Vai a pagina              ...      
49
      
  I Forum di Anziani.it  Libri  Parliamo di libri
Nuova discussione   Rispondi
Ameli Oggetto:   03 Giu, 2006 - 14:36  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 59
Attività utente
Attività utente



Per Letizia
......finalmente di nuovo con noi!!!!
con affetto
Ameli
Cesare1° Oggetto: a LETIZIA  03 Giu, 2006 - 13:43  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 897
Attività utente
Attività utente

B E N V E N U T A !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

_________________
eagle pp
Letizia 22 Oggetto: il codice da vinci  03 Giu, 2006 - 09:54  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 419
Attività utente
Attività utente

all'epoca dell'uscita del libro abbiamo invitato Tinal ad andare a vedere da vicino l'ultima cena di leonardo per verificare la figura seduta alla destra di Gesù, poichè nelle riproduzioni scovate sul web non si vedeva chiaramente.
Il libro, secondo me, è stata una grande operazione commerciale effettuata da Dan Brown su commissione - del suo editore, degli oppositori della chiesa cattolica?
Ben congegnato è però un flop nel finale.
Forse vedrò il film quando passerà in televisione per rimirare l'attrice che è quella che interpretò il "meraviglioso mondo di Ameli"
CiaoLili Oggetto:   02 Giu, 2006 - 13:12  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 1763
Attività utente
Attività utente

Anche da me, LETIZIA un affettuoso bentornata.

Ultimamente ho letto "La mia fine è il mio inizio" (spero d'aver ricordato bene il titolo, il libro l'ho già prestato a mia figlia con cui ho frequente scambio di proposte ed anche di pensieri).Si tratta di una narrazione registrata della vita di TIZIANO TERZANI,giornalista e scrittore, curata dal figlio FOLCO e voluta dal padre che, gravemente malato ha trascorso in una località della Toscana, gli ultimi mesi della sua vita, raccontandola appunto, ai suoi familiari ma anche a coloro che ormai da tempo sono suoi lettori, scendendo in approfondimenti e considerazioni su determinati Paesi del mondo, in particolare, asiatici,e sui relativi conflitti che egli ha vissuto mettendo spesso a repentaglio la sua vita.Ma non è soltanto una narrazione di eventi storici del nostro tempo, ( la rivoluzione comunista in Cambogia di Pol Pot ed i suoi Kmerr rossi...la rivoluzione di Mao in Cina...ecc) è piuttosto la ricerca d'un uomo profondamente libero , che appunto mette la libertà al primo posto nella scala dei valori della sua vita. Libero anche di viaggiare per immergersi nella Storia, per amare quei Paesi che ha sempre ammirati perchè diversi da quelli occidentali schiavi e condizionati dal denare e dal superfluo e da quel "progresso" che distrugge la vera identità d'un popolo.C'è molto altro da dire, ma lascio a voi scoprire ciò che è anche difficile commentare, in poche righe.Per conto mio, ho deciso che questa estate la dedicherò alla lettura di tutti i libri di Tiziano Terzani.

_________________
Il mondo è un enorme teatro all’aperto dove, sullo sfondo d’una scenografia naturale, si rappresentano commedie, drammi e tragedie. Noi siamo attori e pubblico. L.Batà
Sticla 14 Oggetto: benarrivata letì  01 Giu, 2006 - 21:57  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 1436
Attività utente
Attività utente

che bello averti con noi letì! ben arrivata!

Vittoria Oggetto:   01 Giu, 2006 - 18:53  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 4400
Attività utente
Attività utente



BENVENUTA CARA LETIZIA... BACIONI!


Letizia 10 Oggetto:   01 Giu, 2006 - 18:38  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 419
Attività utente
Attività utente

Grazie amiche di sempre e
grazie dei fiorrrrrrrrrrrrrrr..........

Kinkaku Oggetto:   01 Giu, 2006 - 17:27  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 4233
Attività utente
Attività utente

Rose di benvenuto per te, Letizia



gattina Oggetto:   01 Giu, 2006 - 14:08  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 309
Attività utente
Attività utente

benvenuta Letizia

_________________
...siamo qualcosa che non resta, frasi vuote nella testa, e il cuore di simboli pieno. INCONTRO-Francesco Guccini
Pandora Oggetto:   01 Giu, 2006 - 13:46  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 471
Attività utente
Attività utente

CIAOOO LETI, BEN ARRIVATA!




Letizia 10 Oggetto:   01 Giu, 2006 - 13:08  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 419
Attività utente
Attività utente

ciao a tutti

Kinkaku Oggetto:   30 Mag, 2006 - 18:07  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 4233
Attività utente
Attività utente

Amo sempre parlare di libri, Pandora.

Sai, ancora una volta leggendo R. Rossanda mi ha colpito la sincerità dell'impegno dei giovani comunisti durante e dopo la guerra.
Una persona a me molto cara,diceva che per lui sentire comunismo e provare una strizzata allo stomaco era tutt'uno; negli anni seguenti mi portava Guarreschi, scrittore che io amo. Va solo detto che con i trinaricciuti faceva ridere,eccome, ma proprio non aveva capito l'abnegazione, lo spirito di sacrificio, la disciplina degli aderenti. Quando mi imbattevo in qualcuno di loro sul campo (lavoro) collaboravo con tutto il mio impegno.

Mi piacerebbe tanto imbattermi in qualche commento al libro di, p.es. Miriam Maffai - Veramente "il manifesto" e l'Unità non li leggo come non leggo più quotidiani di parte. Appena dispongo di più tempo, entrerò nel loro sito e lì ci troverò di certo qualcosa. -

A rileggerti

Pandora Oggetto:   28 Mag, 2006 - 17:31  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 471
Attività utente
Attività utente

Ciao Kinka, sto leggendo il libro della Rossanda. Sono ancora troppo indietro per poter esprimere un giudizio definitivo. Finora posso dire che mi ha colpito la lucidità con cui ricorda che cosa abbia significato per lei e per tanti militanti "di base" del Pci essere comunisti in Italia negli anni della Resistenza e del dopoguerra. La passione che li animava, il desiderio di ricostruire un paese distrutto, la spinta all'emancipazione degli strati più deboli della società. E poi, i fatti del 1956, il primo grande scossone alla fiducia in un comunismo reale così lontano dalle aspettative....
Sono arrivata a leggere fin lì, mi manca ancora molto ma, se vuoi, ne riparleremo
mela Oggetto: grazie, Kinkaku.  28 Mag, 2006 - 16:41  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 1090
Attività utente
Attività utente


Io leggo sempre te, con altrettanto interesse.


_________________
stretta la foglia, larga la via, dite la vostra che io ho detto la mia.
Kinkaku 21 Oggetto: Una domanda ai lettori  28 Mag, 2006 - 15:24  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 4233
Attività utente
Attività utente

di quotidiani e di riviste:
vi è forse capitato di leggere il commento di qualche giornalista o politico sull'ultimo libro della Rossana Rossanda "La ragazza del secolo scorso?"

Ho finito di leggerlo da poco - E' necessario aver interesse per la politica per non saltare alcuna delle quasi 400 pagine. Rossanda non descrive la propria vita, la esamina. Ammiro il suo rigore, la sua lucidità. M'è rimasto impresso un suo "Non me ne vanto, non mi pento".
Mi sento convinta che ogni donna che abbia in qualche maniera avuto una parte attiva in politica, in qualsiasi campo, non possa fare a meno di ritrovarvisi dentro. Che non significa approvare.
Come chi ha avuto una famiglia che ha vissuto in totale perdita il 1929 - o che conosce l'estrema difficoltà di procurarsi qualcosa da mangiare durante la guerra . Più ancora mi ha colpito la sua capacità di esporre rapporti famigliari con pochisismi tratti, di estrema capacità descrittiva.

Chissà se qualcun'altro ha letto il libro.
Prima di chiudere, uno spontaneo complimento a Mela: sempre di grande interesse leggerti


Cesare1° Oggetto: LETTERE A LICILLO  27 Mag, 2006 - 15:42  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 897
Attività utente
Attività utente

GRAZIE! Vale la pena di una rinfrescata. Un caro saluto. 'U ciuccie.


_________________
eagle pp
mela 4 Oggetto: codice da vinci e ALTRO  27 Mag, 2006 - 11:14  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 1090
Attività utente
Attività utente

A me capita spesso, quasi sempre, di leggere più di un libro per volta. A proposito: bello il “Codice da Vinci”, appassionante, coinvolgente. Non ha importanza che non sia giudicato letteratura: neanche Dickens veniva giudicato un letterato, e vedi ora anche la rivalutazione in atto nei confronti della Carolina Invernizio, e della sua prosa roboante, tanto cara alle ragazze di buoni sentimenti e discutibile cultura.... Però proprio non capisco perché la chiesa cattolica ponga tanta attenzione sul Codice da Vinci. . Ho sempre pensato che la chiesa potrebbe (e dovrebbe) occuparsi di fatti e problemi d’altro spessore, molto ma molto prima di fenomeni di costume o, peggio, dei costumi sessuali di coloro che non abitano i conventi. Stavo raccontando delle mie letture e dicevo che di solito leggo più di un libro contemporaneamente, poiché mi piace scegliere e dedicarmi , volta per volta, a ciò che in quel momento mi stimola e mi interessa.
Però c’è un libro che resta fisso sul mio comodino poiché sempre si ha bisogno di un po’ di serenità, sempre ho bisogno di leggere un brano che mi dia pace, che mi dia aiuto; SENECA: "Lettere a Lucilio", che sono state scritte intorno al 60 d.c., dopo il ritiro di Seneca dagli affari politici. Attualissime, interessantissime, profonde nell’osservazione quanto efficaci nei consigli. Piccolo esempio? Quante persone non si vergognano di rubare, e quante altre si vantano di essere adultere! Chi commette una piccola colpa cade sotto i rigori della legge, ma i grandi colpevoli hanno l’onore del trionfo. “ . Ma potrete trovare tanto, tanto di più. Spero di non avervi annoiato assicurandovi che non era mia intenzione ed agli interessati auguro
Buona lettura!

_________________
stretta la foglia, larga la via, dite la vostra che io ho detto la mia.
Cesare1° Oggetto: Un libro che consiglio.  26 Mag, 2006 - 09:07  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 897
Attività utente
Attività utente

"IL MISTERO DELLA GENESI DELLE ANTICHE CIVILTA'-
La verità sconvolgente sulle origini dell'umanità-
di Alan F. Alford - (Newton & Compton Editori)

_________________
eagle pp
Cesare1° Oggetto: La Storia maestra della vita?  22 Mag, 2006 - 08:08  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 897
Attività utente
Attività utente

Chiedo scusa se entro nell'agone, e cercherò di essere quanto più breve possibile. A proposito dei pensieri (incertezze, dubbi ed altro) cui si è indotti per false interpretazioni e riflessioni, ritengo che non possiamo emettere giudizi di sorta persistendo dei limiti immanenti nella nostra struttura del pensiero: è come se esistesse (almeno così io penso) un sottilissimo diaframma che separa la realtà delle cose dalla sensazione delle stesse. Noi, fin quando siamo in questa situazione come esseri viventi,non riusciremo mai "a cavare il ragno dal buco". E il dopo, sempre per noi, non è dato conoscere. MISTERO!
La Storia, quella vera, non sarà mai chiara a noi mortali.
Quindi essa non ci insegna niente di fondamentale. Tutto è da interpretare con chiarezza, e non da supporre, cosa che sempre corriamo il rischio di fare.
Anche lo scienziato è soggetto a questa ferrea condizione.
Noi possiamo esprimere solo sentimenti che non sono infallibili.
'U ciuccie.

CiaoLili Oggetto:   22 Mag, 2006 - 03:02  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 1763
Attività utente
Attività utente

Secondo me non credo sia il caso di fare un inutile processo alla chiesa, oggi. L'uomo
ha sempre cercato il potere e la religione da sempre gli ha fornito un'impareggiabile opportunità.I Papi sono stati i re dei re, grazie all'assunzione di un "diritto" stabilito,
secondo loro, da Dio e grazie all'ignoranza e la superstizione delle masse popolari.
Ma questo avveniva nei secoli passati e purtroppo avviene ancora , laddove le religioni
pretendono d'imporre le leggi divine nelle leggi che governano un popolo.
Vedi i paesi islamici, dove la religione e la politica sono un tutt'uno.
Spesso nel passato, qui in occidente, le vocazioni erano considerate un mezzo per
fare carriera politica, o per togliersi dalla fame, per i ceti più poveri.Un proverbio recita:
"fatti prete e mangia gallina" e qui mi viene in mente il meschino don Abbondio dei "promessi sposi".
Attualmente la chiesa non può imporre più nulla, ma può esplicare la funzione di
guida per il mondo cattolico.Io sono cattolica praticante, da sempre.Ma mi sento
anche laica, nel senso che trovo giusto che uno stato democratico, tuteli i diritti e
risponda alle aspettative di tutti i cittadini, quali che siano gli orientamenti individuali,
in ogni campo.Molte cose non condivido della Chiesa che mi è sempre apparsa
come una enorme organizzazione maschilista e misogina. Ma questo non lo dico
al sacerdote che mi confessa, poichè aprirebbe fra me e lui, solo una sterile
discussione.
Ma venendo al libro in discussione, posso dire due cose : sotto il profilo letterario
non mi sembra di un livello tale da giustificare la vendita di ben 40 milioni di copie
nel mondo.
Per quello che rivelerebbe, su Gesù, la Maddalena sua sposa e i figli e quindi la discendenza , il romanzo si è avvalso di alcuni documenti, i cui autori ammisero
d'averli spacciati per antichi papiri e d'aver inventato tutto quanto documentavano.
Pertanto nulla di quanto differisce dai vangeli storici considerati sacri dalla chiesa,
è veritiero.Al tempo di Gesù, diversi suoi discepoli erano sposati, nel vangelo si
parla, ad esempio, dell'episodio in cui Gesù guarisce la suocera di Pietro.
Quindi se Egli fosse stato sposato, non ci sarebbero stati motivi per tenere
nascosta la cosa.
Il problema, è, che fra i milioni di persone che hanno letto il romanzo, pochissime
hanno letto i vangeli di Marco, Luca, Giovanni e Matteo e pochissimi ancora,
conoscono la storia dei sicuramente falsi documenti a cui s'è ispirato il romanzo.
Per cui, secondo alcuni sondaggi, moltissime son le persone che considerano vere
tutte le menzogne narrate , non ultima quella di scorgere "nell'ultima cena" di
Leonardo, la Maddalena e non l'adolescente Giovanni, il più giovane dei discepoli.
Recentemente, l'autore ha subito un processo per plagio (ora non mi ricordo, da
parte di quale scrittore, c'è stata l'accusa) che è stato vinto.Ma, mi coglie il ragionevole dubbio, che essendo in procinto d'uscire il film, per motivi di enormi interessi
economici , qualche "miracoloso aggiustamento" si sia verificato, in favore della
casa produttrice che ha impiegato ingenti capitali ed attende di vederli decuplicati.
Cosa non fa, il dio danaro!!

*******


_________________
Il mondo è un enorme teatro all’aperto dove, sullo sfondo d’una scenografia naturale, si rappresentano commedie, drammi e tragedie. Noi siamo attori e pubblico. L.Batà
Nuova discussione   Rispondi Vai a pagina              ...      
49
      
ANZIANI.IT
Via del Poggio Laurentino 2
00144 Roma (RM)
P.Iva: 05121921000
DATA PROTECTION OFFICER

E' possibile contattare in qualsiasi momento questa email dpo@final.it per richiedere l'anonimizzazione o rimozione completa dei propri dati dalla piattaforma secondo la General Data Protection Regulation (GDPR).

INFORMAZIONI LEGALI