Vai a pagina  
1
          ...             
  I Forum di Anziani.it  Politica  Notizie e attualità
Nuova discussione   Rispondi
nonnogatto Oggetto:   19 Feb, 2018 - 17:14  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 2995
Attività utente
Attività utente

moniaxa ha scritto:


















moniaxa Oggetto:   18 Feb, 2018 - 11:38  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 4664
Attività utente
Attività utente


Patrizia51 Oggetto:   07 Feb, 2018 - 10:33  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 3136
Attività utente
Attività utente

Non mi meravigliano affatto queste dichiarazioni di Del Rio, è sempre stato uno di quelli che ha sostenuto la necessità di una diversa politica sull'immigrazione, scontrandosi spesso anche all'interno del PD stesso su questi temi e con la politica di repressione dei flussi migratori portata avanti da Minniti; non ci dimentichiamo poi che è stato fra i più accaniti sostenitori dello ius soli, per il quale ha persino fatto uno sciopero della fame per vederne approvata la legge prima della fine della legislatura. E mi sembra che queste dichiarazioni siano in linea con quello che ha sempre sostenuto.
Quanto al fatto che nessuno è andato a trovare i feriti di Macerata, mi viene da rovesciare la domanda e chiedermi: "Che avrebbero detto gli stessi se - dato il periodo di campagna elettorale - fossero andati "tutti gli interessati" in ospedale (va da sé a favore di telecamera)?

_________________
Preferisco le eccezioni - Wislawa Szymborska
assodipicche Oggetto: Il buonismo sospeso  07 Feb, 2018 - 08:40  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 5685
Attività utente
Attività utente

Buongiorno!
Poco fa a Unomattina c’era Graziano Delrio (PD). A un certo punto, parlando dell’immigrazione, m’è sembrato di sentir parlare un alieno: necessità di gestione dei flussi migratori, legittima esigenza di sicurezza, preoccupazione, spacciatori in galera e via su questo tono. Possibile? Ma Delrio non è un ministro dell’ attuale governo? E prima non era sottosegretario alla Presidenza del Consiglio?
Doveva aspettare che qualcuno si mettesse a fare il tiro al bersaglio per le strade di Macerata, prima di fare discorsi.... di destra?
E oggi il quotidiano della Conferenza Episcopale Italiana (CEI), l’Avvenire, fa notare che nessun leader politico di spicco è andato a visitare in ospedale i feriti di Macerata; solo un paio di deputati di secondo piano. Di solito non è così. Per molto meno -previo avviso alle tv- al capezzale delle vittime si precipitano ministri, segretari di partito, presidente del consiglio; stavolta nessuno! Neppure la presidente Boldrini, che pure è di Macerata! Non il ministro Martina, che era a Macerata subito dopo l’attentato.
Si chiede l’articolista de L’Avvenire:” Forse perché di questi tempi farsi riprendere mentre si stringe la mano a un migrante, a un nero di pelle, sia pure in ospedale, non giova?”
Hanno messo il buonismo in stand by per tutto il periodo elettorale? 🤔

moniaxa Oggetto:   05 Feb, 2018 - 09:02  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 4664
Attività utente
Attività utente

Patrizia51 ha scritto:



di maio si trova in SARDEGNA,nel sentirlo, questa, postata da Patrizia, e' al top
Patrizia51 Oggetto:   03 Feb, 2018 - 15:53  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 3136
Attività utente
Attività utente

L'Italia ha un superpotere incredibile: quello di riuscire a politicizzare qualsiasi notizia. Se poi questa notizia fa capolino in campagna elettorale, la reazione che ne deriva è fuori scala. E basta davvero poco.

Amazon, bracciali che non esistono e brevetti: perché stiamo parlando del nulla
Il bracciale di Amazon che monitora i dipendenti? È solo un brevetto.

I primi a scagliarsi contro l'idea di Amazon sono stati il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni e il ministro del Lavoro Giuliano Poletti: "La sfida è il lavoro di qualità e non il lavoro con il braccialetto", seguito da "Se un’azienda intende utilizzare nel nostro paese uno strumento con queste caratteristiche deve farlo nel rispetto della legge". Per la cronaca la legge, in Italia, dice che sistemi di questo tipo non possono essere implementati senza il consenso dei sindacati.
E ancora, Di Maio: "Se in Italia si possono mettere dispositivi sui lavoratori per controllarli è grazie al Job acts". Ma di cosa stiamo parlando?

Il primo elemento fondamentale è uno: il bracciale non esiste. Non ancora, per lo meno. Ma esisterà mai? E' uno dei tanti brevetti di Amazon, la maggior parte dei quali mai realizzati.
Si parla di un brevetto, ecco di cosa. Anzi di due. Di un'idea, non di un prodotto. Di un documento, non di un oggetto. Il funzionamento del "braccialetto che controlla i dipendenti" ha uno scopo specifico: velocizzare il lavoro di chi si occupa della merce all'interno dei magazzini Amazon, aiutandoli ad individuare la merce posizionata sugli scaffali. Come? A seconda del brevetto che si tiene in considerazione, tramite gli ultrasuoni o la trasmissione radio. In entrambi i casi l'idea è quella di localizzare le mani del dipendente che possono poi essere indirizzate verso la merce. Se ci si sbaglia, il bracciale vibra. Una cosa che, se realizzata, servirebbe solo a facilitare il lavoro. Nulla di apocalittico, ma abbastanza per sollevare le polemiche: il bracciale consentirebbe ad Amazon di monitorare costantemente i lavoratori e li renderebbe ancora più degli automi impegnati in un lavoro ripetitivo. Ma così non è, nulla del sistema – che sfrutta sensori posizionati sugli scaffali – parla di monitoraggio da remoto.

(qui l'intero articolo)

Ci rendiamo conto di quanto ci stanno menando per il naso? Di quante ce ne danno ad intendere? E di quante ne beviamo?

(la vignetta più sotto credo sarebbe opportuna anche in questo caso , ma una è già sufficiente)


_________________
Preferisco le eccezioni - Wislawa Szymborska
Patrizia51 Oggetto:   02 Feb, 2018 - 16:25  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 3136
Attività utente
Attività utente


_________________
Preferisco le eccezioni - Wislawa Szymborska
moniaxa Oggetto:   02 Feb, 2018 - 11:04  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 4664
Attività utente
Attività utente

non mi meraviglia il loro metodo, ma , chi va a votarli,persone che si dichiarano colti ,competenti...e istruiti
assodipicche Oggetto: Il metodo del fango  02 Feb, 2018 - 09:48  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 5685
Attività utente
Attività utente

Il coordinatore del Movimento cinque stelle in Veneto ha emanato una "circolare" su come fare campagna elettorale. Si chiama "infanga l'avversario" e consiste...beh potete vederlo voi stessi.
Certo è un metodo non nuovo, machiavelli ne sarebbe fiero, ma non mi sembra che renda serio e affidabile un movimento che si propone come partito di governo.
Come si può solo ipotizzare di mettersi nelle mani di gente che augura "buon divertimento" a chi domani dovrebbe affrontare ben altri problemi nell'interesse della nazione?
(Foto da La Stampa)




Margine Oggetto:   28 Gen, 2018 - 13:30  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 6390
Attività utente
Attività utente

Veramente sarebbe un filmato e lì si vede bene che non è questione di un fotogramma malandrino, ma di un atteggiamento nei confronti degli altri che le movenze di Trump caratterizzano perfettamente.
assodipicche Oggetto: Le convenienze  28 Gen, 2018 - 11:18  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 5685
Attività utente
Attività utente





Boh...tu utilizzi una foto che supporta il tuo discorso e io ne uso una che supporta il mio. Non sono le foto quelle che fanno la differenza. Nella tua per esempio c'è un Gentiloni che sembra un ebete. E Trump pare stia facendo ridere tutti.
Nel merito: io non lo temo perché in ogni caso gli Usa hanno strumenti e costumi atti a impedirgli di fare grosse cavolate.
Margine Oggetto: A volte, solo a volte...  27 Gen, 2018 - 19:50  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 6390
Attività utente
Attività utente

Ma Trump è questo, ricordi? E' questa prepotenza, questa noncuranza degli altri per essere primo che io temo. Tu no? Prendo atto.

assodipicche Oggetto: Toh, chi si rivede! A volte ritornano.  27 Gen, 2018 - 18:27  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 5685
Attività utente
Attività utente

"L'America - ha proseguito - è aperta alle imprese ed è tornata ancora una volta competitiva. E' un privilegio stare qui tra leader della diplomazia e della politica. Sono qui per rappresentare gli interessi degli americani e per offrire un'amicizia nel costruire un mondo migliore. Come presidente degli Stati Uniti - ha proseguito - metterò sempre l'America al primo posto, come gli altri leader mettono il loro Paese al primo posto. Venite in America. Io credo nell'America e la metterò sempre al primo posto. Ma non significa America alone. Invitiamo gli altri leader a proteggere gli interessi dei loro cittadini come lo facciamo noi".

Questo è il passo controverso del discorso di Tump a Davos. Noi non possiamo che stare alle dichiarazioni pubbliche e poi vedere i fatti. Io su queste dichiarazioni non ho nulla da eccepire.
Margine Oggetto:   27 Gen, 2018 - 17:12  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 6390
Attività utente
Attività utente

Eh, bisogna vedere cosa si intende per "l'America per prima". Se si intende che lo Stato si deve occupare per prima cosa del benessere dei propri cittadini, va bene. Ma se si intende che l'America deve essere la prima, in quanto a benessere, di tutte le altre nazioni, non importa a che prezzo e delle altre chissenefrega, beh avrei qualcosa da dire. Ho il sospetto che Tramp intenda la seconda, apposta le anime belle come me (anzi, io sono bellissima in quanto ad anima) si indignano.
assodipicche Oggetto: Trump, slogan e anime belle  27 Gen, 2018 - 16:57  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 5685
Attività utente
Attività utente

Lo slogan “America First” (L’America viene prima) non l’ha inventato Trump.
Il primo a usarlo è stato il presidente Woodrow Wilson nel 1916, che con quello vinse le elezioni. In Europa impazzava la Grande Guerra e il popolo americano non era molto disposto a intervenire.
Poi però, l’anno successivo, gli Stati Uniti –visto che Gran Bretagna e alleati non ce la facevano- cambiarono idea.
Ora…Ok la mancanza di simpatia, la goffaggine, la rudezza del modo di pensare e del comportamento, la mancanza di tatto di Donald, ma in quella frase francamente io non ci vedo nulla di strano.
Nelle critiche che leggo di continuo, anche oggi dopo che l’ha ribadita a Davos, secondo me c’è molta ipocrisia. Sono le solite anime belle che predicano bene e razzolano male.
Chiediamoci: qual è il nucleo fondamentale di uno stato? Quello che le somiglia di più. Secondo me, la famiglia. Ebbene, voi ne conoscete molti di capifamiglia disposti a dire che vengono prima le famiglie degli altri e poi la propria? E allora, perché pretendere che gli interessi di uno stato non debbano essere al primo posto nell’ agenda dei suoi governanti !? Perché elargire denaro a destra e a manca se in casa propria si ha gente che dorme sotto i ponti!? Questo vale per gli Usa, ma anche per la Germania, per la Gran Bretagna e per tutti gli stati del mondo.
Con buona pace delle ecumeniche anime belle, il compito di uno stato questo è: fare innanzitutto gli interessi dei proprio concittadini. Altrimenti che ci sta a fare!?

assodipicche Oggetto: Problema risolto!  06 Gen, 2018 - 17:13  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 5685
Attività utente
Attività utente

Patrizia51 Oggetto:   05 Gen, 2018 - 09:39  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 3136
Attività utente
Attività utente

Giusto, potremmo prediligere i mercatini rionali o i fruttivendoli, ma lì frutta e verdura costano un po' di più, per cui....
E' c'è comunque il fatto che se alla Coop i sacchetti costano 1 centesimo, in farmacia stamattina mi hanno chiesto 10 centesimi.....

_________________
Preferisco le eccezioni - Wislawa Szymborska
assodipicche Oggetto: I sacchetti bio  04 Gen, 2018 - 19:43  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 5685
Attività utente
Attività utente

Hai ragione nell'affermare che non è un vero problema, Patrizia, ma non è proprio come scrivi tu. Intanto si verificherà solo nei supermercati, che hanno l'esigenza di scansionare i singoli prodotti alla cassa. Se ci pensiamo, infatti, sono loro che hanno questa esigenza e la fanno pagare al consumatore. Se io vado dal fruttivendolo, evito il problema, perchè lui mi mette in un unico sacchetto tutti i prodotti senza distinguere le pere dalle mele. Se invece vado al supermercato e compro due banane, dovrò pagare un sacchetto; poi due pere, altro sacchetto, poi i ciliegini, altro sacchetto e così via. Il prezzo inoltre può variare, uno, due e anche di più a sacchetto. Come vedi.....


Ultima modifica di assodipicche il 05 Gen, 2018 - 09:45, modificato 1 volta in totale
Patrizia51 Oggetto:   04 Gen, 2018 - 18:50  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 3136
Attività utente
Attività utente

Sembra che il problema dei problemi per l'inizio del 2018 sia solo uno, i sacchetti della frutta e verdura a pagamento: se ne utilizzassimo uno al giorno, sarebbero 3,65 euro all'anno.... ma veramente ci preoccupa questa cosa?



_________________
Preferisco le eccezioni - Wislawa Szymborska
Patrizia51 Oggetto:   15 Dic, 2017 - 20:50  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 3136
Attività utente
Attività utente

.... "Spingere le masse a combattere un nemico inesistente"....

La storia ci insegna che considerare certi nemici come "inesistenti" è molto, molto pericoloso.



_________________
Preferisco le eccezioni - Wislawa Szymborska
Nuova discussione   Rispondi Vai a pagina  
1
          ...