Vai a pagina  
1
          ...             
  I Forum di Anziani.it  Politica  Notizie e attualità
Nuova discussione   Rispondi
assodipicche Oggetto: Il caso "Aquarius"  13 Giu, 2018 - 14:55  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 5753
Attività utente
Attività utente

Riporto la parte conclusiva di un' articolata analisi di Carlo Nordio su "Il Messaggero", sulla quale non posso che essere d'accordo:

"[......]Il nostro nuovo governo avrà molti difetti, ma in questo momento si sta comportando con coerenza e dignità. I migranti raccolti dall’Aquarius sono, e sarebbero stati comunque, assistiti: il ministro Salvini aveva anche proposto lo sbarco delle donne incinte e dei bambini. E’ comprensibile che l’Europa si rammarichi di aver perso il nostro universale centro di raccolta che la esonerava da tanti impegni umani e finanziari, ma deve farsene una ragione. E in effetti qualcosa si sta muovendo.
🔸 Dopo una politica di remissività passiva, occasionalmente corretta dal ministro Minniti , alzare un po’ la voce non fa male🔸
Per l’immigrazione massiccia e irregolare non sarà l’inizio della fine, ma almeno è la fine dell’inizio".
moniaxa Oggetto:   23 Mag, 2018 - 13:51  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 4727
Attività utente
Attività utente

moniaxa Oggetto:   23 Mag, 2018 - 13:45  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 4727
Attività utente
Attività utente

<iframe class="rep-video-embed" src="https://video.repubblica.it/embed/dossier/governo-lega-m5s/saviano-contro-di-battista-su-fb-ecco-quando-smontava-la-lega-in-5-minuti/305606/306235&width=320&height=180" width="320" height="180" frameborder="0" scrolling="no"></iframe>
moniaxa Oggetto:   15 Mag, 2018 - 13:57  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 4727
Attività utente
Attività utente

flash mob del coro sardo nell'aeroporto di orio al serio con '' no potho reposare''

http://www.youtg.net/v3/dal-mondo/7752-flash-mob-del-coro-sardo-no-potho-reposare-strega-l-aeroporto-di-bergamo
Patrizia51 Oggetto:   15 Apr, 2018 - 16:42  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 3417
Attività utente
Attività utente

E poi ci meravigliamo di come vanno le cose... I problemi sono la politica, il governo che non si fa, la povertà, la mancanza di lavoro, il terrorismo, la guerra? ma no... scherziamo... il problema è "accaparrarsi un paio di Nike Vapormax Off-White, edizione limitatissima di scarpe commercializzata in esclusiva da LuisaViaRoma"...

In coda a Firenze per ore e ore, anzi, fino a quattro giorni, in coda per ore per un paio di sneakers; si arriva sul posto, si prende un biglietto e si spera nella fortuna. Solo in cinquanta sono riusciti ad accaparrarsene un paio. Code che si sono protratte per giorni e che hanno avuto il loro apice, circa 200 persone, al momento di apertura dello store di sabato 14 aprile alle 10.30. Qualcuno le compra per metterle, ma c'è anche chi, a fronte dei 250 euro di spesa, è disposto a comprare un numero diverso dal proprio per poi rivenderle e guadagnarci qualcosa. "I collezionisti sono tanti e - spiega proprio il primo ragazzo ad averle acquistate - il prezzo è destinato a triplicare. Io le colleziono, non so se le metterò". Il mercato collaterale di questo tipo di prodotti, infatti, "è in costante crescita" e da tutta Italia decine di giovani si sono presentati a Firenze per tentare l'acquisto.

E al cronista che chiede: "Ma se non riuscirai ad acquistarle, che farai?" "Niente, tornerò a letto..." risponde il tipo.... tanto chi può spendere tutti quei soldi per un paio di scarpe e stare lì quattro giorni ad aspettare in coda non deve certo andare a lavorare....

Ma dove vogliamo andare, gente, dove vogliamo andare.....

(link)

_________________
Preferisco le eccezioni - Wislawa Szymborska
assodipicche Oggetto: Dietro il mito: M.L.King e il bunga-bunga  04 Apr, 2018 - 16:05  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 5753
Attività utente
Attività utente

"Mentre i presidenti americani e il mondo intero rendono omaggio a Martin Luther King nel cinquantesimo anniversario del suo "I have a dream", il "Daily Mail" ne approfitta per ricordare l'altra faccia del grande politico, quella meno conosciuta ma che, a sentire chi lo frequentava, lo caratterizzava in pieno.È stata Jackie Kennedy la prima a rivelare infatti che l'Fbi, spiando King per dimostrare i suoi presunti contatti con i comunisti, in realtà scoprì molto di più sulle sue abitudini sessuali. Dal racconto della ex first lady, King sarebbe stato un adultero seriale, che aveva una vera e propria malattia per il sesso. Tanto che, la notte prima della celebre marcia su Washington, King avrebbe cercato di organizzare un festino a base di orge.A confermare questa versione è stato poi un personaggio che King conosceva molto bene. Si tratta del reverendo Ralph Abernathy, nelle braccia del quale il politico morì dopo essere stato colpito da una pallottola a Memphis nel 1968.

Nella sua autobiografia, Abernathy racconta come, nonostante il matrimonio con Coretta Scott dalla quale ebbe quattro figli, King avesse un debole per le donne e per il sesso. Addirittura, la notte prima di essere assassinato, il politico si intrattenne con ben due amanti, ed ebbe anche un alterco molto duro con una terza, tremendamente ingelosita. Una discussione che finì con King che perse le staffe e sbatté la donna sul letto. In pratica, non solo King era infedele con la moglie, ma lo era anche con le sue amanti.

Abernathy fu molto criticato per aver raccontato questi episodi, tanto che furono in tanti quelli che subito cercarono di smentirlo. Molti lo accusarono di aver voluto lucrare sulla memoria dell'amico. Eppure il reverendo ha continuato a sostenere questa versione fin sul letto di morte.

Ma del "vizietto" di Martin Luther King parlano anche diversi suoi biografi. Secondo il premio Pulitzer David Garrow, il politico se ne bullava anche con gli amici: "Sono fuori casa da 25 a 27 giorni al mese", avrebbe ripetuto più volte King, "scopare mi fa ridurre l'ansia".

Non si è ben capito se avesse delle amanti fisse, ma quel che sembra praticamente certo è che King non perdesse occasione per sedurre nuove donne. Che fossero cene o serate di beneficenza poco importava, King avrebbe spesso e volentieri dormito con le donne appartenenti alla sua congregazione. Insomma, non proprio un comportamento appropriato per chi spesso citava il Vangelo e ribadiva la sacralità del sesso.

Uno dei biografi più illustri, Taylor Branch, racconta che durante un viaggio in Norvegia, nel 1964, i membri dell'entourage del premio Nobel per la Pace furono pizzicati mentre rincorrevano delle prostitute mezze nude nei corridoi dell'hotel di Oslo dove alloggiavano.

L'Fbi, in mancanza di prove che avrebbero incastrato politicamente King, ha in più di un'occasione registrato le sue performance sessuali (in una delle quali King avrebbe gridato: "Sto scopando per Dio! Non sono un negro stanotte!") e avrebbe cercato di ricattarlo. Fatto sta che però il governo americano (forse anche a causa delle abitudini libertine dello stesso presidente JFK) non le rese mai pubbliche.

Solo una volta i servizi segreti fecero recapitare le registrazioni alla moglie di King, Coretta, la quale però le ignorò completamente.

Le memorie dell'amico Ralph Abernathy non si fermavano però ai vizi di King: "Le donne sono sempre attratte dagli eroi", ha raccontato, "e lui lo era sicuramente. Era affascinante, gentile, affabile e perfettamente educato. Attirava le donne a frotte, anche quando non voleva. Era un uomo di immensa bontà che riuscì a orientare le masse contro il razzismo in America"

Come a dire che un vizietto non basta per offuscare una delle più importanti e positive figure della storia d'America".



Clicca qui per l'articolo originale

Patrizia51 Oggetto:   27 Mar, 2018 - 17:46  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 3417
Attività utente
Attività utente

Povera Italia... ma dov'è la giustizia giusta?




Tentò di rubare una melanzana, assolto dopo 9 anni (e tre gradi di giudizio)
(Huffpost)

Un 49enne sottoposto a tre gradi di giudizio. La Cassazione ravvisa la particolare tenuità del fatto

Dopo nove anni tra inchiesta e processi, la Corte di Cassazione ha assolto un uomo di 49 anni accusato di aver tentato di rubare una melanzana in un campo.
L'uomo era stato condannato dalla Corte d'appello di Lecce a cinque mesi di reclusione. La Suprema corte ha invece stabilito che, nel caso specifico, debba essere applicata la causa di non punibilità per particolare tenuità del fatto.
Il processo - riporta il Nuovo Quotidiano di Lecce - è costato allo Stato alcune migliaia di euro poiché l'imputato è risultato indigente ed ha usufruito del patrocinio gratuito nei tre gradi di giudizio. Nei processi di primo grado e di appello non erano state ravvisate le condizioni per giustificare il furto (poi derubricato in tentato) con lo stato di necessità, anche perché per l'imputato si era parlato di condotte abituali in ragione di alcuni precedenti penali anteriori al 2000.
La Cassazione ha anche bacchettato i giudici salentini per l'errato calcolo della pena massima (sei anni anziché quattro previsti per il tentativo di furto) che ha poi comportato l'impossibilità di considerare la tenuità del fatto.



_________________
Preferisco le eccezioni - Wislawa Szymborska
Patrizia51 Oggetto:   16 Mar, 2018 - 07:43  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 3417
Attività utente
Attività utente




Roma, ore 9:00 del 16 Marzo 1978, 40 anni fa. In pochi minuti, cambia la storia del nostro Paese. A colpi di mitra. Aldo Moro, presidente della Democrazia Cristiana viene rapito a Via Fani da un commando delle Brigate rosse, e uccisi i cinque uomini della scorta. Un giorno indimenticabile, come i 55 giorni che segnarono la "notte della Repubblica". I ricordi personali s'intrecciano con riflessioni storico-politiche maturate in quel presente infuocato e negli anni a venire.
Ognuno di noi ha il ricordo ben preciso di dove fosse e cosa stesse facendo in quel momento che ha segnato per sempre la nostra storia e la nostra vita.


_________________
Preferisco le eccezioni - Wislawa Szymborska
moniaxa Oggetto:   08 Mar, 2018 - 14:02  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 4727
Attività utente
Attività utente

moniaxa Oggetto:   08 Mar, 2018 - 11:15  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 4727
Attività utente
Attività utente

leggendo un commento verso un del PD non rieletto, da uno che non vota PD:'' Ho la certezza

se hai un disegno di legge tra le mani lo sai leggere ed interpretare pure le virgole.Mi fa paura

chi potrebbe votare provvedimenti senza capirne nulla.''

Questa frase, mi fa tanto riflettere.....
assodipicche Oggetto:   07 Mar, 2018 - 15:19  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 5753
Attività utente
Attività utente

Sì, conosco questa storia. Ma è difficile dire quanto sia attendibile. I 5Stelle via via, nel corso della campagna elettorale hanno ammorbidito le loro posizioni, questo lo hanno visto tutti! E ancora adesso mostrano aperture. Il problema è che non vogliono fare accordi con nessuno; gli accordi infatti significano compromessi, sconfessione di alcune cose che hanno promesso, per esempio il reddito di cittadinanza che la Lega vede come il fumo negli occhi. Loro non vogliono patti, vogliono sostegno. Sono contro i cambi di casacca....propri, ma accoglierebbero a braccia aperte parlamentari transfughi da altri partiti, magari in cambio di qualche poltroncina (non certo di poltrone!).
Staremo a vedere, sperando che almeno per noi non cambi nulla. In peggio, ovviamente, perchè tutti i soldi promessi da qualche parte li devono prendere e i più indifesi chi sono? Noi!

moniaxa Oggetto:   07 Mar, 2018 - 14:37  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 4727
Attività utente
Attività utente

nonnogatto Oggetto:   19 Feb, 2018 - 17:14  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 2999
Attività utente
Attività utente

moniaxa ha scritto:


















moniaxa Oggetto:   18 Feb, 2018 - 11:38  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 4727
Attività utente
Attività utente


Patrizia51 Oggetto:   07 Feb, 2018 - 10:33  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 3417
Attività utente
Attività utente

Non mi meravigliano affatto queste dichiarazioni di Del Rio, è sempre stato uno di quelli che ha sostenuto la necessità di una diversa politica sull'immigrazione, scontrandosi spesso anche all'interno del PD stesso su questi temi e con la politica di repressione dei flussi migratori portata avanti da Minniti; non ci dimentichiamo poi che è stato fra i più accaniti sostenitori dello ius soli, per il quale ha persino fatto uno sciopero della fame per vederne approvata la legge prima della fine della legislatura. E mi sembra che queste dichiarazioni siano in linea con quello che ha sempre sostenuto.
Quanto al fatto che nessuno è andato a trovare i feriti di Macerata, mi viene da rovesciare la domanda e chiedermi: "Che avrebbero detto gli stessi se - dato il periodo di campagna elettorale - fossero andati "tutti gli interessati" in ospedale (va da sé a favore di telecamera)?

_________________
Preferisco le eccezioni - Wislawa Szymborska
assodipicche Oggetto: Il buonismo sospeso  07 Feb, 2018 - 08:40  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 5753
Attività utente
Attività utente

Buongiorno!
Poco fa a Unomattina c’era Graziano Delrio (PD). A un certo punto, parlando dell’immigrazione, m’è sembrato di sentir parlare un alieno: necessità di gestione dei flussi migratori, legittima esigenza di sicurezza, preoccupazione, spacciatori in galera e via su questo tono. Possibile? Ma Delrio non è un ministro dell’ attuale governo? E prima non era sottosegretario alla Presidenza del Consiglio?
Doveva aspettare che qualcuno si mettesse a fare il tiro al bersaglio per le strade di Macerata, prima di fare discorsi.... di destra?
E oggi il quotidiano della Conferenza Episcopale Italiana (CEI), l’Avvenire, fa notare che nessun leader politico di spicco è andato a visitare in ospedale i feriti di Macerata; solo un paio di deputati di secondo piano. Di solito non è così. Per molto meno -previo avviso alle tv- al capezzale delle vittime si precipitano ministri, segretari di partito, presidente del consiglio; stavolta nessuno! Neppure la presidente Boldrini, che pure è di Macerata! Non il ministro Martina, che era a Macerata subito dopo l’attentato.
Si chiede l’articolista de L’Avvenire:” Forse perché di questi tempi farsi riprendere mentre si stringe la mano a un migrante, a un nero di pelle, sia pure in ospedale, non giova?”
Hanno messo il buonismo in stand by per tutto il periodo elettorale? 🤔

moniaxa Oggetto:   05 Feb, 2018 - 09:02  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 4727
Attività utente
Attività utente

Patrizia51 ha scritto:



di maio si trova in SARDEGNA,nel sentirlo, questa, postata da Patrizia, e' al top
Patrizia51 Oggetto:   03 Feb, 2018 - 15:53  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 3417
Attività utente
Attività utente

L'Italia ha un superpotere incredibile: quello di riuscire a politicizzare qualsiasi notizia. Se poi questa notizia fa capolino in campagna elettorale, la reazione che ne deriva è fuori scala. E basta davvero poco.

Amazon, bracciali che non esistono e brevetti: perché stiamo parlando del nulla
Il bracciale di Amazon che monitora i dipendenti? È solo un brevetto.

I primi a scagliarsi contro l'idea di Amazon sono stati il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni e il ministro del Lavoro Giuliano Poletti: "La sfida è il lavoro di qualità e non il lavoro con il braccialetto", seguito da "Se un’azienda intende utilizzare nel nostro paese uno strumento con queste caratteristiche deve farlo nel rispetto della legge". Per la cronaca la legge, in Italia, dice che sistemi di questo tipo non possono essere implementati senza il consenso dei sindacati.
E ancora, Di Maio: "Se in Italia si possono mettere dispositivi sui lavoratori per controllarli è grazie al Job acts". Ma di cosa stiamo parlando?

Il primo elemento fondamentale è uno: il bracciale non esiste. Non ancora, per lo meno. Ma esisterà mai? E' uno dei tanti brevetti di Amazon, la maggior parte dei quali mai realizzati.
Si parla di un brevetto, ecco di cosa. Anzi di due. Di un'idea, non di un prodotto. Di un documento, non di un oggetto. Il funzionamento del "braccialetto che controlla i dipendenti" ha uno scopo specifico: velocizzare il lavoro di chi si occupa della merce all'interno dei magazzini Amazon, aiutandoli ad individuare la merce posizionata sugli scaffali. Come? A seconda del brevetto che si tiene in considerazione, tramite gli ultrasuoni o la trasmissione radio. In entrambi i casi l'idea è quella di localizzare le mani del dipendente che possono poi essere indirizzate verso la merce. Se ci si sbaglia, il bracciale vibra. Una cosa che, se realizzata, servirebbe solo a facilitare il lavoro. Nulla di apocalittico, ma abbastanza per sollevare le polemiche: il bracciale consentirebbe ad Amazon di monitorare costantemente i lavoratori e li renderebbe ancora più degli automi impegnati in un lavoro ripetitivo. Ma così non è, nulla del sistema – che sfrutta sensori posizionati sugli scaffali – parla di monitoraggio da remoto.

(qui l'intero articolo)

Ci rendiamo conto di quanto ci stanno menando per il naso? Di quante ce ne danno ad intendere? E di quante ne beviamo?

(la vignetta più sotto credo sarebbe opportuna anche in questo caso , ma una è già sufficiente)


_________________
Preferisco le eccezioni - Wislawa Szymborska
Patrizia51 Oggetto:   02 Feb, 2018 - 16:25  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 3417
Attività utente
Attività utente


_________________
Preferisco le eccezioni - Wislawa Szymborska
moniaxa Oggetto:   02 Feb, 2018 - 11:04  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 4727
Attività utente
Attività utente

non mi meraviglia il loro metodo, ma , chi va a votarli,persone che si dichiarano colti ,competenti...e istruiti
Nuova discussione   Rispondi Vai a pagina  
1
          ...             
ANZIANI.IT
Via del Poggio Laurentino 2
00144 Roma (RM)
P.Iva: 05121921000
DATA PROTECTION OFFICER

E' possibile contattare in qualsiasi momento questa email dpo@final.it per richiedere l'anonimizzazione o rimozione completa dei propri dati dalla piattaforma secondo la General Data Protection Regulation (GDPR).

INFORMAZIONI LEGALI