emotivamente e fisicamente per malesseri di varia origine. Goloso e sensuale, il segno dei Pesci, ha piedi delicati e tendenza all'obesità e alla malinconia così come spesso soffre di disturbi gastrici e di tendenza all'insonnia e alla ritenzione idrica.







TittiMendoza Oggetto:   22 Ago, 2017 - 17:22  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 5639
Attività utente
Attività utente


" IL TUO ALBERO DELLA VITA "




Secondo i Celti, il giorno del proprio compleanno svela a che albero appartieni e come, questa verde creatura, influenzi la nostra persona, il carattere il destino.


Ho pensato che questo argomento potesse essere interessante per chi è curioso di sperimentare nuove conoscenze quindi, conviene andare avanti per scoprire qual'è il proprio personale albero o quello della persona a voi cara, al fine di capire l'influenza che ha nella propria vita. Allora, non ti resta che proseguire nella lettura per scoprire qual'è il messaggio per te !......








Come risaputo, l’albero da sempre rappresenta il ciclo della vita e la possibilità di mettere in relazione le tre parti del cosmo: il sottosuolo (le radici), la terra (il tronco) e il cielo (la chioma).
L’Oroscopo degli Alberi ha origine nell’antica civiltà dei Celti, che l’hanno appreso a loro volta dal magico "Mondo della Natura" e dagli esseri invisibili che in esso abitano.
La pianta legata alla propria nascita aiuta la trasformazione, e possiede la capacità di donare energia e vitalità a coloro che sono sotto la sua protezione.
Se avete la fortuna di possedere un piccolo giardino non ci sono problemi, sarà lì che farete crescere il vostro albero, ma se così non fosse non disperate… andate a cercarlo nei viali, nei parchi, nei boschi fuori città.






Quando vi sentite stanchi e scoraggiati, quanto tutto vi pare grigio ed insignificante, raggiungete il vostro Albero e rivolgetevi a Lui con fiducia, può fare molto per voi, ricaricandovi e restituendovi quell’equilibrio naturale momentaneamente perduto.
Dovete semplicemente abbracciarlo, chiudere gli occhi, rilassarvi e lasciarvi andare all’onda di energia verde che lentamente vi attraverserà.
Confidategli senza timore le vostre preoccupazioni, i sogni, i problemi che vi affliggono, chiedetegli consiglio e prima di staccarvi dall’abbraccio, portate con voi una delle sue foglie o un pezzettino della sua corteccia.
Una cosa non dovete dimenticare… non tralasciate mai di ringraziarlo!
Ogni volta che riceverete un dono dal vostro Albero (sia che si tratti della sua energia, di una foglia o di un frutto) ricordatevi sempre di donare a vostra volta qualche cosa… Nulla di importante, basta un canto, una poesia, una dolce parola… i suoi rami lo apprezzeranno molto, e continueranno con gioia ad elargirvi i loro favori.

L’Oroscopo Celtico non è come quello tradizionale, non si divide in base alle stagioni bensì segue il “Calendario Arboreo”, ed ogni Segno rientra nell’arco temporale di circa dieci giorni, in due o più stagioni differenti.
Ci sono alcuni Segni addirittura, come il Faggio e l’Ulivo, che cadono un unico giorno dell’anno. Ciò non incide particolarmente sulle peculiarità della persona, si tratta puramente di una corrispondenza arborea.







Adesso individua il tuo “Albero della vita” basandoti sulla data del compleanno e scopri cosa l'albero dice di te, della tua indole e del tuo carattere del tuo destino.
Di seguito riporto l’elenco degli Alberi e i Segni associati, insieme alle affinità con gli altri Segni dell’Oroscopo Celtico degli Alberi.
Augurandomi che questo argomento possa essere di vostro gradimento, saluto cordialmente chi mi legge Titti







-❂ Abete ❂
dal 2 all’11 gennaio ❦ dal 5 al 14 luglio
L’Abete è stato considerato con rispetto fin dalla notte dei tempi, ed è uno degli alberi più antichi. Eterno scopo della vita dei nati sotto questo segno è la Ricerca, votata verso la verità e verso gli ideali. L’Abete è vitale e battagliero e non rinuncia mai alla lotta, in qualunque campo, con chi lo vuole superare. Si lascia però poi trascinare in un’ondata di tristezza al momento dell’inevitabile vittoria. L’Abete è un amante fedele e totale, a volte addirittura soffocante, in certe sue manifestazioni.
È onesto ma suscettibile. La positività del Castagno e la Betulla sono in grado di conferire ulteriore sano vigore ai nati sotto questo segno, e di fornire le spinte necessarie per migliorare e progredire. L’Abete nell’età più matura è una persona deliziosa, per niente acida o lamentosa, anche se l’ambizione spesso soffoca la sua esuberante e simpatica energia.
L’Abete è sia intimorito che attratto dalla metafisica e, se cede al richiamo di questa materia, diventa un esperto conoscitore del mondo astratto e fantastico.

-❂ Olmo ❂
dal 12 al 24 gennaio ❦ dal 15 al 25 luglio

Conformista in modo quasi disarmante, il nativo del segno dell’Olmo suscita simpatia ed ammirazione in chi gli è vicino. Il suo moralismo gli impedisce però di approfittare fino in fondo dei favori che la sua simpatia si guadagna.
La franchezza e la generosità dell’Olmo sono ottime per placare la confusione di segni ben più introspettivi, tipo il Salice ed il Pioppo. L’Olmo ha una grande fiducia nella natura umana, è sempre alla ricerca della giustizia, e rimane deluso troppo spesso dalle brutte esperienze. Per tale aspetto, nella maturità, il nato sotto questo segno può rischiare di perdere le sue belle qualità sognatrici, sormontato dal peso di questo lato negativo della vita.
L’imponenza del Fico o dell’ Ulivo spesso spaventano i nati dell’Olmo, che invece dovrebbero accostarsi ad essi con fiducia. L’autorità propria di questi segni potrebbe indirizzare più realisticamente le vedute dei semplici e fiduciosi Olmi.

-❂ Cipresso ❂
dal 25 gennaio al 3 febbraio ❦ dal 26 luglio al 4 agosto

Il Cipresso, con il suo verde perenne, è sempre stato simbolo di longevità. I nati di questo segno invecchiano infatti discretamente, senza eccessivi tormenti. Il Cipresso è di natura tollerante, spesso trascura i propri affari e si dedica con altruismo a quelli degli altri, talvolta non presta persino le cure necessarie alla propria salute.
Franco e rustico, il Cipresso sembra saper comunicare sia con gli uomini che con le forze principali della Natura, comprendendo come per “istinto” il vento, i segnali delle acque e gli indizi della Terra.
Il Cipresso ha un reale culto per l’amicizia e possiede un gusto profondo per il buonumore e la buona compagnia. Il piacere della sua presenza lo rende perciò indispensabile in società. Anche i più “musoni” fra i Cipressi sanno farsi amare.
Nell’adolescenza spesso tentano di volare con le loro ali per ricercare una reale autonomia. Un Cipresso potrà trascorrere tranquillamente la vita intera a fianco di una Betulla o di un Ulivo, mentre la compagnia trainante di Faggi ed Olmi non è adatta a lui.

-❂ Pioppo ❂
dal 4 all’8 febbraio ❦ dall’1 al 14 maggio
dal 5 al 13 agosto ❦ dal 3 all’11 novembre

Questi alberi sono consacrati al Regno degli Eroi morti in battaglia, ed i nati nel segno del Pioppo sembrano ereditare la consapevolezza della vanità dell’esistenza ed una predisposizione al pessimismo.
Sono individui contemplativi che spesso amano indugiare lo sguardo sulle bellezze della Natura, anche se a volte il loro eccessivo senso critico non permette loro di godere appieno dei piaceri della vita.
La tendenza a rinchiudersi in se stessi va combattuta frequentando i solidi Meli e le Querce, ricche di energia.
I Pioppi sono in genere degni di fiducia e sanno esprimere la loro gentilezza ed un reale senso di responsabilità. Il Pioppo dovrebbe evitare il lacrimoso Salice ed alimentare la propria sete di sapere presso i sapienti Tigli.

-❂ Bagolaro ❂
dal 14 al 23 agosto ❦ dal 9 al 18 febbraio

I nati sotto il segno del Bagolaro conducono spesso una vita inconsueta ed affascinante, e rimangono scolpiti nella memoria di chi gli vive accanto. Un Bagolaro non dimenticherà mai la prima scoperta, la prima avventura, la prima conquista, la prima trasgressione.
I nati sotto questo segno amano brillare in società, e sovente sprecano le loro energie pur di farsi notare. Sono nemici giurati della noia e spesso, se non trovano la loro strada nel cabaret, nell’improvvisazione o nel canto, trovano comunque attività che richiedono creatività e fantasia.
Sono intelligenti ed insolenti, ma devono però prestare attenzione a non farsi influenzare dagli altri, soprattutto non devono lasciarsi trascinare in giochi di cui non conoscono la portata. Per loro fortuna, la Dea Bendata guarda spesso con occhio benevolo i Bagolari e quindi le loro pazzie non si concludono quasi mai negativamente.
I Bagolari sono spesso affascinati dai Pini e dalle Querce, ma solo la calma rassicurante del Frassino potrà bilanciare efficacemente la loro mente effervescente.

-❂ Pino ❂
dai 19 al 29 febbraio ❦ dal 24 agosto al 2 settembre

Dall’adolescenza in poi il nato sotto il segno del Pino amerà la perfezione, un certo ordine, ed anteporrà spesso il dovere al piacere. Queste caratteristiche, assieme alla consapevolezza della sua forza fisica, fanno spesso sì che il Pino nutra profondo disprezzo per i compromessi, e che non sia molto interessato alle pene degli altri.
Si tratta di un segno intelligente, ma oltremodo implacabile, e conduce i suoi affari, denaro, amore, carriera, senza un minimo segno di cedimento. In questa barriera impenetrabile si crea un varco solo per lasciar penetrare l’amore: il fuoco della passione travolge il Pino e lo lascia senza difese, in preda ad un sentimento più forte di qualunque altra cosa.
L’antipatica tendenza al perfezionismo dei nati sotto questo segno, potrà correggersi grazie agli impulsi sentimentali accumulati durante gli anni. Un po’ della follia dei Bagolaro potrà non guastare.

-❂ Salice ❂
dall’1 al 10 marzo ❦ dal 3 al 12 settembre

Il Salice è un albero che si abbandona languidamente ai capricci del vento ed è da sempre simbolo di nostalgia. I nati di questo segno ne ereditano la nostalgia ed hanno una forte tendenza alla malinconia.
Nel tentativo di contenere questa caratteristica, il Salice si spinge verso la libertà, anela ricercare, intuire, sedurre. In genere i nati sotto questo segno sono piuttosto egoisti e potrebbero essere degli ottimi artisti se riuscissero ad accompagnare il gusto per il dramma, con un ironico senso della messinscena.
Il terrore del tempo che passa, l’angoscia di subire degli abbandoni, temporanei o definitivi, ed il terrore superstizioso della morte rendono spesso il Salice un amante infedele. Per giustificare la tendenza alla tristezza, questo segno si circonda anche nella vita quotidiana di eventi patetici, influenzando anche la vita di chi gli sta intorno. In cambio, il Salice riesce a dare un amore molto tenero e sensuale.
I Faggi o gli Ulivi, capaci di non cedere a questo influsso melodrammatico, ne sapranno approfittare.

-❂ Tiglio ❂
dall’11 al 20 marzo ❦ dal 13 al 22 settembre

I Tiglio dedicano all’amicizia e alla compassione per gli altri, buona parte della loro vita. È un segno che ha forti legami con il sonno e l’ipnosi, sa come rendersi indispensabile, creando con facilità una certa dipendenza negli altri.
In caso di necessità, per aiutare gli amici sanno mentire con convinzione, riescono normalmente a donare una persistente sensazione di calma. Comunque, il vero carattere del Tiglio è distante dalla menzogna e dalla falsità. Cercando di mimetizzare la loro delicatezza d’animo, i nati sotto il segno del Tiglio, che cercano sovente il successo in società, non riescono a controllare le sottigliezze diplomatiche.
Hanno bisogno di partner tranquilli e ricchi di fantasia, dato che i Tiglio sono dotati di un’intelligenza concreta e razionale, di corto raggio. Normalmente sanno essere molto in sintonia con i bambini e sanno dimostrarsi genitori, forse un po’ apprensivi ma affidabili ed efficaci.

-❂ Quercia ❂
21 marzo

La Quercia si riconosce in ogni epoca come simbolo di forza. Robusta e regale, rappresenta il periodo in cui tutte le forze della Natura si ridestano e si rinnovano, è il simbolo della giustizia. Gli stessi nati nel segno della Quercia ispirano stima e considerazione.
Le doti migliori che possono usare sono la loro saldezza e la loro perseveranza. Apprezzano condividere con gli altri svaghi ed obblighi. Dato che sono estremamente fedeli alla parola data, che sono autoritari e vigorosi, non sempre riescono a vivere la loro indipendenza in modo sereno.
Sono portati a momenti di depressione più per la fiducia tradita che per crisi d’amore. I nati del segno maturano con l’età, imparando ad usare clemenza e comprensione sia verso gli altri che verso se stessi.

-❂ Nocciolo ❂
dal 22 al 31 marzo ❦ dal 24 settembre al 3 ottobre

I nati sotto questo segno presentano fattezze lineari, sottili, tanto nel volto quanto nel corpo, sono dall’apparenza delicata, e spesso il Nocciolo non si nota nel gruppo. Quest’aspetto mite mimetizza molto bene la realtà prepotentemente coinvolgente delle sue energie.
I Noccioli si possono assumere come esempio di pazienza e testardaggine, sanno usare fino al limite del mistero la loro abile discrezione. Si lasciano spesso avvicinare dalle altre persone (soprattutto da Salici e Tigli) chiedendo amore e dolcezza, sfruttando anche le loro doti telepatiche, per poi in modo sconcertante dissuaderli con energia. Può risultare un’esperienza pericolosa collaborare od innamorarsi di un Nocciolo.
I nati sotto il segno del Nocciolo tendono a fantasticare, soprattutto mitizzando gli anni passati, in particolare dopo i quarant’anni. Rischiano di rinchiudersi in un universo fatto di storie, sentimenti, cose passate, viste solo da un punto estetico, con emozioni sbiadite dal tempo.
Si consiglia, per evitare un rinchiudersi in eremitaggio del Nocciolo, la rassicurante compagnia nella sua vita di un Melo, il quale può aiutarlo a ristabilire il contatto con gli altri.

-❂ Corniolo ❂
dall’1 al 10 aprile ❦ dal 4 al 13 ottobre

I nati sotto questo segno avranno spesso una vita affettiva, vista la loro predisposizione ad una potente fertilità, ricca di amori, avventure, colpi di fulmine, vissuta con gioia e leggerezza. Saranno amanti un po’ farfalloni, anche se pieni di energia e squisiti, comunque come amici saranno i più affidabili e ricercati. Dovranno controllare la loro vitalità che talune volte potrà prendere una strada negativa, e trasformarsi in aggressività che si esprimerà in malcontento e noia di vivere, pur nascondendo un importante senso di colpa.
Per un nato sotto il segno del Corniolo sarà essenziale fino all’ossessione diventare un personaggio importante, lasciare una traccia di sé, inventare o creare qualcosa di nuovo.
I Cornioli tendono ad acuire la propria sensibilità e a vivere le bellezze del quotidiano come una pena molto faticosa, sono delicati, candidi ma irrequieti ed intuitivi. Dotati di fantasia spericolata e molto poco realistica, potrà riportarli nella giusta carreggiata un saggio Ulivo.

-❂ Acero ❂
dall’11 al 20 aprile ❦ dal 14 al 23 ottobre

Il legno dell’Acero, robusto e leggero, fin dai tempi antichi è stato usato per la realizzazione di archi da caccia e da battaglia. L’influenza del passato ha quindi segnato il segno dell’Acero, marchiandolo con caratteristiche di notevole aggressività e capacità organizzative.
I nati sotto il segno dell’Acero sono indenni da tutte le tempeste, evocano l’immagine del vigore, ma pur conducendo un’esistenza grandiosa, a volte rischiano di uscire dai binari dei nobili propositi.
Per un Acero la vita familiare può essere spesso troppo riduttiva; le sue professioni ideali sono di tipo sacrale, devono esigere dedizione e limpidità d’animo come monaci, giudici, medici, oratori. Cercheranno il più comodo successo nella vita mondana gli Aceri che non si sentiranno di condurre una vita prevalentemente solitaria, al limite dell’ascetico.
La smania di ricerca li condurrà sovente ad un narcisismo spinto che, solo con il raggiungimento di una età più matura, continuando a porsi in discussione, si tranquillizzerà. Per creare un equilibrio ideale ai nati sotto il segno dell’Acero, è consigliata la compagnia di Meli e Bagolari.

-❂ Noce ❂
dal 21 al 30 aprile ❦ dal 24 ottobre al 2 novembre

Il Noce, albero solitario, fu glorificato come dispensatore di doni e nutrimento. I nati sotto il segno del Noce si notano per la loro presenza imponente un po’ dappertutto, sono amici e protettori dei più saggi. Ma, dopo avere usufruito della protezione e di riposo sotto le loro foglie, è alquanto pericoloso lasciarsi controllare da un nato sotto questo segno.
Essendo tenebrosi ed eclettici, i Noci da un lato saranno attirati da una carriera tendente all’uso della strategia, ma dall’altro preferirebbero dedicarsi completamente al carattere solitario un po’ lunatico che li identifica, con un lavoro separato dalla società. Sarà indispensabile stabilire un legame fra queste tendenze dualistiche, estremamente pericolose se vissute separate.
Per evitare il continuo rischio di rinchiudersi in una vita puramente interiore, lontana dalla realtà di tutti i giorni, i nati sotto il segno del Noce avranno dalla loro l’utilizzo della lucidità mentale, che è un loro dono ereditario tipico. Consigliamo ai Noci di lasciarsi guidare, in una vita senza troppa affettazione, dalle Querce e dagli Aceri.

-❂ Castagno ❂
dal 15 al 24 maggio ❦ dal 12 al 21 novembre

Dato che i suoi frutti sono il principale nutrimento dell’inverno, la tradizione popolare riconosce al Castagno una capacità di preveggenza. I nati sotto il segno del Castagno hanno la consuetudine di discutere con il mondo sociale e con le sue regole, normalmente tendono ad essere belli e vigorosi, tesi a sviluppare il proprio "IO" interiore, che risulta essere la loro parte più vera e disciplinata. Soprattutto nei loro primi anni di vita, i Castagni raramente si trovano a proprio agio, nella propria pelle e nella propria sessualità.
Essendo rigorosi moralisti e censori, i Castagni hanno sovente necessità degli altri per ritrovare in loro la vera nobiltà che li contraddistingue. In particolare in compagnia di anime semplici (come i Pini o le Betulle), con i quali riescono a costruire una costruttiva filosofia ed un rapporto sinceramente improntato sulla generosità, la loro personalità tende a mutare sempre in un costante miglioramento.

-❂ Frassino ❂
dal 25 maggio al 3 giugno ❦ dal 22 novembre al 1 dicembre

I nati sotto il segno del Frassino, rassicuranti come sono, riescono ad essere piacevoli ed irritanti allo stesso tempo. Palesano spesso la tendenza a ritenersi indispensabili, in conseguenza del fatto che nell’antichità quest’albero era considerato simbolo di potenza e d’immortalità.
I veri esponenti del Frassino, se riescono a scherzare solo fino al momento giusto con il Destino, sono un segno positivo. Sono fiduciosi negli uomini e negli elementi della Natura, ma non si lasciano ingannare dai miraggi. Sono ferventi sostenitori della giustizia, ma è però la parte cinica del loro carattere che usano per risolvere i problemi sia quotidiani che metafisici.
I nati sotto il segno del Frassino adoperano le buone maniere con naturalezza senza ritenersi in obbligo di farlo, dato che disdegnano le regole imposte, in definitiva non si preoccupano delle convenzioni sociali.
La nonchalance con cui si comportano egoisticamente, viene ammorbidita dalla generosità e dalla scelta di vivere, prima o poi, con un solo altro elemento. La decisione di legarsi ad un solo compagno rendono la vita dei nati sotto il segno del Frassino e di chi a lui si accompagna, feconda e serena. Per loro, in questo caso, la migliore decisione è legarsi a quelli dell’Ulivo o del Faggio.

-❂ Carpino ❂
dal 4 al 13 giugno ❦ dal 2 all’11 dicembre

Fin dall’antichità il legno bianco del Carpino è sempre stato usato per la costruzione di carri, abitazioni, templi. Essendo perciò, visto come simbolo dei trasporti, dell’utilità, i nati sotto questo segno saranno abilissimi mercanti, viaggiatori. I nati del Carpino ameranno le feste, si prodigheranno in regali, inviti, ma risulteranno purtroppo un po’ superficiali e poco introspettivi.
Durante l’adolescenza saranno tendenzialmente poco calorosi e comunicativi, con l’età si svilupperà in loro una necessità estetica di eleganza che servirà in parte a disciplinare gli appetiti dei sensi. Il resto della loro ricerca sarà occupato da ambizioni lavorative.
I nati sotto il segno del Carpino, benché ad uno sguardo superficiale sembrino atteggiarsi solo su pose ed ostentazioni, possono, maturando, arrivare ad abbandonare la ricerca dell’estetismo, e ritrovare un po’ d’equilibrio nel loro rapporto conflittuale con la vita di tutti i giorni. Saranno di notevole aiuto a questo tormentato segno il Pioppo ed il Bagolaro.
Dato che per i nati sotto il segno del Carpino la serietà è fondamentale, la fiducia in loro sarà sempre ben riposta e, se lasceranno il loro atteggiarsi comportandosi con normale semplicità, vedranno accrescere notevolmente la simpatia degli altri nei loro confronti.

-❂ Fico ❂
dal 14 al 23 giugno ❦ dal 12 al 21 dicembre

Il Fico è uno dei simboli dell’abbondanza assieme all’Olivo. Ma, essendo molto più delicati di quanto sembrino all’apparenza, i nati nel segno del Fico, devono essere nutriti e protetti in uno spazio comunitario ed affettuoso, così da poter espandere il loro fogliame rigoglioso, ed in caso contrario se non sono amati, possono riseccarsi.
Fin dalla nascita le persone del Fico apprezzano le gioie della famiglia, e spontaneamente sarebbero socievoli e generosi, ma purtroppo sovente tendono a troncare le discussioni ed i problemi in maniera autoritaria e prepotente, lasciandosi spesso trascinare nel tranciare giudizi precisi e prevedibili, moralisti e prevaricatori.
Per sanare validamente i loro comportamenti autoritari per i nati sotto il segno del Fico, è importante avere fiducia negli affetti e nella famiglia. Per arginare la loro prepotenza devono accompagnarsi a compagni gentili ma fermi, ricercabili tra i Pini e le Betulle, che possono riuscire a costringere quelli del Fico a mostrare solamente la loro gentilezza.

-❂ Betulla ❂
24 giugno

I nativi del segno della Betulla, sottoposti all’influsso del Sole allo Zenith, hanno in dono un istinto aperto e creativo. Apprezzano gustare le gioie delle pareti domestiche, raffinati, ma allo stesso tempo viaggiatori instancabili, i nati sotto il segno della Betulla ispirano rispetto ed in contemporanea possono essere comici, aiutati notevolmente dalla loro profonda intelligenza.
Sono amanti degli enigmi, dei rebus, delle difficoltà e grazie alla loro capacità di apprendere da ogni singolo episodio vissuto, sono sempre in grado di affrontare le singole asperità del quotidiano. Qualche volta, soprattutto in gioventù, risultano un po’ sgradevoli per i loro soventi eccessi di zelo, che controllano, maturando, soprattutto davanti a convinte reazioni negative in particolare dei Meli.
Malgrado che i nati sotto questo siano dotati di eccessi di cinismo che li rende un po’ restii ad aiutare gli altri, possono intraprendere con successo la carriera dell’insegnamento. In particolare, con l’aiuto di un compagno molto equilibrato come l’Olmo, che sa rendere amabile la loro compagnia altrimenti asfissiante, i nativi della Betulla sono capaci di amori realmente sinceri.

-❂ Melo ❂
dal 25 giugno al 4 luglio ❦ dal 23 dicembre al 1 gennaio

Osservare un Melo, con la sua struttura poco imponente, la sua familiarità, la sua ingenuità, riposa lo sguardo. Allo stesso modo gli appartenenti al segno del Melo riescono a trasmettere nei loro compagni un senso di pace e di riposo, del quale spesso i Meli se ne avvantaggiano.
La ricerca del piacere ed il gustare appieno l’esistenza sono tra le caratteristiche predominanti dei nativi del segno, difatti la generosità dell’albero nei confronti del pomo appetitoso ricorda costantemente che i nati sotto il segno del Melo sono legati all’erotismo e all’arte di amare. La migliore caratteristica del segno è la generosità, non potendo pretendere da un Melo le qualità legate al calcolo e alla strategia.
Anche se la sete di conoscenza è alla base di tutte le ricerche dei nati del Melo, la superficialità pericolosa che talune volte penetra nel loro animo li rende preda della malinconia e della svogliatezza. In generale, sono troppo edonisti per scavare a fondo nella loro vera Anima interiore. Scoprono qualcosa di sé solo attraverso i giudizi, spesso troppo rigorosi degli altri segni.
I nati del segno del Melo, presentando caratteristiche d’animo delicate ed affascinanti, riescono a confortare le anime tormentate, facili da trovare soprattutto nel segno del Pioppo.

-❂ Ulivo ❂
23 settembre

Severo e sottile. L’Ulivo è l’emblema nello Zodiaco Celtico, del mondo, del calore e del fuoco. Le nebbie dei dubbi svaniscono rapidamente, ed ogni fantasma scompare dinanzi all’immobile luminosità di questo segno. Per realizzare questo l’Ulivo necessita di amore.
I nati sotto questo segno sono simboli di pace, forza, purificazione, con in aggiunta un’innata prodigalità. Assieme ad un portamento statuario quelli dell’Ulivo possiedono di solito ottima salute ed una particolare longevità.
L’unico neo dei nati dell’Ulivo è a volte l’incapacità di avere un’opinione personale; questo li rende indecisi nell’affrontare la vita, conducendoli talune volte ad esprimersi energicamente con formule assolutamente prive di significato ed estremamente convenzionali.
Per conciliare la loro necessità di fraternizzare con un’attenzione sincera ed onesta, i nati dell’Ulivo dovranno essere accompagnati da segni di intelligenza lucida. Per questo sono particolarmente benefici quelli del segno dell’Olmo e del Cipresso.

-❂ Faggio ❂
22 dicembre

Il primo simbolo dell’inizio della fase ascendente del ciclo annuale, che incomincia il giorno del Solstizio d’Inverno, è rappresentato dalla longevità e dalla prosperità del Faggio.
I nati sotto il segno del Faggio sono amanti dell’eloquenza, dato anche il loro stretto legame con le capacità della memoria. Saranno amabili conversatori, sempre avvincenti ed interessanti, e per queste qualità il loro lavoro ideale sarà correlato all’arte oratoria. S’inseriscono normalmente nella mentalità media del loro tempo, a volte saputelli, gli ostacoli dello stile classico e magniloquente non li spaventano.
Sono tesi ad utilizzare la loro intelligenza per fini sostanzialmente economici e pratici, si dedicano assai raramente a ricerche metafisiche o idealistiche; non sono inclini a feste ed attività conviviali.
Per segni con caratteristiche sognanti come il Salice o l’Olmo, i nati sotto il segno del Faggio verranno visti come insensibili ed egoisti, ma la compagnia rassicurante di quelli del Faggio si manifesterà preziosa per l’Abete e la Betulla, che a loro volta contraccambieranno con l’insegnamento dell’ispirazione e della fantasia.









TittiMendoza Oggetto:   16 Ago, 2017 - 14:41  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 5639
Attività utente
Attività utente



GRAZIE !.....


Carissima Soldatini, grazie per il l’augurio di Buon Ferragosto e per l’apprezzamento al soggetto sulla vecchiaia,da me trattato.

Ora se mi permetti, vorrei aggiungere ed approfondire altre considerazioni sul soggetto.
Le informazioni sulla vecchiaia , le avevo lette tempo fa in una mia ricerca sull’età che avanza…..e, come tanti altri soggetti, le avevo conservato nei miei file per approfondirli in seguito.


Ora, forse per trovare una risposta, una ragione plausibile agli acciacchi più evidenti dell’avanzar del tempo… oltre a ciò che affermano i soliti responsi medici, sono andata a ripescare questi appunti, che hanno avvalorato molti dei miei dubbi.


LEGGI UNIVERSALI






Avendo indiscussa fede nella perfezione che regola le nostre esistenze, ho capito che non esiste il “Caso” tutto è perfetto così com’è, grazie alle indiscusse matematiche leggi universali che governano il “Creato” e quindi, anche la legge di:”Restituzione” una lezione che ha fatto cadere tanti i veli d’illusione, al fine di farci comprendere la logica realtà del processo d’invecchiamento e tante altre verità.

Come accennavo nel precedente scritto, il nostro spirito, per poter vivere le sue esperienze su questo pianeta, ha avuto bisogno di un corpo, (proprio come l’esempio dell’astronauta e della sua tuta spaziale), a questo ha provveduto la legge della materia attraverso l’unione sessuale di un maschio ed una femmina. Quindi, noi per vivere, abbiamo preso in prestito gli elementi vitale della materia quindi il nostro Spirito, grazie al bravo sarto della natura…. ha potuto costruirci tutto il necessario per una una tuta nuova di zecca:il nostro corpo materiale.

Per questo è più giusto dire che noi non siamo un corpo che ha uno Spirito, ma siamo uno Spirito che possiede un corpo!
E siccome l’energia non si crea ne si distrugge, ma si trasforma, noi, dopo la legge di “restituzione materiale” cioè del corpo, di quel veicolo che ci ha permesso di sperimentare la vita su questo pianeta, continuiamo ad esistere, senza alcune segno di decadimento materiale, perchè la nostra energia spirituale ha preso solo in prestito quella materiale e quindi, è sempre viva ed è eterna.
Ma viene spontaneo chiedersi: "allora se noi simo eterni, chi “muore” è solo la consumata tuta materiale indossata? E quale tessuto materiale è stato usato per costruirci questa magica “Tuta ?”
Bene, vi dò una consolante notizia scientifica a sostegno, che dice:
Secondo gli astrofisici della Northwestern University, metà del nostro corpo è composto da atomi provenienti da collisioni stellari
( forse per questo la Bibbia dice:polvere eri e polvere ritornerai ?…..
Leggete questo articolo e lo saprete !
http://www.supereva.it/corpo-umano-e-fatto-di-polvere-di-stelle-lo-dice-la-scienza-41856

Questa notizia avvalora ciò che scrissi tempo fa in una mia altra ricerca scientifica dal titlo: “Per ogni battito del cuore” che troverete nel mio blog, la quale vi stupirà per le coincidenze, e che vi consiglio di leggere.


SIAMO TUTTI AFFITTUARI !.....











Io, senza sapere tutte queste importanti notizie, per scherzare ho sempre sostenuto che su questa Terra "siamo tutti affittuari", con un contratto a termine, non rinnovabile, perchè arriverà il momento del “trasloco” in altra dimensione dove sarà impossibile portare con noi i nostri beni terreni e, anche se lo potessimo fare, non servirebbero a nulla, sarebbero inutilizzabili….
Quindi, abbiamo preso tutto in prestito dall'universo e naturalmente arriverà il momento della logica “Restituzione” al proprietario !
Per il momento questo è tutto, ma il tutto non è solo questo ! C’è sempre qualcosa in più da imparare per chi ricerca la conoscenza !

Condividere con chi mi legge quello che imparo dalle mie ricerche, è per me un grande piacere e sapere che, oltre ad essere lette per curiosità, sono state anche recepite ed apprezzate come da te espresso Soldatini, completa il senso del mio impegno.


Un cordiale saluto a chi mi legge Titti


soldatini Oggetto: buon ferragosto titti  15 Ago, 2017 - 16:29  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 7804
Attività utente
Attività utente

Molto interessante il tuo scritto.-
TittiMendoza Oggetto:   15 Ago, 2017 - 13:31  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 5639
Attività utente
Attività utente

Visto che il nome del nostro Sito è: “Anziani” , ho pensato di andare più a fondo al significato della semplice parola, al fine di capire sotto quali altri aspetti possiamo osservarla.
Pensate che possa essere anche per voi interessante scoprirli ?
Bene, “detto-fatto ” leggete quanto segue, (frutto di una mia ricerca) e capirete perchè ho voluto condividere con voi, amici anziani, quanto da me appreso.


Un cordiale saluto a chi mi legge Titti



IL FENOMENO DELLA VECCHIAIA



Il fenomeno della vecchiaia nel corpo fisico umano e in quello di tutti gli esseri nella vita e della Natura, logicamente si produce in seguito all'usura degli organi vitali, a misura in cui le energie eteriche, che fino a quel momento lo avevano integrato, vadano perdendo fludità e non giungano con il loro adeguato ritmo vibratorio al centro del cuore.

Si inizia quindi una lenta cristallizzazione delle funzioni organiche, con i suoi fenomeni riconosciuti di: debilitazione, passività, staticità e decrepitezza che, come spiritualmente si dice: "prepara il cammino del ritorno".
La Via naturale di accesso all'universo soggettivo da parte dell'anima e la distruzione del corpo fisico da parte del Signore della Morte.

Stabilito questo, come voi saprete, quattro sono le età cicliche che condizionano l'esistenza fisica dell'uomo:

infanzia, gioventù, età matura e vecchiaia.

Esse sono una perfetta analogia, anche se in miniatura, delle quattro età planetarie descritte come:


l'età del ferro, l'età del bronzo, l'età dell'argento e l'età dell'oro.

Orbene, tutte le età cicliche sono governate da una determinata porzione di tempo. Utilizzando l'analogia ermetica, sulla quale si basa questo trattato, appaiono questi quattro cicli di tempo nella vita dell'umanità intesa come un tutto:

0- 18 - 36 - 54 – 72

le cui somme, sia parziali che totali, daranno sempre il numero 9 poiché il9 è "il numero dell'uomo". Vediamo ora la sua distribuzione:

-Infanzia 0-18
Si considera la tappa dell'infanzia e dell'infanzia/ adolescenza. È la fase corrispondente al principio di integrazione vitale.

-Gioventù 18-36
È la tappa della gioventù, con la massima affluenza di energia vitale. Il processo d’integrazione o di accumulazione è giunto ai suoi limiti estremi.

-Età Matura 36-54
A partire dai 36 anni si inizia lentamente un processo di cristallizzazione cellulare ed il corpo fisico inizia a perdere parte dell'energia vitale.

-Vecchiaia 54- 72 ed oltre

dai 54 fino ai 72 il processo è nettamente di “restituzione” ed inizia il cosiddetto "ciclo di ritorno" che purtroppo deve condurre alla morte fisica.
Come avrete potuto osservare i quattro cicli, che sono stati presi come base per queste analogie, sono di “18 annni”.

Ricordiamo che queste cifre si riferiscono all'umanità considerata nel suo insieme e non all'essere umano considerato nel suo particolare.

E`una cifra che non è casuale, ma che ha come fondamento il principio vitale dell'energia dato dai processi fisici della respirazione e della circolazione del sangue.


CONSTATAZIONI MEDICO SCIENTIFICHE




Come viene riconosciuto scientificamente, l'essere umano effettua 18 respirazioni al minuto, e a ciascuna respirazione corrispondono quattro pulsazioni o battiti del cuore.

Si ha pertanto 18 x 4 = 72 pulsazioni al minuto. Se continuiamo, seguendo questa linea di analogia, considerando un giorno completo della vita di un uomo in base alle sue respirazioni, si avrà:

18 x 60 = 1.080 respirazioni per ora 1.080 x 24 = 25.920 respirazioni per giorno.
( Noterete che le addizioni delle somme finali, danno ancora come risultato, il numero 9)
Questa quantità in anni è la corrispondenza esatta di un giorno del nostro Logos planetario. È anche il periodo di tempo che impiega la Terra nel fare un giro completo nella sfera siderale governata dalle Dodici Costellazioni dello Zodiaco, nel suo movimento di retrogradazione o di precessione degli Equinozi.

Proseguendo il nostro studio, vediamo che dal momento della nascita fino all'età di trentasei anni, l'anima ha accumulato sostanza energetica attorno al corpo fisico, ma a partire da questo momento deve iniziare a ridare alla Natura tutta la materia energizzata.

Si apre quindi il cosiddetto processo di RESTITUZIONE, nel quale il complesso cellulare consumato dal servizio all'io spirituale in incarnazione fisica, inizia a perdere le energie di rinnovamento ed a chiudersi sempre più in se stesso.
Si viene allora a costituire un blocco cristallizzato che progressivamente si rende inservibile alle necessità dell'evoluzione dell'anima, la quale non ha altro obbiettivo in quella fase dell’esistenza, se non la liberazione dalla forma fisica e l'entrata nel mondo soggettivo dello Spirito.

Ecco, con questo avrete certo nonato la perfezione indiscutibile con la quale è governato la nostra persona, il nostro essere, il nostro spirito, dal momento in cui emana il primo respiro di vita sul nostro pianeta e perchè, dopo aver usate a nostro favore tutte le energie che l'universo ci concede in prestito per poter esistere e sperimentare la vita, piano piano negli anni, dobbiamo restituirle nuovamente al Creato, anche perchè, non serviranno più al nostro Spirito in quanto è energia pura ed inesauribile.






Gli esempi, (al contrario), che mi vengono in mente sono quelli dell'astronauta o del palombaro o esploratore subaqueo i quali, per andare ad esplorare lo spazio o le profondità marine, devono indossare un involucro adeguato a protegga la propria incolumità in un mondo estraneo. Un corpo, una tuta adatta all'ambiente che gli permetta di vivere e provare nuove esperienze, ma che una volta tornato sul pianeta Terra, potranno spogliarsi e liberarsene dal peso, per poter tornare a vivere senza alcun ausilio, la vera vita !


Ecco come vedo il giusto processo di:
"RESTITUZIONE".














TittiMendoza Oggetto:   09 Ago, 2017 - 11:59  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 5639
Attività utente
Attività utente

“ LA FORZA DI UN SORRISO "



Qualche anno fa, proposi questo post in quanto sperimentavamo un periodo in cui la società attraversava un'ondata di notizie piene di violenza sconvolgente.
Oggi, guardando lo scenario attuale, mi viene da pensare (usando un ossimoro) che:



“Stavamo meglio quando stavamo peggio !!!!”



Pertanto, visto che invece di migliorare, le notizie hanno purtroppo superato sempre più ogni limite concepibile ed immaginabile, mi piace rinnovare la proposta della:


“forza in un sorriso”




Magari chissà, potrà essere una goccia di balsamo in mezzo ad un oceano di sconforto , ma potrà anche servire come antitodo ad un Mondo che ha perso il senso delle cose semplici e gratuite, come ad esempio: un sorriso, un complimento non costano niente e sono la miglior medicina contro ogni male dell'anima !

Non sono utopista, ma credo che sia quasi impossibile trovare qualcuno che, per mille ragioni, non abbia bisogno di sentirsi dire una parola buona, un apprezzamento, un complimento, un elogio per quello che è e quello che fa, ricevere un caloroso incoraggiamento con un amichevole pacca sulla spalla, un abbraccio ed un sorriso. Credo che anche la creatura più cinica, scostante e rude, si sciolga di fronte ad una parola buona, non importandosi di aver la garanzia che questa sia sincera o meno.
In questo mondo seminato da cattiverie ed aggressività, ricevere una carezza, anche se virtuale, è simile ad una ventata d’aria profumata in un ambiente fetido di parole sporche d’ingiurie, di giudizi e pregiudizi.










La scienza medica dice che ai neuroni encefalici, costa più energia essere sempre incavolati neri che spendere una parola buona per qualcuno, fa sentire bene innanzi tutto a chi la pronuncia, perché è una forma di auto guarigione, prima di scivolare nella depressione e la paranoia il doversi sempre difendere da tutto e da tutti.
Se sono proprio quest’ultimi a pretende la garanzia della sincerità, allora dovrebbero chiedersi onestamente: chi è veramente, costantemente e genuinamente sincero, sempre ?
La strada dell’esistenza è seminata da insincerità, da bugie, anche di quelle catalogate: “a fin di bene…..” Ma allora a cosa serve avere la convalida della sincerità? l’importante è sempre avere un amichevole sorriso sulla bocca, come antidoto alla miseria d’animo !......

A proposito di sorriso curativo, volevo farvi vedere questo mini filmato, che spiega in modo più eloquente ciò che voglio proporvi. Anche se paradossale, contiene un apprezzabile lezione di vita che, senz’altro, indurrà molti a meditare e perché no ? anche a mettere in pratica l’insegnamento, giusto per vedere se veramente funziona !....
Siccome il filmato è in lingua inglese, se qualcuno dovesse avere problemi nel comprenderla , ho pensato di agevolare la visione riassumendo l'insegnamento esposto nella storia, di modo che possiate seguirla più facilmente .


Non mi resta che augurarvi una giornata piena di sorrisi e ringraziarvi per la cortese attenzione che mi dedicate.
Titti





" L'UOMO CHE DISPENSAVA SORRISI "










La fiabesca storia, inizia in un grande ipermercato: il parcheggio è libero per due ore, a patto che si convalidi lo scontrino alla cassa, prima d’uscire. Dietro lo sportello a timbrare sul biglietto “convalidato”, c’è un impiegato gentilissimo e cortese, ma non solo, lui è sempre pronto a sorridere, a fare complimenti ed incoraggiare tutti, indistintamente, per i più svariati motivi: per il taglio dei capelli, per il colore dell’abito, per i lineamenti del viso e così via proprio per invitarli a sorridere.
Questo suo modo d’agire, ha fatto in modo che la gente, pur di ricevere qualche complimento, qualche incoraggiante sorriso, andasse sempre a parcheggiare e spendere a quell’ipermercato, creando così file interminabili di traffico, oltre ad una coda lunghissima per recarsi allo sportello a convalidare il biglietto.
I proprietari degli altri ipermercati, visto questo strano movimento, non capendo cosa stesse succedendo, insieme ad alcune guardie, dopo aver indagato e scoperto la ragione, sono andati a rimproverare l’impiegato troppo cortese.

Una volta giunti allo sportello hanno ammonito l’impiegato a smetterla con la sua pagliacciata. Però, a loro volta, hanno sperimentato il trattamento amichevole...... l'impiegato infatti, ha rivolto anche a loro la comprensione per il duro lavoro di responsabilità svolto, oltre all’apprezzamento dei loro impeccabili abiti e cravatte......
Una volta richiamato all’ufficio del direttore dove lavorava, l'impiegato ha rivolti complimenti anche al direttore per gli onesti prezzi praticati nell'ipermecato e per l’aiuto che da questo ne derivavasse per le famiglie.
Rimasto estasiato dalla serena personalità diplomatica e gentile, il proprietario ha pensato che forse questo impiegato avrebbe potuto essere utile anche all'ora presidente degli Stati Uniti: George Bush..... così lo ha introdotto alla Casa Bianca. L’impiegato, rivolto al presidente, gli ha detto: “Signore, non importa cosa la gente pensi di lei, ma posso assicurarle che nessuno potrà mai superare il suo grande stile nei movimenti, sui campi da golf “.....

Con Saddam Hussein poi, si è complimentato per i magnifici baffi, dicendo che senz’altro avrebbero fatto invidia all’attore Burt Reynolds. E’ addirittura arrivato a fare da moderatore diplomatico in medio oriente, per provare a stabilire la pace tra Israele e la Palestina......
Grazie a tutti sorrisi , tutta l’industria odontoiatrica ha riscosso successo per la cura dei denti al fine di avere perfetti sorrisi.

La televisione e i giornali hanno cominciato a parlare di lui dicendo come il semplice impiegato di un parcheggio, fosse stato in grado di cambiare il mondo. Quando gli hanno chiesto il segreto del suo successo, ha risposto:
“Semplice, amo vedere la gente sorridere”

Un giorno ha avuto bisogno di farsi delle foto tessera, la fotografa era bellissima e lui si è innamorato istantaneamente…. Mentre lei scattava la foto lui le ha sorriso e lei prontamente l’ha richiamato dicendogli che per legge era proibito sorridere sulle foto dei documenti e, severamente l’ha mandato via, fotografando il prossimo in fila.
Lui ne ha provate tante per conquistare la fotografa, ha sfoderato tutti i complimenti possibili ed immaginabili, ma questa volta però, lei è stata l’unica persona che non è riuscito a far sorridere, la ragazza dal nome Victoria.
Un giorno sconsolato le ha chiesto se avesse mai sorriso nella sua vita e lei gli ha risposto:
”Si, ma solo quando ero bambina”. Dopo aver provato e riprovato più volte a farla sorridere ancora, ma senza risultato, per il dispiacere questa volta è stato lui cadere in depressione e con lui tutta la gente che in fila allo sportello della convalida biglietti dove lavorava, aspettava inutilmente di ricevere ancora la solita parola buona ed un sorriso.
La gente non è più andata a fare spese li e lui è stato licenziato !
Un giorno per strada, due sposini in viaggio di nozze, gli chiedono di scattare una foto ricordo, così lui l’invita loro a sorridere e siccome gli sposini facevano un sorriso di convenienza, l’invita invece a fare un vero sorriso di felicità e dice con malinconia: “Magari potessi girare il mondo anche io con la mia ragazza a farmi fotografare, saprei come sorridere di gioia”

Un fotografo professionista di passaggio notando la bravura nel far sorridere la gente, che ormai numerosa si rivolgevano a lui per scattare foto ricordo, gli propone di lavorare professionalmente per lui.
Un giorno, mentre aspetta il suo turno per una visita dentistica, vede che sulla patente di un signore seduto accanto, c'è una fotografia con uno smagliante sorriso e gli domanda dove l’abbia fatta, visto che a lui Victoria lo aveva proibito per legge.
Dalle indicazioni capisce che era lo stesso luogo dove lavorava la severa ragazza che le aveva rubato il cuore, ma al suo posto trova un altro fotografo e chiede:
“ma dov’è la fotografa che c’era prima?” e l’uomo risponde: “è stata licenziata perché ha cominciato a fare le foto dei documenti dicendo alla gente di sorridere”

Incuriosito comincia cercarla disperatamente finchè un giorno , nel portare a sviluppare alcune foto vede una fila di gente che aspetta il turno per farsi le foto del passaporto e nota la sua ragazza che prima di scattarle, incita la gente a sorridere......Allora si avvicina e le chiede cosa fosse cambiato e lei risponde:
”quando ero bambina, mia madre s’ammalò e diventò così triste da dimenticare come si sorrideva, vedendola in quelle condizioni, imparai anche io a non più sorridere e per molti anni, fino a poco tempo fa quando, un giorno un uomo ( che guarda caso era proprio lui...) l’ha osservata dicendole quanto fosse bella, così bella da desiderare di fotografarla per immortalare il suo bel sorriso. Così quell’uomo è stato capace di far sorridere mia madre che finalmente, dopo tanti anni di tristezza e sofferenza, è guarita !...

Quando ho sentito parlare di te e di come riuscivi a far sorridere tutti, ti ho cercato per molto tempo, girando per tutti i garage che convalidassero biglietti, ma non sono mai riuscita a trovarti. Lui risponde: “hai pagato perfino i parcheggi pur di trovarmi ? “Si perché tu sei meraviglio, stupendo”
ed è lui questa volta a ribadire:

“Nessuno ha mai detto a me queste belle parole !”

Questo sta a dimostrare come i sorrisi possono cambiare il mondo e funzionare in modo curativo, compiendo anche miracoli !!!!....
Ma solo a patto che amorevolmente si scambino e si condividano.


Per questo, sperando d'aver stimolato in voi che mi leggete un sorriso, anche se virtualmente, lo contraccambio con......












TittiMendoza Oggetto:   04 Ago, 2017 - 12:19  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 5639
Attività utente
Attività utente

PASSATEMPI SOTTO L'OMBRELLONE

Di che colore sei ?....


A parte il colore della tintarella..... o della razza di provenienza, esiste anche un altro colore personale che forse non sapevate: quello del Chakra del vostro nome !
Bene, se fino ad ora non lo sapevate, da oggi in poi non saprete soltanto il vostro colore del Chakra con i relativi lati caratteriali, ma anche quello di chi vi sta a cuore o sulle scatole....
E' questione di matematica e di vibrazioni numeriche quindi, dopo aver letto questo scritto, scoprirete come calcolare il colore dell'Aura attraverso le vibrazioni numerologiche del nostro nome !






Incuriositi abbastanza ?


Allora cominciamo a capire come procedere.
Ogni colore, infatti, ha il suo Chakra, cioè un proprio punto di forza. Con il calcolo della vibrazione numerologica possiamo determinare il colore corrispondente al nostro nome e quindi conoscere le qualità della sua Aura.

Di che colore siamo? Quale parte materiale con relative manifestazioni sono più evidenti in noi ? A che punto siamo o dovremmo essere per una sana crescita spirituale ? Rosso, arancione, giallo, verde, blu, indaco, viola, rosa oppure oro? Dietro ognuno di questi colori si nasconde il nostro carattere, la nostra energia e il modo con cui concepiamo la vita, rivelandoci a che punto siamo e quanto cammino ci aspetta per raggiungere la parte migliore del nostro essere. L'Aura, infatti, è l'energia che circonda il nostro corpo e che influenza la nostra anima.


ORA PASSIAMO ALLA PRATICA




Per ottenere la somma numerologica e calcolare la propria aura è semplicissimo, basta abbinare i numeri corrispondenti alle singole lettere del nostro nome per poi ridurre il risultato ad una sola cifra.
Ad esempio: scrivete il vostro nome ricavando il suo relativo numero aiutandovi con questo schema:

I 9 chakra sono così numerati:

-Rosso : 1 AJS
-Arancio : 2 BKT
-Giallo : 3 CLU
-Verde : 4 DMV
-Blu : 5 ENW
-Indaco : 6 FOX
-Viola : 7 GPY
-Rosa : 8 HQZ
-Oro : 9 IR

Ad esempio, per il nome: "ANNA" si addizionano i valori dei relativi numeri. Nel caso la cifra finale risultasse superi al 9, occorrerà sommare ancora gli addendi per ottenere così un solo numero).

A = 1
N = 5
N = 5
A = 1
Totale = 12 – 1+2 = 3

Quindi l'Aura di Anna è di colore “Giallo”


Ed ora divertitevi a scoprire i significati.






Buone vacanze a chi è in riva al mare “sotto l'ombrellone” Ma anche a chi è a casa “sotto il ventilatore o l'aria condizionata”

Saluti Titti





Personalità numerologica corrispondente per ogni colore di Chakra
I primi 5 Chakra sono legati più alla parte materiale dell'essere, mentre dal sesto in poi comincia il cammino verso la purificazione della sua parte spirituale.





1) Rosso:
Personalità forte e dominante. Chi ha il nome corrispondente a questo colore ha una presenza e l'aspetto attraente. Un pioniere coraggioso che non ha paura dei rischi. Energico e testardo, affascinante e passionale, con uno straordinario coraggio. Il Rosso possiede un solo polo ed è orientato verticalmente verso la Terra, ha la capacità di adattamento al mondo. La sua funzione principale è orientata al corpo materiale, all'istinto di sopravvivenza. Possiede un senso di armonia fisica e mentale in ottimo rapporto con la natura. E' molto legato alla vitalità sessuale ed ha la necessità di dover soddisfare i bisogni primordiali come cibo, acqua, e aria. E' il chakra che tende ad assorbite le energie della Terra. E' il colore del pianeta Marte.

-Aspetti positivi : Attività, volontà, energia, eccitazione, iniziativa, persistenza, forza fisica, spirito di avventura, sessualità, passione
-Aspetti riduttivi : Volgarità, aggressività, rabbia, ribellione, mancanza di scrupoli, dominio, crudeltà.
-Effetti fisici : Vince la pigrizia, favorisce la ripresa dell’attività. Favorisce la circolazione del sangue, aumenta il calore interno del corpo, combatte l’apatia. -Efficace contro il raffreddore. Combatte la malinconia e la depressione, utile nei periodi in cui manca l’energia o ci si sente esauriti. Vince i primi sintomi del raffreddore.
-Sconsigliato nei casi di febbre, ipertensione, ferite, bruciori e infiammazioni.
-Pietre: rubino, diaspro rosso, granato

2) Arancione: L'aura di questo colore si contraddistingue con una personalità equilibrata. La giusta misura tra la mente e il corpo. E' una persona leale, allegra e positiva. Generalmente accetta le sfide vivendo il momento presente. Il colore arancione è bipolare, per cui è orientato in senso orizzontale. E' collegato al desiderio, al piacere fisico e alla gioia di vivere. E' il chakra dell'ispirazione proveniente dal cuore. Le sue sofferenze derivano dai conflitti nella sfera sessuale, dai tradimenti e litigi. E' il colore di Saturno.

-Aspetti positivi : Estroversione, entusiasmo, vivacità, vitalità, creatività, gioia, coraggio, spontaneità, empatia, comunicazione.
-Aspetti riduttivi : Esibizionismo, carattere soffocante, eccessiva istintività, lassismo, qualunquismo.
-Effetti fisici : Carica il corpo di energia e come il giallo, stimola la circolazione del sangue. Utile contro la malinconia e per chi ha la tendenza a irrigidirsi e a prendersi troppo sul serio. Per il suo carattere gioioso, aiuta chi soffre di ulcere e calcoli. Efficace per l’espulsione dei gas dal corpo, può migliorare le funzioni del fegato ed e quindi adatto come coadiuvante contro l’alcolismo.
L’arancione non è adatto a chi si irrita facilmente o soffre di stress.
-Pietre: corniola, pietra di luna, occhio di tigre

3) Giallo: Affascinante, allegro, fortemente magnetico, sicuro e molto creativo. Il giallo sviluppa l'intuizione e l'intelligenza. E' un colore bipolare ed è orientato orizzontalmente. La sua aura infonde forza di volontà individuale, carisma ed efficienza. Corrisponde al potere e al controllo. Dal comportamento enigmatico, può essere un ottimo Leader e un abile diplomatico. Attraverso il suo chakra riesce a gestire l'emotività, il desiderio di autoaffermarsi. E' legato al potere e alla capacità decisionale, alla sicurezza e all'autostima. La sua energia facilita l'assimilazione delle esperienze, rivelandogli gli obiettivi per consentirgli un uso più positivo della sua energia personale. Di contro, un eccessivo stato di tensione potrebbe provocare iperattività, scoppi d'ira e possibili disturbi di origine nervosa. Con conseguente carenza di energie che possono causare una chiusura in se stessi, timidezza, bassa autostima, senso di inutilità, fobie, ipocondria e paura del prossimo. Il giallo è il colore di Mercurio.
-Aspetti positivi : Ottimismo, speranza, allegria, ispirazione, illuminazione, positività, conoscenza, mentalità aperta, rinnovamento, vivacità.
-Aspetti riduttivi : Manipolazione, malizia, falsità, dispersione, calcolo, ipocrisia, vanità, superficialità.
-Effetti fisici : Rafforza il sistema nervoso e il cuore, stimola il funzionamento del fegato e favorisce la secrezione dei succhi gastrici. Può alleviare reumatismi, artrite e si rivela efficace nell’alleviare la rigidità delle giunture. Stimola i reni e attiva il sistema linfatico. Sconsigliato agli ipertesi e a coloro che soffrono di problemi di nervi.
-Pietre: topazio giallo, ambra, quarzo citrino

4) Verde: E' il colore dell'equilibrio spirituale, della piena conoscenza di se stessi e dei propri sentimenti. Sobrio e pragmatico, è indotto al risparmio. Ha una logica coerente, per cui è difficile che accetti i suggerimenti dagli altri. Estremamente fedele, è molto amato dai suoi amici. Il verde è il colore che presiede le aree fertili del Pianeta. Dunque, un'aura dal cuore molto forte, con una personalità sana e dinamica, piena di amore e compassione. Essa controlla la respirazione e il funzionamento del cuore e dei polmoni. Permette di godere la famiglia, papà, mamma, fratelli e sorelle, nonni e zii. Grazie a questo chakra godiamo dell'amore che ci viene donato, accettando gli altri così come sono, dando loro amore senza nulla chiedere in cambio. Si chiude, invece, se ci sono dei conflitti in famiglia, per l'abbandono o la perdita di un caro. A lungo andare questa chiusura si ripercuote a livello fisico, appunto, con problemi al cuore e ai polmoni. Il verde è il colore di Venere.
-Aspetti positivi : Condivisione, adattabilità, giudizio, sicurezza, protezione, giustizia, equilibrio, guarigione, pace, perseveranza, rettitudine, ordine, stabilità, forza.
-Aspetti riduttivi : Avarizia, indifferenza, ostinazione, rigidità, immobilismo, diffidenza, pregiudizio, ritardo.
-Effetti fisici : Benefico per il sistema nervoso, in quanto calma i nervi ed è utile per un miglioramento generico della salute. Favorisce l’eliminazione delle sostanze tossiche e agisce da astringente. Allevia la tensione e può abbassare la pressione del sangue. Ha un effetto rilassante e sedativo. Poiché influenza la struttura di base delle cellule, è un coadiuvante per curare cisti e tumefazioni. Agisce nella zona del torace e d è efficace contro asma, bronchite e raffreddore. Combatte l’emicrania e allenta la tensione.
Non adatto a chi soffre di sonnolenza, apatia o per chi è eccessivamente sedentario.
-Pietre: smeraldo, giada, avventurina, malachite


5) Blu: ottimista, idealista, adattabile, tranquillo, simpatico, buon senso di responsabilità, paziente e impegnato nelle cose che ama. Il colore blu trasmette una sensazione materna. E' bipolare ed è orientato orizzontalmente. Esso è il chakra delle capacità espressive dell'intelletto, della comunicazione chiara e sincera, la capacità d'ascolto e della parola. Un centro mentale interamente controllato nella maniera molto cosciente. Il suo potere si evidenzia in modo particolare nella comunicazione verbale, conferendo eloquenza e la capacità di saper trasmettere le proprie idee in modo chiaro, preciso e cristallino. Se ben sviluppato, le persone il cui nome appartiene a questo colore hanno il potere di esprimersi e parlare in modo estremamente convincente e persuasivo. E' anche il responsabile della comunicazione con il mondo etereo o extracorporeo. Gli squilibri di questo chakra si possono manifestare se ci sono problemi di incomunicabilità o incapacità di trasmettere chiaramente agli altri le proprie idee e i sentimenti. L'incapacità di sfogare le proprie tensioni psicologiche può causare stress e introversione. Il Blu è il colore di Giove.

-Aspetti positivi : Dedizione, fedeltà, fiducia, serietà, bellezza, fede, serenità rilassamento, adattamento, amore, protezione, generosità, socializzazione, educazione, assistenza.
-Aspetti riduttivi : Rigidità, possessività, attaccamento, presunzione, eccessivo idealismo, senso di colpa.
-Effetti fisici : Ha un effetto rilassante e calmante ed è usato come coadiuvante pe gli stati febbrili. Riduce il calore e l’infiammazione ed è efficace anche contro i colpi di sole. Diffonde la serenità e libera dalla tensione; utile per combattere emicrania, e tutti i disturbi alla gola, come raucedine, tosse e laringite. Si dice che le donne che soffrono di problemi mestruali, possono beneficiare del potere del blu, utilizzando camicie da notte e biancheria intima di questo colore. Anche i problemi della vista, possono essere coadiuvati col colore blu. Non è indicato per il trattamento di paralisi, pressione bassa, malinconia, raffreddore e depressione.
-Pietre: Lapislazzuli, zaffiro, topazio blu

Questo colore come gli altri che seguono, non hanno molte sfaccettature come i precedenti, in quanto molto potenti nelle loro funzioni.

6) Indaco: Sensibile, intuitivo, impulsivo, curioso e molto ambizioso, con un forte desiderio di grandi cose nella vita. L'indaco è un colore bipolare, per cui è orientato orizzontalmente. Esso influenza il mesencefalo, il punto, cioè, che assorbe tutti i nostri stimoli nervosi, per poi inviarli in tutte le altre parti del cervello (Si può dire che il mesencefalo dia energia a tutta la regione della testa). Esso è il chakra che presiede la visione interiore, gli stati mistici, la proiezione mentale che consente di viaggiare nella volta astrale. Esercita lo sviluppo della nostra capacità di concentrazione mediante la meditazione. Inoltre, permette l'utilizzo del sesto senso e la capacità di manifestare le percezioni extrasensoriali. -Di negativo ci sono solo alcuni squilibri che possono manifestarsi attraverso gli incubi, con fenomeni psichici incontrollati e sgradevoli come la confusione mentale e la completa mancanza di sogni. L'Aura di colore indaco è responsabile della percezione visiva, fisicamente si possono manifestare malattie collegate alla vista, con mal di testa frontali. Si Dice che i bambini che hanno l'aura di colore indaco possiedano dei poteri paranormali. Secondo alcune credenze, gli "indigos" (indigo children), i bambini indaco, avrebbero delle doti di chiaroveggenza e la capacità di comunicare con l'aldilà. L'indaco è un colore di Urano

7) Viola: Il nome corrispondente al colore viola si adatta generalmente ad una personalità calma e riflessiva, saggia ed affettuosa, generosa, sentimentale e artistica. Un creatore di opere d'arti che durano nel tempo. E' orientato verticalmente in alto, con la punta verso il Divino. Il viola è il chakra che governa la corteccia cerebrale. Esso determina l'apertura della coscienza e migliora lo sviluppo dell'intelletto. Le sue funzioni principali sono indirizzate verso una conoscenza superiore. A questa aura appartengono tutte le questioni relative alle relazioni tra la coscienza dell'individuo e quella dell'universo. Il pieno sviluppo di questo settimo chakra, porta l'essere umano in comunione con le forze creatrici dell'Universo. Uno stato di purificazione che lo guida all'appagamento spirituale più puro, liberandolo dalle limitazioni degli istinti più bassi. E' chiaro che si tratta di stati dell'essere che sfuggono ad ogni possibilità descrittiva della razionalità, ma che possono essere compresi ed assimilati soltanto attraverso un'esperienza diretta. Il viola è un colore del pianeta Nettuno.

8 Rosa: Le qualità principali del rosa sono il potere, l'amore e l'attenzione alla propria leadership. Le persone col nome abbinato a questo colore sono in grado di trasformare i propri sogni e le idee in realtà. l'ottavo chakra influisce in modo benefico sull'amore ed aiuta a risolvere i problemi che riguardano la sfera spirituale e fisica tra l'uomo e la donna. L'aurea rosa aiuta gli artisti a sviluppare il loro talento. Il rosa, come il verde, è uno dei colori di Venere.

9) Oro: Il nono chakra è una delle aure più potenti, essa determina la forza di volontà dell'Uomo. L'oro irradia amore, gioia, compassione e comprensione. E' il colore del Sole e rappresenta la perfezione dell'essenza umana. Tende a risolvere qualsiasi problema ambientale. L’oro è anche il colore del potere e della ricchezza.




assodipicche Oggetto: Il rispecchiamento emotivo  31 Lug, 2017 - 17:54  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 5612
Attività utente
Attività utente

Davanti allo Schermo i Bambini Perdono il Rispecchiamento Emotivo
************************





Lo spiega il Dott. Federico Tonioni, direttore del primo centro pediatrico italiano che si occupa di dipendenza da internet, sito presso il Policlinico Gemelli di Roma: “Davanti allo schermo i bambini perdono il rispecchiamento emotivo, che significa guardarsi negli occhi e pensare alla stessa cosa, essenziale per crescere”

L’Ambulatorio Internet Addiction Disorders del Policlinico Gemelli è un un centro d’eccellenza e d’avanguardia a livello europeo e mondiale. Qui vengono accolte quelle persone, anche giovanissime, che si sono perse nei meandri delle nuove realtà digitali e che, per riprendersi indietro la propria vita, hanno bisogno di una mappa che li aiuti a capire dove siano arrivati e che li riporti indietro a casa.

Il Dott. Tonioli fa proprio questo: è la loro mappa. Il medico si occupa infatti del recupero di adolescenti, dai 13 anni in su, fino alla prima maturità.

Le nuove dipendenze, conosciute sotto l’acronimo di IAD (Internet Addiction Disorders) sono quelle legate all’uso compulsivo e dissociativo dei mondi virtualizzati, del gioco online e della pornografia in rete.

Durante un’intervista, il Dott. Tonioni ha parlato delle conseguenze nefaste che la dipendenza dai dispositivi tecnologici può causare nei bambini.

I bambini vengono trattenuti di più da schermi interattivi e quello che si perdono sai che cos’è? Sono due cose. Uno: il rispecchiamento emotivo che significa guardarsi negli occhi e pensare alla stessa cosa e serve per crescere. Due: un’assenza fisica intorno a loro.

Internet ha cambiato il nostro modo di vivere il tempo, perché con il multitasking, nello stesso momento, io mi illudo di poter fare 30 cose e non è correlato alla produttività né ad una maggior capacità di concentrazione ma ad una maggiore possibilità di distraibilità.

Noi eravamo abituati a confrontarci con due grosse frustrazioni che sono: la capacità di attendere e la capacità di stare soli. La capacità di attendere è quella che ti permettere di desiderare e di non essere compulsivo.

Quando parli coi genitori sai qual è la frase più classica che ti dicono? “Mio figlio davanti al computer non si vede e non si sente” E lo sai che vuol dire? “Quando sta davanti al computer (e ce l’ho messo io) riesco a non pensarlo” ma i bambini hanno bisogno di essere pensati”.

Il Dott. Tonioni ha recentemente pubblicato un libro molto interessante dal titolo “Psicopatologia web-mediata.Dipendenza da internet e nuovi fenomeni dissociativi”.

Nel libro, il medico esplora il concetto di psicopatologia web-mediata che viene distinto dalla più comune dipendenza da internet, intesa come dipendenza patologica comportamentale.

Nel testo vengono approfondite dinamiche disfunzionali più complesse che coinvolgono i giovanissimi nativi digitali completamente succubi delle trasformazioni socioculturali che il nuovo mondo digitale ha generato nel modo di concepire il tempo e lo spazio: in Giappone si parla di “hikikomori” per riferirsi al fenomeno che vede emergere gravi condotte di ritiro sociale negli adolescenti.

La psicopatologia web-mediata coinvolge diverse aree cognitive, (percezione, l’attenzione, la memoria, il pensiero e l’istintualità) e crea nuovi profili cognitivi, generati da un diverso modo di apprendere, comunicare e pensare.

(da www.youreducation.it)
TittiMendoza Oggetto:   24 Giu, 2017 - 18:01  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 5639
Attività utente
Attività utente




Un sorriso per dimenticare il caldo infernale.....




TUTTO HA UN PREZZO !......



IL PREZZO DEL CERVELLO



In un ospedale si trova un paziente gravemente malato. I familiari si riuniscono nella sala d'attesa e, alla fine, entra un medico stanco e desolato:
“mi dispiace d'essere portatore di brutte notizie” disse guardando le facce preoccupate: “l'unica speranza per il vostro familiare è un trapianto di cervello.
"E' qualcosa di sperimentale e rischioso e economicamente del tutto a vostre spese”

I familiari restarono seduti, ascoltando le gravi notizie. Alla fine, una domanda:
“Quanto costa un cervello ?” “Dipende” rispose il medico, 5.000 euro un cervello di uomo e 200 euro uno di donna “.

Un lungo momento di silenzio invade la stanza, mentre gli uomini presenti cercano di non ridere evitando di guardare le donne negli occhi, anche se qualcuno accenna un sorriso.
Infine, la curiosità fa domandare ad uno di loro: Dottore, a che si deve la differenza di prezzo ?” Il medico, sorridendo ad una domanda così innocente, risponde:
“Quelli femminili costano meno perchè sono gli unici ad essere stati usati, gli altri sono come nuovi !”










TittiMendoza Oggetto:   05 Giu, 2017 - 19:51  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 5639
Attività utente
Attività utente




Giusta osservazione Patrizia !



Ma credo che se una donna è intelligente, di certo non avrà bisogno di qualcuno che le allunghi la sua vita, saprà senz’altro saggiamente come farlo, senza dipendere da nessuno, non credi ?





liliana Oggetto: Parità  05 Giu, 2017 - 19:30  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 6609
Attività utente
Attività utente


Patrizia51 Oggetto:   05 Giu, 2017 - 18:56  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 2885
Attività utente
Attività utente

TittiMendoza ha scritto:

Sposare una donna intelligente allunga la vita, (lo dice la scienza)

L'intelligenza femminile diventa l'elisir di lunga vita per gli uomini,

lo sostiene una ricerca scientifica


.......




Consolante, ma .... funziona anche al contrario o sono i soliti privilegiati?

A noi, chi ce la allunga la vita?

_________________
Preferisco le eccezioni - Wislawa Szymborska
Nuova discussione   Rispondi Vai a pagina  
1
          ...