Vai a pagina              ...      
80
      ...             
Nuova discussione   Rispondi
Vittoria Oggetto: proverbi milanesi...  26 Set, 2011 - 17:09  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 4085
Attività utente
Attività utente




Fà san Michee

La festa di san Michele Arcangelo ricorre il 29 Settembre e nei tempi passati coincideva con la tradizionale scadenza dei contratti di affitto delle case di Milano. Accadeva perciò sovente che il 29 Settembre, scaduto un contratto, una famiglia lasci l’alloggio che occupava e si trasferiva in un altro.
Da questa consuetudine, tipicamente milanese, è venuto il detto:
Fà san Michee, che in senso figurato significa traslocare, sgomberare una casa di ogni suppellettile e andarsene, con le cose e..... con i ricordi, in un altro alloggio.

**************************************************************************




tiziana Oggetto:   25 Set, 2011 - 18:08  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 3171
Attività utente
Attività utente

Sono stata tante volte al Vivaio Riva.

Mi dispiace molto per questa situazione,speriamo che si possa risolvere al meglio.



Un saluto da tiziana con questa bellissima immagine

postata in... di tutto un po'...da Gloria,che naturalmente ringrazio!!






angybel Oggetto: SALVIAMO IL VIVAIO RIVA  25 Set, 2011 - 11:54  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 64
Attività utente
Attività utente

SALVIAMO IL VIVAIO RIVA (si può aderire su Facebook, dove si trova il presente SOS)

"Da quasi un secolo c'è nel cuore di Milano un'oasi: il vivaio Riva, un luogo magico, frequentato dai Milanesi da più generazioni, un luogo della memoria con piante e fiori di rara bellezza; ancora oggi il Vivaio Riva offre ai visitatori il fascino di una Milano che non c'è più.
Un posto molto apprezzato anche dai tanti fotografi che lo hanno scelto come location fotografico nelle campagne pubblicitarie.

Lo gestiscono due anziane donne: le sorelle Riva. L'avvocatura del Comune sta procedendo allo sfratto delle sorelle. Siccome le due signore sono molto anziane, senza eredi, tutto quello che desiderano è di chiudere la loro vita esercitando l'attività che hanno svolto negli ultimi 50 anni. Martedì c'è l'udienza che potrebbe sancire la fine dell'attività per le due sorelle. Ci piacerebbe provare a salvare il Vivaio Riva, sensibilizzando chi gestisce la città a provare a trovare una soluzione ottimale. Chi ha voglia di dare una mano in qualche modo, anche solo condividendo questo messaggio?

Il Vivaio Riva si trova in via Arena di fronte al civico 7
a pochi metri dalle Colonne di San Lorenzo. "

Sito Web: http://www.vivaioriva.it
soldatini Oggetto:   25 Set, 2011 - 10:00  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 6472
Attività utente
Attività utente

Una Buona Domenica accanto al camino o e' troppo presto?



_________________
Annamaria Soldatini
Vittoria Oggetto: Scola entra in Duomo, si ripete il rito millenario  25 Set, 2011 - 09:57  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 4085
Attività utente
Attività utente




Tutto pronto per l'insediamento del cardinale: tappa in Sant’Eustorgio, poi la processione e la cerimonia con Tettamanzi





Milano, 24 settembre 2011 - Il battesimo, i martiri, i pastori della Chiesa ambrosiana sono i protagonisti di un rito antichissimo e suggestivo che accompagnerà, domani, l’ingresso in Milano del nuovo arcivescovo Angelo Scola. Il cardinale si è già formalmente insediato il 9 settembre, con la «presa di possesso» in Duomo. Ma, come altri, l’ha fatto per procura, delegando l’ora vicario generale monsignor Carlo Redaelli. Insomma, è un debutto. Il viaggio comincerà alle 14, è il caso di dirlo, da casa: Malgrate, Lecco, dove è nato il 7 novembre del ’41, proprio dalla chiesa di San Leonardo, nel cui fonte (rimasto identico) fu battezzato il giorno successivo. Reciterà il Credo coi fedeli (tra i quali alcuni suoi nipoti e parenti) e prenderà la via di Milano. Dove entrerà fermandosi, alle 16, in Sant’Eustorgio: una consuetudine secolare, la prima tappa nel luogo di culto cristiano più antico di Milano. Sotto la basilica c’è un cimitero paleo e pre-cristiano che Sant’Ambrogio ribattezzò Cimiterium Martyrum, perché qui i cristiani martirizzati nell’Arena venivano sepolti accanto ai pagani. E qui sono state trovate le ossa di tre vescovi: Eustorgio, Onorato e Magno. A dare all’arcivescovo il benvenuto ci saranno il vicario episcopale monsignor Erminio De Scalzi e il sindaco Giuliano Pisapia, mentre in chiesa incontrerà duecento catecumeni che si preparano a ricevere il battesimo. Come vuole un’usanza antica, regalerà alla basilica il suo rocchetto(la veste bianca di lino) e riceverà la capsella dove, giovedì, è stata raccolta la terra del cimitero dei martiri. Intorno alle 16.45 l’arcivescovo raggiungerà, in corteo, piazza del Duomo.
L’ingresso in cattedrale (dove i fedeli potranno entrare a partire dalle 15.45; chi resterà fuori seguirà dai maxischermi) dell’arcivescovo è scandito da un articolato cerimoniale. In piazza sarà accolto da monsignor Redaelli e dal moderator curiae, monsignor Gianni Zappa; riceverà gli onori militari e il saluto delle autorità. Qui, oltre al sindaco, ci saranno il presidente della Provincia Guido Podestà e il governatore Roberto Formigoni. Che per Scola è un amico: lecchesi e cresciuti in Comunione e liberazione, si conoscono fin da ragazzi; Formigoni c’era anche a Venezia nel 2002, al suo arrivo come patriarca. E da Venezia, domani, arriveranno duecento fedeli su due pullman del Patriarcato. Ma in Duomo il metropolita entrerà al braccio del suo predecessore, il cardinale Dionigi Tettamanzi, che andrà a prenderlo sul sagrato. Varcato il portale, ricevuto il saluto del Capitolo metropolitano, dei vescovi ausiliari e del Consiglio episcopale, osserverà i «riti della soglia»: bacerà la Croce capitolare, riceverà l’incenso e aspergerà i fedeli con l’acqua benedetta. Poi la vestizione nella cripta di San Carlo, indossando l’anello e il bastone pastorale del Borromeo, quindi sarà letta la lettera apostolica con cui, il 28 giugno, Papa Benedetto XVI l’ha nominato. Solo allora il cardinale salirà sulla cattedra di Ambrogio, e dopo i saluti di monsignor Luigi Manganini, l’arciprete, dei rappresentanti del clero, dei religiosi e dei laici, celebrerà la sua prima messa in Duomo, che si concluderà con la benedizione papale all’intera Arcidiocesi. (da Il Giorno di Giulia Bonezzi)








*****************************************************************************************







Ultima modifica di Vittoria il 25 Set, 2011 - 10:01, modificato 1 volta in totale
Vittoria Oggetto: Finocchi alla milanese  24 Set, 2011 - 10:32  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 4085
Attività utente
Attività utente







I finocchi alla milanese
sono delle cotolette gustose e originali da servire sia come antipasto che come secondo.

Preparazione:

Pulite e mondate il finocchio accuratamente, quindi tagliatelo in quattro parti. Fate cuocere in acqua salata bollente a cui avrete aggiunte qualche goccia di succo di limone, per 10 minuti circa. Dopo aver scolato lasciatelo asciugare su un foglio di carta da cucina. Rompete l’uovo in un apposito recipiente e sbattetelo aggiungendo il sale e il pepe. Quindi immergete le fette di finocchio ormai asciutte nell’uovo e poi nel pangrattato. Fate sciogliere il burro insieme all’olio in un tegame e cuocete il finocchio, a calore moderato, su tutti i lati. Servite questo piatto ben caldo.

Accorgimenti:

Se il finocchio è molto grosso potete anche dividerlo in più spicchi.

Idee e Varianti:

Potete preparare i finocchi alla milanese con una doppia panatura per un risultato ancora più goloso e croccante.


***************************************************************************

Buongiorno

airOne Oggetto: La canzone milanese  23 Set, 2011 - 21:41  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 983
Attività utente
Attività utente

airOne Oggetto: La poesia milanese  22 Set, 2011 - 17:52  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 983
Attività utente
Attività utente

EL LIBER

Con quell'aria 'sorniona'e indiferent,
t'el troeuvet sparpajaa su 'na 'banchinna',
o pur 'sgargiant', vistòs e prepòtent
ben còmòdaa in "qualsiasi" vedrinna.

El par el ròbettin pussee inócent,
tutt elegant in quella sòa vestinna
de "cellofan " 'mè on veder trasparent
o, anmò, cont ona bella covertinna.

E pur l'è on 'arma di pussee preziòs
sia in del fa el ben che in del sómenà el mal;
di voeult l'è on robb pussee pericólós

d'on 'esplòsiv'in man d'on 'anòrmal'.
Tutt el secrett l'è in del cattai foeu ben
per evità el pericòl del velen.

Casìra

IL LIBRO
Con quell'aria sorniona e indifferente,
lo trovi alla rinfusa su un banchetto,
oppure sgargiante, vistoso e prepotente,
ben collocato in qualsiasi vetrina.

Sembra cosetta tra le più innocenti,
tutto elegante in quella sua bustina
di cellofan, come un vetro trasparente
o, ancora, con una bella copertina.

Eppure è un'arma tra le più prodigiose,
nel fare il bene o nel seminare il male;
un aggeggio a volte più pericoloso

di un esplosivo in mano a un anormale.
Tutto il segreto sta nella sua buona scelta,
ad evitare i pericoli di velenosi mali.

airOne Oggetto: La Milano dei naifs  22 Set, 2011 - 17:48  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 983
Attività utente
Attività utente



Emma Bernini - Palco della Scala

Emma Bernini - Dalla loggia degli osii



Emma Bernini - Sant'Ambrogio


l

airOne Oggetto:   21 Set, 2011 - 21:53  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 983
Attività utente
Attività utente



cadice Oggetto:   21 Set, 2011 - 21:49  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 4227
Attività utente
Attività utente

Buon autunno anche a voi amici milanesi.
Sappiate che Lore si è appropiata di quanto avevo preparato per voi per augurarvi un buon inizio di autunno.
Me lo ha rubato e lo ha fatto apparire come suo.

Ma poichè è 'na brava guagliona ritenete che sia stata lei a inviare, ma solo al 50%. Il resto va attribuito a me, alle mie garndi capacità a creare immagini e suoni.
Saluti a tutte/i voi.
Buonanotte.

airOne Oggetto: La poesia milanese  21 Set, 2011 - 21:46  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 983
Attività utente
Attività utente

Scalogna

Quand se nass deslippaa, lustrissem scior,
el canta el Porta in << Giovannin Bongée >>;
ma cossa el pò mai dì sto poer dottor,
che anmò ona volta gh'hann robaa i danee?

S'eri sul tram che menna a Monreal,
content de andà a vede la raritaa
che l'è per tutt el Mond la Cattedral,
quand un lader, debon matricolaa,

in la saccoccia mia l'ha miss la man,
roband de bigliettoni on bell mazzett
col bigliett de ritorno per Milan
e lassandom per piang el fazzolett.

L'è sottintes che, dopo sta sfortuna,
gh'hoo pù guar'daa nè al Domm nè al panorama,
perchè m'è saltaa indoss ona tal luna
a conclusion de la mia gita grama,

che hoo decis de andà intorna senza on ghell,
perchè se gh'è di lader a Milan,
se ne troeuva quajvun,in quant a quell,
anca in Sicilia, patria del Giulian.

Capo di Milazzo, 17-IX-49.
CARLO BASLINI

lore14 Oggetto:   21 Set, 2011 - 20:31  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 5388
Attività utente
Attività utente

Buon autunno, anche a voi, amici milanesi!




Dal Dialetto milanese...

Foeùja gialda, che stamatina
te se vegnuda giò pian pian su la mia spala
a cerca confort,
pensa che ier gh'hoo perduu un dent

Ovvero...

Foglia gialla, che stamattina
sei venuta giù piano piano sulla mia spalla
a cercare conforto,
pensa che ieri ho perso un dente

Per tutti arriva l'autunno!

(dal blog 'S'cienafregia)

Vittoria Oggetto: Milano Moda Donna  20 Set, 2011 - 20:09  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 4085
Attività utente
Attività utente





Milano Moda Donna, Settembre 2011

Le sfilate di Milano Moda Donna con le collezioni primavera estate 2012 partono il 21 e si concludono il 27 settembre 2011. Dopo la fashion week di NYC inaugurata il 9 settembre e quella di Londra il 16, finalmente è il turno attesissimo di Milano!
Durante la conferenza stampa di presentazione del 6 settembre il Presidente della Camera Nazionale della Moda Mario Boselli ha annunciato i primi numeri della manifestazione:
74 passerelle, 41 presentazioni e quattro marchi famosi (Genny, Normaluisa, Simonetta Ravizza e Trussardi) che tornano a sfilare a Milano.
Aimè le aspettative di crescita del settore sono state dimezzate dall’8 al 4 % dall’inizio dell’anno, ma tutti si dicono comunque ottimisti verso il rilancio di Milano Moda Donna, che da sempre riscuote enorme successo tra buyers, fotografi e giornalisti e che, da 3 edizioni a questa parte, coinvolge anche la città e i non addetti ai lavori. Rimane strategica e si conferma la scelta di creare un network di location in pieno centro - il fashion HUB- per evitare di disperdere gli sforzi e per sentire più vicina la manifestazione da parte del pubblico che non presenzia le sfilate: Palazzo Giureconsulti, Palazzo Clerici e Palazzo Filologico i centri principali.
In più c’è la possibilità di trasmettere la propria sfilata su due video wall posizionati accanto alla Loggia dei Mercanti.
Purtroppo sparirà il tradizionale appuntamento con le sfilate e i dj-set di Piazza Duomo (tra cui lo scorso anno la sfilata di C’N'C’ e degli stilisti emergenti di Next generation) a causa dell’evento religioso che vede il passaggio di testimone il 25 settembre tra l’arcivescovo di Milano Tettamanzi e Angelo Scola.
Non mancheranno comunque le iniziative e gli spazi dedicati ai giovani creativi: la sfilata N-U-De, la promozione dei vincitori di Mittelmoda Award e le presentazioni dei protagonisti dell’Incubatore della Moda. A chiudere la manifestazione, la sfilata di moda per bambini organizzata da Camera e Vogue Bambini a favore della onlus Children in crisis.
Tra gli eventi culturali più importanti: la mostra «Il segno e lo spirito. Gabriella Crespi» a Palazzo Reale e «C25-opinions of luxury» ospitata dalla Triennale, oltre all’anteprima del film «Do not steal the jacket» realizzato da Bruce Weber per Moncler. (web)














************************************************************************

angybel Oggetto: Marialuisa Riboldi Noto-Campanella  20 Set, 2011 - 17:06  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 64
Attività utente
Attività utente

La poetessa si è affermata in vari concorsi, con una sua voce personale, inconfondibile.
Nelle sue liriche costante è il sentimento amaro della vita: ed esso si lega, dipendendone, ad una filosofia desolata, se non disperata. Antecedenti (anche se qui si tratta non di fonti, ma di casuali incontri spirituali) possono trovarsi nel Leopardi e, relativamente alla nostra poesia vernacola, nel Tessa; dell'uno le liriche della nostra poetessa mostrano la lucida certezza del pensiero; dell' altro la viva emotività in un contesto convulso e frammentario. Non si trovano facilmente (tanto meno nella letteratura dialettale) pagine altrettanto originali e suggestive.

(biografia concessa da www.milanesiabella.it)
Vittoria Oggetto: Poesia milanese  19 Set, 2011 - 18:02  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 4085
Attività utente
Attività utente




(Maria's Children)


I nòster sògn (Marialuisa Riboldi Noto-Campanella)

Testo originale

Hinn fòrsi tròpp, tròpp grand, tròpp gròss.

Hinn là, in sul campanin.
Se cercom de tegnii, col collarin,
lor van sù, semper pussee,
e invece nun, in sto mond de strasc, de rògn,
de strii, de bòria,
scrusciaa giò in on canton,
i cantom
al post de l'orazion.

Hinn gioeugh perlaa d'on'armònica dorada,
ricam e pizz del grand Altar celest,
pium multicolor,
frutt d'amor.

Ond d'on mar in tempesta,
al de farfalla ferida,
memòria bagnada de lacrim,
memòria inondada de soo,

vos volaa foeura del coeur,
vos volaa via del mond e del temp,
volaa via,
cont on fagòtt
de speranz
e de malinconia...

Traduzione

I nostri sogni

Sono forse troppi, troppo grandi, troppo grossi.

Sono là, sul campanile.
Se cerchiamo di trattenerli, con un collare,
loro vanno su, sempre di più,
e invece noi, in questo mondo di stracci, di crucci,
di streghe, di boria,
acquattati in un angolo,
li invochiamo
al posto delle orazioni.

Sono giochi ornati di perle di un’armonica dorata,
ricami e pizzi del grande Altare celeste,
piume multicolore,
frutto d’amore.

Onde di un mare in tempesta,
ali di farfalla ferita,
memoria bagnata da lacrime,
memoria inondata di sole,

voci volate fuori dal cuore,
voci volate via dal mondo e dal tempo,
volate via,
con un fardello
di speranze
e di malinconia…

*****************************************************************

airOne Oggetto: La canzone milanese  18 Set, 2011 - 18:09  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 983
Attività utente
Attività utente


airOne Oggetto: La Milano dei naifs  18 Set, 2011 - 18:01  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 983
Attività utente
Attività utente



Elena Guastalla - Vita milanese


Edoardo Bellodi - Milano 1973


Elena Guastalla - antica villa milanese



Vittoria Oggetto: Ricette Cucina Milano  17 Set, 2011 - 10:46  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 4085
Attività utente
Attività utente






Acini D'uva Caramellati

Dessert per 4 persone

2 Grappoli D'uva - 500 G Zucchero - 1/2 Cucchiaino Cremortartaro

Con le forbici a punte sottili staccate gli acini dal grappolo lasciando però attaccato un pezzetto di peduncolo. L'uva dovrà essere di qualità ad acini grossi, a buccia sostenuta e senza semi. Lavatela bene e stendetela su di un canovaccio, all'aria perché asciughi. Riunite in una pentola un bicchiere di acqua, lo zucchero e il cremortartaro e lasciate bollire a fuoco bassissimo fino ad avere uno sciroppo che, versato su un piatto, non si dividerà a palline. Toglietelo ancora dal fuoco e immergetevi uno alla volta, gli acini, a ognuno dei quali, nel frattempo avrete provveduto a infilzare uno stuzzicadendi dalla parte del piccolo. Mettete ad asciugare su un piattino appena unto d'olio facendo in modo che non si tocchino.

********************************************************************************

solidea Oggetto:   16 Set, 2011 - 15:23  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 2672
Attività utente
Attività utente

Fetta gialda de luna scritta da " el Louisin el tassista "
Nuova discussione   Rispondi Vai a pagina              ...      
80
      ...