Vai a pagina              ...      
80
      ...             
Nuova discussione   Rispondi
solidea Oggetto:   09 Ott, 2011 - 12:56  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 2672
Attività utente
Attività utente

buona domenica a tutti gli amici milanesi

aviatore Oggetto: a Air One  09 Ott, 2011 - 11:48  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 37
Attività utente
Attività utente


Complimenti Airone ! Un spassosissima messa, per chi comprende il milanese. Mi ha ricordato il nonno che ( quanti anni fa? ) mi cantava qualcosa di simile, dove tra l'altro mi si affaccia alla memoria :"tirela sù che la pend in giò, l'oca pro nobis..." . Esortazione del parroco ad un chierichetto perchè, da sotto il camicione bianco spunvano le zampe di un oca appena ghermita.
Se non sbaglio, il Porta qualcosa ha scritto a tal proposito.
Un cordiale saluto.
av.

_________________
B.D.
Vittoria Oggetto: Ricetta lombarda  09 Ott, 2011 - 10:56  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 4101
Attività utente
Attività utente





Risotto allo Zafferano con Salsiccia e Fagioli borlotti

Ingredienti per 4 persone:

Brodo vegetale
350 gr. di Riso per Risotti
400 gr. di Salsiccia
2 Scatole di Fagioli Borlotti già lessati
1 Cipolla Rossa di Tropea piccola
Olio extravergine d'oliva
1/2 bicchiere di Vino Bianco secco
Sale q.b.
Pepe q.b.
2 Bustine di Zafferano
50 gr. di Burro per mantecare
Parmigiano grattugiato

Preparazione:

Prima incominciare a preparare un buon brodo vegetale da tenere sempre bollente.
Allora prendere una pentola capiente versare un po' d'olio extravergine d'oliva, tagliare la cipolla e soffriggerla.
Nel frattempo togliere la salsiccia dal budello e tagliarla a tocchetti, metterla nella pentola e frantumarla man mano che prende colore, aggiungere il vino bianco e farlo sfumare a fiamma dolce.
Quindi mettere i fagioli borlotti già lessati, (prima fate attenzione di eliminare l'acqua dalle scatole) e fateli rapprendere per un paio di minuti.
A questo punto versare il riso e fargli rilasciare l'amido, poi aggiungete man mano il brodo vegetale precedentemente preparato e lasciate cuocere il riso.
Aggiustate di sale e di pepe, mettete lo zafferano e fatelo sciogliere senza far formare i grumi.
Appena finita la cottura, mettete il burro e mescolate finche non sarà sciolto completamente e lasciate riposare per 5-7 minuti. Una volta riposato mettere nei piatti da portata il risotto con parmigiano grattugiato.

****************************************************************************

airOne Oggetto:   08 Ott, 2011 - 17:30  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 983
Attività utente
Attività utente



solidea Oggetto:   08 Ott, 2011 - 17:05  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 2672
Attività utente
Attività utente

.......la me piaseva e l'ho postada ........allegria fioeu e tusanett !



in milanese antico è presente "sont " che ci connette intrinsecamente al latino ed al francese.

La parziale somiglianza col francese tuttavia è stata qualche volta esasperata, creando qualche equivoco. Significativa a proposito una vecchia filastrocca riguardante un ortolán che aveva delle noci in esposizione, e un turista francese, che sarebbero stati capaci di comprendersi, all'interno di una serie di continui e sconclusionati qui pro quo:



Turista: "Comment s'appellent-ils?" (Come si chiamano?)

Fruttivendolo: "Se pelen no, se schiscen." (Non si pelano, si schiacciano.)

Turista: "Comment?" (Come?)

Fruttivendolo: "Coi man, coi pé, 'me te voeuret!" (Con le mani, coi piedi, come ti pare!)

Turista: "Je ne comprend pas..." (Non capisco...)

Fruttivendolo "Se te voeuret minga comprài, lassa pur stà!" (Se non vuoi comprare, lascia stare!)




(tutto copiato dal web )



soldatini Oggetto: per Airone e Vittoria  08 Ott, 2011 - 16:05  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 6520
Attività utente
Attività utente

Sono una semplice allieva, maestro Airone e sono felice di essere presente in questo topic anche se saltuariamente. Ho trovato questa poesia di Manzoni, sono gli unici versi del milanesissimo Alessandro Manzoni, che sono conosciuti, dedicati all'amico Carlo Porta.
Se e' stata gia' postata, be' pazienza
On badee che voeur fà el sapienton
el se toeu subet via per on badee;
ma on omm de coo che voeur paré mincion,
el se mett anca lu in un bell cuntee

oo
Lo sciocco che vuol fare il sapientone
si vede subito che è uno sciocco;
ma l’uomo di ingegno che vuol apparire incapace
si mette anche lui in un bell’impiccio

Buon fine settimana



_________________
Annamaria Soldatini
airOne Oggetto:   08 Ott, 2011 - 11:17  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 983
Attività utente
Attività utente

Ma con quale presunzione si vuole addebitare l'intenzione di un dispetto fatto a Milano e al poeta? La chiarezza di Lore è impeccabile. In questo sito sono state pubblicate circa 280 poesie, 230 canzoni,, 150 ricette, oltre 350 curiosità, un centinaio di proverbi, 16 contributi sul dialetto ed altro ancora. Ci sono altri modi per voler bene a Milano? Certamente. Ma ognuno ama COME VUOLE E COME SA FARE (se gli altri glielo consentono in santa pace). Questo topic non è un'accademia, ma un punto di ritrovo per quanti vogliono mantenere un legame con la grande Milano. Nessuno e tutti possono insegnare qualcosa, a patto che lo si faccia con umiltà e, come ben dice Lore, con lo spirito di chi vuole semplicemente passare un po' del suo tempo leggendo una poesia, ascoltando una canzone, scoprire una curiosità o più semplicemente leggersi una barzelletta o (talvolta) un irriverente modo di dire tipico del milanese.

Ci siamo riusciti per quasi due anni (il 15 dicembre 2011 ricorre il secondo compleanno) e abbiamo intenzione di proseguire. Non cerchiamo insegnanti, ma solo amici che hanno interessi in comune e in comune trascorrono un poco del loro tempo senza sopraffazioni. e senza addebiti di pensieri e parole che non corrispondono alla realtà. Se si commettono errori (ed è comprensibile) non si devono necessariamente considerarli voluti e tanto meno con intenti dispettosi, quindi ben venga una precisazione, ma nei dovuti modi e col dovuto garbo.



air0ne
lore14 Oggetto:   08 Ott, 2011 - 10:14  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 5424
Attività utente
Attività utente

Allora, Angy, vediamo di riassumere questa inutile polemica e di chiudere un caso che non esiste.
Ho commesso l' errore di prendere per buono, senza controllare, il nomignolo Can, invece dell' intero cognome Candiani, messo in calce ad una poesia di questo autore che mi era piaciuta, da quelli di S'cienafregia. Avevo istintivamente supposto che fosse un vezzo dello stesso autore firmarsi così. Non c' era, quindi, alcuna volontà offensiva né alcuna ombra di volgarità nelle mie intenzioni. Avresti potuto scrivermi ed avvertirmi dello svarione : l' avrei corretto e tutto sarebbe finito lì. Di solito, io mi comporto così.
Ma non è questa la cosa importante. Quello che è importante è, invece, lo spirito che, sempre secondo me, dovrebbe animare questo sito. Se ogni tanto trascrivo qualcosa in questo topic, non lo faccio per la salvaguardia di un dialetto o per dimostrare qualcosa, lo faccio, semplicemente, perché provo amicizia e affetto verso le persone che questo topic hanno aperto. E' il mio modo di dire loro « Son qua, siete nei miei pensieri ». Ed è lo stesso spirito che mi spinge ad essere presente da tanti anni nella scuola napoletana e nel topic di Querido. Alla mia non più verde età, non ho più molto da dimostrare : una battuta, invece, scambiata in amicizia, rende la mia giornata più serena e persino la solitudine diventa più leggera.
Chiudo qui, e senza polemiche : e, se dai un' occhiata, l' errore ora è stato corretto.
angybel Oggetto:   08 Ott, 2011 - 07:44  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 64
Attività utente
Attività utente

MILAN TE VOEURI BEN...Sì...ma come?!?

Il DISPETTO non è stato fatto a me, ma a Candiani e a Milano che non sono nè gretti nè volgari
soldatini Oggetto: Forte Airo'  07 Ott, 2011 - 21:21  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 6520
Attività utente
Attività utente




anche se non conosco il milanese , il senso l'ho capito. Carina anche quella che hai messo nella scuola napoletana, Buona serata

Gif di Vittoria



_________________
Annamaria Soldatini
solidea Oggetto:   07 Ott, 2011 - 19:11  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 2672
Attività utente
Attività utente

ahahahahahah Airoooo che risate mi hai fatto fare....è bellissimo ...sei grande !! ciao vado a risentirla
airOne Oggetto: La messa in milanese  07 Ott, 2011 - 18:54  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 983
Attività utente
Attività utente



airOne Oggetto: Lore, Lore.........  07 Ott, 2011 - 17:19  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 983
Attività utente
Attività utente

ahahahahahahahah
professoressa Lore, cosa mi combina? Non è el "Can" de Trieste ma uno dei più bravi poeti milanesi. Meno male che è stato attivato un serio controllo perchè in questo topic ci sono troppi svarioni. Intanto per penitenza, professoressa Lore, ascolti e riascolti per almeno 25 volte una delle poesie di MARCO CANDIANI, così la prossima volta se lo ricorderà.

angybel Oggetto: Marco Can...è invece...  06 Ott, 2011 - 22:21  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 64
Attività utente
Attività utente

Devo intervenire per rispetto nei confronti di Marco Candiani che quel monello di Stefano di S'cienafregia ha trasformato sul suo Sito in Marco Can.

Infatti è Candiani l'autore dei bei versi ONA LUS........ecc. nati come poesia, successivamente trasformata in canzone da Claudio Merli che la canta anche.
lore14 Oggetto:   06 Ott, 2011 - 18:35  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 5424
Attività utente
Attività utente




Ona lus!
Ona pòrta là in fond,
filettada d'argent
e ona vos
che me dis de dervì, de andà innanz,
de volà
sora on bosch cont i foeuj trasparent...
...la me dis
de cattà quell che voeuri,
de rid e de bev
el rosòli che corr in di fòss.
E mì proeuvi, mì corri sui praa,
me rotoli in de l'erba de seda
per smorzà la mia voeuja de piang.
Voeuri minga stà chì!
Se me fà
se chì l'erba l'è fada de seda
e in di sces gh'è pù nanca ona spina... Se
me fà se in di fòss gh'è `l rosòli de bev... Voeuri minga ne premi o
castigh...
...voeuri stà
sòtt `na spanna de terra,
buttaa-là
tra on fossett
e magari ona meda de ruff
ma faa-sù in di radis...
i radis di mè gent.
Voeuri minga stà chì!
Voeuri vess `na brancada de paja
e stà là in d'on canton de la stalla
a scoltà stòri antigh
coi paròll savorii
che hoo bevuu col primm latt.
Lassi chì el paradis,
i sò fior trasparent
che profumen tutt l'ann,
senza spinn...
Voeuri vess on moron
e stà là in di marscid,
per guardà la mia gent
a sgranà formenton
in su l'era brusada dal sô...
...e patì insemma a lor
de stagion in stagion.

(dal web, Marco Candiani)

Non voglio il paradiso
Una luce!
Una porta là in fondo,
profilata d'argento
e una voce
che mi dice di aprire, di andare avanti,
di volare
sopra un bosco con le foglie trasparenti...
...mi dice
di cogliere ciò che desidero,
di ridere
e di bere
il rosolio che corre nei ruscelli.
E io ci provo, corro sui prati
mi rotolo nell'erba di seta
per spegnere la mia voglia di pianto.
Non voglio rimanere qui!
Non m'importa
se qui l'erba è fatta di seta
e nelle siepi non c'è più neppure una spina...
Non m'importa
se nei ruscelli c'è rosolio da bere...
Non voglio né premi o castighi...
...voglio stare
sotto una spanna di terra,
buttato là
tra un fossetto
e magari un mucchio di spazzatura
ma legato alle radici...
alle radici della mia gente.
Non voglio rimanere qui!
Voglio essere una manciata di paglia
e stare là in un angolo della stalla
ad ascoltare storie antiche
con le parole saporite
che ho bevuto con il primo latte.
Lascio qui il paradiso,
i suoi fiori trasparenti
che profumano tutto l'anno
senza spine...
voglio essere un gelso
e stare là nelle marcite
per guardare la mia gente
a sgranare granoturco
sull'aia bruciata dal sole...
e soffrire insieme a loro
di stagione in stagione.



Ultima modifica di lore14 il 08 Ott, 2011 - 10:15, modificato 1 volta in totale
Vittoria Oggetto: per Tiziana  05 Ott, 2011 - 21:41  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 4101
Attività utente
Attività utente





tiziana Oggetto:   05 Ott, 2011 - 20:24  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 3171
Attività utente
Attività utente

sono ancora in tempo? Vittoria auguri carissimi





airOne Oggetto: La Milano dei naifs  05 Ott, 2011 - 20:09  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 983
Attività utente
Attività utente



Enrico Benassi . Naviglio a Porta ticinese



Enrico Benassi - Casa di riposo Verdi



Enrico Benassi - Il cuore dei milanesi



Vittoria Oggetto: per Marina e Airone...  05 Ott, 2011 - 19:09  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 4101
Attività utente
Attività utente





airOne Oggetto: Per Vittoria  05 Ott, 2011 - 14:53  Profilo Rispondi citando   

Messaggi: 983
Attività utente
Attività utente

Alla più assidua e valente partecipante di questo topic, non auguro una vita senza ostacoli, sarebbe insipida, senza sapore, senza odore, senza senso. Le auguro invece di abbattere ogni ostacolo e raggiungere ogni traguardo.
Non le auguro una vita senza lacrime, ma le auguro che siano di felicità, come felice ti auguro sia questo importante giorno per te.

Nuova discussione   Rispondi Vai a pagina              ...      
80
      ...