Vai a pagina           
3
      ...             
  I Forum di Anziani.it  Politica  Notizie e attualità
Nuova discussione   Rispondi
assodipicche Oggetto:   24 Feb, 2020 - 17:11  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 6070
Attività utente
Attività utente

Patrizia, che ti succede? Non hai argomentazioni?
Patrizia51 Oggetto:   23 Feb, 2020 - 23:42  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 4925
Attività utente
Attività utente

Asso, che ti sei fumato?

_________________
Preferisco le eccezioni - Wislawa Szymborska
assodipicche Oggetto: In Italia al tempo del contagio  23 Feb, 2020 - 19:48  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 6070
Attività utente
Attività utente

Non c'è stata occasione in cui Conte non ci abbia rassicurati sulle impenetrabili difese messe in atto dal Sistema Italia per difenderci dal Coronavirus.
Ci hanno fatto vedere mirabolanti apparati spaziali di trasporto di contagiati o temuti tali...
Retorica, sbruffonate...la realtà è quella che stiamo vedendo!
Ora, io non so se la responsabilità debba essere attribuita al governo o alla nostra connaturata superficialità civica e organizzativa, non lo so.
Però mi chiedo: se non riusciamo a contenere chi varca tranquillamente le nostre frontiere, se mandiamo assolti chi li spalleggia e processiamo chi li fronteggia, possiamo mai sperare d'essere capaci di tener fuori un virus? Ma certamente NO e poi perché? Noi siamo accoglienti con tutti, anche con i virus; può servire per accelerare il nostro ingresso….in Paradiso!
moniaxa Oggetto:   18 Gen, 2020 - 16:21  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 4892
Attività utente
Attività utente

Avrai capito,sicuramente,in tutti questi anni,che sono una persona sintetica, inoltre obsoleta come il mio

pc,come tale mi risparmio,,,.ma apprezzo le persone esaurienti..
assodipicche Oggetto:   18 Gen, 2020 - 15:27  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 6070
Attività utente
Attività utente

Prego moniaxa! Lieto d'esserti stato utile. A dire il vero, non avrei mai immaginato che la tua serenità notturna dipendesse dai Savoia.
Con l'occasione, me la togli una curiosità? Perché riporti ogni volta il post di riferimento quando ci regali qualcuna delle tue pillole di commento...non è sufficiente rispondere e basta? Forse non sai che si può? Eccoti allora un' informazione davvero utile: si può! Provare per credere.

moniaxa Oggetto: Re: Finalmente una lieta novella.  18 Gen, 2020 - 10:28  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 4892
Attività utente
Attività utente

assodipicche ha scritto:

Ad alimentare la cronaca di questi giorni, giunge il felice annuncio del "ritorno" in Italia di Casa Savoia "perché il Paese ne ha bisogno".

A proclamarlo ufficialmente in tv è stato Emanuele Filiberto, il cui nome completo è: Emanuele Filiberto Umberto Reza Ciro René Maria (Reza Ciro, in onore del pretendente al trono dell’Iran!!!).

Nel frattempo suo padre Vittorio Emanuele, attuale capo della casata, ha deciso di abolire la legge salica, che riservava il diritto al trono unicamente ai figli maschi. Ha infatti attribuito il diritto alla successione alla nipote, col trattamento di Altezza reale (e poi le donne si lamentano!). La fanciulla è figlia dell' Emanuele Filiberto Reza Ciro di cui sopra, ha 16 anni e il suo nome completo è Vittoria Cristina Chiara Adelaide Maria, principessa di Carignano e marchesa d’Ivrea e altro ancora.
Ma il Duca delle Puglie non è d’accordo: la legge salica non si tocca! Il perché è evidente: se non ci sono altri discendenti maschi, il trono spetta a lui!

Voi lo sapevate che ancora oggi esisteva un Duca delle Puglie? Io no! Ebbene si tratta di Aimone di Savoia, del ramo Aosta, che attualmente è un top manager della Pirelli. Nome completo: Aimone Umberto Emanuele Filiberto Luigi Amedeo Elena Maria Fiorenzo (perché nato a Firenze!).

Abbuffata onomastica a parte, che comunque fa folklore, viene da chiedersi: ma tutte queste persone lo sanno che dal 12 giugno del 1946 l’Italia è una repubblica e che tra l'altro ha abolito tutti i titoli nobiliari?



................................................................................................................................................................................................................





..grazie,Asso,per queste informazioni storiche,,,,dormiro' piu'serena
assodipicche Oggetto: Finalmente una lieta novella.  17 Gen, 2020 - 19:31  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 6070
Attività utente
Attività utente

Ad alimentare la cronaca di questi giorni, giunge il felice annuncio del "ritorno" in Italia di Casa Savoia "perché il Paese ne ha bisogno".
A proclamarlo ufficialmente in tv è stato Emanuele Filiberto, il cui nome completo è: Emanuele Filiberto Umberto Reza Ciro René Maria (Reza Ciro, in onore del pretendente al trono dell’Iran!!!).
Nel frattempo suo padre Vittorio Emanuele, attuale capo della casata, ha deciso di abolire la legge salica, che riservava il diritto al trono unicamente ai figli maschi. Ha infatti attribuito il diritto alla successione alla nipote, col trattamento di Altezza reale (e poi le donne si lamentano!). La fanciulla è figlia dell' Emanuele Filiberto Reza Ciro di cui sopra, ha 16 anni e il suo nome completo è Vittoria Cristina Chiara Adelaide Maria, principessa di Carignano e marchesa d’Ivrea e altro ancora.
Ma il Duca delle Puglie non è d’accordo: la legge salica non si tocca! Il perché è evidente: se non ci sono altri discendenti maschi, il trono spetta a lui!
Voi lo sapevate che ancora oggi esisteva un Duca delle Puglie? Io no! Ebbene si tratta di Aimone di Savoia, del ramo Aosta, che attualmente è un top manager della Pirelli. Nome completo: Aimone Umberto Emanuele Filiberto Luigi Amedeo Elena Maria Fiorenzo (perché nato a Firenze!).
Abbuffata onomastica a parte, che comunque fa folklore, viene da chiedersi: ma tutte queste persone lo sanno che dal 12 giugno del 1946 l’Italia è una repubblica e che tra l'altro ha abolito tutti i titoli nobiliari?
assodipicche Oggetto: Auguri  28 Dic, 2019 - 18:27  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 6070
Attività utente
Attività utente

Allora....après nous le déluge? Speriamo proprio di no! Speriamo che abbia ragione Vico con i suoi corsi e ricorsi, così che arrivino scelte più sensate.
Buon Anno anche anche a voi!
Patrizia51 Oggetto:   28 Dic, 2019 - 15:12  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 4925
Attività utente
Attività utente

Non posso che essere d'accordo anch'io con Sticla, sembra che la cultura (e qui mi sembra proprio di quella spicciola) sia sempre più bistrattata, soprattutto da chi dovrebbe "guidare" la nostra "bella" Italia. Ma li hanno letti due libri questi qui?

Buon anno a tutti voi

_________________
Preferisco le eccezioni - Wislawa Szymborska
moniaxa Oggetto:   28 Dic, 2019 - 13:27  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 4892
Attività utente
Attività utente

Sticla ha scritto:

Quando anche l'ultimo della nostra generazione (mi permetto di includerti AdP) non ci sarà più, tutto quello che ha scritto il Corriere sarà normale...anzi, nessuno porrà simili domande, non sia mai! Tutti ignoranti e contenti a guardare la D'Urso, e viva l'Italia! Buon anno AdP.




.............................................................................................................................................................................................................

vero!!!B.Anno a tutti
Sticla Oggetto:   28 Dic, 2019 - 08:57  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 1436
Attività utente
Attività utente

Quando anche l'ultimo della nostra generazione (mi permetto di includerti AdP) non ci sarà più, tutto quello che ha scritto il Corriere sarà normale...anzi, nessuno porrà simili domande, non sia mai! Tutti ignoranti e contenti a guardare la D'Urso, e viva l'Italia! Buon anno AdP.



assodipicche Oggetto: Solo i dieci Comandamenti?  27 Dic, 2019 - 17:48  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 6070
Attività utente
Attività utente

Un commento di E. Galli della Loggia sul Corriere di oggi:

"Uno spettacolo surreale e a suo modo agghiacciante: definirei così il video mandato in onda qualche giorno fa dalla trasmissione televisiva delle Iene in occasione del Natale. Non so quanti lettori l’abbiano vista: sugli schermi è passata una breve galleria di deputati e senatori — del cui nome è opportuno che non si perda la memoria : Dal Mas. Bucolo, Ciaburro, Modena del centro destra , Giacobbe del Pd, Vallone (ex della Margherita), Giarrusso (5 Stelle), Bonafede (5 Stelle anche lui e ministro della Giustizia) — i quali, intervistati davanti ai palazzi del Parlamento su alcune nozione elementari di storia del Cristianesimo (tipo dov’è nato Gesù Cristo) si sono prodotti in una serie di silenzi imbarazzati e di sfondoni madornali (come collocare Betlemme «in Africa»). Ancora peggio: per mascherare la propria ignoranza gli interrogati cercavano di fare gli spiritosi, ciurlavano nel manico ( per esempio alla domanda di cui sopra rispondere «in una stalla..»), si producevano in patetiche risatine di sufficienza o come marpioni cercavano di schivare l’intervistatrice senza darla troppo a vedere.
Che cosa si può dire di fronte a uno spettacolo simile? Innanzi tutto questo, forse: che anche se siamo giustamente invitati ogni giorno a non cadere nella trappola dell’antipolitica, ci vergogniamo di essere rappresentati da personaggi di questa fatta. Che siamo parecchi italiani a trovare insopportabile che simili figuri siano incaricati di fare le leggi a cui poi noi siamo chiamati ad obbedire. In parecchi a considerare a dir poco ignobile un sistema elettorale che consente a un segretario di partito — a un Renzi, a un Di Maio, a un Salvini, a un Berlusconi qualsiasi — di scegliere a proprio arbitrio chi dovrà rappresentarci, scaraventandoci così tra i piedi simili incroci tra il semianalfabeta e il guitto da Commedia dell’arte unicamente perché questi promettono di obbedire senza fiatare ai loro voleri. Perché diamine gli italiani, mi chiedo, specie quelli che hanno letto un paio di libri, non dovrebbero disprezzare la politica e le sue istituzioni se per primi la disprezzano i partiti facendo arrivare in Parlamento e nelle istituzioni questa gente?
Ma ciò detto viene anche da farsi un’altra domanda: e cioè, va bene che c’è stata la secolarizzazione, che oltre la metà degli italiani non si sposa più in chiesa, ma dove sta scritto che la secolarizzazione debba per forza significare non sapere dove si trova l’antica Giudea (chiamiamola pure Palestina), dove sta scritto che alla domanda «che cosa dicono i dieci comandamenti?» il secolarizzato debba farfugliare per tutta risposta un imbarazzato «non fornicare» e basta? Perché alla fine è questo ciò che più colpisce di quel video: l’assoluta mancanza di cultura religiosa che esso testimonia. Dirò meglio: l’assoluta mancanza di quelle conoscenze che ogni persona appena istruita sa essere parte irrinunciabile della cultura in generale. Ma non lo sanno evidentemente i parlamentari della Repubblica. Era questo la cosa più intollerabile di quel video: il tono stupidamente divertito e sforzatamente ironico della loro voce, il sorrisetto ebete e lo sguardo un po’ sperduto del loro volto, lo stupore nel vedere che qualcuno potesse rivolgergli delle domande sulla nascita di Cristo anziché sul futuro di Matteo Renzi. Che qualcuno potesse addirittura supporre che essi fossero capaci di rispondere. "
assodipicche Oggetto: Una presidenza che vale  11 Dic, 2019 - 18:44  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 6070
Attività utente
Attività utente

Il Presidente della Corte Costituzionale sarà da oggi una donna: Marta Cantabria, 56 anni, già vicepresidente. È la prima volta che una donna occupa tale alto incarico (quinta carica dello Stato) e quindi l’avvenimento ha anche un grande significato simbolico. Va inoltre sottolineato che l’interessata ha tutti i numeri per assolvere adeguatamente l’incarico che le viene affidato. Auguriamole buon lavoro. Resterà in carica nove mesi e vedremo perché.
Un giudice costituzionale dura in carica nove anni. Marta Cantabria è stata nominata il 2 settembre 2011 e quindi il suo mandato scadrà il 2 settembre 2020. E anche la presidenza.
La breve durata del mandato presidenziale è una caratteristica costante della Corte; per dirla papale-papale, si nomina presidente qualcuno che sta per andare in pensione; in questo modo tutti possono sperare d’essere nominati presidenti. Ci sono stati presidenti per 3-4 mesi, uno per 44 giorni. Perché? Per prestigio, naturalmente! Per coronare una carriera, per chiudere in bellezza i nove anni di funzione.Andarsene col titolo di presidente non è roba da poco! Anche se qualche malignetto potrebbe insinuare che un pensierino agli aspetti economici non manchi.
Ma qual è la remunerazione di un giudice costituzionale italiano? La più alta al mondo: 30.000 euro lordi al mese (360.000 l’anno) per i giudici, 36.000 per il Presidente (432.000 l’anno). In più: auto blu con autista, appartamento, telefono, voli gratis, pensione di reversibilità per i familiari. Qualche confronto: Gran Bretagna 225.000 euro annui, USA 182, Francia 162 e così via. E infine la buonuscita, che per i semplici giudici si aggira intorno ai 250.000 euro, per il presidente intorno ai 300.000. Marta Cantabria, quindi, andrà in pensione l’anno prossimo a 57 anni con una liquidazione di 300.000 euro e una pensione che più o meno si aggirerà intorno ai 180.000 euro lordi annui.
Non è stato facile reperire tutti questi dati, ma ogni tanto è il caso di farlo e non fermarsi solo ai titoli, principio che –a dire il vero- è valido sempre e comunque.

assodipicche Oggetto: Povera lingua italiana  15 Nov, 2019 - 18:19  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 6070
Attività utente
Attività utente


Querelare "a" Salvini? Ma io denuncerei il direttore del Corriere della Sera per grammaticidio, altro che querela!





Patrizia51 Oggetto:   11 Nov, 2019 - 11:05  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 4925
Attività utente
Attività utente

Le "bestie" (quelle vere) hanno un suo perché anche nella violenza.... noi uomini no, abbiamo il male, la cattiveria, l'odio dentro di noi, sentimenti sconosciuti agli animali. Queste persone sono purtroppo l'espressione evidente di tutto questo.... dopo 40 anni di carcere il fatto di avere concesso un momento di libertà, seppur controllata (ma poi sembra che controllata non sia stata) ad una persona con questo passato può forse essere sembrato una forma di fiducia (prevista, peraltro), ma è evidente che i parametri e i controlli devono essere altri....

_________________
Preferisco le eccezioni - Wislawa Szymborska
assodipicche Oggetto: Cose difficili da capire.  10 Nov, 2019 - 20:06  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 6070
Attività utente
Attività utente

Antonio Cianci, a 15 anni uccide un metronotte: non condannato per incapacità mentale, tre anni in riformatorio e poi libero. A 20 anni viene fermato da una pattuglia di carabinieri per un controllo: ne uccide tre a bruciapelo. Viene condannato all'ergastolo. Dopo 40 anni di carcere gli viene concesso un permesso-premio (premio...per cosa?). Come se lo gioca? Accoltellando e rapinando per pochi spicci un anziano che sta prendendo un caffè da una macchinetta automatica nel garage del San Raffaele a Milano.
Non so perché esistano al mondo individui così, ma una cosa mi è chiara: sono bestie pericolose. E tu metti in libertà una bestia?
Patrizia51 Oggetto:   09 Nov, 2019 - 23:20  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 4925
Attività utente
Attività utente

Ogni volta che un muro cade si apre un orizzonte

(e quanti ancora ne devono cadere)

8/11/1989 - 8/11/2019


_________________
Preferisco le eccezioni - Wislawa Szymborska
Patrizia51 Oggetto:   17 Ott, 2019 - 00:13  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 4925
Attività utente
Attività utente

Certo, tipo quella "farsa" del ministro degli esteri Luigi Di Maio che ha convocato nei giorni scorsi l’ambasciatore turco alla Farnesina perché condanna e considera inaccettabile l’iniziativa militare della Turchia in Siria. C’è un però, un piccolo ma significativo dettaglio che rende grottesca la posizione italiana. (LINKIESTA) Il piccolo dettaglio si chiama Operazione Active Fence. In questo momento, l’Italia schiera un contingente di centotrenta uomini, una batteria di missili terra aria Aster SAMP/T e alcuni veicoli logistici proprio al confine tra la Turchia e la Siria, ma attenzione: a difesa dello spazio aereo turco, cioè a protezione di chi sta sistematicamente uccidendo i curdi.

Operazione Active Fence è una missione Nato, votata nel luglio 2019 da tutti i partiti tranne i deputati alla sinistra del PD e con il voto favorevole anche del movimento Cinque stelle di Di Maio, e la Turchia è uno Stato Nato che si sentiva minacciato dalla Siria. È un dovere dei membri dell’Alleanza Atlantica, tra cui l'Italia, difendere un alleato che chiede aiuto e si ritiene in pericolo. E cosi, da qualche tempo, i paesi Nato si alternano al confine siriano. Ora ci sono gli spagnoli e i nostri soldati, i quali rimarranno fino a dicembre a difendere il regime turco, mentre il regime turco attacca il popolo curdi.

La nostra presenza al confine vuol dire che se i curdi volessero rispondere all’attacco turco – oppure se il regime di Assad volesse marcare il territorio siriano e, come è successo più volte in passato, desse una mano ai curdi in funzione anti turca – i nostri uomini lancerebbero i missili italiani in difesa della Turchia, dell'aggressore.



Altro che crociata anti-Erdogan!

Non facciamo le crociate, ma nemmeno armiamoli di tutto punto.....




_________________
Preferisco le eccezioni - Wislawa Szymborska
assodipicche Oggetto:   16 Ott, 2019 - 17:52  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 6070
Attività utente
Attività utente

Che ne dici...organizziamo una crociata anti-Erdogan?
Patrizia51 Oggetto: ... riflettiamo ....  15 Ott, 2019 - 20:18  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 4925
Attività utente
Attività utente


_________________
Preferisco le eccezioni - Wislawa Szymborska
Nuova discussione   Rispondi Vai a pagina           
3
      ...             
ANZIANI.IT
Via del Poggio Laurentino 2
00144 Roma (RM)
P.Iva: 05121921000
DATA PROTECTION OFFICER

E' possibile contattare in qualsiasi momento questa email dpo@final.it per richiedere l'anonimizzazione o rimozione completa dei propri dati dalla piattaforma secondo la General Data Protection Regulation (GDPR).

INFORMAZIONI LEGALI