Vai a pagina              ...      
282
      ...             
  I Forum di Anziani.it  Parliamo di  Argomenti interessanti
Nuova discussione   Rispondi
AntiRuggine Oggetto:   24 Set, 2007 - 18:21  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 1625
Attività utente
Attività utente

Danette ha scritto:

Caro antiruggine, tu ti dedichi soprattutto agli aforismi e alle frasi eclatanti di personaggi illustri.Non cambi direzione, quindi.....e ora, se vorrai rispondere, ti prego, non copiaincollarmi altri frasi di personaggi celebri, perchè non mi interessa proprio per nulla. Dimmi tutto ciò che vuoi...ma non propinarmi frasi del tipo cui sei avvezzo...dimmi la tua, con parole tue.
Tacere non è un'arte...è un modo per non rompere i marroni, anche se non fu mai scritto. At salut



Hai ragione Danette...io continuerò con le citazioni di personaggi illustri che possono insegnare qualcosa al prossimo...lascio a te l'arte di rompere i marroni al prossimo...

_________________
Il cammino è lungo e tutto ancora da inventare.
Buon viaggio! Sia fuori che dentro.”

Tiziano Terzani.


TittiMendoza Oggetto: LA DROGA  24 Set, 2007 - 18:11  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 3909
Attività utente
Attività utente

LA DROGA


In questi ultimi tempi, le cronache mettono in risalto fatti di violenza abnormi che fanno sorgere spontanea la domanda….
“ma la gente è impazzita ? Come è possibile commettere assassini e atti di violenza così aberranti senza alcuno scrupolo di coscienza, senza alcuna pietà ?

Bhe! Anche la risposta sorge spontanea: a queste persone, evidentemente, il cervello non funziona, né quello situato nel cranio, né, tantomeno, quello situato nell’intestino...... E quando il cervello non funziona due possono essere i casi: o si è nati con deficienze psichiche oppure, l’assunzione di droghe ha influito sul suo normale funzionamento.

Io propendo più per la seconda ipotesi, visto lo spaccio e l’assunzione diventata facile come andare al bar a bersi un caffè…..
Ormai la droga, come il fumo passivo, sta danneggiando anche la salute di chi non l’assume in prima persona. Non parliamo poi dello scempio che essa compie sulle creature giovani: portatrice di infelicità e di morte e, dell’inevitabile tormento di un genitore che assiste impotente al declino della propria amata creatura.

Il grande quesito: “Perché ?” rimane insoluto, senza risposta, travolto dallo stesso buio che attanaglia chi è caduto nel baratro della morte sicura.
E mentre cerco inutilmente di trovare una risposta, pur convinta che nulla succeda a caso, mi chiedo:
dov’è o qual'è il fine di tutto ciò ?
Lo troviamo forse in un contesto scevro da circostanze materiali ? La risposta potrebbe celarsi in quello che chiamiamo:
“Destino o Fato ?” Ottimo argomento per una “Tavola Rotonda” non credete ?

Ma nel frattempo, lasciate che esponga la questione dal punto di vista di chi, intrappolato dalla droga, ha preferito suicidarsi pur di riconquistare la libertà dell’anima,scippatagli dalla droga.
E’ una lettera scritta da un ragazzo alla propria zia, prima di commettere il suicidio.
Ho ricevuto l’onore di poterla leggere e ne ho conservata una copia per divulgarla, perché ritengo che sia un documento importante per capire la vita dal punto di vista di un drogato.

Quella che segue è la storia di Gaetano

Prima di morire, Gaetano aveva scritto una lettera a sua zia Emilia, confessandole tutte le sue pene.

Vi parlo di Gaetano perchè vorrei prenderlo come esempio del dolore, dello smarrimento e soprattutto dell’impotenza, che imprigiona gli animi di chi diventa schiavo di questo genere di dipendenze. Sono sicura che dopo aver letto le parole della sua lettera ( che conservo gelosamente tra le mie cose più care ), anche a voi come per me, gli occhi si inumidiranno di lacrime, mentre il cuore ricolmo di pietà, non potrà che rendere più sensibile il nostro Spirito alle sofferenze di un’essere umano così giovane, così fragile e tanto sensibile.

Impariamo soprattutto a non giudicare ne lui, ne tanti come lui; forse sono più deboli, ma proprio per questo più bisognosi del nostro aiuto del nostro sostegno affettivo, della nostra comprensione. Quando si cade, non è estremamente apprezzata la mano amica che ci aiuta a risollevarci da terra ?

Lettera di un suicida
Lugano, 13. 07. 1991
Cara zia Emilia,

quando ad un certo punto della vita, ti ritrovi lì, senza speranze, senza ambizioni, senza un briciolo di orgoglio, e quando ti guardi allo specchio e vedi quegli occhi così spenti e così privi di vita; quando ad un certo punto del tuo degrado umano e sociale, ti accorgi di essere ad un solo centimetro dalla morte, e la senti lì che ti parla, che ti accarezza e t’invita a varcare quel centimetro che ti separa dalla sua crudele falce.

Quando per un solo istante della tua vita di tossico - dipendente, riesci ad avere un momento brevissimo di lucidità ed a renderti conto che sei completamente invaso da tutte queste cose, che una dannata polverina che in confronto a te è un microbo, beh ! è allora che ti rendi conto che quella minuscola polverina sta disintegrando la vita di un essere umano, e piano piano la sta conducendo al macello !

A questo punto, per un tossico come tanti, si decide la sorte di un’intera vita, e ci si rende conto che ti trovi davanti all’ultima possibilità di salvezza da un’abisso molto, molto profondo.
È duro cara zia, farsi carico di tutte queste cose, metterle sopra alle spalle ed iniziare a camminare con questo pesante carico, senza abbassare la testa, e guardando dritto in faccia chi incroci nel tuo cammino e dirgli:
“ Si, sono stato un tossico !!... “

Sai, è come una pugnalata al cuore, quando ti vedi sputare in faccia la realtà che rappresenti per la società, ma ti fai forza, rialzi la testa e continui ad andare avanti; avanti facendo tesoro di quel piccolo scrigno di dignità e sacrificio che sei riuscito a trovare infondo a quel pesante bagaglio che ti porti sulle spalle, e te lo tieni stretto, come il gigantesco tesoro di un potente pirata; perchè è proprio con queste piccole e generose cose che ti dai una grande forza e un grande coraggio.

Sto sempre di più scoprendo i valori fondamentali della vita, a partire da una piccola margherita in un gigantesco prato verde; degli odori della primavera, del piacere di un’amicizia, dell’affetto di tutte le persone che mi circondano, della vicinanza di chi, nella realtà, è tanto lontano da quì, ma che comunque ritengo di voler molto bene,
( e questi siete voi tutti ), e di sentire molto vicino tutte quelle cose che da piccino mi rendevano tanto felice e mi davano la serenità del vivere.

Cara zia, sto ripercorrendo piano, piano tutta la mia vita; è come vedere un film del quale l’interprete principale sono proprio io, ma ti assicuro che è veramente molto dura rimanere seduto in poltrona a guardarlo !

Sto percorrendo una strada impegnativa che non mi da tregua, e che mi mette in continuazione a dura prova, e ti giuro che alle volte, da queste prove, ne esci distrutto, sconfitto, e ti viene la voglia di tornare a conversare con la Signora Morte, che spesso ti rende la vita molto più facile. In tutto quello che ti sto scrivendo, vorrei cercare di farti capire come mi sto sentendo in questo periodo, dopo un anno esatto di Comunità, e con ancora tanta strada da fare davanti a me.

Sto attraversando un periodo nel quale non riesco a darmi un’identità e nel quale non riesco a collocarmi da qualche parte per ritrovare la forza di andare avanti.

Sta nascendo un’amore tra me ed una ragazza, che è stata abbandonata dal marito, e la quale ha anche una bambina di 2 anni. È amore il nostro e non amore come con Kerol, amore vero, perchè non esiste solo il sesso, ma c’è la condivisione di tutto, anche di noi stessi, ma anche la forte fede in Dio.

Prego perchè il Signore mi accompagni in una scelta, ma soprattutto perchè mi accompagni anche dopo questa scelta, e mi faccia trovare il CORAGGIO per andare avanti. Vorrei che tu faccia leggere questa lettera a tutti quelli che mi pensano lì, perchè voglio che si sappia come mi stannno andando le cose, e io, non ho niente da nascondere. Ti saluto, ciao zia, aspetto una risposta, baci a tutti, Gaetano.

Purtroppo Gaetano non ce l’ha fatta a recuperare quella forza che tanto desiderava. Non ce l’ha fatto a riconquistare il coraggio per vivere, ed è ritornato a conversare con la Signora Morte, conquistato dal suo magnetico fascino fatale.

Gaetano, il ricordo della tua sofferenza rimarrà impressa nei nostri cuori, e pregheremo il Signore affinchè ti accolga nella Luce con la Sua misericordia.


_________________
Un animo che alloggia in una mente aperta potrà sempre respirare conoscenza.
Danette Oggetto:   24 Set, 2007 - 14:52  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 809
Attività utente
Attività utente

Caro antiruggine, tu ti dedichi soprattutto agli aforismi e alle frasi eclatanti di personaggi illustri.Non cambi direzione, quindi.....e ora, se vorrai rispondere, ti prego, non copiaincollarmi altri frasi di personaggi celebri, perchè non mi interessa proprio per nulla. Dimmi tutto ciò che vuoi...ma non propinarmi frasi del tipo cui sei avvezzo...dimmi la tua, con parole tue.
Tacere non è un'arte...è un modo per non rompere i marroni, anche se non fu mai scritto. At salut

_________________
chi più forte urla ha torto
AntiRuggine Oggetto:   24 Set, 2007 - 13:10  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 1625
Attività utente
Attività utente

Mi pare giusto quel che dice Liliana.
Visto che io sono intervenuto più volte "sospendo" momentaneamente la mia partecipazione alla Tavola Rotonda nella speranza che altri si siedano e prendano la parola.
Tacere è un'arte.
A volte bisogna stare zitti per consentire agli altri di parlare.

Buona discussione.
Io mi dedicherò alla STORIA e agli aforismi.

_________________
Il cammino è lungo e tutto ancora da inventare.
Buon viaggio! Sia fuori che dentro.”

Tiziano Terzani.


liliana Oggetto: Argomenti interessanti  24 Set, 2007 - 10:51  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 4278
Attività utente
Attività utente


Cari amici, questa tavola rotonda si fa a volte molto esplosiva,non basta attaccare e fare marcia indietro quando la cosa è già avvenuta,ma a mio modesto parere,anche quando abbiamo bisogno di rispondere
in tono veemente ad un attacco ricevuto,bisogna applicare
più disponibilità,anche per correttezza a chi si appresta a leggere.Scusatemi se mi permetto di esprimere questo parere,ma le polemiche sono sempre spiacevoli anche per chi in silenzio deve prenderne atto.
Mi sono accorta che molti leggono queste discussioni e altrettante proposte potrebbero essere prese in considerazione, ci sono temi molto interessanti da trattare,
il secolo che stiamo attraversando ce ne da ampia opportunità. Non mi è sfuggito inoltre, che alcuni che scrivevano su questo spazio, da un po di tempo sono assenti,mi domando quale sia la ragione.Se si pensa di snobbare così i prepotenti, per isolarli e non potendolo fare si isolano a loro volta, si ha torto,la stima di quanto scriviamo,non deve essere lasciato a noi stessi, ma l'argomento che disquisiamo può piacere o meno non ha importanza, intanto abbiamo espresso un nostro libero pensiero, se ci sono dubbi da chiarire, lo si può chiedere senza pontificare ed abolendo la suscettibilità.
Ritorniamo a sederci intorno a questa tavola rotonda,perchè credo che possiamo dibattere tutto,con estrema maturità e serenità.
Liliana



_________________
__________________
Il senso della vita non sta in ciò che ci accade
ma in ciò che impariamo da quanto ci è accaduto.
Mirror

Patrizia51 Oggetto:   24 Set, 2007 - 00:33  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 1389
Attività utente
Attività utente

Grazie per la dedica e per l'approfondimeto.
Non cè nessun motivo nascosto in quello che dico, Titti, le mie sono semplici constatazioni, non giudizi, e i Vangeli a cui mi riferivo sono quelli ritenuti verità di fede.
Comunque, onde evitare di "cristallizzare", approfondirò ulteriormente l'argomento.

_________________
Preferisco le eccezioni - Wislawa Szymborska
TittiMendoza Oggetto: Gocce di cultura  23 Set, 2007 - 23:13  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 3909
Attività utente
Attività utente

Dedicato a Patrizia 51
(ma senza rancore.....)
alcuni approfondimenti della mia ricerca sul soggetto:
Gesù: il mistero delle sue guarigioni

"Il Vangelo esseno della pace"



Questo antico manoscritto costituisce un vero e proprio trattato di Medicina Naturale (Argilla e fanghi, idro e balneoterapia, ecc.). Insegnamenti antichissimi e, allo stesso tempo, attualissimi per l'uomo di oggi, che vive fuori da qualsiasi armonia con sé stesso e la natura e, perciò, è divorato da tante malattie. Così Gesù si esprimeva a questo riguardo :

• Angelo della Terra
"I nostri visceri nascono dai visceri della nostra Madre Terra e sono nascosti ai nostri occhi come i sentieri invisibili della terra. La luce dei nostri occhi, l'udito dei nostri orecchi sono nati dai colori e dai suoni della nostra Madre Terra, che ci avvolge come le onde del mare avvolgono i pesci e l'aria turbinante avvolge gli uccelli. In verità vi dico, l'Uomo è il Figlio della Madre Terra e da lei il Figlio dell'Uomo riceve l'intero suo corpo anche se il corpo del neonato nasce dal seno di sua madre. In verità vi dico, voi siete uno con la Madre Terra;
"lei è in voi e voi siete in lei. Da lei voi siete nati, in lei vivrete e a lei ritornerete di nuovo. Osservate dunque le sue leggi, perché nessuno può vivere a lungo, né essere felice se non onora la sua Madre Terra e rispetta le sue leggi. Poiché il vostro respiro è il suo respiro; il vostro sangue è il suo sangue; le vostre ossa sono le sue ossa; la vostra carne è la sua carne; i vostri visceri sono i suoi visceri; i vostri occhi e i vostri orecchi sono i suoi occhi e i suoi orecchi.
"In verità vi dico, se voi mancherete di rispettare una sola di queste sue leggi e danneggerete un solo membro del vostro corpo, voi sarete completamente perduti nelle vostre penose malattie e ci saranno pianti e stridore di denti. Io vi dico, se voi non seguite le leggi della vostra Madre Terra voi non potrete in alcun modo sfuggire alla morte. E colui che si atterrà alle leggi di sua Madre, sua Madre non lo abbandonerà. Essa gli guarirà tutte le sue ferite e non si ammalerà mai; gli darà lunga vita e lo proteggerà contro tutte le afflizioni; dal fuoco, dall'acqua e dal morso dei serpenti velenosi...".
"... Gli angeli dell'aria e dell'acqua e della luce del sole sono fratelli. Essi sono dati al Figlio dell'Uomo affinché lo servano e lui possa andare sempre dall'uno all'altro. Santo è il loro abbraccio. Essi sono figli indivisibili della Madre Terra, perciò non separate ciò che la terra e il cielo hanno unito. Lasciate che questi tre angeli fratelli vi abbraccino ogni giorno e dimorino con voi per tutto il tempo del vostro digiuno. Poiché, in verità vi dico, il potere dei demoni, tutti i peccati e le impurità, fuggiranno in fretta dal corpo che è protetto da questi tre angeli.
"Allo stesso modo in cui i ladri fuggono da una dimora abbandonata all'arrivo del padrone di casa, uno dalla porta, uno dalla finestra e il terzo dal tetto, ognuno fuggendo da dove si trova e dove può; così fuggiranno dal vostro corpo tutti i demoni del male, tutti i peccati passati e tutte le impurità e le malattie che contaminavano il tempio del vostro corpo. (...)". ...E c'erano molti malati tra loro, tormentati da dolori atroci; non potendo più reggersi sulle gambe, a fatica si trascinarono ai piedi di Gesù e gli dissero: "Maestro noi siamo tormentati atrocemente dal dolore; dicci quello che dobbiamo fare".
"Mostrarono a Gesù i loro piedi deformi e dissero: "Né l'angelo dell'aria, né quello dell'acqua, né quello dei raggi del sole hanno alleviato le nostre pene... ". "In verità vi dico, le vostre ossa saranno risanate. Non scoraggiatevi, ma cercate per curarvi il guaritore delle ossa, l'angelo della terra. Perché da lì furono prese le vostre ossa e lì ritorneranno ". Egli indicò con la mano il punto dove l'acqua corrente e il calore del sole avevano ammorbidito in fango argilloso la terra lungo le sponde dell'acqua. "Affondate i vostri piedi nel fango in modo che l'abbraccio dell'angelo della terra possa tirare fuori dalle vostre ossa tutte le impurità e tutte le malattie.
"E voi vedrete Satana e le vostre pene fuggire dall'abbraccio dell'angelo della terra. Le nodosità delle vostre ossa spariranno ed esse si raddrizzeranno e tutte le vostre pene spariranno (...) Andate e non peccate più, affinché non vediate più malattia. E lasciate che gli angeli guaritori divengano i vostri guardiani". Ma loro gli risposero: "Dove dovremmo andare, Maestro, perché con te sono le parole della vita eterna. Dicci, quali sono i peccati che noi dobbiamo rifuggire per non vedere più malattia?".
"Gesù rispose: "Sia secondo la vostra fede", e si sedette in mezzo a loro e disse: "Fu detto a coloro che vissero nei tempi antichi, - Onora il tuo Padre celeste e la tua Madre Terra e rispetta i loro comandamenti affinché i tuoi giorni siano lunghi sulla terra -. E subito dopo fu dato questo comandamento, - Tu non ucciderai - perché la vita è data a tutti da Dio e ciò che Dio ha dato, l'uomo non può togliere. In verità vi dico, da una sola Madre proviene tutto ciò che vive sulla terra. Pertanto colui che uccide, uccide suo fratello.

• Essere vegetariani
"E da lui la Madre Terra si allontanerà e lo priverà del suo seno vivificante. I suoi angeli si allontaneranno da lui e Satana prenderà dimora nel suo corpo. E la carne degli animali uccisi diventerà nel suo corpo la sua stessa tomba. Perché, in verità vi dico, colui che uccide, uccide se stesso, e chiunque mangia carne di animali uccisi, mangia il corpo della morte. Poiché nel suo sangue ogni goccia del loro sangue si trasforma in veleno; nel suo respiro il loro respiro volge in fetore; nella sua carne la loro carne in putredine; nelle sue ossa le loro ossa si trasformano in gesso; nei suoi visceri i loro visceri in disfacimento; nei suoi occhi i loro occhi in scaglie; nei suoi orecchi i loro orecchi in secrezioni cerose.
"E la loro morte diventerà la sua morte. ...Non uccidete, né mangiate la carne delle vostre innocenti prede, se non volete diventare schiavi di Satana. Poiché quello è il sentiero della sofferenza e conduce alla morte. Ma seguite la volontà di Dio, affinché i suoi angeli possano servirvi sulla via della vita. Obbedite dunque alle parole di Dio: - Ecco, Io vi ho dato ogni erba che reca seme che sulla superficie di tutta la terra e ogni albero in cui c'è il frutto di un albero che produce semi: sarà il vostro nutrimento.
"E ad ogni animale sulla terra, ad ogni uccello nell'aria e ad ogni cosa che striscia sulla terra, dove c'è alito di vita, io dò ogni erba verde per nutrimento. Anche il latte di tutto ciò che si muove e che vive sulla terra sarà nutrimento per voi; e come io ho dato l'erba verde a loro, così io a voi dò il loro latte. Ma la carne e il sangue che la fa vivere, voi non mangerete. E, certamente, Io vi chiederò il vostro sangue sgorgante, il vostro sangue, dimora della vostra anima; Io vi chiederò conto di tutti gli animali uccisi e delle anime di tutti gli uomini uccisi.

• E dopo queste parole tutti rimasero in silenzio, tranne uno, che disse:
"Cosa devo fare, Maestro, se vedo un animale feroce dilaniare mio fratello nella foresta? Lascerò che mio fratello perisca oppure ucciderò l'animale feroce? Non trasgredirò così la legge?". E Gesù rispose: "... non trasgredite le leggi se uccidete l'animale feroce per salvare la vita di vostro fratello. Perché, in verità vi dico, l'uomo è più dell'animale. Ma colui che uccide un animale senza motivo, poiché l'animale non lo attacca, per il piacere di uccidere, o per la sua carne, o per la sua pelle, o ancora per le sue zanne, malvagio è ciò che fa perché trasforma se stesso in animale feroce.
• “E Gesù continuò: "...
Io vi dico: non uccidete né uomini, né animali, né il cibo che va nella vostra bocca. Perché se voi vi nutrite di cibi vivi questi vi vivificheranno, ma se voi uccidete il vostro cibo, il cibo morto vi ucciderà. Perché la vita viene dalla vita e dalla morte viene sempre la morte. Perché tutto ciò che uccide il vostro cibo, uccide anche il vostro corpo. E tutto ciò che uccide i vostri corpi, uccide anche le vostre anime. E i vostri corpi diventano ciò che voi mangiate, come le vostre anime diventano ciò che pensate...".
"Mangiate dunque durante tutta la vostra vita alla tavola della nostra Madre Terra e voi non sarete mai affamati. E quando mangiate alla sua tavola, mangiate tutte le cose come si trovano alla tavola della Madre Terra. Non cucinatele, non mescolate tutte le cose le une con le altre, se non volete che i vostri intestini divengano come pantani in ebollizione. Perché io vi dico in verità, ciò è disgustoso agli occhi del Signore.
"E non siate come il servitore avido, che finisce sempre di mangiare a tavola del suo padrone le porzioni degli altri e divora ogni cosa mescolando tutto insieme nella sua ingordigia. Vedendo ciò, il suo padrone si arrabbierà e lo caccerà dalla tavola. E quando tutti avranno finito il loro pasto, egli raccoglierà tutto ciò che è rimasto sulla tavola e chiamerà l'avido servitore e gli dirà: - Prendi e mangia tutto questo con i maiali, perché il tuo posto è tra loro e non alla mia tavola.
"Fate attenzione, dunque, e non contaminate con ogni sorta di impurità il tempio dei vostri corpi. Accontentatevi di due o tre qualità di cibi che troverete sempre sulla tavola della nostra Madre Terra. E non desiderate di divorare tutte le cose che vi stanno intorno. Perché in verità vi dico, se voi mescolate insieme ogni sorta di cibo nel vostro corpo, allora la pace del vostro corpo cesserà e guerre senza fine combatteranno in voi. Il vostro corpo sarà distrutto, come le case e i regni divisi gli uni contro gli altri causano la loro stessa rovina."...
• La quantità di cibo ed il digiuno
"Quando mangiate, non mangiate mai fino a sazietà. Fuggite le tentazioni di Satana e ascoltate la voce degli Angeli di Dio. Perché Satana e il suo potere vi tentano di mangiare sempre più e più. Vivete attraverso lo spirito e resistete ai desideri del corpo. Il vostro digiuno è sempre gradito agli occhi degli Angeli di Dio. Fate attenzione così a quanto avete mangiato, quando siete sazi, e mangiate sempre meno di un terzo."
"Poiché il potere degli Angeli di Dio entra in voi con il cibo vivente che il Signore vi dà dalla Sua tavola regale. E quando voi mangiate, abbiate con voi l'angelo dell'aria e l'angelo dell'acqua.

• Masticare bene
Respirate a lungo e profondamente durante tutti i vostri pasti, affinchè l'angelo dell'aria possa benedire i vostri pasti. E masticate bene con i denti il vostro cibo, affinchè il cibo diventi liquido e l'angelo dell'acqua lo possa trasformare in sangue nel vostro corpo. E mangiate lentamente, come fosse una preghiera che voi elevate al Signore. Perché in verità vi dico, la potenza di Dio entra in voi, se voi mangiate in questo modo alla Sua tavola.
Ma Satana trasforma in un pantano in ebollizione il corpo di colui sul quale gli angeli dell'aria e dell'acqua non discendono durante i suoi pasti. E il Signore non lo ammette più alla Sua tavola. Poiché la tavola del Signore è come un altare, e colui che mangia alla tavola di Dio è in un tempio. Perché in verità vi dico, il corpo dei Figli dell'Uomo è trasformato in un tempio e il loro interno in un altare, se essi rispettano i comandamenti di Dio.
• Non mangiare quando si è agitati
Perciò non mettete nulla sull'altare del Signore quando il vostro spirito è agitato, né nutrite pensieri d'ira verso alcuno nel tempio di Dio. Entrate nel santuario del Signore soltanto quando sentite in voi stessi il richiamo dei suoi angeli, poiché tutto ciò che mangiate nell'affanno, o nell'ira, o senza desiderio, si trasforma in veleno nel vostro corpo. Poiché l'alito di Satana contamina tutte queste cose. Posate con gioia le offerte sull'altare del vostro corpo e allontanate da voi tutti i pensieri cattivi quando ricevete nel vostro corpo il potere di Dio dalla Sua mensa. E non sedete mai alla tavola di Dio prima che Egli vi chiami con l'angelo dell'appetito.
"Gioite sempre, dunque, con gli angeli di Dio alla loro tavola regale, perché questo è gradito al cuore del Signore. E la vostra vita sarà lunga sulla terra, perché ogni giorno vi servirà il più prezioso dei servitori di Dio: l'angelo della gioia."
Tutto e governato da presenze, Entità di Luce, energia positiva e balsamica, al fine di donare all’uomo serenità e salute mentale e spirituale. Basta comprendere la loro guida e i loro consigli. Il Cristo, con i suoi insegnamenti, e con la collaborazione delle Entità preposte a diffondere la sua dottrina, ha inteso istruire gli esseri umani, indicandogli tutte le regole per raggiungere la Via del bene. Le sue parole e i suoi ammonimenti sono sempre attuali, anche dopo 2000 anni. Fino a quando li trascureremo dobbiamo accettare il fatto che la sofferenza è degna figlia dell’ignoranza.

• L'Angelo dell'ambiente
Gli Angeli ambientalisti sono i guardiani delle riserve naturali del pianeta: montagne, fiumi, foreste e oceani. Vi sono anche Angeli ambientalisti che sorvegliano i luoghi creati dagli esseri umani: case, uffici, aeroporti e altri luoghi pubblici. Essi hanno la funzione di mantenere alto il livello spirituale dell'ambiente ai quali sono assegnati. Dovunque vi troviate, fermatevi un istante e prendete coscienza dell'Angelo dell'ambiente assegnato a quel luogo. In tal modo, la sua presenza vi trasmetterà la meravigliosa bellezza del nostro pianeta e vi aiuterà a sentirvi parte di Tutto Ciò che é. Questa sensazione vi farà guardare con rispetto qualunque luogo attraversiate.

• L'Angelo della natura
Questi esseri sono i parenti stretti degli Angeli dell'ambiente. Essi operano con i quattro elementi: Terra, Acqua, Fuoco e Aria. Il loro gruppo include gli Spiriti della natura, quegli Esseri che sono stati chiamati in luoghi ed epoche diverse Deva, Elfi, Fate, Gnomi ecc. Mentre gli Angeli dell'ambiente sono legati ai luoghi, questi Angeli sono legati alle forme di vita. Sono i guardiani di tutto il vivente, dal più minuscolo virus o dal sassolino, ai fiumi e alle sequoie. Se avete invocato un Angelo della natura, siete chiamati al contatto con uno Spirito di questa miriade in costante mutamento, al ritorno alla primordiale forza della vita.

• Angelo dell'aria.

Se non esistesse la sottile buccia d'aria che ci circonda da ogni parte, la terra avrebbe un aspetto desolato. L'aria non si vede e non si può afferrare, eppure esiste. Basta correre con un ombrello aperto alle spalle e si sentirà la "forza dell'aria".
E’ la sostanza invisibile che pervade l’intero universo e che noi assorbiamo dall’ambiente circostante attraverso la respirazione. La sua Sede è il Mondo sottile intermediario fra Cielo e Terra.
L'elemento aria, è un simbolo sensibile della vita invisibile, è il purificatore.

• L’invisibile che respiriamo

L’aria è respiro, indispensabile alla vita. L’Aria, nell’atto di inspirazione, partecipa dell’energia vitale degli esseri. Il respiro è ritmo, veicolo di suoni e parole. La pelle respira, ma il respiro si addentra nel corpo e lo pervade. Se guardiamo com’è fatto il nostro sistema polmonare scopriamo che ha la forma di un albero rovesciato: le fronde (i polmoni) in basso e il tronco (trachea) in alto. Il respiro è unico e personale, nel ritmo, in ciascuno di noi. Esprime il nostro modo di essere. È il nostro ritmo.
La respirazione funge la funzione che ha il fine di portare l'ossigeno al sangue, perché questo se ne carichi e perché espella l'anidride carbonica. La respirazione d'aria avviene principalmente nei polmoni e si svolge in due tempi: inspirazione ed espirazione, formando così nell'Uomo, l'Alito di Vita.
Tramite l'inspirazione e l'espirazione, l'Aria vitalizza il sangue nella carne, ed esalta il pensiero nella mente e la forza fisica dei corpi;

• L’Angelo del Fuoco

Il culto del fuoco deriva dalla natura spirituale della luce. Risale alla preistoria e il suo simbolismo è polivalente. In tutto il mondo si adora il fuoco come viva immagine del Sole, Agni, Vita.
L'unione del Fuoco, triangolo con la punta in su, e dell'Acqua, triangolo con la punta in giù, forma il simbolo dell'anima umana, ambivalenza ed equilibrio
Il Fuoco, è l’elemento di trasformazione in quanto il calore che sprigiona dilata, modificando le forme ed è soprattutto ambivalente: elemento di salvezza che purifica, rigenera ed anima il cosiddetto "fuoco interiore" ma, se fuori controllo, è totalmente distruttore e divorante, come le passioni o la violenza.
Il nostro Sole è grande un milione di volte la Terra.
E' difficile immaginare questa enorme grandezza. Ogni giorno il nostro Sole ci invia la luce nello spazio attraverso 148 milioni di Km. Questa danza di luce ed energia sulla nostra Terra dà la possibilità a tutte le piante, animali, esseri umani di vivere e ci dà l'abilità di vedere forme di Vita meravigliose e stimolanti.

• L’Angelo dell’Acqua

Il principio di tutte le cose;essa copre gran parte nella produzione dei corpi; rende la natura feconda, nutre le piante e gli alberi; e senza il suo concorso la terra sarebbe secca,bruciata, e priva di succhi, rimarrebbe sterile, e presenterebbe alla nostra vista l’immagine di un orribile diserto. Sin dai tempi più remoti l’uomo ha riconosciuto nell’acqua la sorgente di tutta la vita.
L’Acqua è privilegiata rispetto agli altri elementi, perché, nella sua imprevedibilità possiede tanto la calma, la gravità e la profondità abissale della Terra, quanto
l’ orbitante inquietudine dell’Aria, quanto la mobilità del Fuoco.
Essa è lo «sposo e fondatrice» impetuoso della Madre Terra e dell’Uomo e Donna.
Ogni Goccia ha il potere di fecondare, l’acqua piovana è responsabile della Vita materiale, terrena, ed è tutt’uno con la fecondazione dei vegetali, metalli, pietre e ossigeno.
L’Acqua, immobile incanto dei laghi, instancabile viaggiatrice dei Cieli, perforatrice della Terra (nelle piogge) e regnante degli abissi (dei laghi e mari), è il vincolo e veicolo più affascinante.
• L’acqua, fonte di spiritualità …

“Scintillante Goccia di Luce Divina”, il primordiale Segno di Vita per l’Esistenza
I corsi d’acqua tendono a incontrarsi, a riunirsi, a crescere insieme, così l’acqua tende ai legami, all’unione fino alla dipendenza, anche se interrotta da cicliche separazioni. I legami a loro volta si rinforzano attraverso i liquidi. (sessualità, allattamento, bere in compagnia ecc.)

Come l’acqua, la sessualità è fluida e fluente; come l’acqua, nutre seguendo la strada della minore resistenza, e tuttavia ha il potere di abbattere le barriere e di erodere i massi. Noi siamo nati da quest’acqua, nel mare dell’utero, dove la vita ha inizio. I nostri corpi sono quasi interamente di acqua e le acque della vita fluiscono attraverso di noi nel nostro viaggio lungo il fiume della vita”.

• La guarigione

La guarigione dall’interno passa attraverso l’elemento acqua. Modificando le emozioni profonde si cambiano gli informatori, o i comunicatori, che attraverso le vie umorali portano nuove informazioni agli organi e alle cellule determinando così delle modifiche nei sistemi funzionali e strutturali dell’organismo verso una nuova armonia. E poi: l’acqua lava, porta via, si rinnova, purifica!

• L’Angelo della Terra

E’ l’elemento di tutta la natura, nei suoi tre regni minerale, vegetale ed animale, considerata da molte tradizioni il più sacro e divino tra gli elementi.
Fertile e creativa, nutriente e rigogliosa, racchiude in sé sia le caratteristiche più poetiche di grembo accogliente e materno che accoglie la vita e la nutre, che quelle più “pratiche” della costanza: la pazienza, la forza. La Terra è al tempo stesso, materna e nutriente, ed anche pratica, concreta, solida e potente.

Secondo le culture di stampo matriarcale, essa è il principio femminile per eccellenza, la Grande Madre aperta all’intervento fecondo del cielo. Nelle sue viscere infatti, essa accoglie e trasforma il seme del dio, seme al quale la Madre dà potenza. Essa stessa è quindi dotata di potenza magica. Materia contrapposta allo spirito, ma contemporaneamente indispensabile all’equilibrio dell’universo stesso come:

Valle Per la sua immagine richiama l’utero della terra, ricettacolo delle forze celesti. È dunque un luogo di fecondità e di trasformazione.

• Erba La crescita dell’erba esprime l’attività delle forze vegetative della terra che vengono raccolte e rese disponibili a fini medicamentosi e terapeutici, oltre che magico-rituali.

Colline e montagne Le colline e montagne sono luoghi dove vivono Spiriti e Divinità.
Maggiore è l’altezza della montagna, maggiore è la vicinanza ai cieli, poiché aumenta la distanza dalla civiltà. Tutto ciò crea un senso di isolamento che permette momenti di profonda interiorizzazione.

• Bosco E’ il luogo sacro e iniziatico per eccellenza abitato da forze sovrannaturali. Esistevano culti veri e propri legati ai boschi, a tal punto che le leggi cristiane nell’Uppland svedese ne proibirono il credo e le Pratiche.
Come aspetto iniziatico, il bosco è luogo dove si va per incontrare Spiriti e Dèi. È anche il luogo dove ci si apparta per un periodo di rigenerazione in attesa di entrare nel nuovo ciclo di vita.


Consiglio per chi rimane cristallizzato nelle proprie idee:

Il segreto che permette all’uomo di non invecchiare,
è quello di rimanere semplice e avere la capacità di
scoprire un Mondo, anche in un granello di sabbia !

Romano Battaglia


_________________
Un animo che alloggia in una mente aperta potrà sempre respirare conoscenza.
AntiRuggine Oggetto:   23 Set, 2007 - 21:20  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 1625
Attività utente
Attività utente

Anch'io ho trovato nel web le citazioni di Titty. Mi piace molto il riferimento alla Madre Terra...Gesù un vero ambientalista.

Ciaooooooo

I frammenti qui di seguito riportati risalgono ad un manoscritto, antico di ben venti secoli, la cui versione originale, in lingua aramaica, è custodita nella Biblioteca Apostolica del Vaticano. Essi sono relativi alla parte dell'opera che riguarda il ministero della guarigione di Gesù.

Omissis

In verità, nessuno può giungere al Padre celeste se non attraverso la madre, la Terra. Vi è stato detto: "Onora tuo padre e tua madre, affinché ti sia prolungata la vita su questa terra". Ed io, Figlio dell'Uomo, vi dico: "Onorate vostra Madre, la Terra, ed osservate tutte le sue leggi, affinché vi sia prolungata la vita su di essa, ed onorate il vostro Padre celeste per ereditare la vita eterna in cielo".

Omissis

I numerosi ammalati chiedono a Gesù: "Se tu sai ogni cosa, puoi spiegarci perchè dobbiamo soffrire tanti mali dolorosi. Perché non siamo in salute come gli altri uomini?" La spiegazione di Gesù è la seguente: "Il sangue che scorre nelle nostre vene deriva da nostra Madre, la Terra ... L'aria che respiriamo è nata dal respiro di nostra Madre, la Terra ... La durezza delle nostre ossa proviene da nostra Madre, la Terra, dalle rocce e dalle pietre ... L'elasticità dei nostri muscoli é nata dalla carne di nostra Madre, la Terra ... Le nostre viscere sono nate dalle viscere di nostra madre, la Terra ... La luce dei nostri occhi, la possibilità di sentire delle nostre orecchie sono nate dai colori e dai suoni di nostra madre, la Terra ... In verità vi dico, l'Uomo è Figlio della Madre, la Terra ... Ed è da Lei che il Figlio dell'Uomo deve ricevere la pienezza del suo corpo, proprio come il corpo del neonato deriva dal seno di sua madre. In verità vi dico, voi siete una cosa sola con la Madre, la Terra ... Dunque osservate le sue leggi, poiché nessuno può vivere a lungo né essere felice dal momento in cui non onora più sua madre e non rispetta più le sue leggi ... "

La domanda rivolta a Gesù: dove sono descritte queste leggi? Ed egli risponde: "Non cercate la legge nelle vostre scritture, perché la legge é vita, mentre la scrittura è morte ... Mosé non ha ricevuto le sue leggi da Dio con la scrittura ma per mezzo delle parola viva. La legge è una parola di vita, proferita dal Dio della vita, trasmessa ai profeti viventi per gli uomini viventi. In ogni cosa che vive si trova la legge. La potrete trovare nell'erba, nell'albero, nel fiume, nella montagna, negli uccelli del cielo, nei pesci dei laghi, e dei mari, ma cercatela soprattutto dentro voi stessi".

Il metodo di guarigione suggerito da Gesù: "Rigenerate voi stessi e digiunate! ... Cercate l'aria pura delle foreste o quella dei campi, poiché è là in quell'ambiente che troverete l'angelo dell'aria. Toglietevi le scarpe, gettate i vostri vestiti e lasciate che l'angelo dell'aria abbracci tutto il vostro corpo. Poi respirate lentamente e profondamente affinché l'angelo dell'aria possa entrare in voi ... Nessuno può presentarsi al cospetto di Dio se non si è lasciato penetrare dall'angelo dell'aria. Ogni cosa deve essere rinnovata dall'aria e dalla verità, perché il vostro corpo respira l'aria della madre, la Terra, e il vostro spirito respira la verità del padre celeste".

"Dopo l'angelo dell'aria cercate l'angelo dell'acqua. Levate le vostre scarpe e i vostri abiti e lasciate che l'angelo dell'acqua abbracci tutto il vostro corpo ... Nessuno può presentarsi al cospetto di Dio se non si è lasciato penetrare dall'angelo dell'acqua. Di fatto, ogni cosa deve essere rinnovata dall'acqua e dalla verità, perché il vostro corpo si bagna nel fiume della vita terrena e il vostro Spirito in quello della vita eterna. Riceverete infatti il sangue da nostra Madre, la Terra, e la verità dal nostro Padre celeste".

"Non ritenete sufficiente che l'angelo dell'acqua vi abbracci solo esteriormente. Io vi dico anche ... fate in modo che l'angelo dell'acqua vi battezzi pure interiormente perché siate liberati dai vostri peccati passati, allora diventerete interiormente puri come la schiuma del fiume nella quale si riflette il raggio del sole ... ".

Per ciascuna purificazione Gesù ribadisce: "Vedrete con i vostri occhi e sentirete con il vostro naso, tutte le ignominiosità che invadevano il tempio del vostro corpo e al tempo stesso vi renderete conto di tutti peccati che abitavano in voi e vi nascondevano ogni sorta di male".

Gesù continua: "Ogni giorno del vostro digiuno rinnovate il vostro battesimo d'acqua e persistete fino a quando vedrete l'acqua scorrere dal vostro corpo così pura come la schiuma di un fiume. Allora immergete il vostro corpo nei flutti del fiume e là, nelle braccia dell'angelo dell'acqua, ringraziate il Dio vivente di avervi liberati dai vostri peccati. E questo santo battesimo per mezzo dell'angelo dell'acqua significa: rinascita ad una nuova vita ... E se, dopo questo, qualche traccia di impurità rimane ancora in voi, per i vostri peccati precedenti, rivolgetevi all'angelo solare. Toglietevi le scarpe, svestitevi e fate in modo che l'angelo della luce solare abbracci tutto il vostro corpo. Allora respirate a lungo e profondamente affinché l'angelo della luce possa penetrarvi interiormente ... E quanto c'è in voi di impuro e maleodorante si allontanerà, come l'oscurità notturna si dissipa prima dello splendere del sole nascente ... Nessuno può presentarsi al cospetto di Dio se l'angelo della luce non lo lascia passare. Di fatto tutti devono rinascere dal sole e dalla verità, perché il vostro corpo è ravvivato dai raggi del sole di vostra Madre, la Terra, così come il vostro spirito è abbracciato dalla luce solare della verità da Padre vostro celeste".

"Gli angeli dell'aria, dell'acqua e del sole sono fratelli, essi sono stati dati al Figlio dell'Uomo, per la sua missione, affinché potesse sempre ricorrere all'uno o all'altro ... Essi sono i figli indivisibili di vostra madre, la Terra; di conseguenza non dividete ciò che il cielo e la terra hanno unito. Che questi tre angeli fratelli possano proteggervi ogni giorno e che abitino in voi per tutto il tempo del vostro digiuno. Poiché in verità vi dico, il potere dei demoni, tutti i peccati e le contaminazioni lasceranno in fretta il vostro corpo protetto da questi tre angeli".
TittiMendoza Oggetto:   23 Set, 2007 - 21:05  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 3909
Attività utente
Attività utente

Patrizia, mi dispiace che prima di documentarti su quanto da me esposto esprimi giudizi infondati !
Dalle tue parole traspare sempre un lato accusatorio nei miei riguardi. Non ho ancora capito il motivo per cui lo fai, se è per sarcasmo, partito preso o ignoranza dei fatti. Se è per sarcasmo è fuori luogo, se è per partito preso è un tuo problema, se è per ignoranza dei fatti, documentati prima di sentenziare giudizi.
Ciò che ho riportato risale ad un manoscritto, antico di ben venti secoli, la cui versione originale, in lingua aramaica, è custodita nella Biblioteca Apostolica del Vaticano. Vangeli relativi alla parte dell'opera che riguarda il ministero della guarigione di Gesù.
Patrizia51 Oggetto:   23 Set, 2007 - 20:21  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 1389
Attività utente
Attività utente

Ancora contaminazioni fra sacro e profano.
Si possono apprezzare le conoscenze scientifiche che alcuni di voi hanno e decidono di condividerle con gli altri, ma cosa c'entra Gesù con .... i lavaggi intestinali? Potremmo crederci ugualmente.....


Titt, mi potresti dire per favore in quale Vangelo si possono leggere le parole di Gesù che hai citato?
Io non ricordo di averle mai lette, ma forse è una mia lacuna.......


_________________
Preferisco le eccezioni - Wislawa Szymborska
liliana Oggetto: I due cervelli  23 Set, 2007 - 17:36  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 4278
Attività utente
Attività utente

.A proposito dei due cervelli voglio raccontarvi
una storiella che un tempo circolava negli uffici nel
periodo elettorale, facendomi tanto divertire.
Ve la voglio raccontare,rielaborata da me per non avere più una copia autentica da sottoporvi:
Il corpo umano,aveva bisogno di eleggere un capo per regolare tutte le sue funzioni ,il comando doveva essere affidato a chi per importanza dava il maggiore rendimento per la salute dell'uomo.
La propaganda per ogni organo si rese necessaria,ognuno aveva la pretesa di diventare il capo in assoluto. ll cuore, per primo reclamò l'importanza del suo funzionamento, dichiarandolo vitale ed assoluto,esplicitandone i meriti , si unirono al coro, il cervello reclamando anch'egli il primato,seguito dai reni, il fegato,e via via,tutti gli altri componenti del corpo umano, dichiarando ognuno i propri diritti ; l'ultima voce fù quella dell'intestino con il suo apparato,che pretendeva senza tema di smentita, di essere il capo in assoluto.
La sua candidatura,sfociò nel ridicolo presso gli altri organi, ritenendo che l'elezione per fare il capo, fosse solamente un loro privilegio ,non riconoscendo all'intestino nessuna priorità.
L'intestino non si diede per vinto, ed attuò uno sciopero,facendosi sostenere da tutto il suo apparato
sospendendo tutte le funzioni di evaquazione.
Per giorni e giorni, lo sciopero proseguì,fino a che il cuore cominciò ad avere degli scompensi,ed il cervello
privato del suo maggiore alleato,subì anch'egli gravi disturbi.
Via ,via, che lo scioperò proseguiva, anche gli altri organi subirono la stessa sorte.
Fù così che l'intestino,ebbe modo di dimostrare la sua supremazia,è ben presto tutti dovettero ammettere la sua importanza per essere eletto a capo.
L'intestino, liberò a favore degli altri organi le funzioni dei suoi esfinteri, ordinò all'ano di favorire la fuoriuscita del materiale disturbante, per restituire a tutto il corpo la ripresa delle normali attività.
Il meritato riconoscimento,per la vincita riportata
nell' elezioni lo rese felice e sodisfatto di governare per sempre il corpo umano.


















_________________
__________________
Il senso della vita non sta in ciò che ci accade
ma in ciò che impariamo da quanto ci è accaduto.
Mirror

TittiMendoza Oggetto:   23 Set, 2007 - 14:33  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 3909
Attività utente
Attività utente

http://www.paracelsus.ch/

è in tedesco e in inglese e si apre su TUTTI i portali del web.
Alla clinica ci sono dottori che parlano molte lingue, incluso l'italiano

_________________
Un animo che alloggia in una mente aperta potrà sempre respirare conoscenza.
AntiRuggine Oggetto:   23 Set, 2007 - 14:02  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 1625
Attività utente
Attività utente

l’indirizzo Web: www.paracelsus.ch

Titti l'indirizzo che hai fornito non si apre...il sito è in lingua tedesca?

Ciao

_________________
Il cammino è lungo e tutto ancora da inventare.
Buon viaggio! Sia fuori che dentro.”

Tiziano Terzani.


TittiMendoza Oggetto: GESU': I 4 ELEMENTI  23 Set, 2007 - 12:22  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 3909
Attività utente
Attività utente

Carissimo Cesare, è sempre un piacere leggerti, spero tu stia bene.

Avevo sempre sentito parlare in modo aleatorio dell’esistenza del "secondo cervello", fino a quando svolgendo una ricerca sulle cause delle malattie gastro – intestinali, con stupore ne ho trovato la conferma.

In effetti usiamo dire, riferendoci ai sentimenti e alle emozioni:
“è un attaccamento affettivo viscerale” oppure “Una rabbia viscerale”.
Ora mi chiedo se anche altri modo di dire non siano riferiti al secondo cervello in modo dispregiativo. Quando ad esempio una persona non ragiona con la testa si dice che ragioni con “l’ano”….. perché ? Allora se c’è qualcosa che ragiona, anche in modo dispregiativo, deve essere collegato ad un cervello, o no ? Scherzo naturalmente......

Ringrazio Liliana per le ulteriori informazioni forniteci sull'argomento e, ringrazio anche Antiruggine per le caratteristiche citazioni esposte. Non sono però d’accordo con lui quando dice: "E' una teoria e come tutte le teorie scientifiche è falsificabile" pertanto, lo rimando all’informazione su una delle cliniche mondialmente riconosciute ed apprezzate, con primari professori e scienziati alla guida e all’avanguardia nelle ricerche scientifiche, dove si praticano SOLO cure naturali.
E’ situato nella Svizzera interna da me personalmente conosciuta e praticata. Per gli interessati fornisco l’indirizzo Web: www.paracelsus.ch

Ma allora, giacchè il discorso è diventato interessante da conoscere…. Sottoporrò alla vostra cortese attenzione una ricerca da me fatta nel 2005; argomento trattato ed approfondito al nostro Centro Studi e Ricerche di Metafisica di Lugano. Il soggetto in questo caso era:
“I misteri delle guarigioni di Gesù”.
Con il seguente breve sunto della ricerca,( se poi v'interessa potrò anche esporvela tutta e ne varrebbe la pena), dicevo: andrò a ritroso di 2000 anni, quando proprio Gesù parlava della necessità del lavaggio degli intestini e ne descriveva la tecnica….. Prima però, vorrei far presente che Gesù parla delle facoltà curative insite nei 4 elementi della natura, chiamandoli “Angeli della natura”
Ricordandoci che ancora oggi l'antica medicina cinese e quella indiana (Ayurveda), curano attraverso i 4 elementi

La Gnosi medica: Spiritualità della medicina
il ministero della guarigione di Gesù


Da : “Il Vangelo della Pace”

In verità, nessuno può giungere al Padre celeste se non attraverso la Madre, la “Terra". Vi è stato detto; "Onora tuo padre e tua madre, affinché ti sia prolungata la vita su questa Terra. Ed io, Figlio dell'Uomo, vi dico; "Onorate vostra Madre, la Terra, ed osservate tutte le sue leggi, affinché vi sia prolungata la vita su di essa, ed onorate il vostro Padre celeste per ereditare la vita eterna in cielo". (Gesù)


Metodo del lavaggio intestinale.



Gesù disse:
"Non pensate che sia sufficiente che l'angelo dell'acqua vi abbracci soltanto esternamente. Vi dico, in verità, l'impurità interna è di gran lunga più grande dell'impurità esterna.

E colui che purifica se stesso esternamente, ma internamente rimane impuro, è simile alle tombe che fuori sono ben dipinte, ma dentro sono piene di ogni sorta di orribili impurità e sozzura.
Perciò, io vi dico in verità, lasciate che l'angelo dell'acqua vi battezzi anche internamente e che anche internamente voi possiate diventare puri come la schiuma del fiume che gioca nella luce del sole.

"Procuratevi, dunque, una grande zucca rampicante avente un gambo della lunghezza di un uomo; vuotate l'interno e riempitela con l'acqua del fiume che il sole avrà riscaldato. Appendetela al ramo di un albero e inginocchiatevi sulla terra davanti all'angelo dell'acqua e attraverso l'estremità del gambo della zucca fate penetrare l'acqua nella parte interna del vostro corpo in modo che l'acqua possa scorrere attraverso tutti i vostri visceri.
Poi riposatevi, inginocchiati al suolo davanti all'angelo dell'acqua, e pregate il Dio vivente di perdonarvi tutti i vostri peccati passati, e pregate l'angelo dell'acqua di liberare il vostro corpo da ogni impurità e da ogni malattia.
Allora lasciate che l'acqua scorra fuori dal vostro corpo affinchè possa portar via dall'interno le impurità e tutte le cose maleodoranti di Satana. E voi vedrete con i vostri occhi e sentirete con il vostro odorato tutte le sozzure e le impurità che contaminavano il tempio del vostro corpo, come pure tutti i peccati che dimoravano nel vostro corpo tormentandovi con ogni sorta di dolori.

Io vi dico in verità, il battesimo con l'acqua vi libera da tutti i mali.
Rinnovate il vostro battesimo con l'acqua ogni giorno durante il vostro digiuno fino al giorno in cui vedrete che l'acqua che fluisce fuori dal vostro corpo è pura come la schiuma del fiume. Poi gettate il vostro corpo nell'acqua corrente del fiume e là tra le braccia dell'angelo dell'acqua rendete grazie al Dio vivente che vi ha liberato dai vostri peccati. E questo santo battesimo dell'angelo dell'acqua sarà rinascita in una vita nuova. Perchè i vostri occhi d'ora in avanti vedranno e i vostri orecchi sentiranno. Non peccate più, dunque, dopo il vostro battesimo e che gli angeli dell'aria e dell'acqua possano dimorare eternamente in voi e servirvi per sempre !”

Buona domenica a tutti gli amici del Forum !







_________________
Un animo che alloggia in una mente aperta potrà sempre respirare conoscenza.
liliana Oggetto: I due cervelli  23 Set, 2007 - 03:49  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 4278
Attività utente
Attività utente

E' proprio vero,l'intestino è il cervello più saggio,la rete nervosa intestinale viene considerato il secondo cervello.
La nostra digestione, la serenità,la felicità,sono strettamente
collegati, dove risiede la sede dell'emozioni,nel cervello di sotto.
Ogni ricerca umana,nell' importanza rivolta allo studio: cervello =mente non può
sottovalutare la coscienza, a questo proposito il premio Nobel: “Francis Crick”scopritore del:DNA
ha dichiarato che la coscienza è il leggittimo campo di ricerca scientifica, “scienza e coscienza”,sono strettamente
legate.La verità scientifica,costituisce il grande potere della
nostra epoca.
Le droghe,costituiscono una notevole influenza sul sistema intestinale,sugli apparati nervosi,
sui quali agisce,la dipendenza possiede una forte
componente psicologica con il desiderio ad assumerla.
Il cervello di sotto e il cervello di sopra, così vengono chiamati,sono collegati in tutte le manifestazioni comportamentali in perfetta sinapsi.
La saggezza del secondo cervello,ampliamente trattata
dal dott.F Bottaccioli nel libro:
“La saggezza del sistema immunitario:la bilancia della vita,come è fatto, come funziona in salute e malattia”.
Tecniche nuove/Milano 2002

_________________
__________________
Il senso della vita non sta in ciò che ci accade
ma in ciò che impariamo da quanto ci è accaduto.
Mirror

AntiRuggine Oggetto:   23 Set, 2007 - 01:47  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 1625
Attività utente
Attività utente

Grazie Titti per avermi ricordato questa Teoria "The Second Brain".
E' una teoria e come tutte le teorie scientifiche è falsificabile.
Riporto qualche leggenda e battuta trovata nel WEB.
Ciaooooooooooo

Il "SECONDO CERVELLO" tra leggenda e tradizione:
*
nella Medicina Tradizionale Cinese il colon (intestino) è lo scrigno dove si accumulano i desideri non realizzati;
*

in Egitto la purificazione spirituale, lo stato di salute sono ottenuti tramite il lavaggio del colon (clistere);
*

in India attualmente e da millenni l’idro colon terapia viene utilizzata per salute, nuove energie, antistress, antidepressione;
*

Ippocrate: contro l’ansia e depressione: clisteri;
*

Filosofia di Feuerbach: "Teoria Uomo Ventre" in tono scherzoso;
*

Apologo di Menenio Agrippa da rivisitare;

Nel mondo del Cinema le STAR (DUST), per la Lucentezza della pelle Bellezza e Seduzione, usano SINFLO, si spera per loro.

Concludendo alla Woody Allen si potrà affermare: "Ho un forte mal di pancia… vado dallo psichiatra !!!" oppure: "Sono troppo ansioso e depresso… vado dal gastroenterologo !

_________________
Il cammino è lungo e tutto ancora da inventare.
Buon viaggio! Sia fuori che dentro.”

Tiziano Terzani.


Cesare1° Oggetto: I CERVELLI  22 Set, 2007 - 21:27  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 897
Attività utente
Attività utente

Ho letto l'intervento di Titti Mendoza, sono rimasto sorpreso. Ma...allora abbiamo due cervelli, o...forse anche qualcun'altro?
E poi qualcuno pensa che io faccio l'esibizionista firmandomi " uciuccie". Che si ricreda. Un grazie a Titti e agli altri che parlano di queste cose molto interessanti. Un caro saluto, uciuccie (appunto!)

_________________
eagle pp
TittiMendoza Oggetto: L'ALTRO CERVELLO  22 Set, 2007 - 18:41  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 3909
Attività utente
Attività utente

Antiruggine conclude il suo argomento citando la suddivisione del cervello affermando che:
Comunque i tre cervelli devono "fondersi e funzionare tuttie tre insieme come un cervello uno e trino".
Non so chi l'ha detto.
Vorrei aggiungere che in questo contesto non si è tenuto conto delle informazioni relative al nostro “secondo cervello”.
L'altro Cervello



Nel medioevo Dante lo chiamava:
“il lubrico sacco che tramuta in merda quel che si trangugia”.
Molto tempo è passato da allora e gli scienziati moderni dicono che possediamo un secondo cervello distribuito sull'intestino (un secondo cervello lo avevano anche i dinosauri ma lo usavano per controllare la coda).

Lo chiamano cervello enterico perché qui vengono utilizzate e prodotte molte delle sostanze tipiche del cervello, a partire dai neurotrasmettitori.
Esiste quindi un asse privilegiato di collegamento pancia – testa, che fa si che le nostre azioni, istintive e razionali, abbiano sempre una profonda componente viscerale. È una delle chiare prove che il cervello, grande regolatore di tutte le nostre funzioni, è a sua volta profondamente regolato da tutti gli altri processi fisiologici.

L'intestino si emoziona, soffre, gioisce. Insomma, l'intestino è "intelligente". E' la scoperta di uno scienziato americano e questo darà anche una svolta ai metodi di cura. Ciò che la scienza ha battezzato come:
"secondo cervello", vive sì nel ventre di ciascuno di noi (come Alien, appunto….) ma è una sorta di chiave che regola stress, ansia e tensione.
Quindi, oltre al cervello contenuto nel cranio che soprassiede alla formazione e al controllo della mente esiste infatti esiste un altro cervello che ha circa 100 milioni di neuroni, (molto di più di quanto sono nel midollo spinale) che sono disseminati come una maglia a rete attorno all'intero intestino.

Questa rete neuronica complessa che è un vero e proprio cervello autonomo, che si è specializzato nel corso dei millenni, prima e indipendentemente da quello nella scatola cranica, seguendo una evoluzione parallela, ma separata, pur mantenendo una posizione di aiuto e/o di contrasto (a livello inconscio). Questo cervello e quello con il quale sentiamo le emozioni e i sentimenti.

Il PNI o PNEI stanno per:
“Psico Neuro (Endocrino) Immunologia”.
Questo nome poco attraente nasconde la nuova frontiera della medicina, che ci riserva non poche sorprese.
Raccoglie infatti le scoperte scientifiche più recenti, in una visione dell'organismo che supera le vecchie suddivisioni tra soma e psiche.


_________________
Un animo che alloggia in una mente aperta potrà sempre respirare conoscenza.
AntiRuggine Oggetto:   22 Set, 2007 - 16:26  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 1625
Attività utente
Attività utente

Titti pone il problema della genesi della coscienza.

Tuttavia, è pur vero il fatto che non essere una tabula rasa, non impedisca alle esperienze infantili di imprimersi in modo abbastanza condizionante nella psiche della persona, sicché, le varie influenze e impulsi, che fanno agire o non agire l'uomo, traggono origine dall’ambiente in cui cresce e dalle influenze dell’educazione impartitagli e che da questo processo nasca o meno “l’autostima”.


Con altre parole si potrebbe dire che l'ontogenesi ricapitola la
filogenesi.
Al di là dei concetti propri dell'autostima e cioè la sicurezza in se stessi ed il rispetto di sè, ilproblena che viene posto è se l'uomo è ISTINTO(o innato) o RAGIONE e SENTIMENTI.
Forse la risposta è da individuare nel fatto che il cervello umano è Uno eTrino. I tre cervelli sono il risultato della storia evolutiva del cervello.
Il PALEOENCEFALO o cervello rettiliano (come negli animali);
Il SISTEMA LIMBICO (la componente emotiva);
La NEOCORTECCIA (elabora le informazioni,con il ragionamento,tenendo conto del bagaglio culturale acquisito).
L'Homo sapiens dovrebbe far prevalere la neocorteccia ma non sempre ci riesce. Comunque i tre cervelli devono "fondersi e funzionare tuttie tre insieme come un cervello uno e trino".
Non so chi l'ha detto.
TittiMendoza Oggetto: TABULA RASA  22 Set, 2007 - 15:54  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 3909
Attività utente
Attività utente

“Tabula rasa”
Riprendo il discorso interrotto de:
“ I segreti dell’autostima” ringraziando chi, con i propri interventi, ha esposto interessanti punti di vista sull’argomento, sedendosi virtualmente alla “Tavola Rotonda” .



Mi sono chiesta: come nasce l’autostima, e perché alcuni la riescono a conquistarla più di altri che, al contrario, si torturano psicologicamente nelle auto-punizioni, diventando vittime dei propri complessi d’inferiorità ?
Forse sarebbe meglio risalire alle origini e chiedersi:
“l'essere interiore, il nucleo, l'anima, la realtà dell'uomo, tolte quella miriade di influenze, suggestioni, imposizioni esterne, quale è?

L'uomo, quando nasce, è forse psichicamente, caratterialmente, tabula rasa, un terreno vergine su cui l'educazione, le esperienze infantili ed altri condizionamenti ambientali e culturali imprimono segni indelebili, dandogli la personalità che l'accompagnerà tutta la vita?

Oppure ciascuno nasce già con certe inclinazioni, propensioni, debolezze, che poi la vita quotidiana tirerà fuori?

Mettiamo il caso che quest'ultima sia l'ipotesi giusta, da che cosa è determinato il diverso intimo essere di ogni uomo?

E fino a che punto l'educazione, l'ambiente, i condizionamenti, possono modificare o annullare la dotazione caratteriale con cui ciascuno inizia ad affrontare la vita?

Questi sono gli interrogativi a cui si è sempre cercato di dare una risposta per comprendere il funzionamento psicologico dell'essere più complesso del creato: l'uomo.

Che tra una persona e l’altra esistano differenze morfologiche, fisiche, è confermato anche dalla diversità delle individuali impronte digitali, e già questo servirebbe a confermare il “mistero uomo”. Sostenere che l'individuo nasca, psichicamente e caratterialmente, tabula rasa e che solo le esperienze infantili determinino il suo carattere, è come sostenere che l'uomo sia assolutamente libero nelle sue scelte; va bene, questo potrebbe anche essere vero, soltanto se lo consideriamo limitato al proprio corpo materiale.
Se invece prendiamo come esempio la componente genetica, questa ci dice che nel momento in cui il neonato apre gli occhi nel piano fisico, ha già una dotazione di neuroni che lo diversificano, anche se impercettibilmente, da ogni altro suo simile.

Per questo io credo che l’uomo non nasca tabula rasa, in quanto possiede già un bagaglio ereditario, sia sul piano fisico, ossia con la trasmissione di specifiche malattie, che su quello psichico, come le impronte caratteriali o, con gli elementi distintivi fisiologici relativi alla razza e al colore di pelle.

La scienza ha addirittura affermato che alcuni individui nascano con la propensione genetica ad uccidere.

Tuttavia, è pur vero il fatto che non essere una tabula rasa, non impedisca alle esperienze infantili di imprimersi in modo abbastanza condizionante nella psiche della persona, sicché, le varie influenze e impulsi, che fanno agire o non agire l'uomo, traggono origine dall’ambiente in cui cresce e dalle influenze dell’educazione impartitagli e che da questo processo nasca o meno “l’autostima”.


Ma questo naturalmente, è solo il mio parere.


Un cordiale saluto ai commensali della "Tavola rotonda" e a chi ascolta e giudica dietro le quinte del Sito


_________________
Un animo che alloggia in una mente aperta potrà sempre respirare conoscenza.
Nuova discussione   Rispondi Vai a pagina              ...      
282
      ...