Vai a pagina              ...      
255
              
  I Forum di Anziani.it  Politica  Costume e società
Nuova discussione   Rispondi
Scugnizzo Oggetto: LIB£RALIZZAZIONI ? PARLIAMONE  28 Gen, 2007 - 09:16  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 788
Attività utente
Attività utente

Come può un gestore di una pompa un giornalaio
un parrucchiere far fronte agli oneri fissi come
pigione, luce ,acqua, telefono, TASSE .
Finora queste categorie hanno avuto il vento
favorevole xkè vi era benessere e noi tutti ci
concedevamo degli extra come una visita in
+ dal parrucchiere.dal giornalaio,dall'estetista
dal dentista.
Ora che noi tutti cerchiamo di destreggiarci tra le
stangate arrivatoci tra capo e collo come in primis
l'EURO che ci a dimezzato lo stipendio, la pensione
gli aumenti primari come luce telefono eventuali fitti
e le tasse su casa rifiuti e tanto altro.
Logico che tanti piccoli extra li abbiamo dimezzati
se nn aboliti, ovvio che un parrucchiere un estetista
ecc vede calare i suoi incassi e se prima si barcamenava
con gli incassi ora avra + concorrenza con l'ipotetica
apertura di altri esercizi.
Esercizi che difficilmente apriranno stando così
le cose a meno che nn ritornerà la fiducia nel futuro
persistendo attualmente un diffuso pessimismo
che gli Italiani ormai cominciano a rendersene conto
ciò è un monito a tutti i politici che x loro diventa sempre
più difficile farci FESSI
Scugnizzo


sheshe Oggetto: Mai più...  27 Gen, 2007 - 16:43  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 753
Attività utente
Attività utente





Per non dimenticare .
E una Censura a chi di dovere che non fa ricordare con la dovuta rilevanza alle generazioni ..giovani


Sheshe


_________________
Il cuore conosce delle ragioni che la ragione non conosce.
B. Pascal.
Pandora Oggetto: per non dimenticare  27 Gen, 2007 - 16:14  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 471
Attività utente
Attività utente

Caro Pael, temo che il tuo sondaggio non sia così sballato...
anche per questa ragione nelle prossime settimane prenderemo in questo forum una iniziativa che aiuti a conoscere di più una storia vecchia di 2000 anni, ignorata dai più. Conoscere per capire, ricordare e non dimenticare.
paelesse Oggetto: ..per non dimenticare...  27 Gen, 2007 - 16:02  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 34
Attività utente
Attività utente

conoscere e' davvero necessario,ma mi rendo purtroppo conto che per molti e' indifferente e l'indifferenza su queste cose e' davvero assurda.
Nonostante il risalto dato da tutti i mass media,affinche' questo giorno non passi cosi' come un qualunque altro giorno,ho notato la totale indifferenza ,o quasi,di persone
(amiche??)per le quali appunto tutto sommato in fondo non interessa piu' di tanto sapere che quel giorno furono abbattuti i cancelli di auschwitz,e di cosa sia stata la shoah.
Ieri ho parlato con mia figlia (29 anni) e mi ha detto che nessuno dei e delle sue amiche sapeva di che commemorazione si trattava,ma sperava e pensava che fra le persone della mia eta' la reazione sarebbe stata diversa....INvece indifferenza totale...per alcuni addirittura fastidio,....
Voglio sperare che questa mia spece di sondaggio sia del tutto sballato e che la stragrande maggioranza del popolo italiano,abbia avuto oggi lameno un minuto per riflettere...


ira Oggetto:   27 Gen, 2007 - 11:59  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 284
Attività utente
Attività utente

questa notte la tv ha informato che un'albero è stato abbattuto.....
ma non era soltanto una pianta ma un simbolo.... vergogna!! vergogna!!......chi dimentica è destinato a ripetere gli errori..........ira

Pandora Oggetto: PER NON DIMENTICARE  27 Gen, 2007 - 11:18  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 471
Attività utente
Attività utente

Se comprendere è impossibile,
conoscere è necessario
perchè ciò che è accaduto
può ritornare,
le coscienze possono
nuovamente essere sedotte
ed oscurate:
anche le nostre

Primo Levi




LEGGE 20 luglio 2000, n211
art 1

1. La Repubblica italiana riconosce il giorno 27 gennaio, data dell’abbattimento dei cancelli di Auschwitz, "Giorno della Memoria", al fine di ricordare la Shoah (sterminio del popolo ebraico), le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subìto la deportazione, la prigionia, la morte, nonchè coloro che, anche in campi e schieramenti diversi, si sono opposti al progetto di sterminio, ed a rischio della propria vita hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati.

Danette Oggetto: ogni tanto  16 Gen, 2007 - 10:41  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 810
Attività utente
Attività utente

Una celebre frase di Kant “Di due cose sono certo: del cielo stellato sopra di me e della legge morale dentro di me” è un paragone (mi perdoni Kant) scelto male, perché confronta una realtà oggettiva come il cielo stellato e un’altra soggettiva e soggetta quindi a mutamenti come la seconda.
Devo confessare che nella vita ho commesso peccati che in gioventù condannavo senza esitazione: una volta commessi ne scoprivo invece “acutamente” tutte le attenuanti e le giustificazioni, morali, per l’appunto.
In realtà il Grande Filosofo insiste soprattutto SULLO STUPORE di fronte alla bellezza di entrambi, cielo e propria legge interna.
Provate a definire la famosa “morale universale” e finirete impantanati, perché esiste sempre un’eccezione.
Uccidere è considerato lecito in guerra, per ideologie particolari, per le vittime sacrificali, e, comunque ogni popolo prevede eccezioni proprie. La invocata legittima difesa non è una legge morale. Semplicemente è l’istinto biologico di sopravvivenza, così come la cura deif igli, la solidarietà fra poveri, l’ipocrisia dell’educazione, ecc…
Spesso la morale sociale è una imposizione della classe dominante di turno, che da sola decide che cosa sia bene o male. Quando questa cambia, i sudditi devono cambiare “morale”. Provate a pensare alla Russia da zarista a comunista, alla rivoluzione francese, ai talebani, ecc.
Di regola la legge morale serve a contrastare o impedire le proprie tendenze naturali, quali la poligamia, il furto, la radiazione del più debole, la distruzione del competitore.
Oggi che le regole morali sono così disattese, mi rendo conto di quanto a noi rendessero…la vita piacevole, nel momento in cui le potevamo infrangere, magari in compagnia di complici, e riempivamo la vita di continue emozioni, emozioni di cui ogni gioventù avrebbe bisogno per forgiarsi contro un nemico, indispensabile allenamento di vita.
Chissà che un giorno gli esperti di psicologia non finiscano col lodare la repressione cattolico-borghese- che abbiamo combattuto così convinti in questi ultimi anni- per le sue doti “formative”!!
Qualche esperto psicologo dovrebbe proporre al Governo di proibire severamente l’uso di acqua gassata o dell’aranciata per regalare emozioni ai giovani con poca spesa e nessun rischio!
Così come avviene per il mondo dell’inconscio, dovremmo evitare ogni implicazione morale- e quindi soggettiva- ad un evento simbolico, e ricordare che il confine tra “bene” e male non è un confine “spostabile” nel tempo!
Ma credete davvero che Kant non abbia cambiato idea?

Scugnizzo Oggetto:   05 Nov, 2006 - 08:41  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 788
Attività utente
Attività utente

Si purtroppo è cosi come dici Geronimo.
Ma nn tutto è da addossare hai napoletani, la realtà
và cercata nella quasi totale mancanza di lavoro un male quasi
endemico, ogni napoletano e ciò nei secoli si è ritagliato
uno spazio si è inventato un "mestiere" a napoli tu trovi
mestieri che in nessuna parte del mondo troverai.
Voglio citarti dei mestieri assurdi ma che se li analizzi
ti rimane da pensare.
Subito dopo la guerra vi era uno squallore generale ed ognuno si arrangiava si inventava il modo come mangiare x quella giornata
Chi catturava colombi , chi vendeva patate cotte chi si dedicava a comprare scarpe cioè in questo modo entrava nel negozio sceglieva un paio di scarpe possibilmente le + costose
le indossava un complice fuori gli buttava addosso qualcosa
insultandolo lui offeso lo rincorreva .
Non mi dilungo ma se lo farei rimarresti incledulo e stupito
Ora che le cose sono cambiate (in peggio) e con l'avvento
della droga una parte dei napoletani a scoperto cosa significa
mangiar bene, vestire bene, avere tutte le cose che mai avrebbero sognato si sono incattiviti disposti a tutto pur di continuare ad avere agi ,soldi e le cose che pochi si possono permettere.
Famiglie che hanno fatto del crimine una professione
Poi ci sono molte ma molte persone perbene che vivono di stenti e magari x sbarcare il lunario diventano complici passivi dei delinquenti
Sapevi tu Geronimo che i familiari di un ucciso che faceva parte del clan gli danno mensilmente alla sua famiglia uno stipendio mensile? .
Non stò quì a suggerire rimedi od altro ma lascio al lettore le conclusioni.

Scugnizzo

geronimo Oggetto: Sembra incredibile!  05 Nov, 2006 - 01:05  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 2492
Attività utente
Attività utente

Da notiziari dei media:

- 75 omicidi, di cui 8 negli ultimi 7 giorni;
- 6500 rapine;
- 3000 scippi;
- 5000 arresti.

Popolane che si rivoltano ed ostacolano le forze dell'ordine per impedire (a volte con successo) l'arresto di pregiudicati.

Strade intasate da tonnellate di rifiuti urbani dove, per discariche stracolme e mancanza di inceneritori che nessun Comune della Regione vuole installare nel proprio territorio, il Commissario della P.C. Bertolaso fa smaltire nelle altre (punto disposte) Regioni ed all'estero, con disagi ed ulteriori aggravi per tutti i contribuenti.

Il tutto circoscritto nei pochi Kmq. di Napoli ed il suo hinterland, nel corso del 2006...e non è ancora finito l'anno.

Quello che mi stupisce è la reazione di quei perbenisti scandalizzati da Calderoli che, per quanto ha dichiarato, probabilmente ha manifestato il pensiero di una buona fetta di connazionali.

Geronimo

_________________
Per coloro che sanno ascoltare, le voci parlano ancora.
Saupaquant, Wampanoag
Pandora Oggetto:   03 Nov, 2006 - 20:21  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 471
Attività utente
Attività utente

Ciao Pietro. Se vuoi inviare una risposta
non devi scrivere nello spazio "oggetto,
ma sotto il testo che hai riportato nella finestra.
Buona serata!

36pietro Oggetto: Re: OLTRE LE PREVISIONISi giusto se paghiamo tutti proporzio  03 Nov, 2006 - 18:48  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 1
Attività utente
Attività utente

Scugnizzo ha scritto:

Si le ha superate ed anche di molto in così breve tempo.
Dopo la sistematica occupazione dei posti chiave,
Come un bulldozer o un moderno ATTILA sistematicamente
demolisce l'Italia
E andato in Cina aprendo gli scambi con essa, cosa abbiamo da esportare nuovi prodotti nuove tecnologie nulla che nn hanno copiato e ci rimandano ha lasciato che le poche industrie basi aprissero filiali cinesi onde abbassare il costo del lavoro,togliere lavoro agli italiani xkè poi queste produzioni saranno vendute in Italia.
Non ha equilibrato le importazioni con le esportazioni e nel frattempo
l'Italia è invasa dai prodotti cinesi e dai cinesi liberalizzando
l'immigrazione, extracomunitario badando ad evidenziare
che è la sinistra che favorisce loro da ricordare quando diventeranno Italiani e dovranno votare.
Ha cercato di privatizzare Telecom con manovre sottobanco
Quando è stato scoperto ed invitato a riferire in parlamento
con grande improntidudine rispose "ma siete matti?"
Lui se ne infischia dell'opinione pubblica considera noi Italiani
ancora da colonizzare, e noi tutti abbiamo visto in TV il sorriso di scherno diretto hai suoi accusatori ed a noi Italiani.
Si è affrettato ad usufruire dell'abolizione della tassa di successione facendo il trasferimento di una parte dei suoi beni hai figli. ben sapendo che avrebbe ripristinato la tassa .
Molti, moltissimi altarini scoperti e da scoprire nel curriculum di questo individuo e la maggior parte di essi sono a danno dell'Italia e di noi Italiani
Non ultimo atto è il varo della finanziaria con essa ha diviso gli Italiani in "caste"rimangiandosi le promesse di nn mettere le mani nelle nostre tasche con nuove tasse che o al ceto alto o al medio o al basso pagheremo TUTTI.
Scugnizzo
le tasse vanno pagate chi si ribella alla finanziaria sono gli evasori e che hanno rubato a tutti gli italiani pietro



Scugnizzo Oggetto: OLTRE LE PREVISIONISi  03 Ott, 2006 - 19:26  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 788
Attività utente
Attività utente

Si le ha superate ed anche di molto in così breve tempo.
Dopo la sistematica occupazione dei posti chiave,
Come un bulldozer o un moderno ATTILA sistematicamente
demolisce l'Italia
E andato in Cina aprendo gli scambi con essa, cosa abbiamo da esportare nuovi prodotti nuove tecnologie nulla che nn hanno copiato e ci rimandano ha lasciato che le poche industrie basi aprissero filiali cinesi onde abbassare il costo del lavoro,togliere lavoro agli italiani xkè poi queste produzioni saranno vendute in Italia.
Non ha equilibrato le importazioni con le esportazioni e nel frattempo
l'Italia è invasa dai prodotti cinesi e dai cinesi liberalizzando
l'immigrazione, extracomunitario badando ad evidenziare
che è la sinistra che favorisce loro da ricordare quando diventeranno Italiani e dovranno votare.
Ha cercato di privatizzare Telecom con manovre sottobanco
Quando è stato scoperto ed invitato a riferire in parlamento
con grande improntidudine rispose "ma siete matti?"
Lui se ne infischia dell'opinione pubblica considera noi Italiani
ancora da colonizzare, e noi tutti abbiamo visto in TV il sorriso di scherno diretto hai suoi accusatori ed a noi Italiani.
Si è affrettato ad usufruire dell'abolizione della tassa di successione facendo il trasferimento di una parte dei suoi beni hai figli. ben sapendo che avrebbe ripristinato la tassa .
Molti, moltissimi altarini scoperti e da scoprire nel curriculum di questo individuo e la maggior parte di essi sono a danno dell'Italia e di noi Italiani
Non ultimo atto è il varo della finanziaria con essa ha diviso gli Italiani in "caste"rimangiandosi le promesse di nn mettere le mani nelle nostre tasche con nuove tasse che o al ceto alto o al medio o al basso pagheremo TUTTI.
Scugnizzo

Tatù Oggetto: IL PRODE PRODI NON SAPEVA!!!!!  20 Set, 2006 - 19:25  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 686
Attività utente
Attività utente

RIPORTO QUI DI SEGUITO NOTIZIA APPARSA IN UNA PAGINA INTERNET. ESSENDO IN PORTOGHESE, PER EVITARE PROBLEMI, LA RIPORTO COSI' COME E', E POI LA TRADUCO.

Negociação da Telecom Italia com News Corp foi suspensa, diz fonte - (19/09/2006 22:00:00)

Em uma conferência do Goldman Sachs hoje em Nova York, Rupert Murdoch, presidente da News Corp., disse que sua companhia não estava envolvida em nenhuma potencial parceria com a Telecom Italia. Murdoch não gostou do fato de o ex-presidente da TI, Marco Tronchetti Provera, ter revelado detalhes de uma possível troca de ações ao governo, relatou a fonte. Em comunicado surpresa divulgado na semana passada, o governo italiano revelou que Provera falou ao primeiro-ministro Romano Prodi que Murdoch poderia adquirir participação na TI e venderia a Sky Italia para a operadora de telefonia. Murdoch diz que jamais considerou essa opção, ainda segundo a fonte. Provera também teria pedido direitos de distribuição exclusiva, na Itália, do conteúdo produzido pela News Corp., algo que Murdoch não quis garantir. As informações são da Dow Jones
Traduzione:

Durante una conferenza stampa della Goldman Sachs oggi a New York (ieri 19/9), Ruppert Murdoch, presidente della News Corp. ha detto che la sua compagnia non è coinvolta in nessun potenziale accordo con la TELECOM ITALIA. A Murdoch non è piaciuto il fatto che l'ex presidente di TI, Marco Tronchetti Provera abbia detto al Primo ministro ROMANO PRODI che Murdoch Potrebbe acquistare partecipazioni nella TI e venderebbe Sky Italia alla azienda di telefonia. Murdock dice che mai considerò questa opzione, ancora secondo la fonte di notizia. Provera avrebbe anche chiesto i diritti esclusivi di distribuzione in Italia, del contenuto prodotto dalla News Corp, qualcosa che lo stesso Murdock non volle garantire. Le informazioni sono della Dow Jones


Come fa a non sapere????
lella51 Oggetto:   16 Set, 2006 - 13:09  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 5323
Attività utente
Attività utente


Ed è un fatto positivo, oppure no??
Io comunque azioni della Mediaset non ne posseggo
.

Ciao Lella

geronimo Oggetto: Re: Matti  16 Set, 2006 - 01:01  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 2492
Attività utente
Attività utente

Lella51 ha scritto:

... non si accorge dei cambiamenti positivi e dell'inizio di profondi mutamenti politici che si stanno verificando nel nostro paese.






Come no? Sono le prove generali per espropriare Mediaset a Berlusconi.

Geronimo

_________________
Per coloro che sanno ascoltare, le voci parlano ancora.
Saupaquant, Wampanoag
lella51 Oggetto: Matti  15 Set, 2006 - 21:14  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 5323
Attività utente
Attività utente

Sarà matto anche il nostro scugnizzetto?
Certo che quando Prodi dice "stanno diventando matti" si riferisce ai responsabili politici dell'opposizione, a quelli che strumentalizzando gli avvenimenti cercano di sovvertirli per trarne vantaggio, personaggi, questi, che danno interpretazioni di ciò che accade distorte, ma tutto sommato lo fanno in modo professionale.
Scugnizzo, no. Scugnizzo nella sua "lucidità" continua imperterrito a ripetere sempre la stessa solfa, monotona, inquietante per la sua ossessività, negativa come tutto ciò che è spinto da un sentimento di rancore.
Scugnizzo, no. Scugnizzo cosa ha a che fare con la professionalità, cosa ne ha a che fare chi passa la vita ad inseguire fantasmi, chi non si accorge dei cambiamenti positivi e dell'inizio di profondi mutamenti politici che si stanno verificando nel nostro paese.
Scugnizzo no.
Gli ultimi sviluppi dell’operazione Telecom, con le dimissioni di Tronchetti Provera, dimostrano che si tratta di una vicenda complessa, che va chiarita nelle sedi opportune e che non può essere liquidata con considerazioni semplicistiche.

Scugnizzo Oggetto: L' ASCETA  15 Set, 2006 - 14:48  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 788
Attività utente
Attività utente

Ci risiamo stavolta L'asceta ha trovato Rovati il suo
consigliere e segretario particolare.
Lui Rovati quasi di casa del Romano si è accollato tutte
le eventuali colpe del caso TELECOM e con ciò è la terza volta che Prodi trova un anima buona in suo soccorso.
Un segretario che si permette di stilare un piano come dice a sua iniziativa e presentarlo su carta intestata del governo
che se realizzato avrebbe fruttatouna lunga mano in uno dei + grossi gruppi industriali finanziari del paese.
Non dimentichiamo che prodi nn è nuovo ad imprese del genere
quando come presidente dell'IRI la smembrò vendendo a Carlo De Benedetti x un pugno di soldi.
La CIRIO al presidente della LAZIO avviandole al disastro.
Ora Angelo Rovati segretario particolare.lui il Rovati finanziatore e raccoglitore di fondi x Prodi x la campagna elettorale (mica intaccano il loro patrimonio)
Tanto xkè PRODI ufficialmente nn ha redditi notevoli
nè una dimora decente ma un UMILE CASTELLO in Emilia
Non mi dilungo oltre ,soltanto dico che questo mira alto molto alto .

Scugnizzo







Vabene Oggetto: Il "mercato",dio del liberismo,ha le sue "leg  14 Set, 2006 - 08:54  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 145
Attività utente
Attività utente

La questione della Telecom,problema politico-economico di questi giorni,consente qualche riflessione in una società che non è più composta in prevalenza da analfabeti,anche se forte è l'analfabetismo di ritorno.Analfanetismo sociale e culturale in particolare.E' noto,o dovrebbe esserlo,che la favola del mercato e delle sue leggi è basata sulla imposizione del più forte economicamente e non poche volte con l'affiancamento,implicito o esplicito,della forza delle armi.Nessun dubbio sul fatto che l'ingegno umano crea prodotti,servizi e prestazioni che attraverso la comparazione e l'utilità migliore di quanto prodotto,per le persome e la società che le deve utilizzare, determina un' utile "concorrenza tra prodotti",ma si da il caso che molti prodotti e servizi scadenti o dannosi vengono imposti con mezzi truffaldini ed in misura,diciamo"industriale" per intenderci.

Con la "legge,della giungla,vale a dire del più forte non in qualità,ma con mezzi inpositivi.Questi mezzi con gli strumenti di persuasione oggi disponibili alterano il rapporto di concorrenza e di confronto tra il meglio ed il peggio a vantaggio di un solo elemento "straordinario":il profitto a tutti i costi per il più forte che impone,appunto la sua legge quella della giungla.Si tratta del liberismo,confuso con il liberalismo,il vero cancro ,oggi più che mai,della società a tutti i livelli padre prolifico della violenza.La società,con le sue istituzioni,deve diffendersi da questa violenza?Penso proprio di si e non lo penso solo io e lo Stato,tra i suoi doveri ha anche questo,salvaguardare gli interessi,non solo economici ma anche sociali dei cittadini.Il vero problema per una convivenza sociale ordinata,pacifica e di sviluppo,nei singoli Paesi e nel mondo intero è sempre di più basata sulla lotta alla sopraffazione,alla violenza,alla falsificazione della libertà con il liberismo economico.Il vero pericolo,come è,o dovrebbe essere noto,oggi ed in prospettiva non è più il comunismo-stalinista e simili ma il liberismo.

Questo con buona pace delle "case delle libertà". Ma si può comprendere e si deve far ragionare su questo problema fondamentale?Direi proprio di si al fine di rendersi conto di quanto può esserci "venduto",in prodotti,servizi ed anche di politica(modo di governare ed orientare lo sviluppo sociale) per esclusivi problemi di profitto a vantaggio dei più forti economicamente.Discorso complesso ma,sostanzialmente,molto semplice ritengo se si riflette appena un poco.

Saluti da Vabene
Vabene Oggetto: L'Europa e gli europei,problemi comuni  11 Set, 2006 - 11:06  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 145
Attività utente
Attività utente

Ritengo non vi sia dubbio alcuno che l'Unione Europea sia stata,per tutti i Paesi aderenti,un utile e fortunata occasione.Ci sono voluti decenni per giungere a tanto ed il cammino non è certo concluso.Ogni singolo Paese europeo(Inghilterra compresa,ma anche la presunzione francese)non è e sarà sempre di meno "qualcuno" nei rapporti mondiali.Di questo è bene che ci rendiamo conto e si rendano conto anche i nazionalisti dei singoli Paesi.Quanto al problema Euro tutti,ma proprio tutti (esclusa l'Irlanda in verità)ritengono di averci rimesso e rimpiangono marchi,franchi e monete nazionali.Per l'Italia,nel rapporto con la condizione degli altri Paesi si possono fare due considerazioni che raramente o mai si avvertono.La prima riguarda il livello dei nostri risparmi superiore a tutti quelli degli altri Paesi europei(certo c'è la storia del pollo di Trilussa e molte famiglie,quelle a reddito fisso hanno certamente perso non poco in questi ultimi anni in potere di acquisto),un indice di non trascurabile rilevanza.

Il secondo,ignorato dall'economia classica ma ben concreto e presente nel nostro Paese riguarda il reddito non monetizzato prodotto dalle nostre famiglie che,a differenza di altri Paesi e sia pure con problemi,sono presenti ed operanti nel tessuto sociale.Cosa significa,reddito non monetizzato?La produzione,in particolare di servizi che dovrebbero essere retribuiti e per i quali provvedono i singoli componenti le famiglie.Sono tanti questi servizi i più comuni sono i nonni che badano ai nipoti,i prestitit tra familiari,ilavori in casa,ancora ma non sempre appannaggio delle donne(si dice che le casalinghe,che stanno in casa,non lavorano,ma producono più che in altri Paesi un reddito,non monetizzato,ma reale).Nelle aree rurali(non solo agricole)la produzione,sempre più frequenti di ortfrutticoli per autoconsumo,le forme di volontariato di diversa origine ed altro ancora.E' stato valutato che il reddito non monetizzato,nel nostro Paese è vicino al 70% di quello monetizzato( e non paga imposte!),con aree (quelle rurali ed agricole in particolare)nelle quali supera quello monetizzato.

In altri Paesi europei a malapena si giunge la 30-35% di reddito non monetizzato e questo spiega i "miracoli econonomici",nazionali del passato e familiari dell'oggi.Amici e conoscenti di altri Paesi,americani e scandinavi,ad esempio,sono sempre meravigliati quando passano da casa mia o ci vediamo in incontri pubblici.Non credono ai loro occhi."Il vostro reddito è inferiore al nostro,ma si direbbe il contrario,da quanto si vede".Spiego loro il "mistero" del reddito non monetizzato,mostrando anche nel parco davanti a casa mia i nonni con i nipoti o persone anziane accompagnate da volontari.Beh,rimangono sorpresi e spiego loro che,nonostante tutto da noi la famiglia continua ad esistere e produce servizi di non trascurabile valore umano prima che economico.Poi abbiamo problemi e sacche di povertà tutt'altro che da ignorare,ma non al livello delle città americane e centro-nord europe(si salvano forse solo la Svezia e la Finlandia)nelle quali gli emarginati nelle strade sono sempre più abbondanti ed affidati, qualche volta,alla "carità£" privata e pubblica.Dunque,non stiamo certamente bene o benissimo ma altri,anche al di fuori delle statistiche ufficiali non stanno meglio:andare a vedere per credere.

Saluti da Vabene
Danette Oggetto:   09 Set, 2006 - 23:17  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 810
Attività utente
Attività utente

axidanti Geronimo, che classe! E' vero, per coloro che sanno ascoltare la tua voce c'è e si sente.

Nuova discussione   Rispondi Vai a pagina              ...      
255
              
ANZIANI.IT
Via del Poggio Laurentino 2
00144 Roma (RM)
P.Iva: 05121921000
DATA PROTECTION OFFICER

E' possibile contattare in qualsiasi momento questa email dpo@final.it per richiedere l'anonimizzazione o rimozione completa dei propri dati dalla piattaforma secondo la General Data Protection Regulation (GDPR).

INFORMAZIONI LEGALI