Vai a pagina  
1
          ...             
Nuova discussione   Rispondi
TittiMendoza Oggetto:   17 Apr, 2018 - 15:32  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 5720
Attività utente
Attività utente

Per le ricerche sul ritrovamento del nostro amico conquistatore dei cuori delle donzelle, conosciuto col nome di “Taita” , la Farnesina di Roma si è servita della speciale collaborazione di: “Chi l’ha visto” e questi sono i recenti risultati.






Pare che dopo aver conquistato tutti i cuori delle donzelle marziane, Taita abbia deciso di trsferiersi sul pianeta Venere, sicuro di trascorrere sul pianeta dell’amore per eccellenza, un’esistenza piena di soddisfazioni personali.....

Però in nome delle vecchie amicizie fatte sul pianeta Terra, sul Sito Anziani, potrebbe almeno scriverci due righe inviandoci i suoi saluti, descrivendoci le sue fantastiche avventure spaziali…..

Noi ( un po’ invidiosi….) non perdiamo le speranze di leggerti al più presto !....















TittiMendoza Oggetto:   11 Apr, 2018 - 14:45  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 5720
Attività utente
Attività utente





Durante i miei scorsi viaggi, nel mese di Marzo, sono sbarcata sul pianeta Marte, dove si era sparsa la voce che un umano di nome Taita, aveva creato un oggetto speciale chiamato: “Ascensore” dove chiunque fosse entrato, avrebbe provato ogni sorta di emozioni terrestri, menzionando anche i nomi dei soggetti che le avevano sperimentate con lui.
Non vi dico che inferno è stato quando mi hanno identificata.... sono stata sottoposta a pesanti e severi interrogatori al fine di carpirne informazioni utili.

Alla fine sono stata tenuta in ostaggio chiedendomi di far sapere a Taita che fino a quando non si fosse deciso a portare sul pianeta quell'oggetto che faceva sperimentare ogni tipo di follie, io sarei rimasta prigioniera
Infatti, feci giungere come potevo, un messaggio a Taita dicendo quanto segue:

SOS ? mi è venuta la malaugurata idea di fare le vacanze sul pianeta Marte. ora mi tengono in ostaggio fino a quando Taita non pagherà il riscatto.
Dicono che mi libereranno solo se Taita gli porterà quell’ascensore bloccato.... perché vogliono sperimentare se è vero, che dentro si possono fare ogni tipo di follie !......


E Taita invece, noncurante del mio stato di prigioniera e malgrado avesse ricevuto come prova anche un lembo del mio orecchio destro, rispose:

"PS Dimenticavo, Contessina cara... come sono le fanciulle marziane? Hai parlato loro di me? Hai detto loro che hai la grande fortuna di conoscere un terrestre, di genere maschile, assolutamente eccezionale? Bellissimo, affascinante, intelligente, garbato, colto, simpaticissimo, virile (!!) e... modesto? Se sì, devo quindi tenermi pronto a un probabile rapimento?

Ecco il motivo per cui dal 18 Marzo non è più presente sul Sito.... io sono stata rilasciata mentre lui è rimasto prigioniero nel regno delle fanciulle marziane usato come oggetto di sperimentazione....... anche senza l'ascensore.....

Quindi, se dal 18 marzo non leggete più i suoi scritti, è solo perchè ormai è sfinito senza più speranze di fare ritorno sulla Terra, sognando i bei tempi trascorsi in tranquillità e romanticismo, con le sue amiche terrestri.

Ecco Taita, se dovessi ricevere il mio messaggio ricordati che quello che si semina si raccoglie.....e prima di vantare i tuoi pregi dovresti discernere a chi arrivano i tuoi sibillini messaggi..... qui, sulla Terra, ancora ancora potevi sperare di non essere trattato come una mucca da mungere li, le Marziane sono conosciute come insaziabili creature....






Io ho informato la Farnesina a Roma, ma non so quali siano i loro trattati interstellari quindi, prima di perdere ogni speranza di rivederti, se ci sei e per caso leggessi questo mio scritto, batti due colpi sul Pianete Terra, chissà ?....

I miracoli possono sempre seccedere.......

La tua fedele amica contessina
Taita Oggetto: TAITA E... Roger Federer il grande!  18 Mar, 2018 - 15:38  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 2107
Attività utente
Attività utente

Fenomenale Roger Federer!!


Ieri sera negli USA, dopo aver rischiato grosso con la new entry Borna Coric, un giovane e promettentissimo croato di 20 anni, rieccolo in finale a contendere – tra poche ore - all'argentino Juan Martin Del Potro la conquista del trofeo di Indian Wells (sarebbe l'ottavo per Federer!).


Borna Coric? Secondo me il più accreditato a diventare in un prossimo futuro il nuovo Federer. Solido di fisico e di carattere, fondamentali di prim'ordine senza punti deboli, servizio potente, agile e con intelligenti strategie di gioco, il giovane croato, pur avendo vinto il primo set 7 a 5 e in vantaggio 4 a 2 nel secondo, iniziava a soffrire sempre più un Federer che scambio dopo scambio aveva cambiato marcia da par suo. Cosicché "Roger the King", pur con grande fatica e non pochi up 'n down, riusciva a imporsi nel set decisivo per 6 a 4. Che partita, ragazzi! Che Federer! Che emozioni!! 36 anni e sette mesi. Un campione unico che ancora sa esprimere un tennis paradisiaco. Storicamente il più "vecchio" numero 1 in attività e - senza alcun dubbio ormai - il più grande tennista di tutti i tempi.


Grazie papà Robert, grazie mamma Lynette, per averci regalato una tale prodigio.


*****


18 MARZO 2018


L'argentino Juan Martin del Potro si è aggiudicato meritatamente la finale di Indian Wells battendo in finale Roger Federer al 5° set. Si è trattato di un incontro fantastico degno delle aspettative. Quando sembrava che Federer ancora una volta si imponesse in virtù della sua classe superiore, il bravissimo Del Potro con un guizzo strepitoso ha fatto suo il tie break decisivo. Comunque sono contento. Troppo sfortunato il giocatore argentino da poco rientrato dopo una serie di infortuni. Re Roger alla fine ha pagato la dura lotta del giorno prima con il croato Coric in semifinale. In ogni caso incontro da leggenda e pubblico in delirio, tutto in piedi ad acclamare i due campioni.






















































































18 Marzo 2018

Taita Oggetto: TAITA E.. 4 briciolìine  16 Mar, 2018 - 15:44  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 2107
Attività utente
Attività utente

QUATTRO "BRICIOLINE"...

Mi sto battendo da anni perchè si smetta di dire “In bocca al lupo” per augurare buona fortuna. Un modo di dire a cui si deve rispondere sempre “Crepi il lupo!”. Che brutta cosa. Perchè augurare la morte a un così magnifico animale, oltretutto sempre a rischio di estinzione? Non basta dire “Tanti auguri!”, per questo o per quello, a cui rispondere semplicemente “Grazie!” ? Se a me augurano in bocca al lupo io immancabilmene rispondo (urlando, perchè si capisca): “VIVA il lupo!!”.

****

Ho pregato una mia casa amica “numerologa” (oltre che medium, astrologa, chiromante, cartomante, caffeomante, pranoterapeuta, cosmologa, veggente, ecc. ecc.), di inviare privatamente a Matteo Renzi una lettera per raccomandargli di non fare assolutamente nulla il 4 di ogni mese (e di non fare mai qualcosa alle 4 del mattino e alle 4 del pomeriggio).
Referendum Costituzionale del 4 Dicembre 2016? Una Waterloo.
Elezioni Politiche del 4 Marzo 2018? Una catastrofe.
Di sicuro il 4 non è il suo numero fortunato.

****

Il mondo dei “MAGAZINE" che contano è in festa. E' nato – udite, udite! - “Uomini e Donne Magazine” a soli 50 centesimi!!
Ora il mondo del giornalismo 5.0 può fregiarsi di una nuova gemma splendente.

****

Ahhhh... impareggiabili amici “sinistrini” ormai sinistrati!! L'altra sera al ristorante, durante un piccolo raduno tra i sopravvissuti di un nostro pccolo club di “pesca a mosca”, per poco non finiva a botte. C'erano tre vecchi amici di sinistra, ex “rossi, duri e puri”, sempre preparatassimi e informatissimi (a occhio, ora poco più che rosati o rosatelli)... La faccio breve: del nostro sodalizio si è parlato sì e no per 10 minuti... il resto è stato occupato dai litigi anche aspri tra i sinistrini, in disaccordo su tutto...

A un certo punto, chissà che cosa mi è venuto in mente di buttare lì questa frase (che voleva esere scherzosa, ma non troppo per la verità)... Secondo me per ricompattare la sinistra... bersaniani, dalemiani, veltroniani, ecc. ecc. occorrerebbe che il Berluska, assolto dalla Corte di Strasburgo, tornasse a fare il Presidente del Consiglio...

La bagarre - e che bagarre!! - è nata perchè uno dei tre, tutto pensoso, ha commentato: “Giorgio, sai che forse hai ragione?”...






Taita Oggetto: TAITA E... La Teoria del Tutto  15 Mar, 2018 - 14:59  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 2107
Attività utente
Attività utente



LA TEORIA DEL TUTTO


Su Rete 4 ieri sera mi sono rivisto per la terza volta, e con immutato piacere, questo film. In pratica la biografia di Stephen Hawking, il grande astrofisico cosmologo inglese che l'altro ieri a 76 anni ci la lasciato. Colpito a 21 anni da quella terribile malattia degenerativa inarrestabile chiamata del “motoneurone” - una malattia crudele che distrugge il corpo, ma lascia crudelmente integra la parte pensante del cervello - lo scienziato, interpretato dall'attore inglese Eddie Redmayne, meritatamente Oscar come miglior attore, ha speso tutta la sua faticosa vita nello studio dell'universo e delle sue origini.


Adoro i film inglesi che mostrano le loro città, le loro case con le tipiche finestre, i bowindo, i giardini curati... Pellicole dai colori sempre tenui e dalle atmosfere delicate.... La loro sfumata, dolce ironia anche nella malinconia... Ricordate lo stupendo film “Quel che resta del giorno” con Anthony Hopkins? (che capolavoro!!).


Secondo me questo è un film assai ben fatto, che scena dopo scena ti costringe a tenere i kleenex a portata di mano. Tra equazioni, concetto spazio/tempo. meccanica quantistica e relatività generale (in cui mi guardo bene dall'entrare) e tanta sofferenza vera, c'è anche posto per delle delicate storie d'amore, nonché - sotto traccia (ma non tanto) – per l'eterno conflitto Scienza/Religione: ossia il quesito sull'esistenza di Dio. La scienza dell'universo, alla continua ricerca dell'equazione conclusiva, riuscirà mai a cancellare la figura di Dio? Secondo me – dati i limiti umani - questo tentativo (vano) non può che condurre a due risultati: o a rimanere sempre più atei o a diventare ancora più credenti.


PS


Rivedere un bel film è come rileggere un bel libro. Per le tante cose non viste o non lette la prima volta, il godimento può essere doppio.


PPS


A mio parere un premio andrebbe dato anche al doppiatore italiano che ha prestato la voce al protagonista.

Taita Oggetto: TAIIA E... Alessandro Baricco  13 Mar, 2018 - 23:15  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 2107
Attività utente
Attività utente

Cara Lilian, hai perfettamente ragione. Impossibile “capire” facilmente un letterato così brillante, multiforme, eclettico come Alessandro Baricco, un vero "mattatore". Personalmente su di me non ha mai esercitato un particolare fascino. Di lui ho letto solo due libri: “Seta” e “Castelli di sabbia” e quindi non molto. Tuttavia penso – così “a pelle” - che se anche avessi letto (o visto i suoi lavori al cinema o in TV) dieci volte tanto, non sono sicuro che avrei capito il suo “senso” come lo chiami tu... Tu intendi “senso della vita”, vero? Secondo me (ma posso essere in errore, ovviamente) Baricco appartiene a quella categoria di letterati così pieni, così ricchi di cose da dire che finiscono col... “parlare” a se stessi per mettere ordine nella loro anima.


Un suo scritto mi ha davvero conquistato: ed è un'ode a Roger Federer; un'ode bellissima, davvero degna di Re Roger.


PS Cara amica, e così post dopo post stiamo dando vita a un epistolario coi fiocchi. Sono preoccupato. Dobbiamo essere prudenti, più accorti. La Contessina Titti potrebbe irrompere da un momento all'altro. Se ci sorprendesse in questa "intimità" così.. ehm.. intensa...tu, sola con quel tipaccio di Taita.. detto "Il furbetto del divanetto"... .. grrrrrrrrrrrr... potrebbe succedere il finimondo. ...ahahaha...



PPS Ah, Lilian, dimenticavo... Ti piace il pattinaggio artistico? WOW!! Il prossimo mega-ascensore super attrezzato lo collocheremo al bordo di una pista di pattinaggio, Vedrai, sarà bellissimo alternare i nostri momenti di relax... ehm... con dei tripli "axel", doppi "toe loop" e quadrupli "rittberger"... Sarà fantastico volteggiare con te sul ghiaccio!!!






liliana Oggetto: Per taita  13 Mar, 2018 - 13:41  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 6837
Attività utente
Attività utente

Ti ringrazio Taita per aver dato risposta al mio scritto. Hai perfettamente ragione dicendo che dello scrittore Baricco non hai capito il senso della frase. Per capire uno scrittore, è certamente riduttivo leggere solo qualche pensiero.

Mi perdonerai certamente,mentre ti faccio tanti auguri per quanto ti appassiona sportivamente. Sarà certamente un senso che ti appaga e ti lascia ammettere la bravura dei giocatori tra i tuoi preferiti.

Lo sport che mi appasiona è il pattinaggio artistico, ma tanti altri lo sono. Sempre fiera se gli italiani si distinguono in qualsiasi sport.

Un abbraccio Lilian

Taita Oggetto: TAITA E... Il Senso della Vita  13 Mar, 2018 - 00:08  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 2107
Attività utente
Attività utente

Cara Lilian, ho letto, riletto e triletto il pensiero di Alessandro Baricco, ma temo di non aver capito un tubo. Penso sia giusto così. Si sa, uno scrittore, soprattutto se di successo, frequentemente parla tra sè e sè. Credo sia un allenamento anche inconsapevole per allenare il pensiero e la fantasia che sono i suoi strumenti di lavoro. Lo fanno anche i comuni mortali soltanto che i loro soliloqui non vengono poi raggruppati e catalogati come "citazioni". Anzi, le persone comuni devono stare attente a non farsi vedere mentre dialogano da sole... il 118 è sempre dietro l'angolo. In ogni caso, la ricerca di un senso della vita - in termini generali - è per me una vana ricerca. Più utile è praticabile - sempre secondo me - è darsi individualmente uno scopo eticamente un po' nobile...
Ora - sono le 2,40 di notte - sto seguendo in TV, nell'ambito delle Olimpiadi Paralimpiche in Corea - dove ora, essendo 8 ore più avanti, sono le 10,40 del mattino - la discesa libera femminile. Magnifiche ragazze ipo-vedenti che, precedute e guidate a voce da un'allenatrice/guida
, scendono a rotta di collo lungo ripide piste a caccia di una medaglia. Identica ammirazione per la categoria amputate. Qui, utilizzando delle protesi, è da non credere ciò che riescono a fare... Arrivate al traguardo, tutte queste atlete meravigliose ridono e salutano felici. Chapeau bas!!! Giù il cappello!
Non sono ben sicuro che ciò di cui ora sto scrivendo abbia una qualche attinenza con l'argomento "senso della vita"... Ma c'è una voce lontana xhe mi dice di sì... Altro non saprei dire.
Cara Lilian... è tutto così relativo...
liliana Oggetto: Per Taita  12 Mar, 2018 - 07:46  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 6837
Attività utente
Attività utente

Complimenti Taita per il tuo modo di pensare,nel quale prevale il senso. Ma forse c'è ancora da chiedersi quale sia il senso.

A tal proposito cito il pensiero di Allessandro Baricco:

A me risulta che la ricerca del senso è una sorta di partita a scacchi, molto dura e solitaria, e che non la si vince alzandosi dalla scacchiera e andando di là a preparare il pranzo per tutti. È ovvio che occuparsi degli altri fa bene, ed è un gesto così dannatamente giusto, e anche inevitabile, necessario: ma non mi è mai venuto da pensare che potesse c'entrare davvero con il senso della vita. Temo che il senso della vita sia estorcere la felicità a se stessi, tutto il resto è una forma di lusso dell'animo, o di miseria, dipende dai casi. Peraltro, è anche possibile che mi sbagli. È giusto un pensiero istintivo – un certo modo di vedere il mondo.

P.S.

L'immagine sottostante rappresenta l'equilibrio e la vita.


liliana Oggetto:   12 Mar, 2018 - 07:24  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 6837
Attività utente
Attività utente

Taita Oggetto: TAITA E... Il Femminicidio  12 Mar, 2018 - 00:36  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 2107
Attività utente
Attività utente



Cara Lilian, io la penso così.


Riguardo l'aumento dei femminicidi nel nostro Paese, un ennesimo inaccettabile primato negativo in Europa, non ho letto da nessuna parte un'importante considerazione che - secondo me - andrebbe fatta.


Fino a qualche decennio fa, questi crimini rientravano nel filone dei “drammi della gelosia”, dei delitti passionali. L'uomo coglieva in flagrante o scopriva il tradimento della moglie (o compagna, o fidanzata) e, forte anche di una certa cultura, la strozzava o la pugnalava o le tirava una revolverata. Quasi sempre un delitto d'impeto, non premeditato, che spesso godeva dell'indulgenza di certe leggi maschiliste (V. il “delitto d'onore” fino a 40 anni fa).


Oggi la società (per fortuna) è cambiata. La donna non è più disposta ad accettare le crudeltà mentali, le prepotenze, le botte di un marito “padrone”. Una volta, a parziale risarcimento di un'unione ormai senza più amore e piena di maltrattamenti, offese e umiliazioni, si concedeva - rischiando grosso - al massimo una “scappatella” o una tormentata relazione segreta. Mai e poi mai avrebbe osato chiedere il divorzio o minacciato di andarsene. Mai e poi mai avrebbe avuto il coraggio di affrontare il suo compagno manesco, esigendo, anche in difesa di un'eventuale prole sempre più terrorizzata, un po' più di rispetto.


Oggi no, la donna - tra i diritti che faticosamente sta ancora cercando di ottenere - vi è anche quello di lasciare un uomo che si rivela violento, che pretende di dominarla con le botte e la paura.O di lasciarlo semplicemente perché l'amore è finito, e senza amore il vivere assieme è assai difficile.


E l'uomo semplicemente non accetta questa ribellione. Non accetta nemmeno l'idea di di essere lasciato. Pertanto, oggigiorno, nella maggior parte dei casi, non è più un'accecante gelosia, frutto un amore malato, ad armare la mano dell'uomo assassino. Il femminicidio è diventato quasi sempre un delitto premeditato e lungamente architettato. Che spesso l'uomo attua dopo una lunga serie di molestie, terrorizzando la “vittima” con continue minacce. Compiuto per difendere ciò che ritiene sia una sua “proprietà”, cioè "roba sua", in nome di un diritto che è figlio di una becera logica bestiale.


E ciò che più indigna è la sottovalutazione delle richieste di aiuto (come ho già scritto in un mio post precedente). E' la sordità delle istituzioni a fronte degli allarmi lanciati.


Il nostro purtroppo è un Paese spesso orfano di Giustizia. In compenso è ricco di indignazione, cordoglio e ”fiaccolate” post mortem.


PS Occorrerebbe, come dice la Vanoni, Imparare ad amarsi, imparare a lasciarsi...





Ultima modifica di Taita il 12 Mar, 2018 - 08:56, modificato 1 volta in totale
liliana Oggetto: parità e rispetto  11 Mar, 2018 - 07:03  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 6837
Attività utente
Attività utente

Taita nel suo articolo :Una “briciolona” e una “briciolina” lascia spazio ad un argomento attuale ed interessante:Uomo Donna gelosia:

Quando si parla di parità rivolto alla "popolazione femminile", c’è un divario enorme. Già alla nascita notiamo delle piccole differenze tra i due sessi, principalmente nelle dimensioni e negli organi riproduttivi.Spesso nella prima infanzia le bambine sono più atletiche dei bambini ma con l’arrivo della pubertà e l’intervento degli ormoni sessuali le cose incominciano a cambiare.

Causa di tragedie però in molti casi è la gelosia;
un grado di gelosia lieve può mantenere acceso il rapporto e permette di non dare il partner per scontato, quando è troppa la gelosia può diventare distruttiva facendo vivere il geloso in uno stato di perenne allerta, con il rischio di sfociare in atteggiamenti aggressivi e violenti.

Lo psichiatra dice che la gelosia,colpisce di più i maschi, molti femminicidi letti in cronaca, vengono commessi all'interno di rapporti di coppia ed hanno per movente una gelosia ingestibile e ingiustificata. Sicuramente si tratta di personalità con l'incapacità di capire le emozioni dell'altro, cosa che finisce oltre che per danneggiare la libertà altrui, per impedire a se stessi di maturare autostima e autonomia.


Un abbraccio e un saluto Lilian








Taita Oggetto: TAITA E... I beceri Uomini  10 Mar, 2018 - 19:53  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 2107
Attività utente
Attività utente

Una “briciolona” e una “briciolina” .....


L'altro giorno, “Festa della Donna”, più ancora che di mimose, si è parlato - soprattutto in TV - di violenza sulle donne, raccomandando di denunciare sempre gli amori conditi con le botte. Già, ma quando una poveretta già piena di lividi – superando la vergogna e vincendo la paura – denuncia, non succede quasi mai nulla. Non tanto perchè chi riceve la denuncia al 90% è un Uomo... (che non di rado anche lui alza le mani su colei a cui ha giurato amore eterno), quanto perchè se le forze dell'ordine intervenissero su ogni esposto/denuncia di botte in famiglia, non basterebbe un esercito di 100.000 uomini. Una sottovalutazione inevitabile quindi...


Piccolo inciso. Io non finirò mai di ringraziare la sorte che ha voluto che in passato, una volta la settimana, e per un paio d'anni, facessi “L'Amico della Notte”, in diretta telefonica con gli ascoltatori di una radio privata milanese. Grazie a tantissime confessioni (la notte e la radio sono grandi alleate in certe situazioni) mi si è spalancato un portone sulla gravità e l'estenzione di certe vergognose realtà nascoste.


“Che vuoi che sia qualche schiaffo?” pensa, l'integerrimo funzionario, spesso anche lui culturalmente figlio di una certa “frantumaglia” maschilista becera e retriva...


Saremmo fuori dal mondo se pensassimo che anche gli uomini in divisa o con la toga, possano essere potenzialmente (o già di fatto ) dei violenti in famiglia? Come si è recentemente visto, purtroppo.


Io ritengo che se, per assurdo, si installassero obbligatoriamente delle telecamere all'interno delle mura domestiche, pochi uomini si salverebbero. Bisognerebbe che fossero delle donne, possibilmente quelle con ancora i lividi delle botte, a ricevere le denunce.


***


Vi ricordate quegli alberi di Natale che, dalle mie finestre, alla sera vedevo ancora accesi ben oltre l'Epifania? Erano tre i “ritardatari”, ma uno ha superato ogni record. Sapete quando le sue lucette colorate hanno smesso di lampegguare? Tre giorni fa, il 7 Marzo 2018 !!! L'ho tenuto d'occhio col binocolo. Ora la luce è normalmente accesa come nelle altre finestre. Scartate tutte le ipotesi, anche le più banali, non mi è rimasto che pensare che sia stata una scelta precisa: cioè quella di prolungare in qualche modo l'atmosfera natalizia.


****

Taita Oggetto: TAITA E... La Bella Signora  07 Mar, 2018 - 22:42  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 2107
Attività utente
Attività utente



LA BELLA SIGNORA


Il bel post di Lilian sulla conoscenza mi ha ispirato questa riflessione.


****


Col tempo ho maturato la convinzione - sperimentata personalmente - che coloro che si trovano nel bel mezzo dei loro meravigliosi anni autunnali o a ridosso di quelli invernali, non sempre – ahimé – ma qualche volta altrettanto meravigliosi, siano i più esposti e vulnerabili alla lusinghe di una Signora assai affascinante quanto cinica, fredda e implacabile: la Signora Cultura.


Il suo aspetto ricorda quelle raffinatissime dame, tutte voile e chiffon, ritratte dal ferrarese Giovanni Boldini, il pittore della “bella époque”: con in più la grazia, la delicatezza delle madonne del Parmigianino... La sua voce è spesso un dolce vellutato sussurro, suadente, insistente, convincente, che tuttavia - non di rado – a volte diventa imperiosa, urlata e sguaiata come quella di una vajassa napoletana. Se cedi all'abbraccio di questa ineffabile e multiforme signora – uomo o donna non fa differenza – sei finito. Non avrai più pace, né di notte né di giorno. Né in vacanza né al lavoro. Come fosse un'infezione virale inarrestabile, sempre più ti aumenta dentro una voglia di “sapere”.


Leggi una parola mai letta, senti un termine, un concetto, una musica per la prima volta, o vedi qualcuno o senti un qualcosa che ti colpisce e che non conosci... allora, come mai fatto prima, ti butti a capofitto nella Rete – smartphone, PC, tablet - o vai a cercare tra i mille e mille libri che ti circondano (la maggior parte dei quali neppure avevi mai preso in mano). Magari non hai tempo e rimandi la ricerca. Magari questa “fregola” ti passa dopo poco, pensi. Niente da fare: la Bella Signora tutta pizzi e merletti non molla. E' come un tarlo che appena possibile ti intima: “Vai, marsch!!... quella cosa da sapere, va saputa!”.


E in ogni caso ti rendi conto con spavento di una cosa bizzarra: come un iceberg, sotto ogni nozione che ora padroneggi ce ne stanno almeno altre 10.000 che non potrai mai “raggiungere”.


E questa “fascinazione” per il sapere prescinde da quanti e quali studi tu abbia fatto in gioventù. Studi che in ogni caso, già pochi mesi dopo l'ultimo suono della campanella, all'80% erano stati dimenticati del tutto. Prescinde da quante cose, da quanto sapere tu abbia già in “cascina”. Questa vulnerabilità dell'età matura al fascino della Bella Signora ha motivazioni oscure.


Forse per un briciolo di saggezza in più, forse per una maggiore attenzione ai tesori del pensiero, o forse semplicemente perchè la frenesia del quotidiano si è ridotta e si ha maggior tempo per altre cose.


Ma c'è un rovescio della medaglia. Un rovescio non gradevole. Che procura angoscia. La frustrazione di fronte al tanto sapere che ti manca e la consapevolezza che mai riuscirai a conoscere. Quasi subito ti rendi conto che...più cose sai, meno ne sai. Che l'antica famosa frase: “So di non sapere” ti calza a pennello. A cui modestamente aggiungo la mia: “Più si sa e meno si è allegri”.


E allora? Boh... non saprei.




PS La frustrazione cresce perchè escono troppi libri, troppi. Escono troppi film, troppi. E in teatro sono troppi i lavori - vecchi e nuovi - meritevoli di essere visti. E in TV sono troppi i talk-show che non si dovrebbero perdere. Troppi i documentari, le inchieste, i servizi su questo o quel paese. Sono troppi i Paesi che andrebbero visitati. E sui giornali sono troppe le notizie che ti sfuggono. Troppe le persone meravigliose da conoscere. Tutto è troppo. Davvero troppo. E il tempo scorre imesorabile.


Taita Oggetto: TAITA E... Il ritorno della Contessina Titti  05 Mar, 2018 - 20:51  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 2107
Attività utente
Attività utente

Ohhhhhhh, Contessina Titti... Bentornata!! Ti vedo in splendida forma. Sapessi quante sere, sul divanetto, davanti al caminetto, abbiamo parlato di te, Lilian ed io, fino a notte fonda...(molto fonda... ).


Riguardo al mio ascensore iper-confortevole e ultra attrezzato, non mi sento di consegnarlo a degli stranieri, comunque puoi benissimo descriverlo tu. Mi ricordo con quanta attenzione hai perlustrato ogni cm quadrato. E tantissimi sono stati i tuoi urletti di apprezzamento. Per quanto mi riguarda, durante la tua assenza, ho provveduto a introdurre quelle migliorie che volevi. E non ho badato a spese. Sono certo che ne sarai entusiasta.


Se lo descriverai con gli stessi occhi sognanti che mi avevano colpito mentre lo collaudavi con grande puntiglio, verrai rilasciata immediatamente.




PS Dimenticavo, Contessina cara... come sono le fanciulle marziane? Hai parlato loro di me? Hai detto loro che hai la grande fortuna di conoscere un terrestre, di genere maschile, assolutamente eccezionale? Bellissimo, affascinante, intelligente, garbato, colto, simpaticissimo, virile (!!) e... modesto? Se sì, devo quindi tenermi pronto a un probabile rapimento?

TittiMendoza Oggetto:   05 Mar, 2018 - 16:49  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 5720
Attività utente
Attività utente

SOS 😩 mi è venuta la malaugurata idea di fare le vacanze sul pianeta Marte 😢 ora mi tengono in ostaggio fino a quando Taita no paga il riscatto 🤑dicono che mi liberano solo se Taita gli porta quell’ascensore bloccato perché vogliono sperimentare se è vero che dentro si possono fare ogni tipo di follie 🤠😎 😳✌️
Taita Oggetto: TAITA E... Il Divanetto con Lilian  04 Mar, 2018 - 19:50  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 2107
Attività utente
Attività utente

Cara Lilian, non ti devi assolutamente scusare. Ho ben inteso e molto apprezzato le tue intenzioni di alleggerirmi l'animo. Gli amici servono a questo. Se poi penso che oltre a una carezza per sollevarmi l'animo mi hai invitato a pensare a un divanetto, su cui abbandonarsi a lieti pensieri, allora io... smaaacck! e... e... il resto è silenzio.



liliana Oggetto: Per taita  04 Mar, 2018 - 14:50  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 6837
Attività utente
Attività utente



Risultati immagini per fiori gif

Ci sono sensazioni che partono dallo stomaco, dal cuore e arrivano alla testa. Sono sempre stata severa con me stessa e di conseguenza con fatti che appaiono inacettabili.
Ho voluto scherzare perchè avevo ben capito il tuo rammarico e non volevo aggravare il tuo stato d'animo. Ci sono notizie che sollevano tante domande, alle quali non ci sono risposte, come quelle tenebrose di certe menti.

Scusami se ho creduto di sminuire il tuo dolore che avevo ben compreso.
Un abbraccio Lilian

Taita Oggetto: TAITA E...  03 Mar, 2018 - 15:11  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 2107
Attività utente
Attività utente

Cara Lilian, tesoro, io vorrei davvero non agghiacciarmi di fronte a certe notizie, ma non ci riesco; vorrei davvero che certi avvenimenti mi scivolassero via come fiocchi di neve sulla giacca a vento... Ma non riesco. E non è solo una questione di dispiacere, no, vengo anche assalito da una grande rabbia. Perché non riesco ad accettare certi crimini. Non riesco ad accettare - in nessun caso - che un carabiniere compia degli atti così orrendi... Vorrei non prendermela più di tanto nell'assistere ai "vomiti velenosi" di una povera maestra frustrata. Ma, ahimé, così son nato e così sarò per sempre.


E' assolutamente certo che preferirei un bel divanetto con te accanto, davanti alla finestra, al calduccio, a fantasticare mentre la neve fiocca fiocca... Così vicini da far imbestialire la Contessina Titti che finge di essere gelosa... (ihihihhih)


***


Secondo la CNN Newsroom, un notiziario in lingua inglese che, pur capendo una parola su tre anzi su quattro (un grande aiuto lo danno le grafiche in sovraimpressione), guardo volentieri perchè dà notizie che da noi non trovo e perchè l'intervistatore di turno non interrompe mai i suoi ospiti, il Movimento 5 Stelle in base a certi poll, alle 11 di stamane, Sabato 3 Febbraio, sarebbe in testa, rispetto agli altri partti, col 28%...


Continuando a parlare dell'Italia, non ci viene risparmiato niente: Roma piena di buche e sempre sommersa dai rifiuti, con grande festa di piccioni e topi...


Parlando della Cina, vengono mostrati gli enormi progressi scientifici e tecnologici, con grandi nuovi ausili per i non vedenti, e un prossimo fantasmagorico programma spaziale...


Viene anche data notizia che il film satirico “The Death of Stalin” del regista italo-scozzese Armando Iannucci (da noi è appena uscito col titolo “Morto Stalin se ne fa un altro”), in Russia è stato dichiarato “banned”, proibito... (i potenti non brillano mai per senso dell'umorismo). Facce di pietra, espressioni arcigne, occhi gelidi e cumuli di medaglie sul petto dei generali.


Si tratta di una pellicola che in chiave satirica..no, meglio, in chiave di “presa per i fondelli”... descrive l'isteria di un paese con il terrore ai tempi di Stalin e, dopo la sua morte, e con tempi ugualmente cupi, la frenesia per la conquista del potere. Credo sia un film da vedere.

liliana Oggetto: Ghiaccio si Ghiaccio no...  03 Mar, 2018 - 07:35  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 6837
Attività utente
Attività utente



Ma Taita leggo:"Sono agghiacciato, davvero"...la frase può servire a scherzarci sopra?


ll Marchese del Grillo diceva: "Quando si scherza bisogna essere seri" Tu appari davvero serio è questa "serietudine" al posto si serietà, oserei dire è impeccabile. Mi sono domandata (tutto sempre parlando scherzosamente sul serio) ma non basta la neve? Non è meglio pensare ai divanetti per guardare fuori dalla finestra,non faranno agghiacciare, ma divertire certo che sì !

Un caldo saluto, ma non approfittarti del calore.....Lilian
Nuova discussione   Rispondi Vai a pagina  
1
          ...             
ANZIANI.IT
Via del Poggio Laurentino 2
00144 Roma (RM)
P.Iva: 05121921000
DATA PROTECTION OFFICER

E' possibile contattare in qualsiasi momento questa email dpo@final.it per richiedere l'anonimizzazione o rimozione completa dei propri dati dalla piattaforma secondo la General Data Protection Regulation (GDPR).

INFORMAZIONI LEGALI