Vai a pagina           
3
      ...             
  I Forum di Anziani.it  Tempo libero  Giardinaggio
Nuova discussione   Rispondi
TittiMendoza Oggetto:   07 Nov, 2016 - 17:45  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 5944
Attività utente
Attività utente


LA RESILIENZA DELLE MARGHERITE....


Stamattina, come al solito, ho portato il mio cane a spasso.Temperatura esterna: 7 gradi, cocuzzoli delle montagne circostanti, imbiancati di neve, prato pieno di foglie ingiallite e..... cosa vedo in questo caratteristica scena autunale ? Due margheritine integre e abbracciate, quasi come se volessero sostenersi a vicenda e combattere insieme con resilienza, il clima avverso alla loro natura.


Mi hanno fatto una tenerezza immensa, mi sembravano due creature sole in tutto il prato, che si scaldavano vicendevolmente in un affetuoso abbraccio.

Ho pensato che il loro coraggio dovesse essere premiato, facendole ammirare, oltre che dai miei occhi, anche da tutti i vostri: frequentatori di questo spazio per amanti della natura !
liliana Oggetto:   06 Nov, 2016 - 12:59  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 7524
Attività utente
Attività utente



Credo che questo video sia più utile...







TittiMendoza Oggetto:   05 Nov, 2016 - 18:53  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 5944
Attività utente
Attività utente



Embè: devi renderti conto di smetterla di rovinare tanta povera gente e qualcuno, pura e santa come me..... ha il dovere , assumersi questo lodevole compito:

aiutare la gente e salvare la tua anima !







assodipicche Oggetto:   05 Nov, 2016 - 18:31  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 6061
Attività utente
Attività utente

Sì, ma così mi rovini la piazza!
TittiMendoza Oggetto:   05 Nov, 2016 - 18:06  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 5944
Attività utente
Attività utente





Alma, se fossi in te accetterei subito e senza indugiare, la proposta di Asso, anche se indecente....
Anzi, per scaramanzia cambierei anche l'avatar con l'immagine della pianta della porta fortuna, visto che quello della civetta è un po' scalognoso.... rappresenta un un'uccello notturno che porta sfortuna e addirittura il suo stridire viene associato ai lamenti delle anime dei morti.
Senti a me, fatti mandare subito le sue coordinate bancarie perchè è un “caro” amico nel senso di costoso... conoscendolo... chissà quanto te la farà pagare !

Ebbene si, lo confesso: è proprio lui il Maestro di Feng Shui a cui mi riferivo, attenta, tira sul prezzo ! So che ha mandato in rovina molti clienti con questa barzelletta della pianta porta fortuna.... Però come Avatar non è male.....








TittiMendoza Oggetto:   05 Nov, 2016 - 18:05  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 5944
Attività utente
Attività utente







Ultima modifica di TittiMendoza il 05 Nov, 2016 - 18:12, modificato 1 volta in totale
Alma Oggetto:   05 Nov, 2016 - 16:37  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 2522
Attività utente
Attività utente


Ah, ah! Asso!


La mia fortuna me la faccio da sola, e ci riesco molto bene!

assodipicche Oggetto:   05 Nov, 2016 - 15:59  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 6061
Attività utente
Attività utente

Alma, tu vuoi scoprire dove posizionare la pianta della fortuna? Col Feng Shui si può fare! Però devi pagare.....mettiti l'animo in pace e sborsa. Ti mando in privato le mie coordinate bancarie e l'importo. Pensavi che fosse uno scherzo?
Alma Oggetto:   05 Nov, 2016 - 15:43  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 2522
Attività utente
Attività utente

Ma senti chi parla!
TittiMendoza Oggetto:   05 Nov, 2016 - 15:29  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 5944
Attività utente
Attività utente

I PILASTRI SUI QUALI SI REGGE L'ESISTENZA




L’esistenza si regge sempre su due grandi pilastri: “Ignoranza e Conoscenza” ma mentre l’ignoranza, ( nel senso di ignorare) non costa niente e nessuno sforzo, la conoscenza invece ha i suoi costi che sono: l’impegno, la costanza, la voglia di apprendere cose nuove e via dicendo e di conseguenza, costa anche in termini pecuniari.

Si comincia già nel pagare l’insegnante dell’asilo infantile, per poi proseguire nella vita con i costi scolastici, universitari di specializzazione, si pagano i libri si pagano i vari corsi di apprendimento, insomma la conoscenza ha i suoi costi e perchè un’insegnante di Feng Shui dovrebbe fare eccezione e insegnare il suo sapere gratis, dopo aver a sua volta pagato i suoi studi con l'impegno e relativi costi ?
Perfino nella religione, se vuoi imparare la conoscenza dei suoi insegnamenti, devi comprarti la Bibbia, il Vangelo o frequentare corsi o scuole a pagamento.

Chi non sa l’importanza di alcuni rami di conoscenza ed in particolar modo quella millenaria, come il Feng Shui, prima di giudicarli dovrebbe avere almeno un briciolo di cultura in materia, ma anche quel briciolo di cultura, per chi ama la conoscenza, per chi desidera erudirsi in merito, ha i suoi costi, almeno quello di un libro....
Alma Oggetto:   05 Nov, 2016 - 14:12  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 2522
Attività utente
Attività utente


Ma va? Quella pianta grassa li si chiama albero di giada, albero della fortuna? Non sono una appassionata di piante grasse, ma quello proprio nn lo sapevo. Non mi dice niente come estetica e certo nn credo che piante, oggetti et similia portino fortuna.


Chiamare un “ maestro” per decidere dove posizionare un vaso?

E, magari anche pagarlo?

TittiMendoza Oggetto:   05 Nov, 2016 - 13:18  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 5944
Attività utente
Attività utente


ATTENZIONE AL FAI DA TE !



Per quanto ne sappia, secondo l’insegnamento di un vero Maestro Feng Shui, è superficiale dire dove posizionare i vari rimedi indicando, come nel caso della pianta di Albero di Giada, la direzione sud-est in una qualsiasi bitazione, in quanto, bisogna prima sapere tramite l’astrologia cinese, quali siano le direzioni favorevoli personali di chi ci abita.
Purtroppo molto spesso si commettono questi errori che magari posso provocare il contrario di quello che si spera.
Per questo il Feng Shui fai da te, è assolutamente sconsigliabile se non personalizzato e consigliato da un Maestro.
assodipicche Oggetto: Dell'Albero di Giada mi piace solo il nome, eppure....  05 Nov, 2016 - 11:13  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 6061
Attività utente
Attività utente

...eppure...guardate un po'! Chi l'avrebbe mai detto, io ce l'ho e l'ho sempre trascurata!


"Prima di parlare della pianta in questione, dobbiamo spiegare cos’è il Feng Shui. Il Feng Shui è un’antica arte cinese che valuta l’interazione tra persone e il loro ambiente. Le parole “Feng Shui” significano “vento e acqua”, indicando queste potenze invisibili presenti nel cielo e del flusso energetico della Terra. Tornando al nostro ambiente di vita quotidiano, scegliendo degli oggetti e decidere dove posizionarli, influisce notevolmente sulla qualità della nostra vita e del nostro benessere. Piante e fiori rientrano fra questi elementi. Le piante d’appartamento, oltre a dare ossigeno, purificare l’aria da polvere ed altri elementi tossici, proteggono dai campi elettromagnetici emessi dalle apparecchiature elettroniche, introducono la bellezza ed energia positiva nelle nostre case e conferiscono un contatto con la natura. Sono molti gli esperti di Feng Shui in tutto il mondo che affermano che le piante sempreverdi emettono energia positiva, influenzando positivamente tutti i settori della vita, in particolare il business. E una delle piante più famose, la quale si ritiene possa portare fortuna, amicizie e ricchezza, è la Crassula Ovata nota comunemente come Albero di Giada.

Molte persone nel mondo ritengono che questa pianta sia un simbolo di buona fortuna, quindi di tratta di un idea regalo perfetta ad esempio per l’apertura di una nuova attività o matrimoni, in quanto porta prosperità, ricchezza e fortuna.
Se desideriamo utilizzare la pianta per portare una benedizione finanziaria, è preferibile posizionarla nell’angolo sud-est della nostra abitazione, e si ritiene che ogni nuova foglia porterà nuova ricchezza!"

Visto su: http://farlofacile.com/9631/diventare-ricchi-con-una-pianta-coltiviamo-l-albero-di-giada



liliana Oggetto: Per Alma  05 Nov, 2016 - 08:52  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 7524
Attività utente
Attività utente

Prima di ogni cosa "Grazie"a chi gentilmente ha voluto offrire la propria competenza sulle piante,rivolgendomi ad Alma, con la quale,qualche volta ci divertiamo a "supporre qualcosa"e, la "supposta" quasi sempre risulta esatta, diciamo questa volta trattandosi di giardinaggio:"piantatela?"

Un germogliante saluto di buona giornata a tutti L.M.

Alma Oggetto:   03 Nov, 2016 - 21:30  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 2522
Attività utente
Attività utente

Se lo dici tu, mariluna... in giardinaggio poi.... te ne intendi!
marialuna Oggetto:   03 Nov, 2016 - 21:17  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 1626
Attività utente
Attività utente

Alma ha scritto:

una volta veniva insegnato ai bambini che nn si mette niente in bocca!



Credo che si faccia anche oggi ma si sa, i piccoli non resistono alla tentazione di mettere tutto in bocca...... e spesso anche gli adulti.....

Meglio, come hai fatto tu, far capire loro perché si debbono evitare alcune piante: i bambini capiscono molto bene se si ha voglia di spiegare loro i motivi dei “No”.

Sono gli adulti che, nonostante venga detto loro dai sacerdoti di non commettere atti impuri, continuano imperterriti a peccare.
Alma Oggetto:   03 Nov, 2016 - 12:53  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 2522
Attività utente
Attività utente

Può essere che quel tuo professore nn avesse figli... una volta veniva insegnato ai bambini che nn si mette niente in bocca! Si preferiva far conoscere il pericolo per evitarlo, oggi si toglie il pericolo per evitarlo. Scelte!


Per mio figlio fin da piccolo ho fatto conoscere piante e frutti velenosi girando per i parchi e per i boschi. Già a tre anni diceva: quetto no, quetto velenoso! Pù!


Eh... scelta di una a cui piace la botanica!

marialuna Oggetto:   02 Nov, 2016 - 22:00  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 1626
Attività utente
Attività utente

“Un mio vecchio professore che se ne intendeva di botanica non si spiegava perché in molti giardini pubblici, frequentati dai bambini, il Comune mettesse così tante specie velenose: l’oleandro, il lauroceraso, il pittosforo, il tasso. Quest’ultimo, poi, tanto per chiarirne la pericolosità, è chiamato anche “albero della morte”. Le foglie ed i semi del Taxus baccata contengono infatti una sostanza tossica, la taxina, un alcaloide diterpenico che determina difficoltà respiratorie, problemi cardiaci, tremori, nausea, vomito e, in forti dosi, può portare al coma ed alla morte.”(Fonte: http://pianteinviaggio.it/index.php/it/le-piante-protagoniste/item/120-tasso.html

Gli uccelli ne mangiano i frutti ma, non avendo i denti, non intaccano il seme velenoso, di cui poi si liberano per via naturale.

All’Orto Botanico di Roma, il Taxsus baccata si trova vicino al Ginkgo biloba, conosciuto anche come albero della vita, e considerato sacro nell’antico oriente. Due alberi maestosi e spettacolari.





E pensare che molte piante tossiche vengono coltivate anche nei nostri giardini: l’oleandro, il lauroceraso, il pittosforo, e anche la Stella di Natale. Molte persone non sanno che possono essere un pericolo per i loro bambini.
TittiMendoza Oggetto:   02 Nov, 2016 - 20:04  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 5944
Attività utente
Attività utente







Mica male la tua idea Asso, visto che stiamo in via di sperimentazione, perchè non provare ? Se riesco stecchire le piante…. poi magari vengo a sperimentarlo anche sulla tua persona …. per essere sicura che non sia solo un caso ….……
Sai che soddisfazione ? Non andrei neanche in galera... perchè dirò che stavo solo ballando con te il "Tuca Tuca" .......




Ragazze le foto di stamattina le ho scattate da dietro uno steccato e le piante sono su un terreno scosceso, molto pericoloso, quindi lasciamo perdere, mi dispiace ma non vale la spesa per l’impresa…..
Che le bacche siano velenose per l’essere umano e non per gli uccelli, me lo ha detto anche un’altra persona.

Margine mi sento onorata di essere stata oggetto di attenzione da parte di appassionati di botanica e ti prego di ringraziarli di cuore da parte mia. Terrò in considerazione la loro spiegazione, che poi mi pare fosse anche la tua Nandina no?



Ma giuro ragazzi, che non finisce qui… andrò a fondo e vi terrò informati !…..

assodipicche Oggetto: Non sia mai!  02 Nov, 2016 - 16:43  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 6061
Attività utente
Attività utente

marialuna ha scritto:
[.......]

Se fosse un Lauroceraso, fai attenzione perché tutta la pianta, e in particolare le foglie i frutti, sono tossici per l'uomo.


Tossica per Titti!? Ma dai! Se vengono in contatto, la povera pianta rimane stecchita!
Nuova discussione   Rispondi Vai a pagina           
3
      ...             
ANZIANI.IT
Via del Poggio Laurentino 2
00144 Roma (RM)
P.Iva: 05121921000
DATA PROTECTION OFFICER

E' possibile contattare in qualsiasi momento questa email dpo@final.it per richiedere l'anonimizzazione o rimozione completa dei propri dati dalla piattaforma secondo la General Data Protection Regulation (GDPR).

INFORMAZIONI LEGALI