Vai a pagina               
4
      ...             
  I Forum di Anziani.it  Politica  Politica estera
Nuova discussione   Rispondi
Margine Oggetto:   30 Gen, 2017 - 02:22  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 6394
Attività utente
Attività utente

Protestano in tanti per i provvedimenti di Trump e io, secondo Marialuna, non dovrei farlo altrimenti sarei antidemocratica e addirittura, forse, anarchica. Bah! Dimentica forse che democrazia significa anche possibilità di non essere d'accordo e di criticare? Solo le dittature non ammettono contraddittorio...
E un altro "bah" ci vuole anche per la sua insistenza nel dire che io distribuisco offese a destra e a manca. Più volte richiesta di provarlo, di indicare dove e con quali parole, e non solo da me, non ha mai risposto, mai. A casa mia si chiama calunnia.
marialuna Oggetto:   30 Gen, 2017 - 01:30  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 1626
Attività utente
Attività utente

“Una storica vittoria elettorale schiacciante nella democrazia della nostra nazione”, ha commentato Trump su Twitter.

C’è una democrazia, ci sono delle regole, e Trump ha vinto secondo le regole e la sua vittoria va rispettata. E’ sciocco protestare se viviamo in uno stato democratico, e qualcuno è arrivato al potere rispettando le leggi di quello Stato!

C’è forse un desiderio di anarchia nelle tue proteste margine?

Per poter giudicare l'operato del nuovo Presidente degli Stati Uniti, e addirittura la sua persona, come fa margine (ma lei lo fa con tutti, potenti e meno) bisogna lasciarlo lavorare e valutare i risultati dopo un periodo ragionevole, e non sparare a vista appena si è seduto sulla poltrona. Si può essere arrestati per omicidio preterintenzionale per questo reato!
marialuna Oggetto:   30 Gen, 2017 - 01:24  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 1626
Attività utente
Attività utente

assodipicche ha scritto:

"Our country needs strong borders and extreme vetting, NOW. Look what is happening all over Europe and, indeed, the world - a horrible mess!"
(Il nostro paese ha bisogno di confini forti e di massimi controlli, ORA! Guardate cosa sta accadendo in tutta l'Europa e, anzi, nel mondo: un orribile disordine).

Questo scrive oggi Trump in un suo tweet.

Io andrei cauto nel definirlo un pazzo. È folle voler difendere i confini del proprio Paese? Io direi che dovrebbe essere normale. Non è quello che noi facciamo ogni giorno chiudendo la porta di casa?
E poi cosa sono gli "ordini esecutivi" del Presidente USA? Sono direttive, che nessuno dei singoli stati che compongono gli USA è tenuto a osservare. Possono inoltre essere smantellati dal Congresso e dalla Corte Suprema. E un giudice già è intervenuto. Gli Stati Uniti hanno quindi una struttura capace di valutare e correggere.
La nostra Costituzione, come ricorda la presidente Boldrini, è molto garantista al riguardo. Io però qualche volta mi chiedo: i costituenti avevano presente la realtà di allora.....gli antifascisti esuli.... quattro gatti se vogliamo......Non avrebbero posto assolutamente alcun paletto se avessero dovuto scrivere oggi la Carta fondamentale, davanti all'invasione africana -e non solo- e a tutte le conseguenze, terrorismo compreso? Sarebbero rimasti indifferenti davanti al problema islamico?


Concordo pienamente!
Margine Oggetto:   30 Gen, 2017 - 01:19  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 6394
Attività utente
Attività utente

O tu guarda, Mentana la pensa come me. Ciò mi consola un pochino: dalle risposte che ricevo, ogni tanto mi pare di avere delle opinioni stravaganti.

"Ingiusto lo è, e molto. Lontanissimo dai principi della nazione che sempre ha aperto le braccia a chi veniva in pace e fuggiva da un destino gramo. Ma peggio ancora, rischia di essere un boomerang, perché attuato alla cieca. Trump dice che il suo bando agli immigrati è una misura antiterrorismo. Ma dal 1980, quando entrò in vigore il Refugee Act, nessun attentato in territorio americano è stato compiuto da rifugiati. Peggio: il bando riguarda i cittadini di sette paesi islamici, Siria, Libia, Sudan, Somalia, Yemen, Iran e Iraq. Nessuno degli atti di terrorismo islamico compiuti negli Usa dal 2001 a oggi ha coinvolto cittadini di quei sette stati. Dei 19 autori degli attacchi dell'11 settembre 15 erano sauditi, 2 degli Emirati Arabi, uno egiziano e uno libanese. I due fratelli autori della strage alla maratona di Boston erano kirghisi di origine cecena. L'autore delle esplosioni in New Jersey e a Chelsea, New York era afghano, come afghano quello della strage di Orlando; sua moglie, arrestata pochi giorni fa, era invece nata in America da genitori palestinesi. I due autori della strage di San Bernardino erano lui americano e lei pakistana. Quindi, ripeto: nessun rifugiato in generale, e nessun cittadino o discendente di nati in uno dei sette stati ha mai avuto a che fare con gli attentati in terra americana.
L'unico risultato sicuro della decisione di Trump è che i sette paesi coinvolti nella discriminazione non diventeranno certo più amici degli Usa, mentre gli islamici violenti grideranno vendetta per il bando mirato contro la loro religione, e anche i più pacificati musulmani d'America volteranno le spalle al presidente."
Patrizia51 Oggetto:   29 Gen, 2017 - 20:15  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 4922
Attività utente
Attività utente

"A chi fugge dalle persecuzioni dal terrore e dalla guerra, sappiate che i canadesi vi daranno il benvenuto, non importa quale sia la vostra fede. La diversità è la nostra forza #welcome to Canada".

Questo il tweet con cui il primo ministro canadese Justin Trudeau ha indirettamente risposto oggi alla sospensione degli ingressi negli Stati Uniti dei rifugiati decisa dal presidente americano Donald Trump. Il premier ha anche postato una foto del 2015 in cui saluta una bambina siriano all'aeroporto di Toronto.

.... e la risposta è una lezione di umanità che in questo momento storico coccola l'anima.
Perché governare un Paese tenendo conto dei bisogni di chi viene a bussare alle nostre porte è possibile, si chiama buona politica, esiste, e basta praticarla.


(ANSA.it)




_________________
Preferisco le eccezioni - Wislawa Szymborska
Margine Oggetto: Re: Calma e gesso  29 Gen, 2017 - 19:30  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 6394
Attività utente
Attività utente

assodipicche ha scritto:

Scusa Margine, ma se è solo un po' di fumo per i suoi elettori, di che ti preoccupi? Calma, ancora è presto per paventare catastrofi!




Il fumo negli occhi vuol dire che si vuole dare il contentino all'elettorato, senza rendersi conto che questo contentino non migliorerà in niente la vita dello stesso ma peggiorerà di molto quella di altre persone (che non so quantificare), comprese quelle che guardavano agli USA come modello delle libertà individuali.
assodipicche Oggetto: Calma e gesso  29 Gen, 2017 - 19:13  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 6070
Attività utente
Attività utente

Scusa Margine, ma se è solo un po' di fumo per i suoi elettori, di che ti preoccupi? Calma, ancora è presto per paventare catastrofi!

Margine Oggetto:   29 Gen, 2017 - 19:06  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 6394
Attività utente
Attività utente

marialuna ha scritto:
E quelli hanno votato Trump (la maggioranza) l'hanno fatto in nome di quei valori e diritti sui quali è stata costruita la loro identità. Diritti minacciati dal terrorismo, come possiamo vedere anche in Europa.


Intanto non è esattamente vero che la maggioranza degli Americani ecc ecc. Trump ha vinto perchè la maggioranza dei Collegi erano dalla sua parte, ma i Collegi non rappresentano lo stesso numero di elettori. Si fossero contati i voti degli elettori, Trump avrebbe perso, avendo dalla sua tre milioni in meno della Clinton.
Per il resto ricordo che, nell'attentato dell' 11 settembre dei 19 terroristi, quindici provenivano dall'Arabia Saudita, due dagli Emirati Arabi Uniti, uno dall'Egitto e uno dal Libano; nell'attentato della Maratona di Boston i due attentatori erano ceceni; nell'attentato di nella discoteca gay in Florida il terrorista era un Afghano. Se proprio c'è una falla nel maccanismo di rilascio dei visti di ingresso negli USA, ci si dovrebbe preoccupare di ripararla nei confronti di questi paesi che ho appena nominato, non verso quei paesi da cui non è mai partito un attentatore.
Ma si sa, un po' di fumo negli occhi verso i propri elettori, un aiutano agli Arabi perchè sono alleati economici e un po' di "sana" discriminazione religiosa sempre strumenti efficaci.
assodipicche Oggetto: Calma e gesso  29 Gen, 2017 - 17:56  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 6070
Attività utente
Attività utente

"Our country needs strong borders and extreme vetting, NOW. Look what is happening all over Europe and, indeed, the world - a horrible mess!"
(Il nostro paese ha bisogno di confini forti e di massimi controlli, ORA! Guardate cosa sta accadendo in tutta l'Europa e, anzi, nel mondo: un orribile disordine).

Questo scrive oggi Trump in un suo tweet.

Io andrei cauto nel definirlo un pazzo. È folle voler difendere i confini del proprio Paese? Io direi che dovrebbe essere normale. Non è quello che noi facciamo ogni giorno chiudendo la porta di casa?
E poi cosa sono gli "ordini esecutivi" del Presidente USA? Sono direttive, che nessuno dei singoli stati che compongono gli USA è tenuto a osservare. Possono inoltre essere smantellati dal Congresso e dalla Corte Suprema. E un giudice già è intervenuto. Gli Stati Uniti hanno quindi una struttura capace di valutare e correggere.
La nostra Costituzione, come ricorda la presidente Boldrini, è molto garantista al riguardo. Io però qualche volta mi chiedo: i costituenti avevano presente la realtà di allora.....gli antifascisti esuli.... quattro gatti se vogliamo......Non avrebbero posto assolutamente alcun paletto se avessero dovuto scrivere oggi la Carta fondamentale, davanti all'invasione africana -e non solo- e a tutte le conseguenze, terrorismo compreso? Sarebbero rimasti indifferenti davanti al problema islamico?


Ultima modifica di assodipicche il 29 Gen, 2017 - 19:08, modificato 1 volta in totale
marialuna Oggetto:   29 Gen, 2017 - 15:41  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 1626
Attività utente
Attività utente

Margine ha scritto:
Nella società statunitense stanno montando le proteste, in nome di quei valori di apertura, accoglienza e rispetto delle differenze sui quali è stata costruita la loro identità.

E quelli hanno votato Trump (la maggioranza) l'hanno fatto in nome di quei valori e diritti sui quali è stata costruita la loro identità. Diritti minacciati dal terrorismo, come possiamo vedere anche in Europa.
nonnogatto Oggetto:   29 Gen, 2017 - 14:06  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 2999
Attività utente
Attività utente

Margine ha scritto:

....... Io invece, che sono una qualsiasi, dico che secondo me gli Americani si sono messi nelle mani di un pazzo pericoloso.



ed è quello che accadrà anche in Italia se le nostre cariche istituzionali continueranno solo a pontificare e non a mettere finalmente in campo reali risposte alle esigenze dei cittadini contrastando praticamente i vaneggiamenti dei populisti, stellati o camicie verdi che siano.


Margine Oggetto:   29 Gen, 2017 - 13:45  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 6394
Attività utente
Attività utente

"Riguarda tutti noi quello che il nuovo Presidente Trump sta decidendo per gli Stati Uniti perchè i suoi provvedimenti, oltre a minare le basi dei principi giuridici internazionali, portano ad un caos generale e rischiano di alimentare pericolose ritorsioni.

Prima gli insulti inaccettabili contro i messicani, definiti "criminali e trafficanti". Poi la rivalutazione della tortura come strumento che "funziona" nella lotta al terrorismo. Ora il blocco per tre mesi all'ingresso dei cittadini provenienti da 7 Stati a prevalente religione musulmana - e con esenzione per i cristiani. E infine lo stop all'arrivo di rifugiati siriani.

Sono segnali, inequivocabili e allarmanti, che si vogliono fare distinzioni su base etnica e religiosa, che il sospetto può investire interi popoli e non i singoli accusati di reati, che le convenzioni internazionali sottoscritte anche dagli Usa perdono di valore e i diritti umani si applicano ad intermittenza, che per rispondere all'Isis è lecito anche usare strumenti non consentiti dall'ordinamento.

Nella società statunitense stanno montando le proteste, in nome di quei valori di apertura, accoglienza e rispetto delle differenze sui quali è stata costruita la loro identità.

Ma di qua dall'Atlantico non ci possiamo limitare al ruolo di preoccupati spettatori.
Non lo possiamo fare perché le nostre Costituzioni nascono sulle ceneri della seconda guerra mondiale e delle persecuzioni su base razziale, ideologica e religiosa. È questa eredità che ci ha portato a riaffermare con forza nelle nostre Carte i principi di libertà, di eguaglianza e di non discriminazione per i quali l'Europa è stata e continua ad essere un punto di riferimento mondiale.

È urgente che l'Unione, così come ogni singolo Stato, risponda, con voce ferma e decisa nel rivendicare la compatibilità tra le esigenze della sicurezza e lo Stato di diritto."

Laura Boldrini


Lei scrive così perchè ha una carica istituzionale e non può esprimersi diversamente. Io invece, che sono una qualsiasi, dico che secondo me gli Americani si sono messi nelle mani di un pazzo pericoloso.
Margine Oggetto:   28 Gen, 2017 - 18:48  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 6394
Attività utente
Attività utente

Aahaha, questa fa ridere veramente!





Margine Oggetto:   26 Gen, 2017 - 23:29  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 6394
Attività utente
Attività utente

Donald Trump favorevole alla tortura? Pare.

http://www.bbc.com/news/world-us-canada-38753000
TittiMendoza Oggetto:   14 Nov, 2016 - 13:04  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 5947
Attività utente
Attività utente





Si, non è toupet, ma i chili di lacca che usa per mantenere fermo il ciuffo di capelli trapiantati con un nuovo e costoso trattamento di ripristino poco conosciuto, brevettato e chiamato: "intervento microcilindro."
Un informatore ha sostenuto che i capelli di Trump non sono i suoi e costano decine di migliaia di dollari per l'installazione e la manutenzione......

Pare che di recente, Tramp abbia dichiarato che, siccome alla Casa Bianca non avrà tempo da dedicare ai suoi capelli, cambierà stile di pettinatura..... Chissà quale altra pazza idea escogiterà per il suo loock da Presidente..... Magari se tornare ad essere se stesso, senza trucco e senza inganno..... Sarebbe più credibile.....










<span id="result_box" class="" style="" lang="it">
liliana Oggetto:   14 Nov, 2016 - 10:33  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 7541
Attività utente
Attività utente

Trump confessa: non ho il toupet ma uso la lacca
Dopo gli innumerevoli fotomontaggi ironici che spopolano sul web sul presunto parrucchino di Donald Trump, il candidato repubblicano alla presidenza degli Stati Uniti cerca di mettere fine alle voci sul toupet invitando una delle spettatrici presenti al suo discorso elettorale di Greenville a toccargli i capelli... mistero risolto?

Trump confessa, non ho il toupet ma uso la lacca
TittiMendoza Oggetto:   14 Nov, 2016 - 09:30  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 5947
Attività utente
Attività utente

EREDITÀ DEI TRUMP



TALE NONNO, TALE NIPOTE !.......
TittiMendoza Oggetto:   10 Nov, 2016 - 13:15  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 5947
Attività utente
Attività utente




Hai ragione….Mi è scappata la “e” finale.....
assodipicche Oggetto:   10 Nov, 2016 - 09:46  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 6070
Attività utente
Attività utente

Carina, ma "cours" che significa?

TittiMendoza Oggetto:   09 Nov, 2016 - 19:20  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 5947
Attività utente
Attività utente

Vi stavate chiedendo perchè Trump ha il ciuffo biondo ?
Ma per somigliare alla sua mamma, of course !









Ultima modifica di TittiMendoza il 10 Nov, 2016 - 13:13, modificato 1 volta in totale
Nuova discussione   Rispondi Vai a pagina               
4
      ...             
ANZIANI.IT
Via del Poggio Laurentino 2
00144 Roma (RM)
P.Iva: 05121921000
DATA PROTECTION OFFICER

E' possibile contattare in qualsiasi momento questa email dpo@final.it per richiedere l'anonimizzazione o rimozione completa dei propri dati dalla piattaforma secondo la General Data Protection Regulation (GDPR).

INFORMAZIONI LEGALI