Vai a pagina              ...      
196
          
  I Forum di Anziani.it  Libri  Aforismi proverbi e citazioni
Nuova discussione   Rispondi
melba Oggetto:   18 Giu, 2006 - 17:16  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 10368
Attività utente
Attività utente

Non è vero che in Italia non esiste giustizia. È invece vero che non bisogna mai chiederla al giudice, bensì al deputato, al ministro, al giornalista, all'avvocato influente. La cosa si può trovare: l'indirizzo è sbagliato."

Giuseppe Prezzolini

vololibera Oggetto:   18 Giu, 2006 - 12:45  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 432
Attività utente
Attività utente

Colui che conosce gli altri è sapiente; colui che conosce sé stesso è illuminato. Colui che vince un altro è potente; colui che vince sé stesso
è superiore.

Lao Tzu


Rifletti, prima di pensare.

Stanislaw Jerzy Lec

Vorrei essere nato al contrario per poter capire questo mondo storto.

Jim Morrison

Il linguaggio politico è concepito in modo che le menzogne suonino sincere
e l'omicidio rispettabile, e per dare una parvenza di solidità all'aria.

George Orwell


ogni minuto muore un imbecille e ne nascono due
edoardo de filippo

l'uomo è cacciatore, la donna pescatrice
victor hugo.....

buona domenica a tutti
vololibera


_________________
Non siamo tutti Pablo Neruda... ma tanti di noi esprimono i loro sentimenti, le loro emozioni scrivendo dei versi, parole che arrivano dritte dal cuore che sono musica suonata senza aspettare applausi

Vittoria Oggetto:   18 Giu, 2006 - 11:23  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 4400
Attività utente
Attività utente



Ho guardato dentro una bugia.. e ho capito che è una malattia.. dalla quale non si può guarire..
mai..

da: Senza parole - Vasco Rossi



melba Oggetto:   17 Giu, 2006 - 18:06  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 10368
Attività utente
Attività utente

La parola comunica il pensiero, il tono le emozioni."

Ezra Pound



genova34 19 Oggetto:   16 Giu, 2006 - 06:56  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 821
Attività utente
Attività utente

Il problema non è fare la cosa giusta. E' sapere quale sia la cosa giusta.
Anonimo


_________________
Consoliamoci con le speranze. Le certezze sono un ricordo!
duchessa Oggetto: La grande domanda  15 Giu, 2006 - 20:32  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 33
Attività utente
Attività utente

Se eri un bambino degli anni 50, 60, 70


COME HAI FATTO A SOPRAVVIVERE?



1.- Da bambini andavamo in auto che non avevano cinture di sicurezza né airbag...

2.- Viaggiare nella parte posteriore di un furgone aperto era una passeggiata speciale e ancora ne serbiamo il ricordo.

3.- Le nostre culle erano dipinte con colori vivacissimi, con vernici a base di piombo.

4.- Non avevamo chiusure di sicurezza per i bambini nelle
confezioni dei medicinali, nei bagni, alle porte.

5.- Quando andavamo in bicicletta non portavamo il casco.

6.- Bevevamo l'acqua dal tubo del giardino, invece che dalla bottiglia dell'acqua minerale...

7.- Trascorrevamo ore ed ore costruendoci carretti a rotelle ed i fortunati che avevano strade in discesa si lanciavano e, a metà corsa, ricordavano di non avere freni. Dopo vari scontri contro i cespugli, imparammo a risolvere il problema. Si, noi ci scontravamo con cespugli, non con auto!

8.- Uscivamo a giocare con l'unico obbligo di rientrare prima
del tramonto. Non avevamo cellulari...cosicché nessuno poteva rintracciarci. Impensabile.

9.- La scuola durava fino alla mezza, poi andavamo a casa per il pranzo con tutta la famiglia (si, anche con il papà).

10.- Ci tagliavamo, ci rompevamo un osso, perdevamo un dente, e nessuno faceva una denuncia per questi incidenti. La colpa non era di nessuno,se non di noi stessi.

11.- Mangiavamo biscotti, pane olio e sale, pane e burro, bevevamo bibite zuccherate e non avevamo mai problemi di soprappeso, perché stavamo sempre in giro a giocare......

12.- Condividevamo una bibita in quattro...bevendo dalla stessa bottiglia e nessuno moriva per questo.

13.- Non avevamo Playstation, Nintendo 64, X box, Videogiochi, televisione via cavo con 99 canali, videoregistratori, dolby surround, cellulari personali, computer, chatroom su Internet... Avevamo invece tanti AMICI.

14.- Uscivamo, montavamo in bicicletta o camminavamo fino a casa dell'amico, suonavamo il campanello o semplicemente entravamo senza bussare e lui era lì e uscivamo a giocare.

15.- Si! Lì fuori! Nel mondo crudele! Senza un guardiano! Come abbiamo fatto? Facevamo giochi con bastoni e palline da tennis, si formavano delle squadre per giocare una partita; non tutti venivano scelti per giocare e gli scartati dopo non andavano dallo psicologo per il trauma.

16.- Alcuni studenti non erano brillanti come altri e quando perdevano un anno lo ripetevano. Nessuno andava dallo psicologo, dallo psicopedagogo, nessuno soffriva di dislessia né di problemi di attenzione né di iperattività; semplicemente prendeva qualche scapaccione e ripeteva l'anno.

17.- Avevamo libertà, fallimenti, successi, responsabilità...


e imparavamo a gestirli.







Ragazzi, se ci pensate...queste sono delle grandi verità!! della serie: SI STAVA MEGLIO QUANDO SI STAVA PEGGIO!!!
Vittoria Oggetto:   15 Giu, 2006 - 12:15  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 4400
Attività utente
Attività utente



Dubitate di chi ha solo grandi certezze e riponete fede in chi ha anche dei seri dubbi, in quanto la vera saggezza sta anche nel saper riconoscere la propria ignoranza, ne fu un classico esempio il grande filosofo greco Socrate, alla base della cui sapienza stava la consapevolezza di sapere di non sapere nulla.

Xavier Wheel



colibri Oggetto:   12 Giu, 2006 - 12:02  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 379
Attività utente
Attività utente

non so dove scriverlo lo letto mi è piaciuto volevo condividerlo con voi tutti.......




Il re e le sue quattro mogli

C'era una volta un re che aveva quattro mogli
lui amava la sua quarta moglie più delle altre
e l'adornava con ricchi vestiti e la compiaceva
con le delicatezze più fine a lei dava il meglio.

Amava molto anche alla sua terza moglie e la
esibiva nei regni vicini ma,
temeva che un giorno lei lo abbandonasse per un altro.

Pure amava la sua seconda moglie
lei era la sua confidente e si mostrava amorevole
e riflessiva, paziente con lui
ogni qualvolta che il re aveva un problema,
aveva fiducia che lei lo aiutasse a superare
i momenti difficili.

La prima moglie del re
era una compagna leale e aveva
contribuito per mantenere
tanto la ricchezza come il regno del monarca
ma ...lui non amava la prima moglie
anche se lei lo amava profondamente, lui appena lo notava.

Un giorno il re si ammalò,
e si rese conto che gli rimaneva poco tempo di vita.
meditò sulla sua vita trascorsa di lussi e sfarzi e cavillò.
" Ora ho quattro mogli con me,
però quando morirò, sarò solo!"
Quindi domandò alla sua quarta moglie:

"Ti ho amato più delle altre, ti ho dato lussi,
ti ho protetto con cura e con premura
ora che sto morendo, saresti disposta a seguirmi
e farmi compagnia?"

-Neanche a pensarlo! Rispose la quarta moglie
e si allontanò senza proferire più parola
La sua risposta penetrò come un coltello tagliente nel cuore del re.

Il rattristato monarca domanò alla sua terza moglie:
"Ora che sto morendo, saresti disposta a seguirmi e farmi compagnia?"
"No! Rispose la terza moglie!
Quando tu morirai io penso risposarmi
la vita è troppo bella"
il cuore del monarca ebbe una forte scossa e
diventò freddo.

Allora domandò alla sua seconda moglie:
Tu mi hai sempre aiutato, quando morirò,
saresti disposta a seguirmi e farmi compagnia?
-"Mi spiace non posso aiutarti questa volta"
rispose la seconda moglie" Il più che
posso fare per te è seppellirti."
La sua risposta cadde come un fulmine assordante
che devastò il re.

Allora ascoltò una voce:
"Andrò con te e ti seguirò dove tu andrai"
Il re spostò lo sguardo nella direzione della voce
e vide la sua prima moglie.
Appariva magrolina, soffriva di denutrizione.
profondamente addolorato, il monarca disse:
"Avrei dovuto trattarti meglio quando ho
avuto l'opportunità di farlo!"

IN REALTA' TUTTI ABBIAMO QUATTRO MOGLI
NELLA NOSTRA VITA.

La nostra quarta moglie è il nostro corpo.

Non importa quanto tempo e sforzi invertiamo per farlo apparire bello,
ci lascerà quando moriremo.

La nostra terza moglie sono i possedimenti,
condizione sociale e ricchezza,
quando moriremo, andranno in possesso ad altri.

La nostra seconda moglie è la nostra famiglia e amici
non importa quanto appoggio ci hanno dato a noi qui,
il più che potranno fare è accompagnarci fino al cimitero.

E la nostra prima moglie è la nostra anima,
frequentemente ignorata nella ricerca
nonostante, la nostra anima è l'unica che ci
accompagnerà ovunque andremo; perciò
coltivala, rafforzala e abbi cura di lei ora!!!!




_________________
Io sono solo una piccola matita nelle mani del Signore


(M.T.di Calcutta)
Vittoria Oggetto:   12 Giu, 2006 - 11:38  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 4400
Attività utente
Attività utente



"Non chiedere una vita più facile, chiedi di essere una persona più forte."

(anonimo)



Vittoria Oggetto:   11 Giu, 2006 - 11:27  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 4400
Attività utente
Attività utente



"Noi non leggiamo e scriviamo poesie perché è carino: noi leggiamo e scriviamo poesie perché siamo parte dell'animo umano. E l'animo umano è fatto di passione!"

John Keating (Robin Williams) in "L'attimo fuggente".






Titolo: "Il Sognatore"









Vittoria Oggetto:   10 Giu, 2006 - 11:00  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 4400
Attività utente
Attività utente



"Ogni piccola ombra di gentilezza si diffonde nello spazio e nel tempo, influenzando
vite del tutto sconosciute allo spirito generoso che aveva dato origine a quella eco
positiva, perché la gentilezza si trasmette e cresce ogni volta che viene trasmessa,
finché un semplice gesto di cortesia diventa, anni dopo e in luoghi lontani, un generoso
atto di coraggio. Lo steso avviene con ogni piccola meschinità, ogni manifestazione di
odio, ogni atto di malvagità."

da: "Il cattivo fratello" di Dean Koontz






vololibera 14 Oggetto:   09 Giu, 2006 - 19:09  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 432
Attività utente
Attività utente

Si può ben perdonare a un uomo di essere sciocco per un'ora, quando ci sono tanti che non smettono mai di esserlo nemmeno per un'ora in tutta la loro vita.

Francisco de Quevedo


_________________
Non siamo tutti Pablo Neruda... ma tanti di noi esprimono i loro sentimenti, le loro emozioni scrivendo dei versi, parole che arrivano dritte dal cuore che sono musica suonata senza aspettare applausi

sheshe Oggetto:   09 Giu, 2006 - 16:47  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 753
Attività utente
Attività utente

Non ci si arrampica mai tanto in alto,come quando non si sa dove si sta andando.

Napoleone Bonaparte


_________________
Il cuore conosce delle ragioni che la ragione non conosce.
B. Pascal.
Vittoria Oggetto:   09 Giu, 2006 - 14:37  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 4400
Attività utente
Attività utente



"Chi rivela a se stesso ciò che la sua coscienza ha proibito commette peccato. Così come è peccatore chi nega a se stesso quel che la coscienza gli ha rivelato."

Kahlil Gibran





colibri Oggetto: Aforismi e citazioni  08 Giu, 2006 - 14:26  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 379
Attività utente
Attività utente



Se è vero che ci si abitua al dolore
perchè con l'andar degli anni
si soffre di più?....


(Cesare Pavese)








_________________
Io sono solo una piccola matita nelle mani del Signore


(M.T.di Calcutta)
Vittoria Oggetto:   08 Giu, 2006 - 13:23  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 4400
Attività utente
Attività utente

Titolo:











... sono lontani quei "momenti"...
quando "uno sguardo" provocava "turbamenti"..
quando la vita era più facile...
e si potevano mangiare anche le fragole...
perché la vita è un brivido che vola via
è tutt'un equilibrio sopra la follia...
... sopra la follia!

Vasco Rossi - Sally



mela 3 Oggetto: catalizzatori  07 Giu, 2006 - 20:43  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 1090
Attività utente
Attività utente









Senza un avversario la virtù marcisce. ( Seneca )


_________________
stretta la foglia, larga la via, dite la vostra che io ho detto la mia.
Vittoria Oggetto:   07 Giu, 2006 - 13:03  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 4400
Attività utente
Attività utente



Dal Dialetto milanese...

A l’usèl ingurt ghe s’ciopa ul gòss

Ovvero...

All'uccello ingordo scoppia il gozzo

D'ingordigia si muore.





Vittoria Oggetto:   06 Giu, 2006 - 11:54  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 4400
Attività utente
Attività utente



Quando le parole non bastano più… perchè dentro brucia qualcosa che non si può dire... che non si riesce a dire… Quando chi hai di fronte, invece di darti la risposta che vorresti, dice altro.. dice di più… dice troppo... quel troppo che è niente... che non serve a nulla e fa male il doppio... e l'unico desiderio è restituire quel dolore… fare male… sperando così di sentirsi un pò meglio...

da: Ho voglia di te - Federico Moccia






melba Oggetto:   05 Giu, 2006 - 20:07  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 10368
Attività utente
Attività utente

L'unica cosa che non riceviamo mai abbastanza è l'amore; l'unica cosa che non doniamo mai abbastanza è l'amore.


Henry Miller




Nuova discussione   Rispondi Vai a pagina              ...      
196
          
ANZIANI.IT
Via del Poggio Laurentino 2
00144 Roma (RM)
P.Iva: 05121921000
DATA PROTECTION OFFICER

E' possibile contattare in qualsiasi momento questa email dpo@final.it per richiedere l'anonimizzazione o rimozione completa dei propri dati dalla piattaforma secondo la General Data Protection Regulation (GDPR).

INFORMAZIONI LEGALI