Vai a pagina              ...      
282
      ...             
  I Forum di Anziani.it  Parliamo di  Argomenti interessanti
Nuova discussione   Rispondi
dolores Oggetto:   13 Nov, 2007 - 18:57  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 2492
Attività utente
Attività utente

lore14 ha scritto:


Ciao Dolores!




Benvenuta tra noi...





Non ho parile per ringraziare tutti coloro che mi hanno accolta con tanto calore.
GRAZIE GRAZIE di cuore-
Questo argomento che riguarda la reincarnazione mi ha sempre appassionato.
Per come la vedo io tutta l'esistenza è governata dalla legge di causa-effetto., o karma: ogni azione buona o cattiva, crea ua reazione, una conseguenza, che può essere immediata o ripresentarsi in futuro, foss'anche fra molte esistenze.. Ecco il significato profondo del comandamento evangelico--ama il prossimo tuo come te stesso--: solo imparando a conoscere sè stessi, e quindi il prossimo, solo amando gli altri non tanto per ciò che sono sulla Terra, ma per lo Spirito che racchiudono si crea Karma positivo procedendo verso la conoscenza universale, la Luce.
Il nostro spirito si è incarnato sulla terra per iniziare il viaggio e ritornare al punto di partenza: all'interno di questo percorso può fermarsi o accellerare i processi di crescita, bruciare il Karma negativo od accumularlo . Infatti è dotato del libero arbitrio.
E'' questo l'affascinante mistero della vita-
Un caro saluto a tutti--dolores-
idea Oggetto: RINGRAZIAMENTI  13 Nov, 2007 - 14:36  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 837
Attività utente
Attività utente

AntiRuggine ha scritto:
A me la REINCARNAZIONE fa pensare a quella RAGAZZE ANORESSICHE...che avrebbero bisogno di mettersi in CARNE.




Grazie, cara Titti, delle tue gentili parole, spero che riuscirò presto ad ambientarmi in questo bel forum che è piuttosto complesso rispetto ad altri, ma che tutto sommato preferisco,meglio l'ordine con qualche regola che l'anarchia e la mancanza di rispetto.
Sto cercando di inserire un avatar nel mio profilo, mi dice riuscito ma poi non compare.Come mai?
un saluto
Idea
dolores Oggetto: Re: reincarnazione  13 Nov, 2007 - 11:34  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 2492
Attività utente
Attività utente

AntiRuggine ha scritto:
lionheart ha scritto:

Brevemente.

La reincarnazione presuppone come assunto un’origine verso la quale si tende, come un circolo, ritornarvi. Tale assunzione è, di fatto, una contraddizione in quanto si viene affermare come vera una conseguenza di natura dogmatica, cioè si accetta come inconfutabile ed indiscutibile una concezione che dovrebbe essere, invece, soggetta alle leggi empiriche dell’epistemologia più rigorosa.
Senza, naturalmente, nulla togliere alla singola facoltà appercettiva (coscienza di percepire) che, in quanto indipendente, escatologica e cogitativa, è espressione libera ed individuale.

L'augurio, à la nouvelle entrée Dolores, di trovarsi a suo agio.





http://www.youtube.com/watch?v=v2eNS07CwwA

Lion, per te che ami la filosofia. Probabilmente già hai sentito questo discorso. La libertà...è sempre un bene prezioso da difendere.
La reincarnazione è il frutto di una mentalità semplice, primitiva come direbbero gli antropologi. La reincarnazione si inserisce in un orizzonte di tempo ciclico come il tempo meteorologico. Nascita e morte erano i due poli di riferimento. Tutto scorre verso l'inizio delle cose. E' tipico della mentalità magico-religiosa. Gli assiomi magico-religiosi non possono essere sottoposti a verifica o falsifica.
L'epistemologia non è applicabile. Nessun "tribunale" scientifico può decidere quali criteri sono validi per ricercare la "verità magico-religiosa".
La libertà umana implica la libertà religiosa, ma nessun dogma deve limitare e sottoporre la libertà dell'uomo.
Libertà e responsabilità sono due valori incontrovertibili se si desidera il progresso umano.






mi sono appena iscritta, quindi ancora non mi sono perfettamente ambientata. Spero di aver azzeccato il sito giusto per la risposta.
Intanto ringrazio Lionheart del suo gradito benvenuto.
Questo dell'incarnazione è un argometo che mi interessa particolarmente, quindi mi riservo di inserire fra breve qualche mio commento pertinente.
Un caro saluto a tutti --dolores--

_________________
Sorridi... forse per il mondo sei solo una persona, ma per qualche persona sei tutto il mondo!
G. Marquez
tiziana Oggetto:   12 Nov, 2007 - 19:58  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 3171
Attività utente
Attività utente

..........................

AntiRuggine Oggetto: Re: reincarnazione  12 Nov, 2007 - 19:00  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 1625
Attività utente
Attività utente

lionheart ha scritto:

Brevemente.

La reincarnazione presuppone come assunto un’origine verso la quale si tende, come un circolo, ritornarvi. Tale assunzione è, di fatto, una contraddizione in quanto si viene affermare come vera una conseguenza di natura dogmatica, cioè si accetta come inconfutabile ed indiscutibile una concezione che dovrebbe essere, invece, soggetta alle leggi empiriche dell’epistemologia più rigorosa.
Senza, naturalmente, nulla togliere alla singola facoltà appercettiva (coscienza di percepire) che, in quanto indipendente, escatologica e cogitativa, è espressione libera ed individuale.

L'augurio, à la nouvelle entrée Dolores, di trovarsi a suo agio.





http://www.youtube.com/watch?v=v2eNS07CwwA

Lion, per te che ami la filosofia. Probabilmente già hai sentito questo discorso. La libertà...è sempre un bene prezioso da difendere.
La reincarnazione è il frutto di una mentalità semplice, primitiva come direbbero gli antropologi. La reincarnazione si inserisce in un orizzonte di tempo ciclico come il tempo meteorologico. Nascita e morte erano i due poli di riferimento. Tutto scorre verso l'inizio delle cose. E' tipico della mentalità magico-religiosa. Gli assiomi magico-religiosi non possono essere sottoposti a verifica o falsifica.
L'epistemologia non è applicabile. Nessun "tribunale" scientifico può decidere quali criteri sono validi per ricercare la "verità magico-religiosa".
La libertà umana implica la libertà religiosa, ma nessun dogma deve limitare e sottoporre la libertà dell'uomo.
Libertà e responsabilità sono due valori incontrovertibili se si desidera il progresso umano.


_________________
Il cammino è lungo e tutto ancora da inventare.
Buon viaggio! Sia fuori che dentro.”

Tiziano Terzani.


TittiMendoza Oggetto: Approfondimenti  12 Nov, 2007 - 17:28  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 4097
Attività utente
Attività utente

Senza nulla togliere ai legittimi pareri personali, permettetemi di aggiungere:

ulteriori considerazioni sul tema: Reincarnazione


Quando, o Signore, ho io peccato ? Quando ero nell'utero di mia madre o prima che io fossi ? La mia infanzia seguirà ad altra età già morta? o prima ancora? E dove e chi io fui ? Ho io peccato o i miei genitori ?... (S.Agostino nelle Confessioni.)

Segretamente, Gesù di Nazareth, insegnò la dottrina della rinascita ai Suoi discepoli. Non insegnò loro solo verbalmente, ma li condusse "sulla montagna", termine mistico che indica un luogo di Iniziazione. Durante l'Iniziazione essi vedono coi loro occhi che la rinascita è una realtà, perché là apparve davanti a loro “Elia” che, venne loro detto, è anche
“Giovanni Battista”.



Il Cristo, in termini inequivocabili, aveva già detto, parlando di Giovanni Battista:
"questi è Elia che doveva venire".
Egli ripete tutto questo durante la scena della trasfigurazione dicendo:
"Elia è già venuto e non l'hanno riconosciuto, ma hanno fatto contro di lui quanto vollero".
Dopo di che è detto che
"essi capirono che Egli parlava di Giovanni il Battista" (Matteo, XVII, 1213).

In questa occasione, come pure quando la dottrina della rinascita fu discussa fra Lui e i Suoi discepoli, Gli dissero che qualcuno pensava essere Egli Elia mentre altri lo credevano uno dei profeti rinato.
Egli ordinò loro di "non dirlo a nessuno" (Matteo, XVII, 9; Luca, IX, 21).
Ciò doveva costituire per 2.000 anni un insegnamento esoterico noto solamente a pochi Iniziati che si erano resi degni di ricevere tale conoscenza elevandosi fino allo stadio di sviluppo in cui queste verità saranno nuovamente conosciute dall'uomo.



Che il Cristo insegnò la dottrina della rinascita e la legge di "Conseguenza", non è forse dimostrato in alcun luogo così chiaramente come nel caso del cieco nato quando i discepoli gli domandarono:
"Chi ha peccato, quest'uomo o i suoi genitori, perché egli nascesse cieco?"
(Giov., IX, 2).



Se il Cristo non avesse insegnato la Legge della rinascita e quella di Conseguenza la naturale risposta sarebbe stata:
"Insensati ! Come poteva un uomo peccare prima di nascere, e procurarsi la cecità come risultato?".

Ma il Cristo non risponde in tal modo. Non si sorprende della domanda, né la considera come priva di senso, dimostrando così che essa era perfettamente in armonia coi Suoi insegnamenti. Egli spiega:
"Né quest'uomo ha peccato, né hanno peccato i suoi genitori; ma affinché le opere di Dio si manifestassero in lui"
(Giov., IX, 3).

Geddes MacGregor, (professore di Filosofia e religione all’ Università Southern California,) invece, è molto chiaro quando scrive di questo episodio:
"Si deve capire che esso presuppone una vita o più vite precedenti in cui è stato commesso il peccato, e con conseguenze terribili, perché non c'è altro modo in cui un neonato avrebbe potuto peccare, se non nel grembo materno, il che è assurdo."

Perché questa dottrina è stata eliminata? Diceva Victor Hugo
.
Il corpo non è che il viaggio dell'anima Si cambia d'abito nella tomba, il sepolcro è l'anticamera del cielo.

Max Heindel, Fondatore dei “Rosacroce” parlando dell'evoluzione dell'uomo, ci spiega in modo assai chiaro perché, ad un certo punto dell'evoluzione, si ritenne opportuno eliminare dall'insegnamento pubblico la dottrina della rinascita.


Possiamo leggere nella Cosmogonia dei Rosacroce (vedi il catalogo delle Edizioni del Cigno):
"Frattanto l'uomo era penetrato sempre più a fondo nella materia... nelle Epoche precedenti sapeva che non esiste la morte, sapeva che quando un corpo si dissolveva era come una foglia che si secca in autunno ed un altro corpo sarebbe venuto a prendere il suo posto. Egli non era perciò in grado di apprezzare i vantaggi e le opportunità di questa vita terrena; unica possibilità per poter fare delle esperienze di esistenza concreta.
Prima del Cristianesimo erano esistite religioni che avevano insegnato la dottrina della rinascita e la legge di conseguenza, ma era venuto il tempo in cui non conveniva più al progresso dell'uomo che egli conoscesse questa dottrina.
Questa sola vita doveva essere l'unica e doveva perciò essere vissuta nel migliore dei modi..."
Questo è il motivo esoterico per cui i Padri della Chiesa, nel lontano Sinodo del 543, tenutosi a Costantinopoli, emisero un decreto per cui sarebbero stati scomunicati tutti coloro che avessero parlato della trasmigrazione delle anime da un corpo ad un altro. Va notato che quel Sinodo fu abbastanza anomalo, vi parteciparono i soli Vescovi, il papa non v'intervenne. Comunque vi furono prese decisioni importanti, compresa la scomunica di Origene.

È Dio che ti ha creato, poi ti ha mantenuto, poi ti farà morire, e di nuovo ti darà la vita. Sia gloria a Lui !. (da Il Corano).

Quando un uomo vive in un corpo materiale non ricorda più le conoscenze spirituali che l'anima aveva prima di incarnarsi. Non ricorda nemmeno le sue precedenti vite terrene. Infatti, in ogni incarnazione il sapere che riguarda vite precedenti e la vita nelle sfere dell'aldilà viene ricoperto da un velo.
Il ricordo di altre vite, infatti, sarebbe un enorme peso per noi; come avviene alle anime nelle sfere di purificazione, ci tormenteremmo rimproverandoci il passato e non saremmo liberi di vivere il presente e di cogliere e sfruttare le opportunità che ci vengono date oggi per riconoscere noi stessi e riparare al male fatto, liberi dalle conseguenze degli errori fatti in passato.


Ogni giorno, anzi ogni ora ed ogni minuto sulla terra, racchiudono in sé la possibilità di riconoscere se stessi e sistemare le colpe dell'anima, se noi siamo aperti, coscienti ed abbiamo chiarezza. Tutto ciò che ci accade non avviene per caso, ma ci tocca secondo leggi ferree: sono i frutti di ciò che un tempo abbiamo seminato.
Per questo, ogni anima, qualunque sia il suo grado di purezza, corre il rischio di incolparsi durante il suo cammino sulla terra. Il fatto che la memoria dell'anima venga ricoperta al momento dell'incarnazione in un corpo terreno non è, tuttavia, solamente un rischio, ma anche una grande chance, se lo paragoniamo alla vita dell'anima nei mondi dell'aldilà.

In questo modo l'evoluzione spirituale procederebbe in modo molto più lento e difficile.
Alla luce di queste conoscenze di fondo è chiaro che è contro la Legge cercare di scoprire intenzionalmente le incarnazioni precedenti con l'aiuto di determinate tecniche, per qualsiasi motivo lo si voglia fare, dato che ciò interferisce nel processo di maturazione previsto per l'anima: così facendo, l'uomo si fissa sul passato anziché cogliere le possibilità di riconoscersi che gli vengono date nel presente.

Ricordare potrebbe essere pericoloso. Se fosse così importante per gli esseri umani conoscere i dettagli delle loro incarnazioni precedenti, perché la Provvidenza glieli avrebbe nascosti ?


Brani scelti sulla "Rinascita"



(Goethe)
Con l'anima dell'uomo, succede come con l'acqua: viene dal cielo, risale per tornare alla terra, in eterna alternanza. Sono certo di essere già stato qui, ora come mille altre volte prima d'ora, e spero di ritornarvi altre mille. –

(Kahlil Gibran)
Piccolo sulla sua piccola terra l'uomo contempla l'universo i suoi antenati, simili a vermi senz'ossa, sarebbero stupefatti della postura eretta... ... mentre la mente pensosa parlava con il suo Dio segreto quando Galileo mormorò tra sé: "Sed movet" e Descartes pensò: "lo sono perché penso" ... mai prima d'ora l'intelligenza fu così fertile.

(Albert Schweitzer)
Sappi dunque che dal gran silenzio ritornerò.... Non dimenticare che a te verrò di nuovo Un breve momento, un po' di riposo sul vento, e un'altra donna mi porterà in grembo....

(Federico il Grande)
Così l'idea della reincarnazione possiede una più confacente spiegazione della realtà, quella per cui il pensiero indiano riesce a sormontare tante difficoltà che invece mettono in scacco i pensatori d'Europa.

(Voltaire)
Tanto meglio se in una mia vita futura non dovessi essere un re: vivrò ciò non di meno una vita attiva e, alla sua conclusione, mi sarò guadagnato meno ingratitudine.

(Benjamin Franklin)
Non è più sorprendente il fatto d'esser nati due volte invece di una: tutto in natura è resurrezione.

(W.H. Auden)
Trovandomi ad esistere nel mondo, io credo che esisterò poi sempre in qualche altra forma e, con tutti gli inconvenienti di cui la vita umana è passibile, non mi opporrò certo a una nuova edizione della mia, sperando tuttavia che gli "errata" della precedente siano correggibili...

(R.W. Spery)
Piccolo sulla terra, l'uomo contempla l'universo del quale è a un tempo giudice e vittima.

(Mère)
Prima della comparsa del sistema nervoso, I'intero processo cosmico era "uno spettacolo di fronte a seggi vuoti". Dopo la sua comparsa, colori, aromi, emozioni animarono un Universo sino allora silente.



lionheart Oggetto: reincarnazione  12 Nov, 2007 - 10:04  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 245
Attività utente
Attività utente

Brevemente.

La reincarnazione presuppone come assunto un’origine verso la quale si tende, come un circolo, ritornarvi. Tale assunzione è, di fatto, una contraddizione in quanto si viene affermare come vera una conseguenza di natura dogmatica, cioè si accetta come inconfutabile ed indiscutibile una concezione che dovrebbe essere, invece, soggetta alle leggi empiriche dell’epistemologia più rigorosa.
Senza, naturalmente, nulla togliere alla singola facoltà appercettiva (coscienza di percepire) che, in quanto indipendente, escatologica e cogitativa, è espressione libera ed individuale.

L'augurio, à la nouvelle entrée Dolores, di trovarsi a suo agio.




_________________
Soffiate, o venti, fino a farvi lacerar le gote! Infuriate! Soffiate!
E voi, o cataratte e uragani, rovesciatevi… "
(Re Lear, Shakespeare)
TittiMendoza Oggetto:   11 Nov, 2007 - 21:46  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 4097
Attività utente
Attività utente

A Dolores, a tutti i nuovi amici che ci hanno raggiunto in questo "Sito" e ai numerosi visitatori dei nostri Forum, giunga il mio più caloroso

BENVENUTO !


_________________
Un animo che alloggia in una mente aperta potrà sempre respirare conoscenza.
lore14 Oggetto:   11 Nov, 2007 - 20:47  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 5178
Attività utente
Attività utente


Ciao Dolores!




Benvenuta tra noi...


liliana Oggetto: REINCARNAZIONE  11 Nov, 2007 - 20:44  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 4398
Attività utente
Attività utente

TESTIMONIANZE DI GRANDI PERSONAGGI SULLA
REINCARNAZIONE

Esiste una quantità straordinaria di testimonianze di grandi personaggid'ogni tempo e
nazionalità che hanno espresso il loro pensiero sulla reincarnazione. Ci
limitiamo ai più importanti
Aggiungo una mia personale osservazione in considerarione della lungoa lista sotto descritta,che certamente si avvarrà ancora di altri personaggi che non sono nell'elenco.
In tutti i secoli si è sempre tenuto conto dell'argomento: "REINCARNAZIONE"sia tra i personaggi di somma levatura,sia in quelli appartenenti ad ogni estrazione sociale, e artistica. Anche il pensiero dell'uomo comune, non si distacca da questo dibattito,negando o accettando tale possibilità
VIRGILIO CICERONE, EMPEDOCLE, PLATONE,PITAGORA, PLOTINO,JALALU'L-DIN RUM,PARACELSO, OVIDIO

GIORDANO BRUNOVOLTAIRE,BENJAMIN FRANKLINGOTTHOLD EPHRAIM LESSINGJEAN PAUL RICHTER
GEORGE W.F.HEGEL,FRIEDRICH VON SCHLEGELCHARLES FOURIER ALBERT SCHWEI

JOHANN WOLFGANG GOETHE

ARTHUR SCHOPENHAUER =IMMANUEL KANT= Federico IL GRANDE =Elisabetta D'AUSTRIA,=ALBERT EINSTEIN,
Giuseppe MAZZINI =MAURICE MAETERLINCK, =GEORGE SAND, =RALPH WALDO EMERSON
WALT WHITMAN = R ICHARD WAGNER = LEV TOLSTOJ= PAUL GAUGUIN = GUSTAV MAHLER,
HENRY FORD = CAROLYN CARLSON = MICHELANGELO ANTONIONI,= DAVID BOWIE, =CHARLES DICKENS = BORIS PASTERNAK
ARTURO TOSCANINI = GEORGE SMITH PATTON = CAT STEVENSJ =ACK KEROUAC = ALLEN GINSBERG = FERDINANDO PESSOA
SUSANNA TAMARO =OMBRETTA COLLI = SHIRLEY MACLAINE = FRANCO BATTIATO = OLIVER STONE = GIORGIO ALBERTAZZI
MILVA, =TINA TURNER = LILIANA CAVANI = RICHARD GERE,= LEONARD COHEN = FAYE DUNAWAY = BERNARDO BERTOLUCCI
CATHERINE SPAAK = ROBERTO BAGGIO = ALBERTO BEVILACQUA = FRANZ BECKENBAUER = CARLO COCCIOLI, =Mia MARTINI
ERICH FROMMF = EDERICO FELLINI = EMILIO SERVADIO = ARNOLD SCHONBERG =HERMANNO PETER SELLERS

QUESTI PERSONAGGI E I LORO PENSIERI , Li TROVATE SULLA PAGINA WEB CHE TRATTA LA REINCARNAZIONE
































































_________________
__________________
Il senso della vita non sta in ciò che ci accade
ma in ciò che impariamo da quanto ci è accaduto.
Mirror

AntiRuggine Oggetto:   11 Nov, 2007 - 20:03  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 1625
Attività utente
Attività utente

Benvenuta Dolores

_________________
Il cammino è lungo e tutto ancora da inventare.
Buon viaggio! Sia fuori che dentro.”

Tiziano Terzani.


dolores Oggetto: nuovaiscritta  11 Nov, 2007 - 18:30  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 2492
Attività utente
Attività utente

Un caro saluto a tutti.Sono Dolores, una nuova iscritta. Ancora non so come funziona  uqesto nuovo sito appena esplorato. Ringrazio la mia amica  IDEA e la mia amica  TIZIANA che me l'hanno consigliato. Spero di trovarmi bene con voi. Un caro saluto--dolores--
AntiRuggine Oggetto: Io non ho paura di dover morire...  11 Nov, 2007 - 18:28  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 1625
Attività utente
Attività utente


_________________
Il cammino è lungo e tutto ancora da inventare.
Buon viaggio! Sia fuori che dentro.”

Tiziano Terzani.


TittiMendoza Oggetto: Parliamo di Reincarnazione  11 Nov, 2007 - 18:18  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 4097
Attività utente
Attività utente

Parliamo di:
Reincarnazione


Quindici risposte per capire:
Perché un'antica Dottrina
è diventata eresia !

Spesso si sente ripetere che nella Chiesa dei primi secoli fosse viva la credenza nella reincarnazione, e che la condanna delle teorie reincarnazioniste venne operata dal concilio Costantinopolitano II del 553; per giustificare questo, si fa riferimento ad un sinodo di Costantinopoli indetto nel 543 dal patriarca Menas, nel quale si approvò una serie di anatematismi contro l’origenismo, diretti a quei teologi che nel VI secolo si ispiravano più o meno correttamente al pensiero di Origene.
Quindici risposte per riassumere in breve la lunga storia....

1
Testimonianze e scritti hanno recentemente rivelato che i fondatori della prima Chiesa Cristiana, non solo credevano nella dottrina della Reincarnazione,
ma la insegnavano.


2. Perché questa dottrina non é insegnata oggi e perché é ritenuta credenza eretica? Per rispondere a queste domande è necessario capire cosa successe nell'era Bizantina, tra il 450 - 553 d.C.

3. Molti teologi e storici, non sanno che il Cristianesimo conosciuto oggi è interamente differente da quello insegnato dal Cristo.

• 4. Durante l'epoca in cui é vissuto Gesù, vi erano pochi o nessuno scritto delle sue opere. Il governo romano in seguito, nella sua smania di epurare, fu molto brutale contro gli ebrei ed i cristiani. Lo stesso governo tenne cura di nascondere o distruggere ogni testimonianza della Chiesa Cristiana.

5. La confusione creatasi circa gli insegnamenti del Cristo, causò molte discordie, e l'odio e le ostilità fra le "guide spirituali" della prima Chiesa Cristiana causarono persino guerre fra loro, ma la più insanabile discordia fu quella creatasi tra i MONOFISITI e gli ORIGENISTI.

• 6. Chi erano i Monofisiti?
I monofisiti erano un gruppo di cristiani che credevano che la natura di Cristo fosse interamente divina, spoglio da ogni attributo umano.

• 7. Chi erano gli Origenisti?



Gli Origenisti erano seguaci di Origene ( 183/85 - 252/53 d.C.) teologo e filosofo cristiano di Alessandria. Diresse la scuola catechetica; ordinato sacerdote nel 230 a Cesarea. Martirizzato dall'imperatore Decio persecutore dei cristiani. Fecondissimo scrittore, restaurò il testo biblico dei Settanta. Commentò quasi tutta la Bibbia con assoluta prevalenza di indirizzo allegorico - spirituafista. Compose opere apofogetiche contro il paganesimo, dette una soluzione di chiara derivazione platonica ai massimi problemi: Trinità di Dio, problema del male, Incarnazione ecc... Origene fu una delle prime guide spirituali della Chiesa Cristiana che insegnò la "Dottrina della Reincarnazione".

8. Fu contestato dai Monofisiti perché le sue affermazioni includevano l'evoluzione spirituale di Cristo attraverso più reincarnazioni, proprio alla stregua di ogni altro essere umano.
Ai Monofisiti faceva più comodo credere che Gesù fosse di origine divina perché il Creatore poteva solo pretendere ed aspettarsi la perfezione dal suo unico Figlio
divino, mentre il resto dell'umanità, essendo debole, ignorante ed immatura era meno responsabili di fronte a Dio. Ai Monofisiti faceva comodo anche pensare di dover vivere una sola vita, non erano disposti a pensare di dover ritornare a vivere tante volte per prendersi personalmente la responsabilità di migliorarsi spiritualmente. Più comodo e facile era accettare l'idea che Cristo, avesse dovuto assumersi quest'onere per salvarli dai peccati, fino a farsi crocifiggere per lavare col sangue ogni loro colpa.

• 9. I MONOFISITI, con le loro convinzioni crearono cosi tanta confusione e discordia all'interno della Chiesa che nel 451 d.C. fu convocato uno speciale Concilio per chiarire una volta e per sempre la controversia sulla natura del Cristo.
Per non creare una collisione frontale dei due gruppi, il Concilio evitò di prendere le parti di ciascuno, dichiarando che la natura di Gesù si divideva in due parti: una divina e l'altra umana.

• 10. Questa decisione del Concilio é conosciuta come il: " Decreto di Calcedonia", sottile compromesso a sostegno degli insegnamenti di Origene. Ma la spaccatura creatasi tra gli origenisti ed i monofisiti era ormai talmente profonda che neanche il Concilio poté evitarla, tanto che anni più tardi l'imperatore Giustiniano, nel tentativo di calmare la tempesta ordinò al Cardinale di Costantinopoli di dichiarare pubblicamente il suo sostegno al decreto.

• 11. Giustiniano era conosciuto come maestro d'inganni, e non sapremo mai quanto sostenne in realtà il decreto di Calcedonia e gli insegnamenti di Origene. L'imperatore incontrò poi sul suo cammino una donna peggiore di lui, una certa Teodora, una ,donna perfida che lo avrebbe manovrato. Dapprima fu sua amante e infine, anche se non di sangue nobile, si fece sposare per diventare" Imperatrice dell'Impero Bizantino ".

• 12. Teodora era una Monofisita e fu causa della radicale caduta della prima Chiesa Cristiana. Cancellò anche la benché minima traccia della dottrina dell'incarnazione da tutto il mondo occidentale creando intenzionalmente il "caos organizzato"...
Diceva e prometteva il suo sostegno ad ognuna delle parti per creare peggiori dissensi tra loro. Consumata dalla sete di grandezza, Teodora aveva come obbiettivo quello di annullare totalmente la chiesa di Roma, e ci riuscì bene, se anche dopo la sua morte il suo credo fu divinizzato. Fin quando fu in vita avversò gli insegnamenti di Origene sulla reincamazione perché in questo caso l'avrebbero resa una semplice mortale in via d'evoluzione, mentre lei si riteneva divina. Due papi le furono contro e lei li fece assassinare entrambi. Giustiniano nelle sue mani fu senza potere.

• 13. Nel 538 d.C. Teodora riuscì a far incoronare il suo Papa, prendendo così il diretto controllo sulla Chiesa di Roma.

Per fortuna del Mondo Teodora non visse a lungo, morì per cause imprecisate nell'anno 547. Giustiniano totalmente corrotto dalla sua influenza, per divinizzare l'immagine dell'imperatrice e la sua, prese come palcoscenico la convocazione del
quinto Concilio Ecumenico il 2 giugno 553. Il pretesto fu per ratificare in diritto canonico una legge civile conosciuta come: "L'Editto dei Tre Capitoli" , mantenendo il vero scopo segreto.

• 14. Il vecchio furfante però, radunò il tribunale del Concilio formato principalmente da quei vescovi provenienti da Roma che simpatizzavano per i Monofisiti . Il vero scopo del Concilio fu quello di condannare definitivamente gli insegnamenti di Origene ed i suoi sostenitori, rigettando così il:
" Decreto di Calcedonia ". Definirono
"Setta" gli origenisti minacciando quanto segue:-
"Chiunque asserisca l'incredibile preesistenza delle anime o il loro assurdo ritorno, per lui anatema ! ".

• 15. L'apertura del Concilio però, fu rinviata più volte a causa della pressione esercitata da parte del Papa Virgilio, al quale fu detto di non partecipare se intendeva vivere a lungo!


Decreto di Calcedonia

(Ricerca personale eseguita nella biblioteca del Liceo Scientifico di Lugano)


_________________
Un animo che alloggia in una mente aperta potrà sempre respirare conoscenza.
AntiRuggine Oggetto:   11 Nov, 2007 - 17:21  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 1625
Attività utente
Attività utente

Gentile Abelardo,
sinceramente non c'è molto da controbattere. Sulle ragazze anoressiche è una innocente battuta che non ridicolizza nessuno.
Spero si possa conservare ancora la capacità di sorridere.
In quanto alla reincarnazione...non mi pare che sia un DOGMA della Chiesa (è implicito che parli di quella cattolica). Nel Cristianesimo si parla di RESURREZIONE e non di reincarnazione.
Comunque il mio rispetto va anche a chi crede che nella vita futura potrà trasformarsi...in qualsiasi altro essere vivente.
Saluti cordiali.

_________________
Il cammino è lungo e tutto ancora da inventare.
Buon viaggio! Sia fuori che dentro.”

Tiziano Terzani.


abelardo Oggetto: precisazioni  11 Nov, 2007 - 17:01  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 690
Attività utente
Attività utente

Gentile anti
mi permetto di controbattere la tua, diciamo così, "ironica" affermazione.
A parte la Reincarnazione,, dogma della chiesa, cui uno può crederci o no, ma l'anoressia è un problema reale e drammatico che deve essere rispettato e non ridicolizzato.
cordialmente abelardo


_________________
Sono un viandante sullo stretto marciapiede della terra, e non distolgo il pensiero dal Tuo volto che il mondo non mi svela.
AntiRuggine Oggetto:   11 Nov, 2007 - 16:45  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 1625
Attività utente
Attività utente

A me la REINCARNAZIONE fa pensare a quella RAGAZZE ANORESSICHE...che avrebbero bisogno di mettersi in CARNE.




_________________
Il cammino è lungo e tutto ancora da inventare.
Buon viaggio! Sia fuori che dentro.”

Tiziano Terzani.


TittiMendoza Oggetto:   11 Nov, 2007 - 16:02  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 4097
Attività utente
Attività utente

Cara Idea, grazie per i complimenti e,
"ben venuta nel il variopinto e speciale Mondo del Sito “Anziani”.

Io l’ho sempre paragonato ad un grande mazzo di fiori che, con i personali profumi e colori, contribuisce a rendere più gradevoli le giornate di chi, come noi, sente ancora il bisogno di comunicare ed esprimere le proprie emozioni con amici, (se pur virtuali….. )

Ma ora permettimi di chiarire a cosa si riferisce il trafiletto da te inserito nello scritto.
Il sito di “Anziani” dopo vari anni, aveva deciso di rinnovare il suo schema originale, al fine di renderlo molto più moderno ed articolato. Lascio immaginare il timore di tutti noi, che già avevamo fatto grandi sforzi per capire come gestire il vecchio sito..... Ora dovevamo invece adeguarci alle moderne strutture proposte… E non vi dico la piacevole sorpresa quando ci siamo accorti di essere riusciti a ritrovarci nel nuovo Mondo di “Anziani”…. Allora, in quell'ocasione scrissi quanto segue e, la cara CiaoLili, rispose:

Ben trovata TITTI MENDOZA, aspetto di leggerti con grande interesse...anche se spero proprio che non mi tocchi una nuova reincarnazione...lo chiederò appena possibile al Padreterno...una mi basta e m'avanza...

Oggetto: Reincarnarsi ......
Inviato: 20 Mag, 2006 - 11:59
Registrato: 19 Mag 2006 Messaggi: 376

Si, cari amici di Forum, forse non vi sarete ancora accorti, ma è successo un processo molto importante per tutti noi: siamo morti.... al vecchio Sito, per reincarnarci (si fa per dire...) in quest'altro.

Ci siamo risvegliati in una specie di "Paradiso Telematico", con nuovi suoni e colori, gli amici di Forum ora diventano "Entità" reali: si vedono, si scrivono, si parlano a viva voce, navigano in un mare di possibilità di conoscenze e possono, se lo desiderano, esprimere totalmente la loro vera essenza umana e spirituale.

Tutte le reincarnazioni mirano a farci evolvere attraverso le esperienze di vita, al fine di far acquisire all'uomo quel sapere che espande la coscienza e lo rende migliore.

La Redazione di "Anziani" ci favorisce questo cammino evolutivo, grazie al loro impegno disinteressato,costante, paziente e amorevole, sempre dimostratoci, ci aiuta a raggiungere e realizzare questo traguardo, diventando metaforicamente la nostra
"Entità Guida"........

A tutti voi, amici di Forum vecchie e nuovi, va il mio più cordiale benvenuto e un augurio di proficua rinasciata (o renincarnazione...)

Ho tanti altri "Argomenti interessantissimi" da proporvi, quindi ci rileggeremo.... al più presto


_________________
Un animo che alloggia in una mente aperta potrà sempre respirare conoscenza.
idea Oggetto: Commento al sito  11 Nov, 2007 - 13:53  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 837
Attività utente
Attività utente

ento al sitoCiaoLili ha scritto:
Ben trovata TITTI MENDOZA, aspetto di leggerti con grande interesse...anche se spero proprio che non mi tocchi una nuova reincarnazione...lo chiederò appena possibile al Padreterno...una mi basta e m'avanza...


Sono arrivata da poco in questo sito e devo dire che lo trovo molto ben strutturato, con le categorie del forum ben divise ed ordinate. Apprezzo anche la vigile presenza dei responsabili che ti fanno sentire al riparo da attacchi violenti e sopra le righe; noto infatti, che anche le polemiche sono contenute entro limiti di civiltà e buona educazione(per il poco che sono riuscita a vedere).Complimenti a tutti! A te Titti un ringraziamento, xchè credo di aver capito che sei una degli animatori del forum.
Ciao a tutti
Idea
lella51 Oggetto:   11 Nov, 2007 - 00:28  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 5320
Attività utente
Attività utente

Altra notizia sulla "Catena di Sant'Antonio"
(trovata sul web)

Perchè si chiama "Catena di Sant'Antonio?

Il primo a citarla fu Alfredo Panzini nel Dizionario Moderno (edizione del 1935), descrivendo l’usanza allora molto in voga di spedire a più persone una lettera anonima che invitava perentoriamente a recitare una serie di preghiere che sarebbero servite a”salvare il mondo” , ma avvisando che avrebbero avuto successo solo se il destinatario avesse poi a sua volta inviato la stessa lettera a un tot numero di persone, le quali a loro volta avrebbero dovuto seguire tutta la trafila: il tutto sotto minaccia di sventure tremende che sarebbero accadute a chi avesse interrotto la”catena“.

Nell’edizione del Dizionario Moderno del 1950, alla stessa voce si aggiungeva che all’intimazione della recita di preghierine si era unita una richiesta di danaro, con minaccia di sventure sempre più terribili testimoniate da personaggi (ovviamente fasulli) citati con tanto di nome, cognome e luogo di residenza dei quali il mittente narrava le dolorose e raccapriccianti conseguenze a cui erano giunti causa l’interruzione della catena.

Chi sia stata la mente diabolica ad inventare questo flagello che sopravvive tutt’ora (in modo un poco meno minaccioso, ma sempre estremamente sgradevole, anche nelle nostre modernissime caselle di posta elettronica) non si è mai saputo.

Unica cosa certa riguarda il Sant’Antonio citato: non è quello da Padova, ma San’Antonio Abate (250-356 dC) eremita che, secondo la leggenda, un giorno scrisse al duca di Egitto, tal Ballachio, una lettera in cui cordialmente lo avvisava che se avesse continuato a perseguitare i Cristiani, Dio lo avrebbe punito uccidendolo; infine lo esortava a spedire quella stessa lettera a tutti gli altri notabili della zona che si comportavano come lui.
Ballachio ne sghignazzò e distrusse la missiva; ma pochi giorni dopo il suo mansuetissimo cavallo lo disarcionò, uccidendolo.

Nuova discussione   Rispondi Vai a pagina              ...      
282
      ...